La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IV CONVENTION DELLE UTIC LOMBARDE Intereventistica Coronarica Complessa Dr Carlo Sponzilli AO Polo Universitario San Paolo – Milano Gazzada 8 – 9 Aprile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IV CONVENTION DELLE UTIC LOMBARDE Intereventistica Coronarica Complessa Dr Carlo Sponzilli AO Polo Universitario San Paolo – Milano Gazzada 8 – 9 Aprile."— Transcript della presentazione:

1 IV CONVENTION DELLE UTIC LOMBARDE Intereventistica Coronarica Complessa Dr Carlo Sponzilli AO Polo Universitario San Paolo – Milano Gazzada 8 – 9 Aprile 2011

2 Proprietà Transitiva DellEmodinamista ABC

3 Spettro delle possibili manifestazioni cliniche di quadri complessi Malattia coronarica complessa Quadro clinico complesso Anamnesi non nota Paziente in shock Paziente con IRC Diatesi emorragiche Vasculopatia periferica TC non protetto Vasi piccoli Tortuosità Calcificazioni Graft venosi o AMIS Non è tanto la complessità della procedura di rivascolarizzazione a indurci o meno allintervento, ma il vantaggio per il paziente stesso

4 ….de cette vérité deux fables feront foi….

5 Caso clinico 1 Donna di 94 anni Inviata dal medico della RSA per angor ECG Esegue PTCA Anemizzazione in III giornata (Hb 8,8) Viene trasfusa Dimessa in nona giornata in buone condizioni

6

7

8

9

10 Caso clinico 2 Uomo 71 anni Diabete mellito tipo II, IRC lieve PTCA nel 2002 su IVA media, 2006 su CX e 2010 su IVA prossimale con DES FE 35%. Ricovero 10/02/2011 per afasia. Riscontro di FA non databile I TAC: Non ischemia. Incremento di ASA a 300 mg. II TAC: grossa lesione ischemica con screzio emorragico. Sospesa ASA. III TAC: Invariata. Viene ripresa ASA 100 mg Cordarone con ripristino temporaneo di RS. IV TAC: Non più screzio emorragico. Ripresa ASA 300 mg Avvia eparina sc e sospende ASA Riscontro eco di stenosi aortica severa. FA persistente. V TAC: Aree di infarcimento emorragico. Sospende eparina sc e ASA VI TAC: Peggioramento dellinfarcimento emorragico Il 25/02 comparsa di STEMI e FV trattata con DC shock Esegue POBA e aspirazione e riprende ASA 100 mg Peggioramento della IR. Stato di shock trattato con dopamina. FA persistente VII TAC: Peggioramento dellinfarcimento emorragico. Mantiene ASA 100 mg FE 28%, ipertransaminasemia transitoria per necrosi epatica acuta. VIII e IX TAC: Modesta progressiva riduzione della componente emorragica. FA. Stabile dal punto di vista emodinamico. Il 31/03 inviato in riabilitazione.

11

12

13

14

15

16

17

18

19 Indicazioni alla rivascolarizzazione nei pazienti con angina cronica stabile

20 Confronto tra PTCA e BPAC nei pazienti con angina cronica stabile.

21 Topics Uso del contropulsatore o Impella con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

22 Topics Uso del contropulsatore o Impella con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

23 Assistenza VS in PTCA ad alto rischio Insufficenza VS severa (FE <20-30%) e: – Malattia multivasale complessa e/o – TC alla biforcazione non protetto – Ultimo vaso pervio (soprattutto SVG) e/o – Lesione semplice ma compromissione emodinamica (bassa PA, elevata PCW o scompenso cardiaco) Lesioni complesse dove una chiusura anche temporanea può risultare catastrofica Infarti estesi con instabilità emodinamica Shock cardiogenico

24 Sostegno VS durante PTCA complesse FE > 35% IAPB FE 20% IABP o Impella/PTVA FE < 20% Impella o PTVA Senza supporto IAPB PTCA semplice PTCA semplice PTCA complessa PTCA complessa Impella/PTVA Semplice o complessa Protect II trial : sospeso All patients (n = 423) Impella Major adverse event (213) IAPB Major adverse event (210) p value All patients (100% of study) 34.9%42.7%p = Patients without atherectomy (88% of study) 29.5%42.4%p = Patients with atherectomy (12% of study) 65.6%45.0%p = 0.143

25 Topics Uso del contropulsatore o Impella (IMPACT2) con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

26 Culprit Vessel PCI vs Multivessel Staged PCI for STEMI with MVD Hemodynamic Stable Pts at Time of Primary PCI Mortalità P= 0,07 Hannan E et al. JACC Int 2010;3:22

27 Culprit Vessel PCI vs Multivessel Staged PCI for STEMI with MVD Hannan E et al. JACC Int 2010;3:22 Mortalità P = 0,72 P = 0,04 P = 0,21

28 Optimal timing for CABG post MI: NYS Data (n= 44,365) Mortalità

29 CABG in STEMI vs NSTEMI: NYS Data

30 Topics Uso del contropulsatore o Impella (IMPACT2) con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

31 PCI (DES) vs BPAC for ULMCA Lesion Observational data: – MAIN-COMPARE by Park – Cedars-Sinai data by Lee – Multicenter data by Chieffo – Registry data by Bolognese Randomized Trials – LE-MANS Trial – SYNTAX Trial (LM subset)

32 MACCE a 3 anni nel SYNTAX Score Terzile da 0-22

33 MACCE a 3 anni nel SYNTAX Score Terzile da 23 a 32

34 MACCE a 3 anni nel SYNTAX Score Rischio elevato (terzile > 32)

35 Appropriatezza

36

37 In pazienti con malattia del TC La rivascolarizzazione con PCI ha la stessa efficacia e sicurezza della rivascolarizzazione con BPAC La PCI rappresenta quindi una valida alternativa in pazienti con SYNTAX Score basso ( 22) o intermedio (23 -32)

38 EXCEL Trial (Evaluation of Xience Prime vs CABG for LM Disease) LM disease (±1,2,3 VD) and a SYNTAX score of pazienti randomizzati Xience Prime Stent (ABBOTT Vascular) BPAC End-point primario composito: morte, IM o stroke dopo un follow-up medio di 3 anni Il principale end-point secondario – composito: Morte,IM, stroke o non prevista e ripetuta rivascolarizzazione. Tutti i paziernti saranno seguiti per 5 anni

39 Topics Uso del contropulsatore o Impella (IMPACT2) con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

40 MLD=minimal lumen diameter TLR=target lesion revascularization TVR=target vessel revascularization End pointIVUS-guided implantation Angiography-guided implantation p Postprocedure MLD (mm), primary end point In-lesion acute gain (mm) Freedom from MACE (MI, TLR, TVR, and cardiac death) at 9 mo (%) AVIO: Primary and secondary end points Colombo A. TCT 2010; September 21-25, 2010; Washington, DC

41 MAIN-COMPARE Registry: Impact of IVUS guidance on Long- term Mortality in Stenting for ULMCA Stenosis Events Rates at 18 months

42 Topics Uso del contropulsatore o Impella con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

43 Si può diventare vecchi … grazie alle proprie coronarie ma si può anche diventare vecchi… nonostante le proprie coronarie CS

44 Topics Uso del contropulsatore o Impella con bassa FE Culprit vs rivascolarizzazione completa in STEMI con malattia multivasale Valutazione della placca con IVUS TC non protetto Età dei pazienti Qualifica degli emodinamisti

45 A chi ci affidiamo ?

46 Conclusioni Ottima tecnica e strategia sono essenziali e consentono di evitare complicanze nelle PTCA complesse Contropulsatore o Impella sono indispensabili nelle PTCA complesse Una preparazione adeguata e possibilmente certificata è necessaria per PTCA complesse

47


Scaricare ppt "IV CONVENTION DELLE UTIC LOMBARDE Intereventistica Coronarica Complessa Dr Carlo Sponzilli AO Polo Universitario San Paolo – Milano Gazzada 8 – 9 Aprile."

Presentazioni simili


Annunci Google