La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Pier Romano Mariani U.O. Cardiologia Castelnuovo Garfagnana Sorveglianza Epidemiologica Regionale delle Malattie Cardiovascolari Lucca, 6 ottobre 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Pier Romano Mariani U.O. Cardiologia Castelnuovo Garfagnana Sorveglianza Epidemiologica Regionale delle Malattie Cardiovascolari Lucca, 6 ottobre 2007."— Transcript della presentazione:

1 Pier Romano Mariani U.O. Cardiologia Castelnuovo Garfagnana Sorveglianza Epidemiologica Regionale delle Malattie Cardiovascolari Lucca, 6 ottobre 2007

2 Introduzione Le malattie cardiovascolari, per lelevatissima frequenza, le conseguenze sullo stato di salute ed impegno di risorse sanitarie, rappresentano patologie di primaria importanza Disponibilità di dati su incidenza, prognosi e modalità di trattamento su base di popolazione è ragionevolmente limitata ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

3 Manifestazioni cliniche Aterosclerosi Malattia coronarica Angina pectoris, infarto miocardico, morte cardiaca improvvisa Malattie cerebrovascolari TIA, Ictus Malattia vascolare periferica Claudicatio intermittente, gangrena………. ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

4 Sorveglianza epidemiologica regionale delle malattie cardiovascolari 1. Conoscenze su distribuzione ed andamento fattori di rischio 2. Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

5 Fattori associati ad aumento del Rischio Coronarico Fattori associati ad aumento del Rischio Coronarico Stili di Vita Dieta Ipercalorica o ricca in Acidi grassi Saturi e Colesterolo Sedentarietà Fumo Consumo eccessivo di Alcol FRC Modificabili Ipertensione Arteriosa Elevato LDL-Colesterolo Ridotto HDL-Colesterolo Elevati Trigliceridi Iperglicemia/Diabete Obesità FRC Non Modificabili Età Sesso Storia familiare di CHD o altra malattia aterosclerotica precoce (maschi<55 a, femmine<65 a) Anamnesi positiva per CHD o altra malattia aterosclerotica Prevenzione Primaria ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

6 Conoscenze su distribuzione ed andamento fattori di rischio Abitudine al fumo Toscana: % fumatori ISTAT – Indagini multiscopo 2005 MASCHI FEMMINE Toscana Italia Toscana Italia Fumatori correnti 28% 29% 18% 17% Ex fumatori 36% 31% 19% 15% Mai fumato 36% 40% 63% 68%

7 Conoscenze su distribuzione ed andamento fattori di rischio Attività fisica ISTAT – Indagine multiscopo maschi femmine

8 Conoscenze su distribuzione ed andamento fattori di rischio Indice massa corporea ISTAT – Indagine multiscopo – 2005 > 18 anni maschi femmine

9 Sorveglianza epidemiologica regionale delle malattie cardiovascolari Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose Mortalità Ricoveri ospedalieri Uso farmaci Registro toscano Infarto miocardico acuto Registro toscano Eventi cerebrovascolari acuti ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

10 Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose Pazienti in trattamento con farmaci antiipertensivi 21% toscani 23.7% lucchesi ARS – Relazione Sanitaria regionale anno 2005

11 Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose Pazienti in trattamento con farmaci antiipertensivi ARS – Relazione Sanitaria regionale Tassi per abitanti, standardizzati per età MaschiFemmine anno 2005

12 Tosc-AMI Registro Toscano dellInfarto Miocardico Acuto Valutazione frequenza e prognosi degli episodi di IMA verificatisi tra i residenti della regione Trattamento fase acuta della malattia - PTCA e Coronarografia ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Mortalità : Registro di Mortalità Regionale gestito dal CSPO attraverso schede ISTAT

13 ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

14 Tosc-AMI Registro Toscano dellInfarto Miocardico Acuto Eventi totali : eventi ospedalizzati ( SDO 410) non preceduti da altro ricovero con data di ammissione nei 28 giorni precedenti + i decessi senza ricovero ospedaliero (dati RMR ), senza ricovero nei 28 giorni precedenti con dimissione SDO 410 ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

15 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi totali : andamento temporale in Toscana – Tassi standardizzati per età per

16 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi totali : Toscana e Aziende USL, Tassi standardizzati per età per Residenti aree nel Nord – Ovest e della costa ( Massa, Viareggio, Livorno e Grosseto ) hanno una probabilità di ammalarsi di infarto molto più elevata di quella dei residenti nelle aree a più basso rischio (Siena, Arezzo, Empoli, Firenze e Prato) Maschi

17 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi totali : Aree Vaste, Tassi standardizzati per età per Lanalisi per Area Vasta evidenzia la peggior situazione del Nord – Ovest della regione sia nei maschi che nelle femmine

18 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi totali : Zone distretto, Tassi standardizzati per età per MaschiFemmine La differenziazione abbastanza netta della regione in aree ad alta ed a bassa incidenza viene ulteriormente confermata dallanalisi dei dati disaggregati per Zona Distretto. Quadro delle differenze largamente coerente in entrambi i sessi

19 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi ospedalizzati e morti senza ricovero : andamento temporale in Toscana - Tassi standardizzati per età per Comportamento divergente delle due componenti degli eventi Linee Guida – Troponine Aumento artificioso causato dalla modifica dei criteri diagnostici Maggiore tempestività della assistenza extraospedaliera MaschiFemmine

20 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi ospedalizzati e morti senza ricovero : Toscana, Aree Vaste e Aziende USL Numero casi. Anno 2004 Azienda USL Eventi Ospedalizzati Morti senza Ricovero Massa Carrara Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Siena Arezzo Grosseto Firenze Empoli Viareggio Area Vasta CENTRO NORD-OVEST SUD-EST Toscana % eventi: decessi prima del ricovero 1 decesso extra osp. ogni 2.8 casi ospedalizzati Pistoia: peso decessi extraospedalieri elevato

21 Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose Mortalità Asl 2 – 2005 Numero eventi/anno ASL2 Toscana IMA ospedalizzati Morti coronariche senza ricovero Totale eventi ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

22 Valutazione ECONOMICO- FINANZIARIA Valutazione ESTERNA Valutazione INTERNA STRATEGIE REGIONALI Capacità perseguimento STRATEGIE REGIONALI Indicatori di SALUTE della popolazione A1 A1 Tasso di Mortalità infantile A2 A2 Tasso di Mortalità per tumori A3 A3 Tasso di Mortalità per malattie cardio-circolatorie B3 B3 Tempi di attesa visite specialistiche B4 B4 Strategie per il controllo del dolore B5 B5 Estensione ed adesione allo screening oncologico B6 B6 Gestione processo donazioni organi C1 Capacità di governo della domanda C2 C2 Efficienza nellattività di ricovero C3 C3 Efficienza preoperatoria C4 C4 Appropriatezza C5 C5 Qualità clinica C7 C7 Percorso Materno- infantile E1 E1 Tasso di risposta allindagine clima E2 E2 Tasso di assenteismo E3 E3 Tasso di infortuni dei dipendenti E5 M E5 Management per i responsabili E7 M E7 Management per i dipendenti F1 F1 Equilibrio economico F3 F3 Equilibrio finanziario- patrimoniale F7 F7 Servizi interni F8 F8 Budget F10 Governo della spesa farmaceutica F11 Indice di compensazione C2 C4 C5 C7 A1 A2 A3 B4 B5 B6 F1 F8 F7 F10 F11 E1 E3 E2 C8 C8 Efficacia sanitaria azioni territoriali A4 A4 Tasso di Mortalità per suicidi D9 D9 % abbandoni dal pronto soccorso F12 Efficienza prescrittiva farmaceutica B7 B7 Grado di copertura vaccinale B8 Tempestività dati SIR B9 B9 Equità ed accesso C8 A4 F12 B7 D9 E7 E5 C3 B9 D8 Pronto soccorso D11 Qualità dellassistenza nel ricovero D12 Umanizzazione nel ricovero D13 Comunicazione sanitaria nel ricovero D14 Comfort ed ambiente nel ricovero B10 B10 Percorso assistenziale del ricovero ospedaliero AUSL 2 C9 Appropriatezza prescrittiva farmaceutica C9 Performance migliorata Performance peggiorata B3 D10 D10 % Insoddisfatti pronto soccorso B13 B13 Continuità assistenziale: percorso materno infantile C10 Percorso oncologico C10 Percorso oncologico F13 Procedure di controllo magazzino C1 D11 D12 D13 D14 D10 D8 F14 F15 F13 B10 B13 F3 Valutazione SOCIO- SANITARIA F14 Efficienza ed efficacia SPV F15 Efficienza nel PISLLL

23 Angioplastica coronarica ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Uso PTCA entro il primo giorno dalla data di incidenza dell infarto cardiaco (eventi ospedalizzati) in Toscana Andamento temporale – Percentuali standardizzate per età 320 interventi nel 1997 – nel 2005 Maschi 35 % - Femmine 20 % (tale differenza rimane anche dopo laggiustamento per letà )

24 Angioplastica coronarica ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Uso PTCA entro il primo giorno dalla data di incidenza dell infarto cardiaco (eventi ospedalizzati) – Toscana e Aziende USL 2003 – 2005 – Percentuali standardizzate per età Eterogeneità fra USL della stessa Area Vasta Diversa diffusione nel territorio regionale dei centri di cardiologia interventistica

25 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Frequenza degli episodi di ictus cerebrale verificatisi tra i residenti nella regione La casistica totale (eventi totali ) include sia episodi di ictus cerebrale che vengono ricoverati in ospedale (eventi ospedalizzati) che le morti senza ricovero. Date le caratteristiche cliniche della malattia vengono considerati sia i primi eventi che gli eventi ripetuti verificatisi in un paziente

26 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi totali : andamento temporale in Toscana - Tassi standardizzati per età per Riduzione progressiva, circa 1% per anno, sia maschi che femmine Uomini con rischio di ammalarsi quasi il 30% in più delle donne

27 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi totali : Toscana e Aziende USL – Tassi standardizzati per età Elevata eterogeneità della frequenza della malattia tra le varie aree della regione Tassi elevati nelle USL di Lucca e Arezzo

28 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi totali : Zone distretto – Tassi standardizzati per età MaschiFemmine

29 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi ospedalizzati e morti senza ricovero : andamento temporale in Toscana -Tassi standardizzati per età Le morti senza ricovero hanno una rilevanza meno importante rispetto allinfarto Rappresentano circa l 11% del totale dei casi incidenti 1 decesso extraospedaliero ogni 9 casi ospedalizzati

30 Sorveglianza epidemiologica regionale delle malattie cardiovascolari Considerazioni conclusive Rilevanza patologia cardiovascolare Trend incidenza favorevoli (al netto dellinvecchiamento della popolazione) Siamo in grado di monitorare sufficientemente bene le malattie Insufficienti conoscenze sulla differente distribuzione dei principali fattori di rischio nelle diverse aree della regione Difendiamo il cuore non solo con le terapie ma anche intervenendo sulla modifica delle abitudini di vita! ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

31 Pier Romano Mariani U.O. Cardiologia Castelnuovo Garfagnana Sorveglianza Epidemiologica Regionale delle Malattie Cardiovascolari Lucca, 6 ottobre 2007

32 Registri di popolazione Obiettivo : raccolta sistematica e continuativa di tutti i casi di una specifica malattia che insorgono in una determinata popolazione, definita in base allarea di residenza. Informazioni sulle caratteristiche della malattia in vari sottogruppi della popolazione residente nellarea di rilevazione e sulle variazioni geografiche e temporali di incidenza, prevalenza e sopravvivenza ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

33 Registri di popolazione Un registro di popolazione deve assicurare il rispetto di determinati standard di qualità dei dati raccolti, in particolare deve garantire - chiari criteri di diagnosi - la completezza della raccolta dei casi (arruolamento di ogni caso insorto nella specifica popolazione, evitando doppie registrazioni e linclusione di pazienti non elegibili ad es. per la residenza ) - la completezza e laccuratezza delle informazioni fondamentali (es. età e sesso) ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

34 Tosc-AMI Registro Toscano dellInfarto Miocardico Acuto Fonti sanitarie correnti possono essere utilizzate per sviluppare sistemi di sorveglianza della patologia cardiovascolare Questi sistemi di monitoraggio sono in grado di fornire in maniera relativamente economica e tempestivi dati utili in una ottica sia di sanità pubblica che di programmazione sanitaria e di far cresce le conoscenze epidemiologiche nel campo cardiovascolare ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

35 Ipertensione arteriosa ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Numero pazienti in trattamento con farmaci antiipertensivi Azienda USL Pazienti in trattamento con farmaci antipertensivi MaschiFemmineTotale Massa e Carrara Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Siena Arezzo Grosseto Firenze Empoli Viareggio Area Vasta CENTRO SUD-EST NORD-OVEST Toscana

36 Ipertensione arteriosa ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Pazienti in trattamento con farmaci antiipertensivi : Toscana e Aziende USL Tassi di prevalenza aggiustati per età per Anno 2005

37 Ipertensione arteriosa ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Pazienti in trattamento con farmaci antiipertensivi : Aree Vaste. Tassi di prevalenza aggiustati per età per 1000 Anno 2005

38 Registro MONICA Organizzazione Mondiale della Sanità Iniziato metà anni popolazioni in 21 paesi, durato per 10 anni 10 milioni di persone di età comprese tra i 35 e 64 anni Casi identificati con i ricoveri ospedalieri ed i certificati di morte Eventi fatali e non fatali in base al follow-up dello stato in vita a 28 giorni ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

39 Registro MONICA Criteri diagnostici standardizzati - IMA sicuro - IMA possibile o morte coronarica - arresto cardiaco ischemico con rianimazione ad esito positivo - assenza di IMA o morte coronarica - casi fatali con dati insufficienti Informazioni : revisione cartelle cliniche o interviste ai parenti di deceduti ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

40 Registro MONICA Validazione molto difficili e costose ( numero limitato di centri, 3 in Italia (Brianza, Friuli, Latina ) letà coinvolta limitata alla fascia anni Registro Nazionale degli eventi Coronarici e Cerebrovascolari ( ISS ), età anni, uso di dati amministrativi raccolti routinariamente ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

41 Tosc-AMI

42 Tosc-AMI Registro Toscano dellInfarto Miocardico Acuto Valutazione frequenza e prognosi degli episodi di IMA verificatisi tra i residenti della regione Trattamento fase acuta della malattia - PTCA e Coronarografia IMAICD - 9 : 410 CIICD - 9 : 410 – 414 Mortalità : Registro di Mortalità Regionale gestito dal CSPO attraverso schede ISTAT ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

43 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi totali : Toscana, Aree Vaste e Aziende USL – Numero casi. Anno 2004 Azienda USLMaschiFemmineTotale Massa Carrara Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Siena Arezzo Grosseto Firenze Empoli Viareggio Area Vasta CENTRO NORD-OVEST SUD-EST Toscana Diversa dimensione della popolazione residente dà differenze del rischio di ammalarsi di infarto Maggiore numerosità Azienda USL di Firenze a causa della maggiore numerosità della popolazione Area Vasta Nord – Ovest : in parte influenzato dal più elevato rischio di ammalarsi che si ha in alcune USL di tale area

44 Infarto Cardiaco ASL 2 U.O. Cardiologia Zona Valle del Serchio Eventi e morti senza ricovero : confronto fra USL, 2003 – 2005, maschi + femmine Tassi standardizzati per età per

45 Conoscenze su frequenza ed andamento diverse forme morbose Incidenza infarto miocardico acuto Numero eventi/anno ASL2 Toscana IMA ospedalizzati Morti coronariche senza ricovero Totale eventi ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio

46 Ictus Cerebrale Azienda USLMaschiFemmineTotale Massa e Carrara Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Siena Arezzo Grosseto Firenze Empoli Viareggio Area Vasta CENTRO NORD-OVEST SUD-EST Toscana ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi totali : Toscana, Aree vaste e Aziende USL – Numero casi. Anno 2004 Le differenze nella dimensione della casistica sono in larga parte spiegate dalla diversa dimensione della popolazione residente nelle varie aree

47 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi totali : Aree Vaste – Tassi standardizzati per età

48 Ictus Cerebrale ASL 2 U.O.Cardiologia - Zona Valle del Serchio Eventi ospedalizzati e morti senza ricovero : Toscana Aree Vaste ed Aziende USL – Numero casi Anno 2004 Le morti senza ricovero hanno una rilevanza meno importante di quella osservata a proposito dell infarto del miocardio. Rappresentano circa l 11% del totale dei casi incidenti ; 1 decesso extraospedaliero ogni 9 casi ospedalizzati Azienda USL Eventi Ospedalizzati Morti senza ricovero Massa e Carrara Lucca Pistoia Prato Pisa Livorno Siena Arezzo Grosseto Firenze Empoli Viareggio Area Vasta CENTRO NORD-OVEST SUD-EST Toscana


Scaricare ppt "Pier Romano Mariani U.O. Cardiologia Castelnuovo Garfagnana Sorveglianza Epidemiologica Regionale delle Malattie Cardiovascolari Lucca, 6 ottobre 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google