La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Misurazione della ricchezza nelleconomia della conoscenza: fatti stilizzati e questioni metodologiche Francesco Venturini Università Politecnica delle.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Misurazione della ricchezza nelleconomia della conoscenza: fatti stilizzati e questioni metodologiche Francesco Venturini Università Politecnica delle."— Transcript della presentazione:

1 Misurazione della ricchezza nelleconomia della conoscenza: fatti stilizzati e questioni metodologiche Francesco Venturini Università Politecnica delle Marche Pavia, 17 maggio 2006

2 2 Alcuni fatti stilizzati… Nellultimo decennio si è allargato il divario nella performance economica dellUE-15 e degli Stati Uniti; Dal 1995 negli Stati Uniti è in corso una fase di espansione del PIL che ha origine in una forte dinamica della produttività del lavoro (LP). Le tecnologie dellinformazione e della comunicazione (ICT) sono il principale fattore alla base della crescita della LP.

3 3 Crescita della produttività del lavoro nel Secondo Dopoguerra Crescita della produttività del lavoro nel Secondo Dopoguerra ( ) Fonte: Elaborazioni su dati GGDC, Total Economy Database, Gennaio GOLDEN AGESLOWDOWNRESUR- GENCE EXPLO- SION

4 4 Limpatto delle ICT sulla crescita è triplice: - effetto adozione (migliorano il modo di produrre); - effetto produzione (maggiore progresso tecnologico); - effetti indiretti (esternalità dovute al numero crescente di utilizzatori) Gli USA usano in modo più intensivo ICT, sono più specializzati nella produzione di ICT, e quindi potenzialmente hanno maggiori benefici indiretti. Eccezioni in UE - adozione: Svezia (PC and Sw), Finlandia (TLC), Belgio (Pc). - produzione: Finlandia (Nokia), Svezia (Eriksson), Irlanda (Novell).

5 5 Tasso di investimento in ICT Tasso di investimento in ICT ( ), percentuale sul PIL nominale Fonte: GGDC, Total Economy Growth Accounting Database, Ottobre

6 6 Tassi di investimento in ICT in UE e USA, Tassi di investimento in ICT in UE e USA, % del PIL ( ), effetto adozione

7 7 Contabilità della Crescita (Solow, 1957) output side input side Il tasso di crescita viene scomposto nel contributo dei singoli fattori produttivi e, residualmente, del progresso tecnico (A). Ogni contributo è dato dal tasso di crescita reale dei servizi dei fattori moltiplicato per la loro quota sulloutput nominale delleconomia: A t misura la crescita defficienza dellintera economia derivante dal progresso tecnico; A t può essere scomposto nei contributi dei vari settori produttivi. effetto adozione effetto produzione

8 8 Contributo delle ICT alla crescita della produttività del lavoro Contributo delle ICT alla crescita della produttività del lavoro ( ), tassi di crescita medi annuali (%) Fonte: Timmer et al. (2003). Le grandezze sono espresse per ora lavorata.

9 9 Produttività del lavoro nei settoriproduttiviUSA Produttività del lavoro nei settori produttivi USA ( ), tassi di crescita medi annuali (%) Fonte: Elaborazioni su dati OMahony e van Ark (2003)

10 10 Contributo dei settori alla produttività aggregata del lavoro USA Contributo dei settori alla produttività aggregata del lavoro USA ( ), tassi di crescita medi annuali (%) Fonte: Elaborazioni su dati OMahony e van Ark (2003) Var. post-95

11 11 La produttività del lavoro nei settori produttivi, UE vs USA La produttività del lavoro nei settori produttivi, UE vs USA ( ), classificazione settoriale ICT, tassi medi di crescita (%)

12 12 Tassi di investimento in ICT: Italia vs UE Tassi di investimento in ICT: Italia vs UE ( ), valori medi percentuali sul PIL nominale ITALIA UNIONE EUROPEA

13 13 La produttività del lavoro nei settori produttivi, Italia vs UE La produttività del lavoro nei settori produttivi, Italia vs UE ( ), classificazione settoriale ICT, tassi medi di crescita (%)

14 14 P t *Y t è il valore nominale (a prezzi correnti) del flusso di ricchezza (reddito=PIL), cioè il reddito reale prodotto nellanno corrente (Y t ) valutato ai prezzi dello stesso anno. P t *Y t è la nostra variabile osservabile (prezzo * quantità). Y t è la nostra variabile di interesse; prima si stima il livello dei prezzi (P t ) e poi si calcola Y t. Problema n°1: sovrastimare P t significa valutare il reddito reale Y t meno di quanto lo è effettivamente (e viceversa); Errore di misura. Come si misura la ricchezza?

15 15 Si sceglie il livello dei prezzi di un anno base (P 0 ) con cui valutare il reddito reale. P 0 *Y t è il reddito a prezzi costanti attraverso cui vengono eseguiti confronti intertemporali. Problema n°2: se nel corso del tempo P t si discosta in modo significativo dallanno base ha ancora senso utilizzare P 0 per valutare il reddito dellanno t ? Ha un significato economico? Inadeguatezza. Come si confronta la ricchezza nel corso del tempo?

16 16 La sviluppo economico è intrinsecamente legato al cambiamento strutturale: Tra macro-settori (between) Agricoltura Manifattura Servizi Nei macro-settori (within) Settori tradizionali Settori avanzati Manifattura: abbigliamento, computer, cellulari, TV calzature, tessile strumenti di precisione, apparecchi elettromedicali Servizi: servizi alla persona, PA servizi informatici, finanza Problema n°1 (errore di misura)

17 17 Il cambiamento strutturale fa aumentare la componente immateriale della reddito prodotto (weightless economy; Quah, 2003). La difficoltà di quantificare il risultato dellattività economica fa aumentare i rischi di errore di misurazione. Esempi 1- Quanto vale in termini reali un taglio di capelli? E 30 anni fa? 2- Quanto vale un computer oggi? E 10 anni fa? Visto che più o meno un PC ha lo stesso prezzo da almeno 10 anni significa che il prodotto è sempre lo stesso? Nelleconomia dellinformazione è la qualità del prodotto che conta e questa cambia nel corso del tempo. La qualità è determinata dalle caratteristiche funzionali del prodotto.

18 18 Nei beni ICT la qualità (funzioni) è cresciuta in modo esponenziale. Si pensi alla notevole superiore quantità di memoria, Ram delle ultime versioni di PC o alla portata e facilità duso dei sistemi di connessione (modem 56-k, ADSL, wi-fi). Il computer non può essere considerato come una black box; il suo valore dipende da cosa cè dentro (caratteristiche funzionali). La miniaturizzazione dei microprocessori ha accresciuto le funzioni espletate dai PC, facendone aumentare in modo sensibile il valore reale. Come si misura il valore dei beni ad alta crescita qualitativa? Prezzi edonici: prendono come riferimento il valore delle caratteristiche principali in un anno base. Se la quantità di funzioni espletate aumenta nel tempo, cresce il valore del bene (prezzo unitario funzione*quantità funzioni). Negli USA tale metodo è utilizzato per PC, video-camere, hi-fi, cucine, vestiario. Stessa logica applicata al valore aggiunto del settore finanziario.

19 19 Armonizzazione dei prezzi (Schreyer, 2002):

20 20 Problema n°2 (inadeguatezza) A parità di spesa, se nel tempo cresce il valore reale (quantità immateriale) del bene, significa che è in atto un processo di deflazione (i prezzi scendono). Se la deflazione è rapida (-20% annuo), lutilizzo dei prezzi di un anno base per calcolare il valore a prezzi costanti P 0 *Y t comporta una sovrastima della spesa reale high-tech (paradosso della produttività). Come si costruisce il valore a prezzi costanti dei beni ad alta crescita qualitativa? Indici a base mobile (o catena): vengono utilizzati dei prezzi aggiornati cioè medie tra lanno corrente e quello passato (Indice di Divisia e Tornqvist). Pro (corretta valutazione dinamica) e contro (non-additività).

21 21 Correzione stima del PIL: effetto armonizzazione ed effetto indice ° Olanda si riferisce al e ; originariamente costruito con laggregazione a catena.

22 22 Conclusioni Nelleconomia della conoscenza le tecnologie dellinformazione e comunicazione hanno agito da volano per la crescita. Le ICT hanno alimentato gran parte della crescita della produttività negli USA, ma meno in Europa. Lintero divario nella LP tra UE e USA può essere ricondotto al differente grado di adozione e produzione delle ICT. A causa delle differenze metodologiche nella misurazione della ricchezza tra paesi, una parte di questo gap potrebbe dipendere da unillusione statistica (effetto armonizzazione+effetto indice)

23 23 Appendice Metodologica Indice di Laspeyeres (prezzi anno base) Indice di Divisia (tempo continuo) Indice di Paasche (quantità anno base) Indici a base fissa (quantità) Indici a catena (quantità) Indice di Tornqvist (tempo discreto)

24 24

25 25


Scaricare ppt "Misurazione della ricchezza nelleconomia della conoscenza: fatti stilizzati e questioni metodologiche Francesco Venturini Università Politecnica delle."

Presentazioni simili


Annunci Google