La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Alberto Perra, CNESPS Villa Umbra, Giugno 2012. 2.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Alberto Perra, CNESPS Villa Umbra, Giugno 2012. 2."— Transcript della presentazione:

1 Alberto Perra, CNESPS Villa Umbra, Giugno 2012

2 2

3 Input Attività Output Outcome Impatto Risorse Attività Prodotti Risultati Esiti Impatto

4

5 Kickbusch I, Buckett K (Ed.). Implement health in all policies, Adelaide 2010

6

7

8 Ricercabilità delle prove I motori di ricerca non sono pensati per produrre i risultati in PS (es MESH) Standard di efficacia Derivano dallEBM e non sono immediatamente adattabili allEBHP PS si tende a riportarla nei termini «individuali» Variazioni nella qualità dellintervento (risorse e capacità degli operatori) Valutazione non corretta Non pubblicazione dei risultati Quanto sono trasferibili i risultati di altri? 8

9 Perché il risultato di salute e il processo hanno ampie zone di sovrapposizione (la partecipazione che cosa è?) Il risultato di salute non è sempre condiviso con i gruppi di interesse che si aspettano risultati diversi La valutazione deve dare «risposte» specifiche alle «domande» specifiche di ogni GI I risultati di salute (oltre che di processo) possono essere modificati lungo la realizzazione del progetto Trovare «prove di efficacia» convincenti per dare forza al progetto

10 I progetti di promozione della salute devono produrre empowerment, concetto non facilmente traducibile in indicatori misurabili e condivisi A differenza di altri interventi socio-sanitari, non sono facilmente reperibili informazioni sul costo-efficacia o costo- beneficio degli interventi partecipati di promozione della salute Come misurare in una comunità leffetto di un progetto che contribuisce a «mantenere» il livello di salute? Misurare il cambiamento con la chiave prima-dopo e stimarne la plausibilità rispetto allazione di progetto Le misurazioni degli indicatori sono prevalentemente «ad hoc»

11

12 Fuori dal controllo diretto del progetto Dipendenti dal progetto Obiettivo generale Promuovere un miglior livello della salute materno-infantile diminuendo le ineguaglianze Obiettivo specifico Aumentare a 90% la copertura vaccinale per morbillo dei bambini di meno di un anno nella regione Lazio entro la fine del 2004 Risultati attesi 95% delle madri residenti o domiciliate in Lazio ha ricevuto adeguate informazioni sui servizi vaccinali Attività Identificare e mettere a disposizione dei servizi sanitari unanagrafe dei residenti e dei domiciliati peso delloggetto da valutare dal quadro logico

13 E anche le domande hanno un peso diverso Livello attività e input Livello risultati attesi Quanto è costato il nuovo punto vaccinale? Come è stata la partecipazione ai corsi di formazione? I nuovi punti sono stati dotati dei materiali necessari? Come si modifica il rapporto fra punti di vaccinazione e bambini Livello effetti Livello impatto Come evolve la copertura vaccinale? Cè un calo di incidenza del morbillo?

14

15 Cercare le prove di efficacia Costruire il modello logico Centrare i beneficiari Comprendere lambiente, i sistemi e lazione umana Identificare i gruppi di interesse e la comunità Effettuare lanalisi di contesto Costruire lalbero dei problemi dei problemi Costruire lalbero degli obiettivi degli obiettivi Effettuare lanalisi delle alternative Costruire il quadro logico e verificare la fattibilità Identificare i pacchetti di attività, responsabilità e risorse Comporre il cronogramma Elaborare il piano di valutazione Redigere il testo del progetto e effettuare la valutazione ex-ante ideazione verifica ideazione programmazione

16 S Specific (specifico): rispetto allobiettivo da misurare M Measurable (misurabile): sia quantitativamente che qualitativamente A Available (disponibile) ad un costo accettabile R Relevant (pertinente) rispetto allinformazione di cui la gestione ha necessità T Time-bound (ancorato al tempo) così che si abbia un riferimento temporale rispetto a quando vogliamo che lobiettivo venga raggiunto

17 in generale in generale indicativi del beneficio atteso dal target del risultato che si sta misurando (ridurre o aumentare?) sostanziali, misurando ciò che è importante per il progetto Outcome Processo Output plausibili, misurando ciò che il progetto ha cambiato indipendenti, applicandosi a un solo obiettivo verificabili, da fonti raggiungibili dal/nel progetto

18 Formato: in cui linformazione sarà resa disponibile (rapporto di progresso, contabilità, registri, statistiche ufficiali, ecc.) Chi: fornisce linformazione Ogni quanto: linformazione deve essere fornita (mensilmente, trimestralmente, annualmente) NBB: IL Quadro Logico è costruito unicamente su indicatori quantitativi e non può essere considerato esaustivo, in campo sanitario, per la messa a punto del piano di valutazione del progetto

19 Dati amministrativ i Report del management Dati statistici di routine Interviste ai beneficiari Dati statistici di routine adattati Studi campionari ad hoc Costi Complessità

20

21 21 Gli indicatori per il PRP

22 1.devono possedere le qualità normalmente richieste per poter misurare i progressi dei progetti/programmi (SMART) 2.progressi delle attività/obiettivi intermedi o benefici attesi? 3.Tipo Sì o No? Richiesti 2 indicatori per i 2 o 3 anni (2011, 2012 e 2013) della valutazione di processo: possibile documentare la gradualità? 4.non oltre il 50% dei progetti/programmi del piano regionale si discostino in misura superiore al 20% rispetto al previsto 5.20% in termini relativi da applicare alla differenza fra la situazione iniziale e quella attesa alla fine del periodo X in questione (es da una copertura del 18% per arrivare al 34% entro un certo periodo X, lo scostamento del 20% =34% meno 18% uguale 16%; il 20% di questa differenza è 3,2%, quindi un valore dellindicatore inferiore a 30,8% (34% atteso meno 3,2%) indica uno scostamento >20% del previsto 6.tempi tecnici necessari per la misura di alcuni indicatori: sistemi di sorveglianza di popolazione, il valore di un certo indicatore per il 2011 potrebbe essere disponibile solo diversi mesi dopo, e cioè verso metà del 2012.

23

24 Prevalenza obesità Attività fisica Tasso di fumatori Prevalenza diabete Tassi di gonorrea e clamidiosi Tassi daborto OECD HEALTH TECHNICAL PAPERS NO. 16, 2004 QUALITY INDICATOR PROJECT cambiare i comportamenti di una popolazione

25 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Capitale sociale Altri fattori Politiche Disponibilità economica

26 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Vostri progetti

27 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Vostri progetti

28

29 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale

30 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Valutazione dei bisogni Pianificazione partecipata Identificazione degli ambienti Attivazione processi comunitari Riorientamento servizi Valutazione dei bisogni Pianificazione partecipata Identificazione degli ambienti Attivazione processi comunitari Riorientamento servizi Le strategie efficaci della promozione della salute Quali indicatori? Valutazione ex-ante

31 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Indicatori processo Comunicazione per la salute Indicatori processo Organizzazione comunità Indicatori processo Coinvolgimento GI Il progetto promuove processi allinterno della comunità locale

32 32 I processi allinterno della comunità locale Risorse immesse AttivitàProdottiRisultatiEsitiImpatto

33 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Indicatori outcome Aumento conoscenze Indicatori outcome Aumento partecipazione Indicatori outcome Aumento equità accesso Il progetto promuove risultati in termini di opportunità di salute per gli individui attraverso i processi allinterno della comunità locale

34 34 I processi allinterno della comunità locale Risorse immesse AttivitàProdottiRisultatiEsitiImpatto

35 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Indicatori processo Aumento conoscenze Indicatori processo Aumento consapevolezza Indicatori processo Miglioramento competenze ricerca salute Il progetto sostiene la comunità per attivare i processi individuali di «capacitazione» per la salute

36 Ambiente socio ecologico Comunità locale Opportunità di salute Capacità di salute Salute Modello per la scelta ragionata degli indicatori di PS livello locale Indicatori outcome Sentirsi bene Indicatori outcome autoefficacia Indicatori outcome Percezione migliorata qualità vita Il progetto sostiene la comunità per lacquisizione, mantenimento e protezione della salute individuale

37 37 Grazie per lascolto e gli sforzi!


Scaricare ppt "Alberto Perra, CNESPS Villa Umbra, Giugno 2012. 2."

Presentazioni simili


Annunci Google