La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dislessia e altri D.S.A.: Ausili informatici nella didattica e nello studio Giovanna Lami Sezione AID di Modena Magione(Pg) 8 maggio 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dislessia e altri D.S.A.: Ausili informatici nella didattica e nello studio Giovanna Lami Sezione AID di Modena Magione(Pg) 8 maggio 2006."— Transcript della presentazione:

1 Dislessia e altri D.S.A.: Ausili informatici nella didattica e nello studio Giovanna Lami Sezione AID di Modena Magione(Pg) 8 maggio 2006

2 WORD PROCESSOR Video-scrittura Correttore ortografico Correzione automatica Thesaurus Dizionari digitali

3 Carlo Loquendo: funzioni Predizione ortografica con glossario personale e tematico Sintesi vocale per spelling e lettura di parole Sintesi vocale in diverse lingue per lettura di testi Controllo ortografico e registro degli errori Organizzazione dei documenti in quaderni

4 Mapping Dislessia : Utilità dei software per mappe mentali e concettuali

5 Lindividuazione di strumenti facilitanti lapprendimento e lautonomia nello studio costituisce un passaggio cruciale per consentire ai ragazzi dislessici di raggiungere il successo formativo

6 Le mappe mentali * e concettuali ** costituiscono un importante strumento per lapprendimento adatto a tutti * T.Buzan **J.Novak

7 Mappa Mentale

8 LA FAMILLE Les parents Le père - la mère Le frère - la sœur Les enfants Le fils La fille Le mari - la femme Le beau père - la belle mère Le gendre - la belle fille Le beau frère- la belle soeur Un oncle - La tante La nièce Le néveu Le cousin - la cousine Les grands-parents La grand-mère Le grand-père Les petits enfants Le petit fils La petite fille

9 Mappa concettuale

10 UTILIZZO Valido in molte discipline Per compiti diversi

11 Compiti Prendere appunti Illustrare e apprendere concetti Ripassare Preparare bozze problem solving Brainstorming Presentazioni

12 Caratteristiche specifiche Informazioni presentate in ambiente di lavoro visivo, non lineare Il pensiero visivo è comune in molte persone con dislessia

13 Mappe Apprendimento di una grande quantità di informazioni in uno spazio ridotto Rapida visione d insieme di un argomento Memorizzazione facilitata Links a siti web e a documenti aggiungono informazioni

14 Correlazione fra mappe e stile di apprendimento dei dislessici Le mappe sono adeguate allo stile cognitivo dei dislessici,ne sfruttano i punti di forza minimizzando quelli di debolezza: I concetti sono rappresentati nella mappa con immagini, colori, parole chiave (m.m.) o frasi minime (m.c.) La strutturazione della mappa consente che i concetti siano organizzati indipendentemente dalla struttura grammaticale e sintattica della frase

15 Luso delle mappe migliora: La comprensione del testo lapprendimento e la memorizzazione delle informazioni Il vocabolario e lesposizione Il problem solving La capacità di prendere appunti La produzione del testo La comprensione e la memorizzazione di concetti e termini scientifici Lapprendimento di una lingua straniera

16 Difficoltà di lettura per disgrafia, errori ortografici, disorganizzazione spaziale Non è possibile riorganizzare o espandere i concetti Non è possibile cambiare presentazione (outline - testo - power point) Mappe fatte a mano: limiti

17 Perché usare un software Non presenta limiti di spazio E dotato di strumenti accessori: - immagini, controllo ortografico, sintesi vocale Ha funzioni di importazione ed esportazione del testo - per comunicare con altri da mappa a testo - per convertire testi in mappe (docenti, supporter, genitori)

18 Software disponibili Sono molto numerosi Variano i livelli di complessità e le prerogative Molti sono in lingua inglese (guida e voce sintetica) Esistono software free, open source e a pagamento con numero di licenze variabile

19 Software più noti Inspiration 8 (www.inspiration.com) Kid-Inspiration ( scuola primaria) Mind Manager (www.scatolepensanti.it) Knowledge Manager (www.mappeconcettuali.it) CmapTools (www.ihmc.us) Freemind (http://freemind.sourceforge.net )

20 Il software che asseconda meglio lo specifico stile cognitivo Il tipo di mappa che si adatta meglio al compito (mentale, concettuale, libera, fissa) i programmi possono essere usati da dislessici di ogni età, ma con modalità di utilizzo diversificate Which is the best for you?

21 Le mappe per i dislessici Sono valide, ma… in che modo costruirle?

22 Costruzione delle mappe Il ruolo della scuola: la didattica costruttivista Il ruolo del supporter Lausilio dei software

23 Funzione della mappa esperta (J.Novak) Scheletro esperto = guida fornita dal docente Polpa concettuale = concetti aggiunti dal discente

24 Costruire una mappa Richiede notevole sforzo per : Semplificazione e scelta dei vocaboli Strutturazione attraverso le relazioni esplicitate Categorizzazione dei concetti Definizione dellaspetto grafico (forme dei nodi, dimensioni dei caratteri, colori, distribuzione spaziale,eventuali immagini)

25 Criteri di validazione dei software per mappe (d.i.t.t.*) A giudizio degli utenti un software deve essere: Piacevole Facile da usare In grado si raggiungere lobiettivo * Dyslexia Intenational Tools & Technologies

26 Giudizio degli studenti su KM: esperienza della sezione di Modena Gradevole Facile da usare Utile per lo studio Favorisce l'autonomia

27 Sintesi vocale in italiano e varie lingue Costruzione automatica dei concetti da testo Possibilità di lettura di - Mappa e documenti associati Registrazione con voce naturale - Attivazione immediata / ripetibile Possibilità di auto verifica Knowledge Manager Funzioni utili per i dislessici

28 Biblio-sito-grafia A.Carletti – A Varani:Didattica Costruttivista - Erickson T. Buzan:Usiamo la testa - Ed.Frassinelli Gineprini-Guastavigna: Mappe per capire-Capire per mappe – Ed. Carocci Faber J.Novack: Lapprendimento significativo – Ed.Erickson

29


Scaricare ppt "Dislessia e altri D.S.A.: Ausili informatici nella didattica e nello studio Giovanna Lami Sezione AID di Modena Magione(Pg) 8 maggio 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google