La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Norme Tecniche per le Costruzioni La progettazione delle Opere di sostegno Luigi Callisto Università del Sannio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Norme Tecniche per le Costruzioni La progettazione delle Opere di sostegno Luigi Callisto Università del Sannio."— Transcript della presentazione:

1 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Norme Tecniche per le Costruzioni La progettazione delle Opere di sostegno Luigi Callisto Università del Sannio Armando L. Simonelli

2 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica NTC : riferimenti alle opere di sostegno Cap. 2 : Sicurezza e prestazioni attese Stati limite SLU e SLE Verifiche con i coefficienti parziali di sicurezza i Verifiche con i coefficienti parziali di sicurezza i Cap. 3 : Azioni sulle costruzioni 3.2 Azione sismica Cap. 6 : Progettazione Geotecnica 6.5 Opere di sostegno Cap. 7 : Progettazione in presenza di azioni sismiche cap : Opere e sistemi geotecnici cap : Opere e sistemi geotecnici : Opere di sostegno

3 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Per ogni SLU si deve verificare, sulla base dei diversi Approcci di progetto (DA1 e DA2 dell EC8), che lEffetto delle azioni di progetto (E d ) sia non superiore alle Resistenze di progetto (R d ): Cap. 2 : Verifiche allo stato limite ultimo (ULS)

4 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap. 6 : Progettazione Geotecnica (azioni statiche) Cap. 6.5 : Opere di sostegno – Criteri generali di progetto – Azioni – Verifiche di sicurezza (condizioni di stato limite) Verifiche di sicurezza (condizioni di stato limite)

5 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Muri di sostegno nel DM 11/03/88 Verifiche allo stato limite ultimo Scorrimento FS = 1,3Ribaltamento FS = 1,5Carico limite FS = 2,0 Verifica globale del pendio FS = 1,3 fino ad oggi :

6 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap. 6 : Progettazione Geotecnica (azioni statiche) Cap. 6.5 : Opere di sostegno – Criteri generali di progetto – Azioni – Verifiche di sicurezza (condizioni di stato limite) Condizioni di SLU Approccio DA1 : C1 {A1 + M1 } e C2 {A2 + M2 } ( in qualche caso DA2 ) SLE : Verifica di spostamenti dellopera e del terreno

7 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Progettazione in presenza di azioni sismiche Cap. 3 : Azione sismica Pericolosità (su sottosuolo rigido) a g S e,max S Ve,max Azioni sul sottosuolo realeS S T e quindi S = S S S T Accelerogrammi naturali 2. Input dinamici : Accelerogrammi naturali opportunamente elaborati Accelerazioni massime al suolospettri elastici 1. Accelerazioni massime al suolo (e spettri elastici ad esse ancorati) da cui :

8 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Progettazione in presenza di azioni sismiche Cap : Opere di sostegno... 1 – Requisiti generali... 2 – Muri di sostegno … 3 – Paratie ammissibilità spostamenti permanenti … che siano compatibili … estensione delle indagini elenco fattori essenziali nellanalisi sismica

9 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Introduzione Metodi di analisi Verifiche di sicurezza prescrizioni su terreno di riempimento drenaggio, uso di geotessili, tollerabilità di spostamenti sicurezza nei confronti della liquefazione Metodi di analisi metodi pseudostatici metodi dinamici

10 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Metodi dellequilibrio limite sisma forze statiche equivalenti F h ed F v, coeff. k h e k v F h = k h W D.M. 96 : coeff. C k h = m (a max /g) e k v = 0.5 k h EC8, NTC : f (a max ) da analisi RSL a max = S S ·S T · a g

11 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Normativa Italiana (D.M ) EC8 – OPCM 3274 EC8-Parte 5 Normativa Italiana (D.M ) Eurocodice 8, NTC Schematizzazione delle forze dinerzia secondo le NORMATIVE (Simonelli, 2004) Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico

12 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Metodi dellequilibrio limite F h = k h W EC8, OPCM 3274 k h = 1 / r (a max /g) con r = 2 (se le opere ammettono spostamenti) m = 0.5 e quindi m = 1/r = 0.5 NTC : m ? sisma forze statiche equivalenti F h ed F v, coeff. k h e k v k h = m (a max /g) e k v = 0.5 k h

13 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Valutazione di m Analisi dinamiche del comportamento di muri Input sismico : specifico database di terremoti, opportunamente elaborati

14 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Valutazione di m 214 registrazioni accelerometriche in campo libero (NS – EO) 47 eventi di magnitudo M 4.0 e distanza epicentrale < 100 km valori di 0.4g > PGA >0.05g ; I a = – m/s tre categorie di sottosuolo: sottosuoli rigidi (A)V s > 800 m/s depositi molto consistenti / addensati (B)V s = 360 – 800 m/s depositi med. consistenti / addensati (C …)V s < 360 m/s quattro insiemi di accelerogrammi per categoria: a max = 0.05 g – 0.1 g a max = 0.1 g – 0.2 g a max = 0.2 g – 0.3 g a max = 0.3 g – 0.4 g database accelerogrammi

15 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Valutazione di m Analisi dinamiche del comportamento di muri Input sismico : specifico database di terremoti, opportunamente elaborati Prestazione valutata in termini di spostamenti permanenti Taratura di m sulla base di valori di spostamenti ammissibili

16 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Metodi dellequilibrio limite NTC Categoria di sottosuolo AB, C, D, E m m 0.2 < a g (g) < a g (g) a g (g) EC8, OPCM 3274 k h = 1 / r (a max /g) con r = 2 (se le opere ammettono spostamenti) m = 0.5 e quindi m = 1/r = 0.5 F h = k h W sisma forze statiche equivalenti F h ed F v, coeff. k h e k v k h = m (a max /g) e k v = 0.5 k h

17 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Altra novità : Condizioni idrauliche del terrapieno D.M 1996: Spinta attiva per terrapieno asciutto EC, NTC : spinta per terrapieno in falda Permeabilità bassa (k < m/s)azione inerziale accoppiata Permeabilità elevata (k > m/s)azione inerziale disaccoppiata

18 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Verifiche di sicurezza (SLU) Condizione di stabilità globale(7.11.5) Fondazione: q lim e scorimmento (7.11.7) Cap : Muri di sostegno Metodi di analisi : approccio pseudostatico Attenzione il valore caratteristico dell Effetto delle azioni Se si porta in conto il sisma, non si devono incrementare le altre azioni, per cui si deve considerare il valore caratteristico dell Effetto delle azioni ( E k ) Resistenza di progetto Viceversa, si deve considerare sempre il valore della Resistenza di progetto ( R d ), affetta dai coefficienti di sicurezza parziali k

19 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica asincronicità - deformabilità - contenuto in frequenza duttilità del sistema variabilità spaziale del moto sismico a (x,y,z) variabilità temporale del moto sismico a (t) Cap : Paratie Metodi pseudostatici Determinazione del coefficiente sismico k h

20 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica definizione di unaccelerazione pseudostatica equivalente k h eq = · k h max asincronicità del moto rif.: Steedman & Zeng (1990) XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Cap : Paratie Metodi pseudostatici Determinazione del coefficiente

21 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica terrenoV s30 (m/s)V s (m/s)V seq (m/s) = V s /f p (m) B C D< XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica f p 2.5 Hz Applicazione alle categorie di sottosuolo Cap : Paratie Metodi pseudostatici

22 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica paratie – integrazione del database accelerometrico XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica = k y /k h max u (m) k y /k h max u s < H spostamento, scelto dal progettista, tollerabile senza riduzioni di resistenza Cap : Paratie Metodi pseudostatici Determinazione del coefficiente

23 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica asincronicità - deformabilità - contenuto in frequenza duttilità del sistema variabilità spaziale del moto sismico a (x,y,z) variabilità temporale del moto sismico a (t) Cap : Paratie Metodi pseudostatici Determinazione del coefficiente sismico k h

24 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Conclusione - Principali innovazioni della normativa SLU coefficienti di sicurezza parziali Verifiche agli SLU con i coefficienti di sicurezza parziali Pericolosità Pericolosità in termini di accelerazioni massime attese in termini probabilistici, e di veri e propri accelerogrammi Metodi di analisi analisi dinamiche Apertura ad analisi dinamiche ! scelta di input sismici rappresentativi ! caratterizzazione geotecnica adeguata metodi pseudostatici tradizionali Adozione dei metodi pseudostatici tradizionali calibrati sulla base di più efficaci analisi dinamiche In campo statico In campo sismico

25 XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Grazie per lattenzione XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica


Scaricare ppt "XXIII Convegno Nazionale di Geotecnica Norme Tecniche per le Costruzioni La progettazione delle Opere di sostegno Luigi Callisto Università del Sannio."

Presentazioni simili


Annunci Google