La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il disegno della figura umana (Test di K. Machover, 1949)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il disegno della figura umana (Test di K. Machover, 1949)"— Transcript della presentazione:

1 Il disegno della figura umana (Test di K. Machover, 1949)

2 Amministrazione Sia bambini che adulti Assunto: fig. proiezione immagine di sè Si presenta al sogg. foglio A4 e matita Consegna: La prego di disegnare una persona (o una figura umana) –Per i bambini Disegna qualcuno (linguaggio) informale –È importante non specificare né sesso né età –si può rassicurare il soggetto, poiché non è una prova di abilità –A qualsiasi domanda del sogg., rispondere in modo da lasciarlo libero come vuole

3 Se il sogg. disegna solo la testa, lo si prega di disegnare unaltra figura intera È importante annotare commenti, tempo di esecuzione e lordine nel quale vengono disegnate le diverse parti del corpo Alla fine del disegno (se non appare chiaro) chiedere sesso e/o età della figura Presentare un altro foglio e chiedere altra figura umana di sesso opposto ora disegni.. Note alla somministrazione

4 Sviluppo dellimmagine del corpo A 3 anni, il b. disegna lomino testone Verso i 5 anni, limmagine è quasi completa Immagine di un corpo sessuato Dai 6 ai 10 anni, limmagine del corpo migliora (cè un maggior adattamento sociale e un migliore equilibrio affettivo) Nelladolescenza, limmagine del corpo risente dei problemi, conflitti e tensioni tipici di questa età. Spesso disegno incompleto Passata ladolescenza, i disegni tornano ad essere completi. La figura è rappresentata di faccia

5 Figura = Immagine di sè Nella maggioranza dei casi il sogg. disegna una figura di sesso, età, etnia e tipologia fisico simile a sé Difficoltà di identificazione sono da attribuire a: –conflittualità riguardo la proprio sessualità –Conflittualità riguardo la propria etnia –Difficoltà col proprio fisico –Desiderio di maturità (disegna fig. >età) o di regressione (fig.

6 Analisi dei disegno Nellanalisi del disegno si tiene conto dei: –dati formali 1.Successione delle figure (maschile o femminile?) 2.atteggiamento 3.Dimensione della figura 4.Collocazione del disegno sul foglio –tratto (e pressione) –contenuti (diverse parti del corpo e loro dettagli)

7 2. Espressione e atteggiamento In genere, può essere indicativo dello stato danimo del disegnatore Vedi figura 1 e 2 Se il personaggio non è proiezione dellautore ma rappresenta una persona del suo ambiente, latteggiamento sarà riferito a questa

8 3. Dimensione della figura Lo spazio bianco è lambiente nel quale la figura è rappresentata. Quindi, la grandezza del disegno indica il modo in cui il sogg. reagisce alla pressione del mondo Figura piccola: il soggetto si sente insicuro, inibito, isolato con senso diinferiorità Figura grande: indice di sicurezza, espansività, aggressività oppure compensazione di senso dinferiorità mediante la fantasia (se altri dati)

9 4. Collocazione del disegno In genere al centro del foglio, indica buon equilibrio e buon adattamento Verso sinistra, segno di introversione e di attaccamento al passato Verso destra, estroversione e aspettative Metà inferiore del foglio, indice di stabilità Metà superiore del foglio, aspirazione al successo nei bambini e mancanza di fiducia in se negli adulti

10 Note sul movimento Una figura rigida è indice di una rigidità psichica, di ipercontrollo. Una figura in movimento significa che cè un buon dinamismo psichico.

11 Tratto del disegno Ombreggiatura –Denota il genere di ansietà –Più è ampia più forte lansia Trasparenza –Forma più patologica di espressione di conflitto –Esprime pensiero concreto nella mentalità infantile e primitiva –Se limitato ad area specifica si riferisce a sua funzionalità Figure schematiche –Normale nei bambini piccoli –Propria di persone egocentriche consapevoli –Indice di nevrosi, di depressione o di regressione psicotica

12 Il contenuto In genere, le parti del corso che ci permettono il contatto con il mondo esterno, come gli organi di senso (occhi, bocca, orecchie), gli arti o le mani, sono rivestiti da un particolare carico affettivo espresso nel disegno. TESTA. Se disegnata per ultima è indizio di difficoltà nei rapporti interpersonali OCCHI. A) Chiusi e senza pupille possono indicare difficili contatti con mondo esterno e ripiegamento su se stessi; B) troppo grandi o accentuati, possono esprimere sospetto paranoico o curiosità sessuali; C) pupille omesse, nel nevrotico o nellindividuo egocentrico BOCCA. A) bocca grande, marcata o assente, è indice di problemi orali, B) denti rappresentati, come segno di aggressività NASO. Come simbolo fallico è oggetto dattenzione maschile ORECCHIE. Ingrandite e accentuate ad es. dai paranoici

13 CAPELLI, CIGLIA. Molto curati da ragazzi e adolescenti. Sono segno di narcisismo. COLLO. Punto di congiuntura tra le cariche impulsive del corpo e il controllo mentale del cervello. Il collo lungo, difficoltà al controllo degli impulsi. BRACCIA E MANI. Sono organi manipolatori e di contatto. –Se nascoste, indizio di difficoltà di contatto o di senso di colpa legato ad attività manipolative. –Mani troppo grandi, può essere segno di compensazione a una insufficienza manipolatoria o di contatto –Dita molto lunghe, braccia strette al corpo o molto scostanti = aggressività

14 Altre parti del corpo importanti: SPALLE E TORACE, come forza fisica; SENI, nella figura femminile; GLUTEI E FIANCHI, in quella maschile; PIEDI, danno indicazione sulla capacità di contatto; ABBIGLIAMENTO, se figure nude può essere espressione di un conflitto sessuale. –In bambini piccoli interesse verso differenze tra i sessi

15 Facciamo un esempio…

16 1° disegno

17 2° disegno

18 Il disegno della famiglia

19 Somministrazione Proiettando sentimenti, desideri, conflitti Applicabile dai 6 ai 15 anni Prima di iniziare, acquisire alcune info sul bambino (composizione nucleo familiare, età…) Cercare di mettere il bambino a suo agio in un ambiente tranquillo Consegna: Puoi disegnarmi una famiglia, una di tua invenzione? Rimanere vicino al b., senza essere invasivi, per osservare ordine e tempi di realizzazione delle figure Se necessario, sorridergli e incoraggiarlo

20 Alla fine del disegno… Effettuare un breve colloquio Adesso parliamo un po di questa famiglia che hai disegnato: –Mi dici chi sono i personaggi che hai disegnato? (identità, ruolo, sesso, età…) –Chi è il più buono di tutti i personaggi? –Chi è il meno buono? –Chi è il più felice? –Chi il meno felice? –Di tutte queste persone tu chi preferisci? –Se tu facessi parte di questa famiglia, chi vorresti essere? perché? (se ha disegnato la sua famiglia e ha scelto se stesso, chiedergli: Chi altro vorresti essere?)

21 Interpretazione Secondo 3 livelli: 1. livello grafico 2. livello formale 3. livello dei contenuti

22 1. Livello grafico Disegni piccoli (inibizione, tendenza al ripiegamento su se) Disegni grandi (estroversione e vitalità) Tratto forte e marcato (pulsioni forti -> aggressività) Tratto debole (pulsioni deboli, dolcezza, timidezza) Stereotipie Il soggetto inibisce propria spontaneità e si sente costretto dalle regole (in casi estremi -> nevrosi ossessive) Localizzazione – Zona superiore -> sogg. Sognatore, idealista, con forti aspirazioni – zona estrema sinistra -> simbolizza passato: sogg. che tende a regredire v/infanzia (rifugio) – a destra -> atteggiamento del soggetto che tende v/futuro

23 2. Livello formale Adeguatezza e rispondenza delle figure Se i personaggi hanno un basso livello formale (non imputabile a un basso livello intellettivo) –Forte inibizione del soggetto –Dislessia –Spesso associati disturbi dello schema corporeo

24 3. Livello del contenuto Tiene conto di: A.Composizione della famiglia B.Posto dove si colloca il bambino in rapporto ai familiari C.La valorizzazione o svalorizzazione dei personaggi

25 Lomissione di alcuni personaggi potrebbe corrispondere a una loro negazione Figure eliminate: –Per gelosia –Perché non amate dal soggetto (conflitto affettivo, voglia di cacciarlo dalla famiglia) Eliminazione di se stessi (il b. non è adattato alla propria famiglia, si percepisce come non facente di essa) Introduzione di nuovi personaggi A. Composizione della famiglia

26 B. Posto dove si colloca il b. Spesso un b. coccolato dai genitori e tiranneggiato dal fratello si disegna tra i genitori Dal posto che occupano i personaggi nel disegno si possono fare ipotesi sui legami affettivi che secondo il b. esistono tra i familiari

27 c. Valorizzazione dei personaggi Personaggio valorizzato => forte carico affettivo: -Figura generalmente disegnata per prima (a sin) -Le sue dimensioni sono spropositate vs altri -La figura è molto dettagliata e rifinita -Al centro dellattenzione dei personaggi -La sua importanza si riscontra nellinchiesta

28 Svalorizzazione dei personaggi Figura disegnata per ultima (a dex) Più piccolo degli altri È disegnato meno bene, con correzioni o particolari mancanti Spesso in disparte È il personaggio più indifferente al bambino Lestrema svalorizzazione porta alla omissione Giudizio negativo nellinchiesta

29 Interpretazioni possibili 1.RIVALITA FRATERNA –Reazione aggressiva (svalorizzazione del rivale) –Reazione regressiva –Reazione depressiva (autosvalutativa) 2.SITUAZIONE EDIPICA Si disegna vicino genitore del sesso opposto Scene aggressive v/genitore stesso sesso Confermato in inchiesta

30 La famiglia incantata A volte difese dellIo non permettono una proiezione sufficiente Quando il bambino ha terminato il disegno della famiglia gli si dice: Ora facciamo un gioco: immaginiamo che tu sia un mago (o una fatina) e la tua matita una bacchetta; trasforma ciascuna persona della famiglia in unaltra cosa, quella che vuoi a piacere. Disegna su questo foglio la tua famiglia così trasformata Alla fine si può chiedere il perché di ciascun oggetto-animale trasformato

31 Un esempio..

32 Nella famiglia incantata diventa…

33 Il disegno dell Albero

34 Note di somministrazione Primi lavori risalgono a Jucker (1949) Somministrabile sia a bambini che ad adulti Consegna:Oltre ai disegni della famiglia, ti va di disegnarmi un albero?(poi abbiamo finito) Lesaminatore si trova sempre vicino al bambino per osservare eventuali cancellature Importanza del simbolismo spaziale –Zona alta (zona spirituale, intellettuale, mistica) –Zona bassa (zona materiale, linconscio, gli istinti) –Zona sinistra (introversione, la regressione, il passato) –Zona destra (estroversione, relazione con altri, progresso)

35 Interpretazione POSIZIONE dellalbero nel foglio FUSTO AD UN SOLO TRATTO RAMI AD UN SOLO TRATTO RAMI ORIZZONTALI ALBERI A FORMA DI CROCE FUSTO CHIUSO in alto, saldato

36 Altri elementi importanti RAMI COLLOCATI NELLA PARTE INFERIORE DEL FUSTO BASE DEL FUSTO SULLA BASE DEL FOGLIO ANNERIMENTO DEL FUSTO STEREOTIPIE FRUTTI


Scaricare ppt "Il disegno della figura umana (Test di K. Machover, 1949)"

Presentazioni simili


Annunci Google