La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quando pensare allEndocardite infettiva ? V.Moretti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quando pensare allEndocardite infettiva ? V.Moretti."— Transcript della presentazione:

1 Quando pensare allEndocardite infettiva ? V.Moretti

2 Reparto di 1° ricovero cardiochirurgia area emergenza altro cardiologia malattie infettive medicina DATI DA REGISTRO TIPOLOGIA DI PAZIENTI

3 Caso clinico n°1 Paziente di 78 anni,maschio, viene ricoverato per la comparsa di un deficit stenico allemisoma destro ed afasia. Il paziente presenta temperatura febbrile per cui viene iniziata terapia antibiotica con ceftriaxone. Gli esami di laboratorio eseguiti il giorno successivo mostrano PCR elevata, leucocitosi neutrofila,…

4 Caso clinico n°2 Paziente di 72 anni,femmina, viene ricoverata in seguito alla comparsa di febbre ed oligoartrite ( ginocchio destro, TT sinistra, polso destro ). Il giorno successivo si evidenziano indici di flogosi elevati. Reuma test elevato. Viene iniziata terapia antibiotica

5 Caso clinico n°3 Paziente di 67 anni,maschio, viene ricoverato per il riscontro di valori elevati di creatinina ( 2,5 mg% ) dopo una decina di giorni di febbre trattata dal curante con levofloxacina. Lesame urine mostra microematuria e proteinuria. Il medico di guardia che lo accoglie alla fine del pomeriggio inizia terapia antibiotica.

6 Caso clinico n°4 Un paziente di 73 anni viene ricoverato per il terzo episodio di febbre nel giro di un mese. Nelle precedenti settimane il paziente è stato trattato con antibiotici dal MMG ( amoxicillina, amoxicillina/clavulanato, levofloxacina ), ma la febbre è ricomparsa. In questa occasione vengono eseguite emocolture ( due a distanza di unora ) e viene iniziata una terapia antibiotica a largo spettro

7 Dopo due giorni dal laboratorio si segnala che nelle emocolture cresce un Enterococco faecalis. Viene iniziata terapia secondo antibiogramma ( ampicillina e gentamicina ) Il paziente si sfebbra, sta meglio, gli indici di flogosi si riducono e – dopo quindici giorni – viene dimesso.

8 Caso clinico n°1 Paziente di 78 anni,maschio, viene ricoverato per la comparsa di un deficit stenico allemisoma destro ed afasia. Il paziente presenta temperatura febbrile per cui viene iniziata terapia antibiotica con ceftriaxone. Gli esami di laboratorio eseguiti il giorno successivo mostrano PCR elevata, leucocitosi neutrofila,…

9 An Med Interna Sep;24(9): Neurological manifestations as presentation of infectious endocarditis Varona JF

10 Neurologic Manifestations of Infective Endocarditis A 17-Year Experience in a Teaching Hospital in Finland Maija H. et al. Arch Intern Med. 2000;160: Results Neurologic complications were identified in 55 episodes (25%), with an embolic event as the most frequent manifestation (23/55; 42%). In the majority (76%) of episodes, the neurologic manifestation was evident before antimicrobial treatment was started, being the first sign of IE in 47% of episodes.

11 Caso clinico n°2 Paziente di 72 anni,femmina,viene ricoverata in seguito alla comparsa di febbre ed oligoartrite ( ginocchio destro, TT sinistra, polso destro ). Il giorno successivo si evidenziano indici di flogosi. Reuma test elevato. Viene iniziata terapia antibiotica

12 Internist (Berl) Jul;43(7): year-old patient with oligoarthritis, bacteremia and aortic insufficiency

13 : Clin Exp Rheumatol Mar-Apr;24(2 Suppl 41):S Subacute bacterial endocarditis presenting as polymyalgia rheumatica or giant cell arteritis.

14 CONCLUSION: Rheumatologic symptoms may hinder the correct diagnosis of infective endocarditis in patients who present with a clinical picture suggesting polymyalgia rheumatica or giant cell arteritis.

15 Caso clinico n°3 Paziente di 67 anni, viene ricoverato per il riscontro di valori elevati di creatinina ( 2,5 mg% ) dopo una decina di giorni di febbre trattata dal curante con levofloxacina. Lesame urine mostra microematuria e proteinuria. Il medico di guardia che lo accoglie alla fine del pomeriggio inizia terapia antibiotica.

16 J Nephrol 2007; 20: "Full house" proliferative glomerulonephritis: an unreported presentation of subacute infective endocarditis L.-C. Lee 1, K.-K. Lam 1, C.-T. Lee 1, J.-B. Chen 1, T.-H. Tsai 2, S.-C. Huang 3

17 Dopo due giorni dal laboratorio si segnala che nelle emocolture cresce un Enterococco faecalis. Viene iniziata terapia secondo antibiogramma ( ampicillina e gentamicina ) Il paziente si sfebbra, sta meglio, gli indici di flogosi si riducono e – dopo quindici giorni – viene dimesso. Caso clinico n° 4 ……….

18 Stafilococco aureo Streptococchi viridans e Streptococco bovis Enterococchi HACEK Batteriemie sostenute suggestive di Endocardite Infettiva

19 Fenomeni embolici

20

21

22 Int Angiol Jun;13(2): Links Unusual forms of peripheral arterial embolization. Lazar D and al. Institute for Cardiovacular Diseases UCC Belgrade Jugoslavia

23 Radiologic manifestations of extra- cardiac complications of infective endocarditis. Septic emboli, caused by IE, can affect any organ or tissue in the body with an arterial supply and occur in 12-40% of IE cases. The most common extra-cardiac organ system involved in IE is the central nervous system. Eur Radiol Nov;18(11):

24 Manifestazioni emboliche di origine sconosciuta: Embolizzazione già presente alla diagnosi: 20% Alcune localizzazioni interessanti, in particolare: Retina Reni Vertebre Altro Encefalo Organi splancnici EI+ spondilo ??% Registro Endocardite Infettiva FVG

25 Int J Cardiol Mar 22;108(1): Septic discitis as initial manifestation of streptococcus bovis endocarditis. Gonzales-Juanatey C et al.

26 Klin Monatsbl Augenheilkd Jul;224(7): Ocular manifestation of an infectious endocarditis

27 Ann Emerg Med Jan;29(1): Fatal myocardial infarction resulting from coronary artery septic embolism after abortion: unusual cause and complication of endocarditis. Caraballo V.

28 Infective endocarditis in chronic haemodialysis patients: an increasing clinical challenge Gaetano Nucifora 1,*, Luigi P. Badano 1, Pierluigi Viale 2, Pasquale Gianfagna 1, Giuseppe Allocca 1, Domenico Montanaro 3, Ugolino Livi 1 and Paolo M. Fioretti 1

29 conclusioni

30 *Lendocardite infettiva può presentarsi con le sue complicanze * Prendere in considerazione nella DD specialmente in presenza di : eventi cerebrali acuti associati a febbre o indici di flogosi eventi embolici lesioni cutanee di tipo vasculitico

31 quadri reumatologici ( oligoartrite,…) FUO Febbre non spiegatain pazienti in emodialisi o portatori di protesi valvolari/vascolari Emocolture con germi tipici ( specialmente in presenza di batteriemia sostenuta )

32 e allora ?.....

33 Visitare ( non solo auscultare ) con attenzione Eseguire emocolture ( possibilmente evitando di farlo dopo aver iniziato terapia antibiotica o sospendendola per 24-48, se le condizioni del paziente lo consentono ) ECOcardiogramma quando indicato ( presentando il caso e motivando il sospetto ) : TTE o TEE o entrambi


Scaricare ppt "Quando pensare allEndocardite infettiva ? V.Moretti."

Presentazioni simili


Annunci Google