La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 TUTELA GIURIDICA DELLE BANCHE DATI Sandro Di Minco Informatica giuridica A.A. 2005/06 UNIVERSITÀ G. Dannunzio Chieti - Pescara.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 TUTELA GIURIDICA DELLE BANCHE DATI Sandro Di Minco Informatica giuridica A.A. 2005/06 UNIVERSITÀ G. Dannunzio Chieti - Pescara."— Transcript della presentazione:

1 1 TUTELA GIURIDICA DELLE BANCHE DATI Sandro Di Minco Informatica giuridica A.A. 2005/06 UNIVERSITÀ G. Dannunzio Chieti - Pescara

2 2 DEFINIZIONE n per > si intende una raccolta di opere, dati o altri elementi indipendenti sistematicamente o metodicamente disposti ed individualmente accessibili grazie a mezzi elettronici o in altro modo (Art. 1, C.2, Direttiva CE 96/9)

3 3 1. Le banche dati nel sistema previgente Strumenti di protezione giuridica n 1.2 La tutela contrattuale n 1.3 Normativa sul diritto dautore n 1.4 Normativa sulla concorrenza sleale 1.4

4 4 1.3 Normativa sul diritto dautore n C.C. Artt 2575 ss. n L. 22 aprile 1941 n. 633

5 5 1.3 Le norme sul diritto d'autore Legge speciale sul diritto dautore n. 633/41 n (art 1 L.d.a.)sono protette ai sensi di questa legge le opere dellingegno di carattere creativo che appartengono alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, alla architettura, al teatro ed alla cinematografia, qualunque ne sia il modo o la forma di espressione. n (2 casi giurispr. 175/69 e 11953/93 )175/ /93 )

6 6 1.3 Le norme sul diritto d'autore Legge speciale sul diritto dautore n. 633/41 (segue) n (art. 2 L.d.a.) "In particolare sono comprese nella protezione: n 1.le opere letterarie, drammatiche, scientifiche, didattiche, religiose, tanto se in forma scritta quanto se orale; n 2.le opere e le composizioni musicali, con o senza parole, le opere drammatico-musicali e le variazioni musicali costituenti di per sé opera originale;

7 7 1.3 Le norme sul diritto d'autore Legge speciale sul diritto dautore n. 633/41 (segue) n 3.le opere coreografiche e pantomimiche delle quali sia fissata la traccia per iscritto o altrimenti; n 4.le opere della scultura, della pittura, dell'arte del disegno, della incisione e delle arti figurative similari, compresa la scenografia, anche se applicate all'industria, sempreché il loro valore artistico sia scindibile dal carattere industriale del prodotto dal quale sono associate; n 5.i disegni e le opere dell'architettura; n 6.le opere dell'arte cinematografica, muta o sonora, sempreché non si tratti di semplice documentazione protetta ai sensi (...);

8 8 1.3 Le norme sul diritto d'autore Legge speciale sul diritto dautore n. 633/41 (segue) n 7.le opere fotografiche (...); n 8.i programmi per elaboratori in qualsiasi forma espressi purché originali quale risultato di creazione intellettuale dell'autore (...).

9 9 1.3 Le norme sul diritto d'autore 3 questioni di fondo n 1) Portata tassativa o esemplificativa del modello legale (1.3.1 L'astratta riconducibilità delle banche dati sotto la sfera del diritto d'autore) modello legale n 2) I requisiti di creatività* n 3) L' oggetto della tutela1.3.3 L' oggetto della tutela n *(in generale e non in particolare per le banche dati)

10 I REQUISITI DI CREATIVITÀ 3 TEORIE – – 1) Novità assoluta nel dominio della cultura e dellarte – 2) Impronta personale – 3) Sforzo laborioso / sudore della fronte

11 i requisiti di creatività Cassazione Civ. 1993, n n Appartengono alla letteratura secondo il disposto dellart. 1 l.d.a. le opere espresse con il mezzo della parola non solo quando siano opere letterarie in senso stretto, ma anche quando la parola venga utilizzata per esprimere dati informativi di vario genere elaborati ed organizzati in modo personale ed autonomo dallautore.

12 i requisiti di creatività Cassazione Civ. 1993, n (segue) n Il concetto giuridico di creatività al quale si riferisce lart. 1 l.d.a. non coincide con quelli di creazione, originalità e novità assoluta, ma rappresenta la personale ed individualizzata espressione di una oggettività appartenente, esemplificativamente, alla scienza, alla letteratura, alla musica, alle arti figurative, allarchitettura.… (vedi sent. conforme) esemplificativamentevedi sent. conforme

13 i requisiti di creatività Unaltra sentenza conforme Cassazione n. 175/69 nCondizione per aversi opera protetta dal diritto dautore è la presenza di un atto creativo pur minimo, manifestato in forma concreta, suscettibile di estrinsecazione nel mondo esteriore e appartenente alle categorie elencate, in via esemplificativa, nellart. 1 della Legge n. 633 del 1941

14 i requisiti di creatività Parametri di creatività (nelle raccolte) n Selezione n Disposizione – a) Coordinamento (Linkage, reticolo di collegamenti) – b) Organizzazione (Ordine sequenziale dei dati: alfanumerico, tematico, cronologico ecc.) – (si veda Conv. Berna) (si veda Conv. Berna)

15 i requisiti di creatività Caso Feist v. Rural Telephone Corte Suprema USA 27/03/1991 n Rural condizione di monopolio (in una zona del Kansas nord-occidentale) rifiuta di cedere i dati a Feist n Feist usa comunque i dati n Rural assume violazione del copyright n Contrasto in materia tra corti federali: – Teoria che si basa sul lavoro di raccolta (costo, tempo, impegno) – Teoria che richiede lesercizio di un minimo di attività creativa

16 i requisiti di creatività L'oggetto della tutela Caso Feist v. Rural Telephone segue n La S. C. applica 2 criteri fondamentali: – laccesso alla protezione del copyright è costruito sul requisito delloriginalità* – i fatti di per sé non possono essere oggetto di autonoma protezione. n La S. C. disconosce ogni carattere di originalità agli elenchi telefonici. – (*scopo del copyright non è la ricompensa pura e semplice dellautore ma la promozione dellarte e della scienza attraverso il premio allopera creativa)

17 L'oggetto della tutela Cassazione Civ. 1993, n (segue) n Oggetto della protezione del diritto dautore non è lidea o il contenuto intrinseco dellopera, ma la rappresentazione formale ed originale in cui essa si realizza ai fini della sua comunicazione ai terzi.

18 Banche dati e concorrenza sleale n Convenzione di unione di ParigiParigi n C.C. art n.1 e n. 3art. 2598

19 Banche dati e concorrenza sleale Convenzione di Unione di Parigi n "costituisce un atto di concorrenza sleale ogni atto di concorrenza contrario agli usi onesti in materia industriale o commerciale Art. 10 bis

20 Banche dati e concorrenza sleale Giurisprudenza estera sulla concorrenza sleale n "théorie des agissements parasitaires n Costruzione giurisprudenziale.

21 Banche dati e concorrenza sleale Art C.C. n "...compie atti di concorrenza sleale chiunque: n 1)usa nomi o segni distintivi idonei a produrre confusione con nomi o segni distintivi legittimamente usati da altri, o imita servilmente i prodotti di un concorrente, o compie con qualsiasi altro mezzo atti idonei a creare confusione con i prodotti e con l'attività di un concorrente; n (...) n 3)si vale direttamente o indirettamente di ogni altro mezzo non conforme ai principi della correttezza professionale e idoneo a danneggiare l'altrui azienda."

22 I lavori preliminari delle autorità comunitarie Verso una direttiva comunitaria n Libro verde Il diritto dautore e le sfide tecnologiche- problemi di diritto dautore che richiedono unazione immediata (7 giugno 1988) n articolato in 7 capitoli: – 1 Il diritto dautore nella Comunità 2 La pirateria 3 Riproduzione..materiale audiovisivo 4 Diritto di distribuzione ecc. 5 Programmi per elaboratori 6 Basi di dati 7 Relazioni esterne

23 I lavori preliminari delle autorità comunitarie Verso una direttiva comunitaria (segue) n Rapporto Proprintell (a cura di Jurimatic) 1989 – Ricerca su informazione e proprietà intellettuale – Insiemi informativi – Teoria del parassitismo

24 I lavori preliminari delle autorità comunitarie Verso una direttiva comunitaria (segue) n Iniziative da adottare a seguito del libro verde - Programma di lavoro della Commissione in materia di diritto dautore e diritti connessi (17 gennaio 1991) – punto della situazione – problema della tutela delle b. dati – improrogabilità di approdare ad un regime giuridico uniforme – si annuncia una proposta di Direttiva

25 I lavori preliminari delle autorità comunitarie Verso una direttiva comunitaria (segue) n Proposta di direttiva (13/5/ 1992) n Parere del Comitato economico e sociale (24/11/1992) n Approvazione del Parlamento (23/6 1993) n Proposta modificata di Direttiva (4/10/93) n Rapporto Bangemann (26/5/94) Rapporto Bangemann n Posizione comune (10/7/95) n Libro verde il diritto dautore e i diritti connessi nella società dellinformazione

26 I lavori preliminari delle autorità comunitarie Verso una direttiva comunitaria (segue) n Risoluzione del Parlamento (14/12/1995) n Direttiva 96/9/CE (11/3/1996)

27 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Direttiva 96/9/CE relativa alla tutela giuridica delle banche dati n Pubblicata in GUCE L. n. 77 del 27/03/1996 n 60 consideranda n parte dispositiva 17 articoli suddivisi in 4 capitoli: – 1° cap. Campo dapplicazione – 2° cap. Diritto dautore – 3° cap. Diritto sui generis – 4° cap. Disposizioni comuni

28 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Tutela insufficiente e differenziata n 1) considerando che attualmente le banche di dati non sono sufficientemente tutelate in tutti gli Stati membri dalle normative esistenti e che detta tutela, ove esiste, assume connotazioni diverse;

29 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Consideranda (segue) Effetti sul mercato interno n (2) considerando che simili differenze nella tutela giuridica delle banche di dati assicurata dalle leggi degli Stati membri hanno effetti negativi e diretti sul funzionamento del mercato interno…..

30 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Consideranda (segue) n (3) considerando che é opportuno eliminare le differenze esistenti che producono distorsioni al funzionamento del mercato interno ed impedire che ne sorgano di nuove..

31 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Consideranda n. 4 e 5 n Tutela in base al diritto dautorediritto dautore n Adeguatezza dello strumento di protezione

32 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 6 SUL CONTENUTO n assenza di un sistema armonizzato di leggi o di una giurisprudenza sulla concorrenza sleale n necessità di ulteriori misure volte ad impedire l'estrazione e/o il reimpiego non autorizzati del contenuto di una banca di dati

33 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 7 facilità della copia n considerando che per poter creare una banca di dati é necessario investire considerevoli risorse umane, tecniche e finanziarie, mentre é possibile copiarle o accedervi ad un costo molto più basso rispetto a quello richiesto per crearle autonomamente

34 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 38 copia e tecnologie dellinformazione n (38) considerando che il sempre maggiore ricorso alla tecnologia di registrazione numerica espone il costitutore della banca di dati al rischio di riproduzione diretta e ridisposizione elettronica del contenuto, senza autorizzazione, della sua banca di dati, per ottenerne un'altra banca di dati, di contenuto identico, ma tale da non violare il diritto d'autore attinente alla disposizione del contenuto della prima banca di dati;

35 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Consideranda (segue) n...le banche di dati rappresentano uno strumento prezioso per lo sviluppo di un mercato dell'informazione.. (9) n...richiede investimenti nei sistemi avanzati di gestione dell'informazione…(10) n..notevole squilibrio nel livello degli investimenti relativi alla costituzione di banche di dati tra i vari Stati membri..(11)

36 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Consideranda (segue) incoraggiare gli investimenti n (12) considerando che tale investimento nei moderni sistemi di memorizzazione e gestione delle informazioni non sarà effettuato all'interno della Comunità a meno che non venga introdotta una tutela giuridica stabile ed uniforme per tutelare i costitutori di banche di dati

37 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 39 salvaguardare i costitutori n …..la presente direttiva intende salvaguardare i costitutori di banche di dati dall'indebita appropriazione dei risultati dell investimento finanziario e professionale effettuato per ottenere e raccogliere il contenuto…

38 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 40 tutela dellinvestimento n (40) considerando che oggetto del diritto > é di assicurare la tutela di un investimento effettuato per costituire, verificare o presentare il contenuto di una banca di dati per la durata limitata del diritto; che tale investimento puo' consistere nell'impegnare mezzi finanziari e/o tempo, lavoro ed energia;

39 La direttiva 96/9/CE: caratteristiche generali Considerando n. 41 impedire estrazione /reimpiego n (41) considerando che l'obiettivo del diritto > é di accordare al costitutore di una banca di dati la possibilità di impedire l'estrazione e/o il reimpiego non autorizzati della totalità o di una parte sostanziale del contenuto di tale banca; che il costitutore di una banca di dati é la persona che prende l'iniziativa e si assume il rischio di effettuare gli investimenti;…

40 Il campo di applicazione Capitolo I Articolo 1 n 1. La presente direttiva riguarda la tutela giuridica delle banche di dati, qualunque ne sia la forma. (consid. 13 e 14) n 2. Ai fini della presente direttiva per > si intende una raccolta di opere, dati o altri elementi indipendenti sistematicamente o metodicamente disposti ed individualmente accessibili grazie a mezzi elettronici o in altro modo. n (consid. 17 e 19)consid. 17

41 Il campo di applicazione Delimitazione del campo di applicazione in negativo n (Art. 1) n 3. La tutela della presente direttiva non si applica ai programmi per elaboratori utilizzati per la costituzione o il funzionamento di banche di dati accessibili grazie a mezzi elettronici. n (considerando 23)considerando 23

42 Il campo di applicazione sempre sul campo di applicazione Considerando n. 17 n ….che deve trattarsi di raccolte di opere, di dati o di altri elementi indipendenti, disposti in maniera sistematica o metodica e individualmente accessibili; che di conseguenza la definizione di un'opera audiovisiva, cinematografica, letteraria o musicale in quanto tale non rientra nel campo d'applicazione della presente direttiva; n No anche CD musicali (considerando 19)considerando 19

43 Il campo di applicazione Campo di applicazione segue n (20) considerando che la tutela prevista dalla presente direttiva puo' applicarsi anche agli elementi necessari per il funzionamento o la consultazione di determinate banche di dati, come ad esempio il tesauro e i sistemi di indicizzazione; n (Contra art.2 WTC)WTC

44 Diritto d'autore sulla struttura Capitolo II Oggetto della tutela (art. 3) n 1. A norma della presente direttiva, le banche di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono una creazione dell'ingegno propria del loro autore sono tutelate in quanto tali dal diritto d'autore. Per stabilire se alle banche dati possa essere riconosciuta tale tutela non si applicano altri criteri.applicano altri criteri n (N.B. Evidente analogia con criteri Convenzione di Berna, TRIPS e WTC) Convenzione di BernaTRIPSWTC

45 Diritto d'autore sulla struttura Convenzione di Berna (art 2.5) n le raccolte di opere letterarie o artistiche come le enciclopedie e antologie che, a causa della scelta o della disposizione delle materie, costituiscono delle creazioni intellettuali, sono protette come tali, senza pregiudizio dei diritti degli autori su ciascuna delle opere che fanno parte delle raccolte (vedi art. 3, l.d.a.)art. 3

46 Diritto d'autore sulla struttura TRIPS (ADPIC) - OMC - Marrakech 15 aprile 1994 n Accordo TRIPs (Trade Related Intellectual Property Rights), sugli aspetti dei diritti di proprietà intellettuale attinenti al commercio n "le compilazioni di dati o altro materiale, in forma leggibile da una macchina o in altra forma, che a causa della selezione o della disposizione del loro contenuto costituiscono creazioni intellettuali sono protette come tali" (art. 10, comma 2). n.

47 Diritto d'autore sulla struttura Trattato Ompi (WTC) Ginevra 1996(WTC) n le compilazioni di dati o di altri elementi, in qualsiasi forma, che per la scelta o la disposizione delle materie, costituiscono delle creazioni intellettuali sono protette come tali. Questa protezione non si estende ai dati o elementi stessi ed è senza pregiudizio di ogni diritto dautore esistente sui dati o elementi contenuti nella compilazione (art. 5)non si estende ai dati

48 Diritto d'autore sulla struttura (segue) Diritto d'autore Oggetto della tutela (art. 3) n 2. La tutela delle banche di dati in base al diritto d'autore prevista dalla presente direttiva non si estende al loro contenuto e lascia impregiudicati i diritti esistenti su tale contenuto.contenutoimpregiudicati i diritti esistenti n (si vedano in tal senso gli articoli 2 e 5 del WTC) WTC

49 Diritto d'autore sulla struttura Tutela dautore n (15) considerando che i criteri da applicare per stabilire se una banca dati sia protetta dal diritto d'autore dovranno limitarsi al fatto che la scelta o la disposizione del contenuto della banca di dati costituisce una creazione intellettuale, propria dell'autore; che questa protezione riguarda la struttura della banca di dati;

50 Diritto d'autore sulla struttura Tutela dautore segue n (16) considerando che non dovranno essere applicati altri criteri diversi da quello di originalità, nel senso di creazione intellettuale, per stabilire se una banca di dati sia tutelabile o meno in base al diritto d'autore, e in particolare non dovrà essere effettuata alcuna valutazione della qualità o del valore estetico della banca di dati

51 Diritto d'autore sulla struttura Tutela dautore segue n 26) considerando che le opere tutelate dal diritto d'autore e le prestazioni tutelate da alcuni diritti connessi che sono inserite in una banca di dati beneficiano comunque dei rispettivi diritti esclusivi e non possono pertanto essere inserite o riprodotte da una banca di dati senza l'autorizzazione del titolare dei diritti o dei suoi aventi causa;

52 Diritto d'autore sulla struttura Articolo 4 Titolarità della banca di dati n 1. L'autore di una banca di dati é la persona fisica o il gruppo di persone fisiche che l'ha creata o, qualora la legislazione dello Stato membro interessato lo consenta, la persona giuridica individuata da tale legislazione come titolare del diritto.

53 Diritto d'autore sulla struttura La banca dati creata dal lavoratore dipendente n (29) considerando che il regime applicabile alla creazione da parte di un lavoratore dipendente é rimesso alla discrezionalità degli Stati membri; che.. nulla osta a che gli Stati membri precisino... il datore di lavoro gode dell'esercizio esclusivo di tutti i diritti patrimoniali sulla banca così creata, salvo diverse disposizioni contrattuali; n (Vedi art.2.3 direttiva software)direttiva software

54 Diritto d'autore sulla struttura Articolo 5 n Diritti esclusivi dellautore – riproduzione permanente o temporanea.. – traduzione, adattamento… – distribuzione..* – comunicazione – (vedi testo)vedi testo – * si veda considerando 33 per le prestazioni in linea

55 Diritto d'autore sulla struttura Articolo 6 n DEROGHE AI DIRITTI ESCLUSIVI: n a) Deroga generale obbligatoria 6.1 (inderogabile dalle parti ex art. 15) n Deroghe facoltative – riproduzione per fini privati (db. non elettr.) – eccezione pedagogica (a certe condizioni) – fini di sicurezza pubblica o per procedure giurisdizionali o amministrative n Paragrafo 3: clausola generale di richiamo dellart. 9.2 della Convenzione di BernaConvenzione di Berna

56 Il diritto "sui generis" Capitolo III Diritto sui generis - art. 7 n il diritto di vietare operazioni di estrazione e/o reimpiego della totalità o di una parte sostanziale del contenuto.., valutata in termini qualitativi o quantitativi n.. qualora il conseguimento, la verifica e la presentazione di tale contenuto attestino un investimento rilevante sotto il profilo qualitativo o quantitativo.

57 Il diritto "sui generis" Similitudine con ildiritto di catalogodiritto di catalogo n Il diritto di catalogo della legislazione nordica n (*Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Islanda)

58 Il diritto "sui generis" Il titolare del diritto: il costitutore n il costitutore di una banca di dati é la persona che prende l'iniziativa e si assume il rischio di effettuare gli investimenti;… (Considerando n. 41)Considerando n. 41 n Sentenza Corte di Giustizia Sentenza Corte di Giustizia

59 Natura del diritto "sui generis" Diritto sui generis e diritti connessi n Natura giuridica del nuovo diritto, 2 teorie: n 1) Collocazione tra i diritti connessi n 2) Estraneità alla categoria

60 Oggetto e contenuto del diritto sui generis SENTENZA DELLA CORTE 9 novembre 2004 n Le nozioni di estrazione e di reimpiego devono essere interpretate alla luce dellobiettivo perseguito dal diritto sui generis. Questultimo mira a tutelare il costitutore della banca di dati contro «atti dellutente che vanno al di là dei diritti legittimi del medesimo e che arrecano quindi pregiudizio allinvestimento» del costitutore stesso… n.. il diritto sui generis si basa su una giustificazione economica consistente nellassicurare al costitutore della banca di dati la tutela e la remunerazione dellinvestimento destinato alla costituzione e al funzionamento della detta banca di dati. n Vedi dispositivo Vedi dispositivo

61 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Concetto di estrazione - art. 7 n a) per "estrazione" si intende il trasferimento permanente o temporaneo della totalità o di una parte sostanziale del contenuto di una banca di dati su un altro supporto con qualsiasi mezzo o in qualsivoglia forma;parte sostanziale

62 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Concetto di reimpiego - art. 7 n b) per "reimpiego" si intende qualsiasi forma di messa a disposizione del pubblico della totalità o di una parte sostanziale del contenuto della banca di dati mediante distribuzione di copie, noleggio, trasmissione in linea o in altre forme.parte sostanziale

63 Oggetto e contenuto del diritto sui generis PARTE SOSTANZIALE PROFILO QUANTITATIVO n La nozione di parte sostanziale, valutata sotto il profilo quantitativo, del contenuto di una banca di dati ai sensi dellart. 7 della direttiva 96/9 si riferisce al volume dei dati estratti e/o reimpiegati della banca di dati e deve essere valutata in relazione al volume del contenuto totale della banca di dati. n (Sentenza Corte Giust. Novembre 2004)

64 Oggetto e contenuto del diritto sui generis PARTE SOSTANZIALE PROFILO QUALITATIVO n La nozione di parte sostanziale, valutata sotto il profilo qualitativo, del contenuto di una banca di dati si riferisce alla rilevanza dellinvestimento collegato al conseguimento, alla verifica o alla presentazione del contenuto delloggetto delloperazione di estrazione o di reimpiego, indipendentemente dal fatto che tale oggetto rappresenti una parte quantitativamente sostanziale del contenuto generale della banca di dati tutelata. n (Sentenza Corte Giust. Novembre 2004)

65 Oggetto e contenuto del diritto sui generis PARTE NON SOSTANZIALE n Rientra nella nozione di parte non sostanziale del contenuto di una banca di dati qualsiasi parte che non risponda alla nozione di parte sostanziale sotto il profilo sia quantitativo sia qualitativo. n (Sentenza Corte Giust. Novembre 2004)

66 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Estensione dei concetti - considerando n. 42 n ….che il diritto di vietare l'estrazione e/o il reimpiego dell'intero contenuto o di una parte sostanziale di esso riguarda non soltanto la creazione di un prodotto concorrente parassita, bensì anche l'utente che, con i suoi atti, arreca un pregiudizio sostanziale, in termini quantitativi o qualitativi, all'investimento;

67 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Circolazione del diritto e applicabilità a prodotti banali n Art. 7, commi 3 e 4 n 3. Il diritto di cui al paragrafo 1 può essere trasferito, ceduto o essere oggetto di licenza contrattuale. n 4. Il diritto di cui al paragrafo 1 si applica a prescindere dalla tutelabilità della banca di dati a norma del diritto d'autore o di altri diritti.…Lascia impregiudicati.. (segue)segue

68 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Art. 7 comma 4 Consid. 18 e n..La tutela delle banche dati in base..al diritto sui generis..lascia impregiudicati i diritti esistenti sul loro contenuto. (art. 7) n..se un autore o il titolare di un diritto connesso autorizza l'inserimento in una banca di dati di alcune sue opere o prestazioni in ordine all'esecuzione di un contratto di autorizzazione non esclusiva, un terzo può utilizzare dette opere o prestazioni previa la necessaria autorizzazione dell'autore o del titolare del diritto connesso senza che il costitutore della banca di dati possa opporgli il diritto sui generis, purché tali opere e prestazioni non siano estratte dalla banca di dati né reimpiegate a partire da quest'ultima (Considerando 18) Vedasi Consid. 26Consid. 26

69 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Art. 7 comma 5 n 5. Non sono consentiti l'estrazione e/o il reimpiego ripetuti e sistematici di parti non sostanziali del contenuto della banca di dati che presuppongano operazioni contrarie alla normale gestione della banca dati o che arrechino un pregiudizio ingiustificato ai legittimi interessi del costitutore della banca di dati. (SENTENZA sul punto)SENTENZA n Principio valido, anche nei confronti dellUtente legittimo (art. 8.2) e ispirato allart. 9.2 convenzione di Bernaconvenzione di Berna

70 Oggetto e contenuto del diritto sui generis SENTENZA CORTE GIUSTIZIA (Art. 7 comma 5) n Il divieto di cui allart. 7, n. 5 della direttiva 96/9 riguarda le operazioni non autorizzate di estrazione e/o di reimpiego che, mediante il loro effetto cumulativo, mirano a ricostituire e/o a mettere a disposizione del pubblico, senza lautorizzazione del costitutore della banca di dati, la totalità o una parte sostanziale del contenuto della detta banca di dati, e che pregiudicano pertanto gravemente linvestimento di tale soggetto.

71 Oggetto e contenuto del diritto sui generis Deroghe al diritto "sui generis Art. 9 n Manca una deroga generale ed obbligatoria per parti sostanziali o totali (vedi art.8.1) per le attività necessarie per laccesso e limpiego normale da parte di un utente legittimo (salvo lettura a contrario art. 8.2 – compatibile con Sent. Corte)art.8.1art. 8.2 Sent. Corte n Parallelismo con le eccezioni facoltative previste allart. 6 ai diritti esclusivi dellautore: – fini privati (solo estrazione e db. non elettron.) – eccezione pedagogica (solo estrazione) – fini di sicurezza pubblica o per una procedura amministrativa o giurisdizionale n Attenzione: solo in riferimento ad una parte sostanziale > NO TOTALITÀ.

72 La durata del diritto sui generis Art. 10 n..Esso si estingue trascorsi quindici anni dal 1° gennaio dell'anno successivo alla data del completamento… n..Ogni modifica sostanziale, valutata in termini qualitativi o quantitativi,... che permetta di ritenere che si tratti di un nuovo investimento sostanziale, valutato in termini qualitativi o quantitativi, consente di attribuire alla banca derivante da tale investimento una propria specifica durata di protezione.

73 La durata del diritto sui generis Diritto sui generis Onere della prova n A carico del costitutore per la determinazione della data di completamento (consid. 53) n Altrettanto per la sostanzialità della modifica (consid. 54)

74 Considerazioni critiche sullapplicazione concreta del nuovo diritto Interesse allaccesso - tipologie differenti n Utente/cittadino/consumatore interesse non professionale libertà dinformazione (Trattato Costituzionale europeo)Trattato Costituzionale europeo n Utente professionale n Soggetti che utilizzano i dati per finalità di ricerca, di studio, di didattica interesse pubblico generale n Il caso dei Paesi in via di sviluppo

75 Considerazioni critiche sullapplicazione concreta del nuovo diritto COSTITUZIONE EUROPEA n ARTICOLO II-71 n Libertà di espressione e d'informazione n 1. Ogni persona ha diritto alla libertà di espressione. Tale diritto include la libertà di opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche e senza limiti di frontiera.

76 Considerazioni critiche sullapplicazione concreta del nuovo diritto IL CASO DEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO n Difficoltà di una autonoma produzione di sistemi informativi ad alto contenuto scientifico e tecnologico n Effetto negativo sullo sviluppo del tessuto socio-economico di tali Paesi determinato dal fatto di doversi approvvigionare di tali beni a costi elevati

77 Altre disposizioni contenute nella direttiva CLAUSOLA DI REVISIONE (ART. 16.3) n.. ogni tre anni, la Commissione trasmette... una relazione sull'applicazione della presente direttiva in cui,... esamina segnatamente se l'applicazione del diritto sui generis,.. ha comportato abusi di posizione dominante o altri pregiudizi alla libera concorrenza tali da giustificare misure adeguate, in particolare l'istituzione di un regime di licenze non volontarie.

78 Dalla legge comunitaria 95/97 al Decreto Legislativo n. 169/99 Legge comunitaria n Legge 24 aprile 1998, n. 128 n art. 43: criteri e principi direttivi particolari riferiti allattuazione della direttiva relativa alla tutela giuridica delle banche dati n a) definire la nozione giuridica di banca di dati ai sensi dellart. 1 della direttiva e agli effetti del recepimento della medesima; n b) comprendere la banca di dati, alle condizioni previste dalla direttiva, tra le opere protette ai sensi dellart. 2 della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni

79 Dalla legge comunitaria 95/97 al Decreto Legislativo n. 169/99 Legge 24 aprile 1998, n. 128 art. 43 segue – c) riconoscere e disciplinare lesercizio del diritto esclusivo dellautore delle banche di dati – d) prevedere deroghe al diritto esclusivo di autorizzare lestrazione e il reimpiego di una parte sostanziale del contenuto di una banca dati in conformità a quanto disposto dallart. 6, comma 2, lettere b) e c), della direttiva – e) riconoscere e disciplinare, in applicazione delle disposizioni contenute nel capitolo III della direttiva, il diritto specifico di chi ha costituito la banca di dati alla tutela dellinvestimento

80 L'inserimento delle banche dati tra le opere protette dalla LDA D.Lgs 169/99 - Estensione art. 1, L.633/41 n L'articolo 1 del decreto legislativo 6 maggio 1999, n. 169 dispone che Al secondo comma dell'art. 1 della legge 22 aprile 1941, n. 633, sono aggiunte, in fine, le seguenti parole:n. 633 n "nonché le banche di dati che per la scelta o la disposizione del materiale costituiscono una creazione intellettuale dell'autore. n NB Si tratta di una scelta non obbligata che introduce una soluzione poco opportuna

81 Banche dati e parametri di originalità n Art. 1 del DLGS 169/99 allineato al considerando 15 ed all'art. 3.1 della direttiva considerando 15 art. 3.1 della direttiva n Non tutte le banche dati possono considerarsi opere dell'ingegno, ma solo quelle nelle quali è possibile rinvenire un'impronta dell' autore, del suo "arbitrio valutativo" che si sia manifestato nel criterio adottato per la scelta del materiale o in quello per la sua disposizione n Compatibile Convenzione di Berna,Convenzione di Berna n Conforme TRIPS e WTCTRIPSWTC

82 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Coordinamento art. 1 ed art. 3 Lda n Articolo 1 novellato e norma previgente sulle opere collettive n Art. 3, Legge 633/41 Le opere collettive, costituite dalla riunione di opere o di parti di opere, che hanno carattere di creazione autonoma, come risultato della scelta e del coordinamento ad un determinato fine letterario, scientifico didattico, religioso, politico od artistico, quali le enciclopedie, i dizionari, le antologie, le riviste e i giornali sono protette come opere originali, indipendentemente e senza pregiudizio dei diritti di autore sulle opere o sulle parti di opere di cui sono composte.

83 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Problema coordinamento Tenuto conto n della portata esemplificativa della elencazione dei generi di cui all'art. 1 della 633/41; n della conseguente non necessaria appartenenza delle banche dati ad uno dei suddetti generi per poter assurgere a rango di opera dell'ingegno; n delle affinità innegabili tra antologie e raccolte di opere e raccolte di dati Era forse prospettabile una soluzione diversa

84 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Francia - La legge n del 1° luglio 1998 n Art. L Les auteurs de traductions, d'adaptations, transformations ou arrangements des oeuvres de l'esprit jouissent de la protection instituée par le présent code sans préjudice des droits de l'auteur de l'oeuvre originale. Il en est de même des auteurs d'anthologies ou de recueils d'oeuvres ou de données diverses, tels que les bases de données, qui, par le choix ou la disposition des matières, constituent des créations intellectuelles.

85 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Francia - La legge n del 1° luglio 1998 segue n On entend par base de données un recueil d'oeuvres, de données ou d'autres éléments indépendants, disposés de manière systématique ou méthodique, et individuellement accessibles par des moyens électroniques ou par tout autre moyen.

86 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Similitudine n Convenzione di Berna (art 2.5)(art 2.5) n Interpretazione estensiva tendente ad includere anche le raccolte di dati (a condizione di originalità) Interpretazione estensiva n Non necessario un protocollo n Tendenza a collocare in posizione analoga compilazioni tradizionali e BD (OMPI)OMPI

87 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Rapporti da genere a specie? n Banche dati/opere collettive n Le opere collettive (art.3) come classe di banche dati (art.1) n Caratteristiche distintive: – un più elevato grado di complessità e creatività – sostanzialmente la richiesta compresenza dei parametri di scelta e coordinamento

88 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Tipologie possibili di banche dati di opere – 1.BD non creative - prive di investimento ril. – 2.BD non creative - attestanti investimento ril. – 3.BD creative -prive di investimento ril. – 4.BD creative - attestanti investimento ril. – 5.BD/opere collettive (dunque creative) - prive di investimento ril. – 6. BD/opere collettive (dunque creative) - attestanti investimento ril.

89 Banche dati ed opere collettive. Problemi di coordinamento Attribuzione dei diritti patrimoniali dautore n Problemi di coordinamento tra art. 38 lda e principio di cui allart. 4.2 della direttiva n Art. 38 (l.d.a.) attribuisce i diritti di sfruttamento economico alleditore (salvo patto contrario) n Art. 4.2 (Direttiva) attribuisce i diritti di sfruttamento economico allautore

90 La definizione di banca dati nell'art. 2 del D. lgs n. 169/99 Modifica art. 2 L.da n Integrazione elenco esemplificativo delle categorie protette. n NB In questo caso invece si tratta di una scelta obbligata (dalla delega, art. 43, lettera b.) che introduce una soluzione opportuna, necessaria e sufficiente.art. 43, lettera b

91 La banca dati creata dal lavoratore dipendente Art. 3 D.Lgs 1699/99 n L'articolo 12-bis della legge 22 aprile 1941, n. 633, è sostituito dal seguente: n "Art. 12-bis. - Salvo patto contrario, il datore di lavoro è titolare del diritto esclusivo di utilizzazione economica del programma per elaboratore o della banca di dati creati dal lavoratore dipendente nell'esecuzione delle sue mansioni o su istruzioni impartite dallo stesso datore di lavoro. n Considerando 29 della Direttiva 96/9 Considerando 29

92 I diritti esclusivi dell'autore e le relative deroghe I diritti esclusivi dellAutore n Art. 64 quinquies Art. 64 quinquies n Espressione contraddittoria contenuta nella lettera b) n 1. L'autore di un banca di dati ha il diritto esclusivo di eseguire o autorizzare: a)... n b) la traduzione, l'adattamento, una diversa disposizione e ogni altra modifica; n c) qualsiasi forma di distribuzione al pubblico.. (Esaurimento del diritto) n N.B lart. 2 n. 9, comunque precisa che La tutela delle banche di dati non si estende al loro contenuto

93 I diritti esclusivi dell'autore e le relative deroghe Deroghe al dir. dautore n Art. 64 sexies Art. 64 sexies n Deroga generale* (comma 2) n Mancato esercizio facoltà di deroga per fini privati ex art 6 Direttiva n Differenze con legislazione Francese n Rapporti con i principi generali in materia n *NB:Le clausole contrattuali pattuite in violazione del comma 2 sono nulle ai sensi dell'articolo 1418 del codice civile. ( Art. 64-sexies, 3)

94 I diritti esclusivi dell'autore e le relative deroghe Deroghe al dir. dautore segue n Formulazione dubbia della deroga di cui art. 64 sexies, comma 1, lettera a) n l'accesso o la consultazione della banca di dati quando abbiano esclusivamente finalità didattiche o di ricerca scientifica, non svolta nell'ambito di un'impresa, purché si indichi la fonte e nei limiti di quanto giustificato dallo scopo non commerciale perseguito. Nell'ambito di tali attività di accesso e consultazione, le eventuali operazioni di riproduzione permanente della totalità o di parte sostanziale del contenuto su altro supporto sono comunque soggette all'autorizzazione del titolare del diritto n N.B. Interpretare la disposizione alla luce art. 6.2 della Direttiva

95 L'inserimento del diritto "sui generis" nell'ordinamento italiano DIRITTO SUI GENERIS NUOVO TITOLO II BIS n Fedele trasposizione della normativa comunitaria n art.102 bis e 102 ter. art.102 bis 102 ter n Mancato esercizio delle facoltà di deroga n Assenza di una deroga generale espressa per le attività necessarie per laccesso e limpiego normale da parte di un utente legittimo (salvo lettura a contrario art. 102 ter, C. 2 – compatibile con Sent. Corte)Sent. Corte

96 L'inserimento del diritto "sui generis" nell'ordinamento italiano DIRITTI DEL COSTITUTORE DI UNA BANCA DI DATI n Art. 102-bis Ai fini del presente titolo si intende per: n a) costitutore di una banca di dati: chi effettua investimenti rilevanti per la costituzione di una banca di dati o per la sua verifica o la sua presentazione, impegnando, a tal fine, mezzi finanziari, tempo o lavoro; n b) estrazione: il trasferimento permanente o temporaneo della totalità o di una parte sostanziale del contenuto di una banca di dati su un altro supporto con qualsiasi mezzo o in qualsivoglia forma. L'attività di prestito dei soggetti di cui all'articolo 69, comma 1, non costituisce atto di estrazione; n c) reimpiego: qualsivoglia forma di messa a disposizione del pubblico della totalità o di una parte sostanziale del contenuto della banca di dati mediante distribuzione di copie, noleggio, trasmissione effettuata con qualsiasi mezzo e in qualsiasi forma. L'attività di prestito dei soggetti di cui all'articolo 69, comma 1, non costituisce atto di reimpiego.

97 L'inserimento del diritto "sui generis" nell'ordinamento italiano DIRITTI DEL COSTITUTORE DI UNA BANCA DI DATI segue n 3. Indipendentemente dalla tutelabilità della banca di dati a norma del diritto d'autore o di altri diritti e senza pregiudizio dei diritti sul contenuto o parti di esso, il costitutore di una banca di dati ha il diritto, per la durata e alle condizioni stabilite dal presente Capo, di vietare le operazioni di estrazione ovvero reimpiego della totalità o di una parte sostanziale della stessa. n 6. Il diritto esclusivo del costitutore sorge al momento del completamento della banca di dati e si estingue trascorsi quindici anni dal I' gennaio dell'anno successivo alla data del completamento stesso. n 7. Per le banche di dati in qualunque modo messe a disposizione del pubblico prima dello scadere del periodo di cui al comma 6, il diritto di cui allo stesso comma 6 si estingue trascorsi quindici anni dal I' gennaio dell'anno successivo alla data della prima messa a disposizione del pubblico.

98 L'inserimento del diritto "sui generis" nell'ordinamento italiano DIRITTI DEL COSTITUTORE DI UNA BANCA DI DATI segue n 8. Se vengono apportate al contenuto della banca di dati modifiche o integrazioni sostanziali comportanti nuovi investimenti rilevanti ai sensi del comma 1, lettera a), dal momento del completamento o della prima messa a disposizione del pubblico della banca di dati così modificata o integrata, e come tale espressamente identificata, decorre un autonomo termine di durata della protezione, pari a quello di cui ai commi 6 e 7. n 9. Non sono consentiti l'estrazione o il reimpiego ripetuti e sistematici di parti non sostanziali del contenuto della banca di dati, qualora presuppongano operazioni contrarie alla normale gestione della banca di dati o arrechino un pregiudizio ingiustificato al costitutore della banca di dati.

99 L'inserimento del diritto "sui generis" nell'ordinamento italiano DIRITTI E OBBLIGHI DELL'UTENTE n Art. 102-ter L'utente legittimo della banca di dati messa a disposizione del pubblico non può arrecare pregiudizio al titolare del diritto d'autore o di un altro diritto connesso relativo ad opere o prestazioni contenute in tale banca. n 2. L'utente legittimo di una banca di dati messa in qualsiasi modo a disposizione del pubblico non può eseguire operazioni che siano in contrasto con la normale gestione della banca di dati o che arrechino un ingiustificato pregiudizio al costitutore della banca di dati. n 3. Non sono soggette all'autorizzazione del costitutore della banca di dati messa per qualsiasi motivo a disposizione del pubblico le attività di estrazione o reimpiego di parti non sostanziali, valutate in termini qualitativi e quantitativi, del contenuto della banca di dati per qualsivoglia fine effettuate dall'utente legittimo. Se l'utente legittimo è autorizzato ad effettuare l'estrazione o il reimpiego solo di una parte della banca di dati, il presente comma si applica unicamente a tale parte. n 4. Le clausole contrattuali pattuite in violazione dei commi 1, 2 e 3 sono nulle.".

100 Giurisprudenza Italia-Francia n Due pronunciamenti di merito dellAutorità giudiziaria italiana e francese in materia di elenchi telefonici n Tribunale di Torino - ordinanza 17 luglio 97 Tribunale di Torino n Tribunal de Commerce de Paris - 18 giugno 1999 Tribunal de Commerce de Paris

101 Il caso del Tribunale di Torino Tribunale di Torino Ordinanza 17 luglio 97 n Telecom, Seat c. Microforum n Seat distribuisce CD con abbonati italia n Microforum immette sul mercato CD-TEL n Richiesta provvedimento cautelare n Precedente caso Pavia (TECNOLAND e CD I-INFO)

102 Il caso del Tribunale di Torino Contesto normativo n DPR 156/73 Codice postale a) Diritto esclusivo di SIP - TELECOM su elenchi locali (art. 287) b) Diritto esclusivo del Ministero PPTT su elenco generale...o guide telefoniche generali (art. 287) (il servizio sub b è stato affidato in sub concessione a TELECOM).

103 Il caso del Tribunale di Torino Contesto normativo: normativa comunitaria n Direttiva 90/388 CE (emendata e modificata da 94/46 CE, 95/51 CE, 96/2 CE 96/19 CE) relativa alla concorrenza nei mercati dei servizi di telecomunicazioni n Gli Stati membri provvedono affinché siano aboliti tutti i diritti esclusivi per quanto riguarda (…) la pubblicazione degli elenchi e i servizi di ricerca negli elenchi (art. 4-ter )

104 Il caso del Tribunale di Torino Normativa comunitaria (segue) n Un certo numero di Stati Membri conserva ancora diritti esclusivi (..) in materia di elenchi..ciò rappresenta un abuso di posizione dominante contrario al disposto dellart. 86 (..) Di conseguenza detti diritti esclusivi devono essere aboliti. (cons. 17)

105 Il caso del Tribunale di Torino Normativa di recepimento n L. 650 /96 di recepimento ha demandato la soppressione dei diritti esclusivi ad un regolamento di attuazione. n DPR 318/97 di attuazione (8/9 mesi di ritardo rispetto al termine fissato dalla Direttiva).

106 Il caso del Tribunale di Torino Normativa applicabile n Immediata applicabilità art. 4-ter n Natura ricognitiva rispetto art. 86 Trattato ed al combinato disposto degli art. 86 e 90 n ex art. 90 gli Stati non possono mantenere alcuna misura contraria agli art. 7, 85, 86, 87, 88, 89 e 90 del Trattato n ex art. 86 è vietato alle imprese labuso di posizione dominante.

107 Il caso del Tribunale di Torino Normativa applicabile (segue) n La L.650/96 ha previsto un regime di autorizzazioni da disciplinare con regolamento n Lautorizzazione è un atto amministrativo con il quale la PA consente lesercizio di un diritto che già esiste. n Dunque : n i diritti esclusivi di soggetti determinati risultano aboliti al verificarsi del termine previsto dalla Direttiva;

108 Il caso del Tribunale di Torino Normativa applicabile (segue) n Chiunque è titolare del diritto di pubblicare gli elenchi n Non esiste un regime legale di autorizzazione che consenta alla PA di regolamentare lesercizio concreto di esso: – a) lesclusiva è illegittima – b) la regola è il diritto di pubblicazione per qualsiasi imprenditore – c) leccezione è lesercizio concreto del diritto regolato da autorizzazione della PA.

109 Il caso del Tribunale di Torino Altri profili n Illecita appropriazione di dati altrui n a) diritto ex art. 7 direttiva 96/9 n b) diritto di privativa ex L. 633/41 n Ipotesi di concorrenza sleale

110 Il caso del Tribunale di Torino a) diritto ex art. 7 direttiva 96/9 n Forti dubbi sulla natura self executing della direttiva n Per la formazione di un mero elenco alfabetico di abbonati alla rete telefonica…non occorrono speciali investimenti..al di là dellaccumulo materiale - semplice, automatico, progressivo e peraltro doveroso - degli estremi essenziali dei singoli contratti…

111 Il caso del Tribunale di Torino b) diritto di privativa ex L. 633/41 n Nel caso dellelenco telefonico alfabetico non vi è alcun apporto creativo da parte di alcuno sulla globalità dei dati posseduti da TELECOM

112 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi Tribunal de Commerce de Paris 15ème Ch. -18 giugno 1999 n France Telecom offre un elenco elettronico su Minitel dal 1983 n Dal 1998 servizio Quidonc (elenco inverso) n MA Editions dal 1995 analogo servizio di elenco elettronico (inverso) su Minitel e su Internet.

113 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi Tribunal de Commerce de Paris (segue) n Costituzione dell elenco di MA Editions Telecaricamento automatico su Minitel n Citazione in Giudizio della MA Editions da parte di France Telecom

114 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi Richieste di France Telecom n il riconoscimento del fatto che il proprio elenco telefonico costituisce una banca dati ed è protetta in quanto tale dal codice della proprietà intellettuale (Art. L ) così come modificato dalla legge N° del 1° luglio 1998, di trasposizione nel diritto interno della Direttiva comunitaria 96/9/CE;Art. L laccertamento che le estrazioni dal suddetto elenco costituiscono quindi delle violazioni di legge; il divieto per la MA Editions ed Iliad di continuare a compiere ulteriori estrazioni; il riconoscimento di un pregiudizio subito da France Télécom in conseguenza di tale condotta; il divieto per le convenute di riutilizzare in qualsiasi modo i dati illecitamente estratti.

115 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi C.P.I.- Art. L n. - Le producteur de bases de données a le droit d'interdire : 1° L'extraction, par transfert permanent ou temporaire de la totalité ou d'une partie qualitativement ou quantitativement substantielle du contenu d'une base de données sur un autre support, par tout moyen et sous toute forme que ce soit ; 2° La réutilisation, par la mise à la disposition du public de la totalité ou d'une partie qualitativement ou quantitativement substantielle du contenu de la base, quelle qu'en soit laforme.

116 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi Motivazioni addotte da France T. n Lelenco presentato nel 1983 costituisce una banca dati strutturata n Sussistenza dellinvestimento sostanziale: – 155 milioni di franchi allanno per la raccolta dei dati relativa agli abbonati (aggiornamento di indirizzi al giorno) – 50 milioni per gestione, controllo e manutenzione del data base

117 La decisione del Tribunal du Commerce di Parigi Conclusioni del Tribunale n Lelenco elettronico è una banca dati ai sensi del CPI n Risulta soddisfatta la condizione dellinvestimento sostanziale n Risulta che lattività posta in essere dalla convenuta costituisce un pur et simple piratage n Cento milioni di franchi per danni e interessi

118 Brevi considerazioni comparative n Un parallelo improprio tra i due provvedimenti in materia di diritto sui generis e valutazione dei requisiti per laccesso alla protezione

119 Norme internazionali e diritto dautore NORME INTERNAZIONALI n Le norme internazionali che prevedono una tutela dautore (fonte OMPI): – Convenzione di Berna CUBCUB – Accord sur les ADPIC 1994(TRIPs)TRIPs – Trattato dellOMPI sul diritto dautore 1996 (WTC)WTC

120 Convenzione di Berna INTERPRETAZIONE ESTENSIVA ART. 2.5 CUB2.5 CUB n Possibile accordare la protezione in base alla Convenzione di Berna, non solo alle raccolte originali di opere letterarie e artistiche, ma anche a raccolte originali di altri elementi n Ciò discenderebbe dal principio contenuto nellart. 2.1 della stessa Convenzione di Berna, secondo il quale i termini opere letterarie ed artistiche comprendono tutte le produzioni del campo letterario, scientifico ed artistico, quale che ne sia il modo o la forma di espressione

121 Convenzione di Berna A proposito dellART. 2.1 CUB n Même si la liste des catégories dœuvres qui figure à la suite de la phrase citée ne comprend pas les bases de données, il est clair quelle nest pas exhaustive et que toute production (originale) dans le domaine susmentionné doit être protégée au titre de la convention. Au cours des dernières années, il semble que lon se soit généralement accordé à reconnaître que les recueils déléments autres que des œuvres littéraires et artistiques sont effectivement visés par ladite disposition et bénéficient par conséquent de la protection au titre du droit dauteur en vertu de la Convention de Berne, pour autant, bien entendu, que lon puisse les considérer comme des œuvres, cest à dire quils soient originaux. Memorandum du Bureau International, Db/Im/2

122 Leggi e regolamenti esistenti a livello regionale Leggi e regolamenti esistenti a livello regionale n Per quanto riguarda la categorie di leggi e regolamenti esistenti a livello regionale : n La Decisione n° 351 dell Accordo di CartagenaAccordo di Cartagena n LALENA LALENA n La Direttiva comunitaria 96/9/CE

123 La Decisione n. 351 dellAccordo di Cartagena La Decisione n° 351 dell Accordo di Cartagena n Concluso il 17 dicembre 1993 tra Bolivia, Colombia, Equador, Perù e Venezuela. n Art. 4: lista esemplificativa di categorie di opere ripetto alle quali i Paesi membri sono tenuti ad assicurare una tutela ed il punto 11) della lista contempla le antologie o le compilazioni di opere diverse come le banche dati che, per la selezione o lorganizzazione della materia, costituiscono delle creazioni personali.

124 La Decisione n. 351 dellAccordo di Cartagena segue La Decisione n° 351 dell Accordo di Cartagena n Art. 28 : le banche dati sono protette a condizione che la scelta o la disposizione della materia costituisca una creazione intellettuale. La protezione accordata non si estende ai dati o alle informazioni compilate, ma non ha alcuna incidenza sui diritti che possono esistere sulle opere o gli elementi che le costituiscono. n La Decisione riconosce anche il diritto morale (art. 11).

125 LALENA ALENA - Accordo di libero scambio nord-americano (vigore 1 gennaio 1994) n Lart garantisce la protezione delle opere prese in considerazione dallart. 2 della Convenzione di Berna nonché tutte le altre opere originali.. Convenzione di Berna n Precisa che..sono da ritenersi incluse le opere di compilazione di dati o di altri elementi, siano esse riprodotte su supporto leggibile da una macchina che in qualsiasi altra forma, sempre che per la scelta o la disposizione delle materie, costituiscano delle creazioni intellettuali.

126 Leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale n Quasi tutti gli Stati hanno una normativa contenente disposizioni che esplicitamente prevedono la protezione, in base al diritto dautore, delle raccolte di opere letterarie ed artistiche come le enciclopedie e le antologie

127 Leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Segue Leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale n …des dispositions spécifiques concernant la protection au titre du droit dauteur des recueils ou compilations déléments autres que des œuvres, telles que des bases de données, existent dans les lois des pays suivants : Allemagne, Argentine, Arménie, Bahreïn, Bélarus, Bosnie Herzégovine, Bulgarie, Canada, Chine, Costa Rica, Croatie, El Salvador, Espagne, Estonie, États Unis dAmérique, Fédération de Russie, Grèce, Hongrie, Inde, Japon, Kazakstan, Kenya, Kirghizistan, Lettonie, Madagascar, Malte, Mexique, Niger, Nouvelle Zélande, Oman, Ouzbékistan, Panama, Pérou, Pologne, République de Moldova, République dominicaine, Roumanie, Slovénie, Thaïlande, Turquie, Ukraine, Venezuela

128 Leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Norme nazionali - Requisiti richiesti per laccesso alla tutela n Tutela dautore di compilazioni e raccolte, nella maggior parte dei casi tali produzioni risultano protette solo a condizione di originalità n Requisiti tendenza generale a seguire la lettera (con alcune varianti minori) dellart. 2.5 della Convenzione di Berna scelta o disposizione delle materie

129 Protezione sui generis sulle banche dati: norme internazionali e normativa esistente a livello regionale n Inesistenza di norme di diritto internazionale che dispongono una protezione sui generis delle banche dati n Normativa regionale Direttiva 96/9

130 Tutela sui generis in forza di leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale n Normative nazionali (ante recepimento Direttiva): nellordinamento di 6 Paesi : Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Islanda e Messico Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Islanda Messico n Durata: No nuovo computo della durata in conseguenza di aggiornamenti o modifiche. Durata

131 Tutela sui generis in forza di leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Diritto di catalogo (Paesi scandinavi*) n i cataloghi, le tavole e le opere similari che raccolgono un gran numero di informazioni non possono essere copiati senza il consenso di colui che le ha realizzate prima che siano trascorsi 10 anni a partire dalla fine dell'anno nel corso del quale l'opera è stata divulgata… art. 70 della l.d.a. danese del anni n Lascia impregiudicati eventuali diritti sottostanti n (*Danimarca, Finlandia, Norvegia, Svezia, Islanda)

132 Tutela sui generis in forza di leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Legge federale Messicana protezione sui generis n Art. 108 Legge federale sul diritto dautore n La protezione prevista per le banche dati originali è estesa alle banche dati non originali n Titolare: il fabbricante n Durata: 5 anni Durata

133 Tutela sui generis in forza di leggi e regolamenti esistenti a livello nazionale Legge federale Messicana contenuto del diritto n Al fabbricante si riconosce il diritto: n i) di riproduzione permanente o provvisorio, totale o parziale, attraverso qualsiasi mezzo e sotto qualsiasi forma ; n ii) di traduzione, di adattamento, di riorganizzazione e di ogni altra modifica n iii) di distribuzione delloriginale o di copie della banca dati ; n iv) di comunicazione pubblica ; n v) di riproduzione, di distribuzione o di comunicazione pubblica dei risultati delle operazioni previste al punto ii).


Scaricare ppt "1 TUTELA GIURIDICA DELLE BANCHE DATI Sandro Di Minco Informatica giuridica A.A. 2005/06 UNIVERSITÀ G. Dannunzio Chieti - Pescara."

Presentazioni simili


Annunci Google