La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG Caso clinico Dott. Umberto Giordano ARNAS Civico -

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG Caso clinico Dott. Umberto Giordano ARNAS Civico -"— Transcript della presentazione:

1 GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG Caso clinico Dott. Umberto Giordano ARNAS Civico - Palermo

2 D.V. giovane atleta (moderato condizionamento atletico), sesso maschile, età 16 anni D.V. giovane atleta (moderato condizionamento atletico), sesso maschile, età 16 anni Non storia di cardiopatia o malattie metaboliche, in apparente buona salute Non storia di cardiopatia o malattie metaboliche, in apparente buona salute Del tutto asintomatico per palpitazioni, tachicardia o sincope Del tutto asintomatico per palpitazioni, tachicardia o sincope Esegue ECG per idoneità sportiva Esegue ECG per idoneità sportiva

3 Extrasistolia a QRS largo trigeminaExtrasistolia a QRS largo trigemina D1D2D3 aVRaVLaVF

4 Aspetto tipo BBD + DAS Aspetto tipo BBD + DAS Durata QRS = 120 msec Durata QRS = 120 msec Assenza di concordanza Assenza di concordanza Nadir onda S < 100msec Nadir onda S < 100msec Morfologia in V1: trifasica (rsR) Morfologia in V1: trifasica (rsR) Morfologia in V6: RS (R/S > 1) Morfologia in V6: RS (R/S > 1) 80 80

5 Criteri morfologici + Presenza di modificazioni dellonda T precedente (compatibili con onda P nascosta) = Origine sopraventricolare (conduzione aberrante) Pausa postextrasistolica compensatoria Pausa postextrasistolica compensatoria V1V2V3 V4V5V6

6 aVR aVL aVF ESO AAAA VVVV V A 140

7 AAAA VVVV V A aVR aVL aVF ESO

8 aVR aVL aVF ESO AAA A VVV V V A V A V A A A VV A A VV

9 aVR aVL aVF ESO AAA A VVV V V A V A V A A A VV A A VV

10 La vera fase di recupero è quella del battito immediatamente precedente lectopia…che non nasconde nessuna onda P La vera fase di recupero è quella del battito immediatamente precedente lectopia…che non nasconde nessuna onda P V4V5V6

11 E invece il battito seguente lectopia a presentare alterazioni postextrasistoliche della fase di recupero E invece il battito seguente lectopia a presentare alterazioni postextrasistoliche della fase di recupero V1V2V3

12 Nellextrasistolia ventricolare trigemina le alterazioni post- extrasistoliche dellonda T, talora presenti, possono simulare unonda P nascosta e indurre ad un errata diagnosi di extrasistolia sopraventricolare condotta con aberranza Nellextrasistolia ventricolare trigemina le alterazioni post- extrasistoliche dellonda T, talora presenti, possono simulare unonda P nascosta e indurre ad un errata diagnosi di extrasistolia sopraventricolare condotta con aberranza In questo caso clinico lorigine verosimilmente fascicolare dellectopia può ulteriormente contribuire allequivoco diagnostico In questo caso clinico lorigine verosimilmente fascicolare dellectopia può ulteriormente contribuire allequivoco diagnostico

13 Cosa fare ? Nel nostro caso clinico, la risposta è semplice: Una completa stratificazione con diagnostica non invasiva ha evidenziato un profilo di basso rischio: Una completa stratificazione con diagnostica non invasiva ha evidenziato un profilo di basso rischio: ECG Holter (40 BEV/h, non ripetitivi) ECG Holter (40 BEV/h, non ripetitivi) ecocardiogramma (esame nella norma) ecocardiogramma (esame nella norma) test ergometrico (assenza di ectopia durante esercizio) test ergometrico (assenza di ectopia durante esercizio) …e se il paziente avesse avuto un quadro di cuore datleta ed extrasistolia ventricolare complessa (TVNS)? …e se il paziente avesse avuto un quadro di cuore datleta ed extrasistolia ventricolare complessa (TVNS)? Idoneità diretta (dopo stratificazione non invasiva) Idoneità diretta (dopo stratificazione non invasiva) Rivalutazione dopo adeguato periodo (2-6 mesi) di decondizionamento Rivalutazione dopo adeguato periodo (2-6 mesi) di decondizionamento atletico atletico

14

15 Pz di 74 aa, in UTIC per IMA in III giornata asintomatico, ma accaldato e perciò intento a rinfrescarsi sventolando un piatto di plastica…

16 Cura il paziente non il monitor !

17 ECG a riposo eseguito per screening pre-chirurgico in ciclista competitivo di anni 29


Scaricare ppt "GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG GLI ERRORI PIÙ COMUNI NELLINTERPRETAZIONE DELLECG Caso clinico Dott. Umberto Giordano ARNAS Civico -"

Presentazioni simili


Annunci Google