La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Come affrontare a scuola lo studio del processo di unificazione nazionale Indicazioni per un curricolo verticale di storia orientato alla cittadinanza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Come affrontare a scuola lo studio del processo di unificazione nazionale Indicazioni per un curricolo verticale di storia orientato alla cittadinanza."— Transcript della presentazione:

1 Come affrontare a scuola lo studio del processo di unificazione nazionale Indicazioni per un curricolo verticale di storia orientato alla cittadinanza Marina Medi Seminario IRIS, Milano, 29 novembre 2010

2 Il Risorgimento, sempre più ridotto nellinsegnamento della storia I problemi storici da affrontare sono sempre di più (mondializzazione, migrazioni, pluralità di storie): –a quali dare priorità? –quanto spazio dare alla storia dItalia? –quanto spazio dare al processo risorgimentale? Come trattarlo? Infatti il tema ha dato occasione a polemiche e derive ideologiche: –retorica nazionalista –spinte secessioniste

3 Diverse interpretazioni storiche 1)Critiche: conquista sabauda, rivoluzione borghese fallita perché incapace di intrecciare la questione nazionale con quella sociale, rafforzamento di industriali e agrari contro le classi operaie e contadine (Oriani, Gobetti, Salvemini, Gramsci) 2)Apologetiche: capolavoro dei movimenti liberal- nazionali, religione della nazione che precorre il fascismo (Croce, Gentile, Volpe) 3)Neo-materialiste: analisi puntuali delle trasformazioni economiche, sociali e istituzionali. Disinteresse per quelle politico-ideologiche 4)Dibattito attuale: ripresa di studi anche sui protagonisti e i simboli nella costruzione dello stato-nazione (Riall, Ginsborg) controstorie (Di Fiore) studi comparativi su analoghi processi in Europa

4 Il Risorgimento nei manuali scolastici La storia del canone scolastico come biografia della nazione I fatti che portano allunità sono trattati rapidamente come un processo organico e coerente I protagonisti sono presentati come padri della patria ed è facile trovare il loro nome nelle vie e nei monumenti Sono smussati gli aspri conflitti sia tra i vincitori sia con i vinti Sono censurati gli episodi che possono gettare ombra sulla positività del processo. Per es: –nel 60 lordine pubblico a Napoli affidato alla camorra –nel settembre 66 il bombardamento di Palermo

5 Allora… E il caso di affrontare lo studio del Risorgimento? Se sì, perché? E come farlo nel corso del curricolo verticale?

6 Finalità della scuola Scopo dellinsegnamento scolastico non è quello di trasmettere i contenuti disciplinari… …ma quello di sviluppare in ogni studente competenze per leggere la realtà naturale e sociale e per operare in essa, utilizzando anche i saperi codificati

7 A che cosa serve studiare storia a scuola? Non tanto a acquisire informazioni sul passato… … quanto a sviluppare competenze storiche

8 Che cosè la competenza storica? Non è tanto saper raccontare eventi e collocarli su una linea del tempo, quanto: essere consapevoli del carattere storico di ogni aspetto del presente avere curiosità per come siamo arrivati ad essere quello che siamo sapere come si producono le conoscenze sul passato –meccanismi della memoria –carattere e procedure del lavoro dello storico usare le conoscenze per –comprendere la realtà del presente, –scegliere e agire in essa, –saper argomentare i propri punti di vista

9 Perché allora studiare il Risorgimento? E vero che ci sono molti altri temi di grande importanza e urgenza, eredità del Novecento, ma Il processo risorgimentale porta alla formazione dellItalia e condiziona la sua storia successiva ha lasciato tracce materiali e simboliche nel territorio è presente nel dibattito e nelle polemiche politiche del presente mette a disposizione fonti diverse su cui lavorare come in unofficina dello storico

10 Permette di rispondere ad alcune domande Per gli studenti italiani: –ma comè che siamo arrivati ad essere quello che siamo? –mi va bene essere quello che siamo o si potrebbe fare qualcosa di diverso? Per gli studenti stranieri: –qual è la storia del paese dove sono arrivato? –quali aspetti di somiglianza ha con quella del paese di origine della mia famiglia?

11 Educazione interculturale Educazione al patrimonio Educazione alla cittadinanza storia

12 Un esempio A San Fermo della Battaglia (CO) una classe descrive e studia la storia di un obelisco che ricorda la vittoria di Garibaldi sugli Austriaci del 27 maggio 1859 Costruito nel 1873, trasformato in epoca fascista, ora è monumento ai caduti di tutte le guerre

13 Il confronto Il lavoro ha permesso di scoprire che: –anche altri paesi hanno lottato per lindipendenza e anche loro hanno avuto eroi –i popoli ricordano e ribadiscono la propria indipendenza attraverso elementi simbolici (storie di protagonisti, date festive, monumenti ecc.) Così lo studio del Risorgimento italiano: –diventa un occasione per conoscere il passato, il nostro e quello degli altri –fa anche scoprire che ci sono problemi comuni a tutti i popoli –e che è importante imparare a risolverli assieme

14 Il Risorgimento nel curricolo verticale

15 Scuola primaria LItalia: –confini, capitale, simboli (bandiera, inno, azzurro) Tracce nel territorio: –lapidi e monumenti, nomi di vie, dediche –perché e come un popolo serba memoria di parti del proprio passato, mentre altre le censura e le oblia Narrazioni con fonti e testi diversi: –personaggi ed eventi –aspetti di cultura materiale dellOttocento Linea del tempo –eventi lontani nel tempo, ma non poi tanto

16 La scuola secondaria di I grado Il processo di trasformazione dalla divisione politico-territoriale della penisola alla formazione dello Stato italiano

17 Come studiare un processo di trasformazione PRECONOSCENZE QUADRO GENERALE INIZIALE E FINALE: lezione frontale Approfon- dimento in gruppo RITORNO AL PERSONALE E AL PRESENTE PRODOTTO DI VERIFICA RICOSTRUZIONE META-COGNITIVA E META-EMOZIONALE PRIMA MAPPA SECONDA MAPPA TERZA MAPPA MAPPA FINALE

18 Per gli approfondimenti Variare loggetto di analisi. Per es.: –biografie (Mazzini, fratelli Cairoli…) –partecipazione femminile al Risorgimento –battaglia di Cava Manara –brigantaggio Lasciare emergere eventuali interessi degli studenti Far lavorare su pacchetti di fonti diverse, per sperimentare il metodo di lavoro dello storico

19 La scuola secondaria di II grado Recuperare collettivamente le tappe fondamentali del processo Sollecitare la formulazione di temi/problemi che, a partire dal Risorgimento, hanno avuto conseguenze fino al presente: –scontro tra moderati e democratici e sconfitta delle istanze di democratizzazione –rapporti tra Stato e Chiesa –divisione tra nord e sud negli aspetti materiali e nellimmaginario –collusione tra Stato e criminalità organizzata –scarsa formazione di un sentimento di comunità nazionale Approfondire ciascun tema/problema con lavori di gruppo a partire da testi e fonti diversi

20 Bibliografia Alberto Mario Banti, Il Risorgimento italiano, Laterza, Roma-Bari 2004 Alberto Mario Banti, Nel nome dellItalia, Laterza, Roma-Bari 2010 Eva Cecchinato, Camicie rosse, Laterza, Roma-Bari 2007 Guido Crainz, Autobiografia di una repubblica. Le radici dellItalia attuale, Donzelli, Roma, 2009 Gigi Di Fiore, Controstoria dellunità dItalia, BUR Saggi, Milano 2007 Franco Della Peruta, Conservatori, liberali e democratici nel Risorgimento, Angeli, Milano, 1989 Paul Ginsborg (a c. di), Storia dItalia. Annali 22. Il Risorgimento, Einaudi, Torino, 2007 Paul Ginsborg, Salviamo lItalia, Einaudi, Torino, 2010 Denis Mack Smith, Il Risorgimento italiano, Laterza Roma-Bari, nuova ed Lucio Villari, Bella e perduta. LItalia del Risorgimento, Laterza, Roma-Bari, 2009 Lucy Riall, Il Risorgimento. Storia e interpretazioni, Donzelli, Roma 1997 Silvana Patriarca, Italianità. La costruzione del carattere nazionale, Laterza, Roma-Bari, 2010 Giorgio Ruffolo, Un paese troppo lungo. Lunità nazionale in pericolo, Einaudi, Torino 2009 Giancarlo De Cataldo, I traditori, Einaudi, Torino, 2010


Scaricare ppt "Come affrontare a scuola lo studio del processo di unificazione nazionale Indicazioni per un curricolo verticale di storia orientato alla cittadinanza."

Presentazioni simili


Annunci Google