La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IST. ECONOMIA POLITICA 1 – A.A. 2012/13 – LEZIONE 3 Docente Marco Ziliotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IST. ECONOMIA POLITICA 1 – A.A. 2012/13 – LEZIONE 3 Docente Marco Ziliotti."— Transcript della presentazione:

1 IST. ECONOMIA POLITICA 1 – A.A. 2012/13 – LEZIONE 3 Docente Marco Ziliotti

2 La domanda di oggi (Lez.3) Cosa accade al prezzo delle camere dalbergo in Costa Brava (SPAGNA), quando linverno è mite in Gran Bretagna?

3 La risposta di oggi (Lez. 3) In questo caso si tratta di beni SOSTITUTI. Il bel tempo in UK riduce la DOMANDA DI VACANZE degli Inglesi in Spagna, e quindi una diminuzione della domanda sul mercato delle camere dalbergo della Costa Brava.

4 Problema 1.1 Franco ha lavoro estivo flessibile: 1 g. di vacanza a scelta Ipotesi: in ferie prossimo martedì (al parco giochi con Giorgio) Prezzi: biglietto entrata 15 Euro/persona + 5 Euro ciascuno per benzina e parcheggio Valore della giornata per Franco: 45 Euro Valore del lavoro per Franco: 10 Euro per poterlo svolgere( anche se non riceve stipendio)

5 Problema 1.1 DOMANDE: a. Se Franco riceve 10 Euro/giorno quando lavora, gli conviene andare al parco giochi? b. E se guadagna 15 Euro/giorno? c. E se guadagna 20 Euro/giorno?

6 Problema 1.1 – Risposta 1a RISPOSTA: Il costo per Franco di andare al parco giochi: 15 (biglietto dentrata) + 5 (benzina e parcheggio) + 10 (soddisfazione persa per non aver lavorato) + 10 (guadagno perso) = = 40. Il beneficio di andare al parco giochi è di 45. CONCLUSIONE: visto che beneficio è maggiore dei costi (45 > 40), gli conviene andare.

7 Problema 1.1 – Risposta 1b RISPOSTA: In questo il costo per Franco di andare al parco giochi è = 45. Il beneficio di andare al parco giochi è sempre di 45. CONCLUSIONE: in questo caso Franco è indifferente se andare oppure no.

8 Problema 1.1 – Risposta 1c RISPOSTA: In questo il costo per Franco di andare al parco giochi è = 50. Il beneficio di andare al parco giochi è sempre di 45. CONCLUSIONE: visto che beneficio è inferiore ai costi (45 <50), non gli conviene andare.

9 Problema 1.2 Anna coltiva funghi su terreno dietro casa I funghi raddoppiano di volume in un anno, e vengono venduti ad un prezzo unitario (es. 10 /unità) Marco chiede a Anna prestito 200 per un anno Quale tasso di interesse Anna deve chiedere a Marco per non rimetterci?

10 Problema Risposta Se Anna si tenesse i 200 e li investisse per acquistare altri funghi, alla fine dellanno si ritroverebbe con 400 in più di funghi da vendere. Pertanto Marco deve dare ad Anna 200 di interesse affinché Anna non perda denaro in seguito al prestito.

11 Problema 1.3 La mensa di università A costa 500 /semestre, qualunque sia la q.tà di cibo. Lo studente medio consuma 250 kg di cibo ogni semestre. Nelluniversità B la tariffa di 500 /semestre dà diritto a consumare pasti fino a 250 kg di cibo; se uno studente mangia di più, deve pagare di più. Se mangia di meno, riceve rimborso. Con studenti razionali, in quale università il consumo medio di cibo è più elevato?

12 Problema Risposta Ipotesi: chiunque trae una soddisfazione decrescente da ciascun kilogrammo di cibo allaumentare del consumo. Alluniversità A, tutti mangeranno finché il beneficio addizionale di consumare un altro kilogrammo di cibo sia pari a 0, perché questo è il costo di ciascun kilogrammo. Quindi il consumo medio di cibo è più elevato nella università A.

13 Problema 1.5 Bruno e Chiara invitano 50 persone per loro anniversario di matrimonio. Il locale chiede 5 /persona per cibo e 2 /persona per bevande Altri costi: gruppo musicale 300 e sala 200. Se decidono di invitare altre 10 persone, quale prezzo Bruno e Chiara devono pagare in più?

14 Problema Risposta Il noleggio del locale e del complesso musicale sono costi fissi. La ristorazione comporta un costo di 10 per ospite ( 500 di tariffa/50 ospiti). Pertanto invitare altre 10 persone comporterebbe un costo aggiuntivo di soli 70.

15 Problema 1.8 Costi pullman gita a Venezia: 500 noleggio, 100 autista, 75 pedaggi. Costo autista: non rimborsabile. Disdetta con almeno 7 gg. di preavviso, con penale di 50. Biglietto singolo: 18. Quale è il numero minimo di partecipanti per evitare di cancellare il viaggio?

16 Problema Risposta Mancando più di una settimana alla partenza, il costo di 100 per lautista e la penale di 50 per la disdetta sono costi non recuperabili. Se il viaggio ha effettivamente luogo, i costi aggiuntivi saranno i restanti 450 del noleggio del pullman più gli 75 di pedaggio, per un totale di 525 di costi aggiuntivi. Il viaggio si fa se sono venduti almeno 30 biglietti, dato che il ricavo totale ( 540) sarà superiore al costo aggiuntivo.

17 Problema Risposta IL VIAGGIO SI FAIL VIAGGIO NON SI FA AUTISTA-100 PENALE0-50 PEDAGGIO-750 NOLEGGIO-5000 TOTALE Se il viaggio: NON si fa: perdita di 150 SI FA, ma con solo 20 persone: entrate= 20x18= =perdita di 315 ( maggiore di 150) SI FA, ma con 30 persone: entrate= 30x18= = perdita di solo 135(minore di 150) – è meglio.

18 Problema 2.1 Ipotesi: tè e limoni sono beni complementari, ma tè e caffè sono sostituti. a. Un tetto max a prezzo del tè può influenzare il prezzo dei limoni? Come? b. Un tetto max a prezzo del tè può influenzare il prezzo del caffè? Come? 18

19 Problema 2.1 – Risposta 1a Limposizione di un tetto massimo al prezzo del tè provoca una riduzione della quantità acquistata da Q1 a Q2 (riquadro di sinistra di Figura EX2.1a). Il risultato è uno spostamento verso sinistra della domanda di limoni che ha come risultato una riduzione sia del prezzo sia della quantità venduta (riquadro di destra di Figura EX2.1a). 19

20 Figura EX2.1a 20

21 Problema 2.1 – Risposta 1b Il tetto massimo al prezzo del tè fa diminuire la quantità di tè a disposizione delle persone che lo vogliono acquistare da Q1 t a Q2t. Al prezzo massimo P2 t, vi è un eccesso di domanda di tè, e parte di questo eccesso si trasferisce a prodotti sostitutivi come il caffè (Figura EX2.1b). Il risultato è che il prezzo di equilibrio del caffè aumenta. 21

22 Figura EX.2.1b 22

23 Problema 2.2 Nel mercato dei DVD le curve di domanda e di offerta sono: P = 42 – Q D e P = 2 Q S a. Quanti DVD sono scambiati al prezzo di 35? E al prezzo di 14? Quali soggetti (consumatori/venditori) sono insoddifatti a questi prezzi? b. Quanti DVD venduti in eq.? c. Quanto è il ricavo complessivo dalle vendite? 23

24 Problema 2.2 – Risposta 2a Ai prezzi di 35 e 14 le unità scambiate sul mercato saranno 7. Con P = 35 resteranno insoddisfatti i venditori, con P = 14 resteranno insoddisfatti i consumatori (Figura EX2.2). 24

25 Figura EX

26 Problema 2.2 – Risposta 2b CALCOLI: Q D = 42 – P = Q S = P/2 3/2P = 42 P = 28 e Q = 14 (diagramma in Figura EX2.2) La domanda e lofferta si intersecano nel punto che corrisponde a un prezzo di equilibrio pari a 28 e a una quantità di equilibrio pari a

27 Problema 2.2 – Risposta 2c Il valore totale delle vendite in quel punto è pari a (28)(14) =

28 Problema 2.4 Usando i grafici, mostrare i cambiamenti attesi in base agli scenari descritti. a. Petrolio greggio: riserve in calo, più difficile estrarre e produrre petrolio. b. Trasporto aereo: timore di attentati induce parecchia gente ad evitare viaggi in aereo c. Trasporto ferroviario: timore di attentati induce parecchia gente ad evitare viaggi in aereo d. Turismo a Genova in occasione del G8: timore attentati e. Latte: ormone OGM consente di ridurre i costi 28

29 29 Problema 2.4 – Risposta 4a P (petrolio) P1 0 Q1 Q (petrolio) S1S1 Equilibrio iniziale D P2 Nuovo equilibrio S2S2 Q2

30 30 Problema 2.4 – Risposta 4b P (viaggi aerei) P1 0 Q1 Q (viaggi aerei) S1S1 Equilibrio iniziale D1 P2 Nuovo equilibrio Q2 D2

31 31 Problema 2.4 – Risposta 4c P (viaggi in treno) P2 0 Q2 Q (viaggi in treno) S1S1 Nuovo equilibrio D2 P1 Equilibrio iniziale Q1 D1

32 32 Problema 2.4 – Risposta 4d P (servizi hotel) P1 0 Q1 Q (servizi hotel) S1S1 Equilibrio iniziale D1 P2 Nuovo equilibrio Q2 D2

33 33 Problema 2.4 – Risposta 4e P (latte) P1 0 Q2 Q (latte) S2 Nuovo equilibrio D P1 Equilibrio iniziale S1 Q1

34 Problema 2.6 Mercato del vino: Q D = 500 – 20P Q S = 180P – 400 a. Prezzo e q.tà di equilibrio? b. Come cambia eq. se, a causa di grandinata, la nuova offerta diventa Q S = 180P – 900? c. Cosa accade se Stato impone prezzo max = 5? 34

35 Problema 2.6 – Risposta 6a Prezzo e q.tà di equilibrio : Q D = 500 – 20P = Q S = 180P – 400 Risultati: P = 4,5, mentre Q =

36 36 Q (vino) 0 P (vino) D S P* = 4,5 Q* = 410 Problema 2.6 – Risposta 6a

37 Problema 2.6 – Risposta 6b Prezzo e q.tà di equilibrio : Q D = 500 – 20P = Q S = 180P – 900 Risultati: P = 7, mentre Q = 360. La funzione di offerta è spostata verso l'alto ed il nuovo equilibrio si ottiene in corrispondenza dell'eguaglianza tra la nuova curva di offerta e la vecchia curva di domanda. 37

38 38 Q (vino) 0 P (vino) D S1 P1* = 4,5 Q1* = 410 Problema 2.6 – Risposta 6b S2 P2* = 7 Q1* = 360 PMax=5

39 Problema 2.6 – Risposta 6c In corrispondenza di un prezzo massimo pari a 5: - la quantità domandata è Q D = = 400, - la quantità offerta è Q S = = 0. In sostanza le imprese non offrono più vino, mentre i consumatori ne domandano 400 unità e ciò causa un eccesso di domanda esattamente pari a


Scaricare ppt "IST. ECONOMIA POLITICA 1 – A.A. 2012/13 – LEZIONE 3 Docente Marco Ziliotti."

Presentazioni simili


Annunci Google