La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La complessità nellUTIC del futuro: prospettive reali e speranze Maurizio Filice Struttura complessa di Cardiologia Nuovo ospedale di San Giovanni di Dio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La complessità nellUTIC del futuro: prospettive reali e speranze Maurizio Filice Struttura complessa di Cardiologia Nuovo ospedale di San Giovanni di Dio."— Transcript della presentazione:

1 La complessità nellUTIC del futuro: prospettive reali e speranze Maurizio Filice Struttura complessa di Cardiologia Nuovo ospedale di San Giovanni di Dio Struttura complessa di Cardiologia Nuovo ospedale di San Giovanni di Dio Cardiologia è progresso Congresso tosco-umbro della Federazione Italiana di Cardiologia Montecatini Terme 14 – 15 novembre 2007 Cardiologia è progresso Congresso tosco-umbro della Federazione Italiana di Cardiologia Montecatini Terme 14 – 15 novembre 2007

2 Riduzione della mortalità correlata allIMA Thrombolysis PTCA Modificata da Braunwald: Heart Disease 2005 Defibrillation Haemodynamic monitoring Beta-Blockade

3 UTIC: i segnali di una crisi Evolution of the CCU from rhythm, function and protection to reperfusion and beyond: A personal journey and perspective Canadian Journal of Cardiology October The critical care crisis Chest 2004 Quale ruolo per le utic spoke? Cardiologia negli ospedali 2006 Cardiology and the critical care crisis. A perspective JACC 2007 Salvate le UTIC spoke Cardiologia negli ospedali 2007

4 Cosa cè di nuovo nelle UTIC 1) Nuove strategie terapeutiche; 2) modifica del case mix; 3) transizione epidemiologica.

5 6%! 6%! La realtà: oggi in Italia…

6 No UTICUTICUTIC + Emo UTIC + PCIUTIC + CCH NordCentroSud NSTEMI : dal Nord al Sud la Disponibilità di Tecnologia Guida la Terapia Utilizzo della Strategia Invasiva Precoce

7 the biggest mistake in primary PTCA care is the focus on the cath lab. Primary PTCA is not a procedure that occurs in the cardiac cath lab: it is a strategy of care that begins in the emergency room, and also involves the cath lab and the coronary care unit.the biggest mistake in primary PTCA care is the focus on the cath lab. Primary PTCA is not a procedure that occurs in the cardiac cath lab: it is a strategy of care that begins in the emergency room, and also involves the cath lab and the coronary care unit. Thomas Aversano Italian Heart Journal 2003

8 Dotazioni strumentali Ventilatore meccanico Contropulsatore Apparecchio per emofiltrazione

9 Evoluzione della casistica delle UTIC Motivo del ricovero in UTIC negli anni 60 Motivo del ricovero in UTIC negli anni 90 (studio EARISA)

10 Snapshot of medical comorbidities and therapeutic trends Duke University

11 I R A C S B P C O N I M V C V V H Heart Failure E P I A B P D M II Aritmie Infezioni su devices Infezioni su devices Complicanze periprocedurali Complicanze periprocedurali D A Il fenotipo clinico complesso

12 LUTIC del futuro Plugged UTIC Plugged UTIC deve essere inserita in un contesto di rete; high – tech UTIC high – tech UTIC dotazione strumentale completa e di alto livello in tutti i presidi; high – touch UTIC high – touch UTIC competenze medico infermieristiche adeguate ed aggiornate secondo programmi definiti.

13 Verso la plugged UTIC Perché Per garantire una gestione flessibile, non precaria dei bisogni assistenziali high – tech per il paziente in UTIC; Per garantire una gestione flessibile, non precaria dei bisogni assistenziali high – tech per il paziente in UTIC; Strategia invasiva precoce : ACS recupero breve con breve assistenza intensiva; Strategia invasiva precoce : ACS recupero breve con breve assistenza intensiva; Strategia multicompetenza protratta : acute HF recupero tardivo con lunga assistenza intensiva. Strategia multicompetenza protratta : acute HF recupero tardivo con lunga assistenza intensiva.

14 Mechanical respirators (including CPAP delivery systems to use with face mask): one machine for two beds; Mechanical respirators (including CPAP delivery systems to use with face mask): one machine for two beds; intra-aortic balloon pump: one consol every three beds up to the first six patients; intra-aortic balloon pump: one consol every three beds up to the first six patients; haemodyalisis haemofiltration machine: should be available (probably more cost effective if supplied by nephrology department); haemodyalisis haemofiltration machine: should be available (probably more cost effective if supplied by nephrology department);

15 Elevata 17 Media 46,4 Standard 36,6 Elevata 17 Media 46,4 Standard 36, % I° censimento infermieristico nazionale delle UTIC Complessità assistenziale Possibilità di assistere pazienti critici con contropulsazione o ventilazione meccanica Elevata Entrambe le procedure Media Una o laltra procedura Standard Nessuna delle due; requisiti standard della UTIC

16 Nurses are as important as physicians. Proper nursing staff is the strength of the ICCU. Recommendations for the structure, organizations and operation of intensive cardiac care unit. European Heart Journal (2005) 26,

17 Clinical competence is…. ….the habitual and judicious use of communication, knowledge, technical skills, clinical reasoning, emotions, values and reflection in daily practice for the benefit of individual and community being served. Defining and assessing clinical competence JAMA 2002, Vol 287, n° 2 pag 226

18 Rapporto tra Volume di Attività ed Eventi nellInfarto Miocardico Thiemann DR, et al. N Engl J Med 1999; 340: Tu JV, et al. J Am Med Assoc 2001; 285: Volume annuale IMA trattati/medico % Mortalità aggiustata Giorni dopo il Ricovero Sopravvivenza (%) 6.3 Pazienti/sett 3.3 Pazienti/sett 1.9 Pazienti/sett 0.8 Pazienti/sett

19 Casistica e Competenza Clinica Ricadute organizzative Stabilire il numero minimo di patologie cardiovascolari acute da gestire per acquisire / mantenere la competenza clinica Stabilire il numero minimo di patologie cardiovascolari acute da gestire per acquisire / mantenere la competenza clinica Regolare la durata delle rotazioni dellequipe medica in UTIC in rapporto al volume della casistica Regolare la durata delle rotazioni dellequipe medica in UTIC in rapporto al volume della casistica Prevedere la possibilità di ampliare la casistica attraverso brevi periodi di addestramento in UTIC di riferimento Prevedere la possibilità di ampliare la casistica attraverso brevi periodi di addestramento in UTIC di riferimento

20 Competenza clinica di base multi-disciplinare (pneumologia, nefrologia, diabetologia, rianimazione, etc.) Competenza clinica di base multi-disciplinare (pneumologia, nefrologia, diabetologia, rianimazione, etc.) Nuova epidemiologia dei pazienti cardiovascolari Nuova epidemiologia dei pazienti cardiovascolari acuti acuti Nuove tecniche (ultrafiltrazione, infusione insulina, etc.) Nuove tecniche (ultrafiltrazione, infusione insulina, etc.) Interazione con diverse figure specialistiche Interazione con diverse figure specialistiche dellOspedale o della Rete dellOspedale o della Rete La Competenza Clinica del Cardiologo dellUTIC del Cardiologo dellUTIC

21 La cultura esclusivamente clinica non è sufficiente ad evitare lerrore, dal momento che il processo assistenziale viene svolto da più attori. Si deve creare una cultura del Clinical Risk Management, inteso come metodologia di organizzazione a 360° del lavoro assistenziale. Risk Management = evitare lerrore to err is human: building a safer health system rischio evento

22

23 Ospedale per intensità di cure Come funziona Area Degenza Livello 1 Terapie intensive e subintensive Livello 2 Degenza ordinaria Area materno-infantile Area chirurgica Area medica Livello 3 Post acuzie (low care) Ciclo diurno Day-surgery, day-hospital, day-service Ambulatori Prestazioni ambulatoriali Accesso urgente Dipartimento emergenza- urgenza Accesso programmato Ambulatorio pre ricovero CUP - MMG

24 Ospedale per intensità di cure versus ospedale per eccellenza di cure Dipartimento cardiologico Dipartimento cardiologico High care cardiology High care cardiology Cardiologo intensivista Cardiologo intensivista High – tech and high touch clinical competence di tutti gli operatori High – tech and high touch clinical competence di tutti gli operatori Alta IC: UTIC Media IC:Letti tecnici Emo EF Bassa IC: Riabilitazione

25 lUTIC che vorremmo lUTIC che vorremmo No Plug, No UTIC No Plug, No UTIC Patient Centered, No Doctor Oriented Patient Centered, No Doctor Oriented High Tech / High Touch Clinical Competence degli Operatori tecnici (medici ed infermieri). High Tech / High Touch Clinical Competence degli Operatori tecnici (medici ed infermieri). Conclusioni


Scaricare ppt "La complessità nellUTIC del futuro: prospettive reali e speranze Maurizio Filice Struttura complessa di Cardiologia Nuovo ospedale di San Giovanni di Dio."

Presentazioni simili


Annunci Google