La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 ELEMENTI DI MEDICINA GENERALE E SPECIALISTICA UOS MEDICINA BREVE Resp. Dr. Stefano Cinotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 ELEMENTI DI MEDICINA GENERALE E SPECIALISTICA UOS MEDICINA BREVE Resp. Dr. Stefano Cinotti."— Transcript della presentazione:

1 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 ELEMENTI DI MEDICINA GENERALE E SPECIALISTICA UOS MEDICINA BREVE Resp. Dr. Stefano Cinotti

2 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Quando si parla di salute, è opportuno fare riferimento alla Costituzione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), agenzia dell'ONU istituita nel 1948 con l'obiettivo di operare per far raggiungere a tutte le popolazioni il livello di salute più elevato possibileOrganizzazione Mondiale della SanitàONU1948

3 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 La salute, definita nella Costituzione dell'OMS, come:OMS - stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia - viene considerata un diritto e come tale si pone alla base di tutti gli altri diritti fondamentali che spettano alle persone.diritto Questo principio assegna agli Stati e alle loro articolazioni compiti che vanno ben al di là della semplice gestione di un sistema sanitario. Essi dovrebbero farsi carico di individuare e cercare, tramite opportune alleanze, di modificare quei fattori che influiscono negativamente sulla salute collettiva, promuovendo al contempo quelli favorevolisalute collettiva

4 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Negli ultimi anni lattenzione è maggiormente rivolta al raggiungimento di due obiettivi strategici: - Promozione della salute - Prevenzione della salute Scopo: ridurre la spesa sanitaria nazionale, grazie ad una diminuzione degli accessi ospedalieri, ad un minor ricorso alle prestazioni sanitarie di cura e al consumo di farmaci.

5 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 La tradizione popolare ritiene sano chi non ha dolori, febbre o duraturi altri disagi, tanto da impedirgli di svolgere le proprie funzioni. tradizione popolare dolorifebbredisagi Le "funzioni" dipendono (sempre secondo la tradizione popolare) maggiormente dall'età e dai ruoli sociali.ruoli sociali Questa definizione ha il vantaggio di essere di "buon senso" e lo svantaggio di essere poco quantificabile.

6 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Come si valuta lo stato di salute? Es. si utilizzano dei questionari atti a determinare ilnumero dei giorni di salute che è un indicatore di salute. Per raggiungere tale scopo a ciascun soggetto vengono rivolte le seguenti quattro domande: 1. Qual è la percezione del proprio stato di salute 2. Qual è il numero di giorni nellultimo mese in cui lindividuo non si è sentito bene per motivi fisici 3. Qual è il numero di giorni nellultimo mese in cui lindividuo non si è sentito bene per motivi psichici 4. Qual è il numero di giorni che hanno limitato le normali attività abituali

7 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 I fattori che sono tenuti maggiormente sotto controllo per rilevare lo stato di salute di una persona sono: alimentazione : deve essere sana ed equilibrata. Deve contenere tutte le sostanze nutritive necessarie al nostro organismo per svolgere le sue funzioni, ovvero proteine, carboidrati, grassi, vitamine e sali minerali. In particolare, dovrebbero essere assunte almeno cinque porzioni tra frutta e verdura al giorno attività fisica : deve essere svolta in modo regolare e non eccessivo. Il movimento influisce positivamente su vari aspetti del nostro organismo, apportando benefici a livello cardiovascolare, infatti migliora la funzionalità cardiaca, previene malattie cardiovascolari, quali ipertensione arteriosa e ictus; a livello muscolo-scheletrico incrementa la forza, la flessibilità, l'equilibrio e la coordinazione; a livello del metabolismo corporeo contribuisce a prevenire patologie quali diabete mellito e sindrome metabolica. Infine, apporta numerosi benefici anche dal punto di vista psicologico, riducendo lo stress e le tensioni nervose alcol : rappresenta una sostanza tossica, responsabile di danni a carico del fegato, dello stomaco, del sistema nervoso e disturbi di tipo psicologico fumo : rappresenta la prima causa di morte evitabile, in grado di provocare in primo luogo patologie quali cancro, malattie cardiovascolari e respiratorie

8 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Giurisprudenza Obiettivo fondamentale del Ministero della Salute è quello di garantire lo stato di benessere allintera popolazione del territorio nazionale. Infatti, la Legge 317 del 2001 assegna al Ministero della Salute "le funzioni spettanti allo Stato in materia di tutela della salute umana, di coordinamento del Servizio Sanitario Nazionale, di sanità veterinaria, di tutela della salute nei luoghi di lavoro, di igiene e sicurezza degli alimenti".Servizio Sanitario Nazionale

9 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Il Ministero della Salute ha precisi compiti: 1. Assicurare il buon funzionamento del Servizio Sanitario Nazionale, prestando attenzione alla qualità e allefficienza, utilizzando metodi informativi efficaci 2. Migliorare le situazioni che presentano elementi di criticità nellambito sanitario 3. Collaborare con tutte le istituzioni, per favorire un costante miglioramento 4. Pianificare eventuali interventi per affrontare situazioni di pericolo che minacciano la salute della collettività

10 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 La salute viene regolamentata/tutelata anche secondo le seguenti leggi: Articolo 32 della Costituzione Repubblicana Italiana. La repubblica tutela la salute, come fondamentale diritto dell'individuo, così come interesse per la collettività, garantendo cure per gli indigenti. Nessuno può essere obbligato a essere curato, se non per disposizione di legge. La legge non può in nessun modo violare i limiti imposto dal rispetto dell'individuo. Legge 833 del 23 dicembre 1978, la cura dell'individuo viene garantita tramite il servizio sanitario nazionale.

11 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Si può definire "malattia" l'opposto della salute: una alterazione dello stato fisiologico di un organismo (comprensivo eventualmente di quello psicologico) capace di ridurre o modificare negativamente le funzionalità normali, unita al complesso delle reazioni fisiologiche che derivano dallo stato patologico. Nella definizione di malattia è fondamentale il principio della transitorietà: ogni patologia ha un termine che può essere rappresentato dalla guarigione dell'organismo, dall'adattamento dello stesso ad una diversa fisiologia (o ad una diversa condizione di vita), dalla morte.

12 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Gli stati di alterazione vengono studiati e affrontati, a seconda del campo di applicazione da: medici umani medici veterinari agronomi eventualmente specializzati nel settore specifico.

13 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Lo stato di malattia può essere dovuto a molte cause diverse: a) cause interne allorganismo b) cause esterne allorganismo (es. tutte le forme di traumatismo, alcuni organismi viventi unicellulari o pluricellulari, virus, sostanze chimiche, fenomeni fisici etc

14 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 La PATOLOGIA è la disciplina che si occupa dello studio delle malattie e delle loro basi fisiopatologiche ed eziogenetiche La CLINICA è la disciplina che si occupa della anamnesi, dei segni e dei sintomi di una malattia La TERAPIA ha lo scopo di risolvere lo stato di malattia e ripristinare la funzionalità normale dell'organismo

15 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Classificazione per cause CONGENITA : le malattie e le malformazioni già presenti nel feto al momento del parto (malattie genetiche) ACQUISITA tramite contagio (malattie infettive) ESPOSIZIONE a determinate radiazioni o sostanze tossiche ECCESSO o CARENZA di determinate sostanze nell'organismo

16 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Malattia acuta Malattia cronica

17 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Una MALATTIA ACUTA è un processo morboso funzionale o organico a rapida evoluzione, cioè comparsa di sintomi e segni violenti in breve tempo e di cui in genere si dà un riscontro causale diretto (ad esempio linfluenza e il virus influenzale). La guarigione in questo caso è molte volte possibile in modo relativamente rapido grazie sia ai meccanismi di difesa insiti nel corpo umano, sia a cure mediche tempestive. Una malattia acuta in un corpo con scarse difese oppure trascurata, o ancora, purtroppo, mal curata può via via diventare malattia cronica (ad esempio un colpo di frusta cervicale può causare, nel tempo, unartrosi cervicale)

18 Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 Una MALATTIA CRONICA è un processo morboso funzionale od organico a lenta e progressiva evoluzione derivante o da una probabile poli-causalità, cioè da più fattori in concatenazione fra loro nonostante il più delle volte ciascuno di essi, preso singolarmente, non causi di solito direttamente la malattia (ad esempio unartrosi lombare derivante da microtraumatismi, vizi posturali, obesità, tensioni muscolari anche psicologiche, mal posizioni degli appoggi plantari, eccetera).


Scaricare ppt "Stefano Cinotti - Medicina Generale - Modulo 3.2 ELEMENTI DI MEDICINA GENERALE E SPECIALISTICA UOS MEDICINA BREVE Resp. Dr. Stefano Cinotti."

Presentazioni simili


Annunci Google