La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ITIS G.Galilei Sezione ingegneria meccanica Divisione acceleratori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ITIS G.Galilei Sezione ingegneria meccanica Divisione acceleratori."— Transcript della presentazione:

1 ITIS G.Galilei Sezione ingegneria meccanica Divisione acceleratori

2 1.Apprendimento del software per la progettazione di elementi meccanici in 3D Autodesk Inventor 2.Realizzazione del modello 3D dello Short pulse kickers mediante lutilizzo del CAD 3D Autodesk Invertor

3 Autodesk Inventor è un CAD per la progettazione tridimensionale di elementi meccanici. Autodesk Inventor è un CAD per la progettazione tridimensionale di elementi meccanici.

4 Il kicker è uno dei molti elementi che costituiscono lacceleratore di particelle dei LABORATORI NAZIONALI DI FRASCATI (DA Φ NE). La sua funzione è quella di imprimere, mediante campi magnetici, veri e propri kicks (colpi,impulsi) al treno di particelle o ad un singolo vagone al fine di deviarne la traiettoria. Si distingue dagli altri magneti, che pure possono deviare la traiettoria del fascio,proprio per la possibilità di poter decidere quando farlo, con che intensità e su quale porzione del fascio stesso ; possibilità negata ai magneti che producono un campo magnetico costante. Il kicker è uno dei molti elementi che costituiscono lacceleratore di particelle dei LABORATORI NAZIONALI DI FRASCATI (DA Φ NE). La sua funzione è quella di imprimere, mediante campi magnetici, veri e propri kicks (colpi,impulsi) al treno di particelle o ad un singolo vagone al fine di deviarne la traiettoria. Si distingue dagli altri magneti, che pure possono deviare la traiettoria del fascio,proprio per la possibilità di poter decidere quando farlo, con che intensità e su quale porzione del fascio stesso ; possibilità negata ai magneti che producono un campo magnetico costante.

5 Per arrivare al prototipo digitale, si parte, come nella progettazione tradizionale, da un disegno bidimensionale chiamato Per arrivare al prototipo digitale, si parte, come nella progettazione tradizionale, da un disegno bidimensionale chiamato schizzo:

6 Da questo, creando la terza dimensione per estrusione, si ottiene il solido tridimensionale, chiamata Da questo, creando la terza dimensione per estrusione, si ottiene il solido tridimensionale, chiamata parte.

7 1)Tramite successive lavorazioni, con le quali si aggiunge o sottrae materiale, si giunge alla geometria definitiva con le caratteristiche geometriche definite dal progetto 2)Funzione serie circolare: permette con una singola lavorazione di creare più fori seguendo una direzione e un asse di rotazione prestabiliti 3)Funzione specchio: permette di specchiare più lavorazioni fatte una volta stabilito il piano di riflessione (piano di simmetria)

8 L unione di più parti tramite vincoli geometrici permette ad Inventor di creare assiemi complessi.

9 Assieme Kicker

10 Sezione Kicker

11 Dal modello tridimensionale definitivo, si può ricavare direttamente il disegno esecutivo necessario per la realizzazione effettiva del kicker

12 In questo particolare si vede la tavola esecutiva della strip da noi realizzata

13 Il software permette di simulare anche lavorazioni meccaniche come la saldatura. Nel caso di questo kicker la saldatura è necessaria per unire i due semigusci del corpo e le due flangie di testa immettendo dati come : il materiale di apporto e la geometria del cordone. Si può verificare anche la resistenza meccanica della saldatura stessa Saldatura

14 HANNO PARTECIPATO ALLO STAGE: Amalfi Damiano, Guadagno Stefano, Videtta Lorenzoringraziano: lIstituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) i Tutors Alessandro Zolla, Enrico Di Pasquale lITIS G. Galilei di Roma, e il Professore Ingegnere Guido Montefusco


Scaricare ppt "ITIS G.Galilei Sezione ingegneria meccanica Divisione acceleratori."

Presentazioni simili


Annunci Google