La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La valutazione iniziale del paziente con perdita di coscienza Giovanni Nervetti Anna Milanesi pavia 30 gennaio 20101.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La valutazione iniziale del paziente con perdita di coscienza Giovanni Nervetti Anna Milanesi pavia 30 gennaio 20101."— Transcript della presentazione:

1 La valutazione iniziale del paziente con perdita di coscienza Giovanni Nervetti Anna Milanesi pavia 30 gennaio 20101

2 Gli Infermieri ed i Medici dei Dipartimenti di Emergenza assistono una percentuale di pazienti affetti da transitoria perdita di coscienza che varia tra l1% ed il 3 % del totale degli accessi in Pronto Soccorso. Nella nostra esperienza più del 60% di questi malati giunge in Pronto Soccorso accompagnati da un Mezzo di Soccorso di Base inviato dalla Centrale Operativa 118. Circa il 45% della popolazione lamenta nel corso della vita un episodio lipotimico. pavia 30 gennaio 20102

3 Al momento della presentazione al Triage e, comunque al momento della prima valutazione medica molti pazienti sono tornati asintomatici e conservano un ricordo più o meno confuso dellepisodio sincopale. I racconti degli accompagnatori, dei testimoni e dei familiari tendono ad aumentare il livello di confusione e di concitazione, sono tuttavia indispensabili per ricostruire la dinamica dellevento. pavia 30 gennaio 20103

4 Criticità nellinquadramento diagnostico della sincope: Difficoltà nella raccolta anamnestica Complessità terminologica e classificativa Iter diagnostico legato alle potenzialità logistico- organizzative del singolo Pronto Soccorso Difformità negli iter diagnostici Alta percentuale di precedenti accertamenti non risolutivi pavia 30 gennaio 20104

5 Anamnesi mirata sul sintomo sincope al Triage : Presenza o assenza di prodromi Posizione al momento dellevento Condizioni ambientali Modalità della caduta Condizioni al risveglio Episodi analoghi nel passato Eventuale assunzione di farmaci pavia 30 gennaio 20105

6 Il primo momento degli accertamenti clinici si basa su verifiche idonee a: Confermare o meno la stabilizzazione delle condizioni cliniche del malato Escludere la necessità di manovre terapeutiche di sostegno immediato del circolo e dei parametri vitali Valutare gli effetti collaterali della sincope nei soggetti a rischio (pazienti anziani scoagulati), delle sincopi avvenute in ambiente sfavorevole di lavoro o alla guida di autoveicoli pavia 30 gennaio 20106

7 I dati della letteratura medica indicano che lincidenza di sincopi risulta: -del 15% nei ragazzi > 18 anni -del 16% dai 40 ai 60 anni -del 23% negli anziani >70 anni -fratture sono presenti nel 6% delle sincopi -ferite e contusioni sono presenti nel 29% dei casi -le fratture salgono al 12% nelle sincopi recidive pavia 30 gennaio 20107

8 Ne consegue che, in emergenza, sia la diagnosi differenziale tra quadri sincopali e quadri non sincopali sia la definizione di una possibile causa di sincope e del conseguente iter diagnostico sono di necessità subordinati alla sicura stabilizzazione delle condizioni cliniche del paziente principalmente nei casi nei quali gli effetti traumatici della sincope risultino particolarmente gravi (traumi facciali, fratture ossee, ferite lacero contuse, traumi costali ecc.) pavia 30 gennaio 20108

9 Valutate le condizioni del paziente e stabilizzate i quadri clinici acuti il secondo momento operativo mira a: Ipotizzare una distinzione tra quadro di sincope o di non sincope Iniziare un percorso interpretativo compatibile con le potenzialità diagnostiche di un Pronto Soccorso pavia 30 gennaio

10 Iter diagnostico Anamnesi Mirata Ecg e Obiettività Fr PA orto e Glicemia Obiettività Cardiologica clinostatismo Sat. O2 Neurologica NO sincope SI sincope pavia 30 gennaio

11 Epilessia Sincope TIA S. metaboliche S. psicogene pavia 30 gennaio

12 Neuromediata Ortostatica emorragia - disidratazione Sincope Cardiaca aritmia – mal.strutturale Cerebrovascolare pavia 30 gennaio

13 pavia 30 gennaio A.O. Luigi Sacco: 4230 accessi totali 46 sincopi (1,08%) 883 accessi area medica 46 sincopi (5,2%) Ist.Clinico SantAmbrogio 673 accessi totali 20 sincopi (2,9%)

14 pavia 30 gennaio A.O. Luigi Sacco 46 accessi 37 MSB (118) 80,4% Rosso 1 Giallo22 Verde23 Ist.SantAmbrogio 20 accessi 13 MSB (118) 65% Giallo 13 Verde7

15 pavia 30 gennaio A.O. Luigi Sacco Ricoveri urgenti : 13/46 (28,2%) Età media ric. : 78,8 Età media dim.: 55,5 Ist.SantAmbrogio Ricoveri urgenti: 5/20 (25%) Età media ric. : 75,4 Età media dim.: 59,4

16 pavia 30 gennaio A.O. Luigi Sacco 13 Ricoveri urgenti per sincope da: - Stimolazione gastrointestinale (4) - Aritmia cardiaca (2) - Embolia polmonare (2) - Sindrome coronarica acuta (3) - Emorragia (1) - Disidratzione (1)

17 pavia 30 gennaio Ist. SantAmbrogio 5 Ricoveri urgenti per sincope da: - Aritmia cardiaca (2) - Sindrome coronarica acuta (3)

18 pavia 30 gennaio Diagnosi di dimissione dai due PS di pazienti assistiti per perdita di coscienza: S.neuromediate da stimolo viscerale 15 S.vaso vagali 11 S.ortostatiche da ipovolemia 8 S.cardiache 7 S.psicogene 5 S.da epilessia 2

19 Conclusioni: La perdita di coscienza è un sintomo che impegna severamente il sistema di emergenza 118. Lindeterminatezza e la variabilità della sua origine è causa di un cospicuo invio al Pronto Soccorso di malati con codice di gravità elevato. Condizioni ambientali sfavorevoli possono determinare nei PS momenti di concitazione da iperafflusso di malati pavia 30 gennaio

20 Il corretto approccio alla sincope nei Pronto Soccorso non può prescindere da : Una accurata verifica delle eventuali conseguenze traumatiche della p.d.c. Un Triage di 2° livello per limmediata valutazione dei parametri specifici LOsservazione Breve di PS e la naturale struttura di riferimento per il proseguimento degli accertamenti pavia 30 gennaio

21 La presenza in Ospedale di un Ambulatorio Sincopi specificatamente dedicato, può evitare al paziente, dopo il passaggio in PS, un inutile peregrinare tra specialisti diversi con il rischio di approcci diagnostici non conclusivi. Lambulatorio sincopi è il naturale riferimento di dimissioni protette dal Pronto Soccorso e può limitare la percentuale di ricoveri impropri pavia 30 gennaio

22 pavia 30 gennaio G r a z i e


Scaricare ppt "La valutazione iniziale del paziente con perdita di coscienza Giovanni Nervetti Anna Milanesi pavia 30 gennaio 20101."

Presentazioni simili


Annunci Google