La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Società a responsabilità limitata Lorenzo Benatti Parma, 10 novembre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Società a responsabilità limitata Lorenzo Benatti Parma, 10 novembre 2011."— Transcript della presentazione:

1

2 Società a responsabilità limitata Lorenzo Benatti Parma, 10 novembre 2011

3 Elementi Caratteristici s.r.l. art. 2462: nella srl, come nella spa, «per le obbligazioni sociali risponde soltanto la società con il suo patrimonio», art. 2468, 2° c.: «le partecipazioni dei soci non possono essere rappresentate da azioni né costituire oggetto di sollecitazione allinvestimento».

4 Principi ispiratori nuova disciplina Dalla legge delega: –prevedere un autonomo ed organico complesso di norme, anche suppletive, modellato sul principio della rilevanza centrale del socio e dei rapporti contrattuali tra i soci, –prevedere unampia autonomia statutaria, –prevedere la libertà di forme organizzative, nel rispetto del principio di certezza nei rapporti con i terzi. Dalla relazione al D.Lgs. n. 6 del 17/01/2003: –la s.r.l. si presenta come una società personale la quale pur godendo del beneficio della responsabilità limitata, può essere sottratta alle rigidità di disciplina richieste per la società per azioni.

5 Costituzione (art. 2463) La disciplina ricalca quella prevista per la s.p.a. cui si rinvia in abbondanza. Capitale minimo Euro. Si segnala che la società può essere contratta a tempo indeterminato (attenzione al recesso se a tempo indeterminato).

6 I Conferimenti (art. 2464) Sono conferibili tutti gli elementi dellattivo suscettibili di valutazione economica denaro, beni in natura e crediti, opera o servizi.

7 Conferimenti in denaro versamento allatto della sottoscrizione del 25%, se unico socio 100%, il versamento può essere sostituito da una assicurazione o da una fidejussione bancaria.

8 Conferimenti in natura o di crediti (art. 2465) vanno interamente liberati allatto della sottoscrizione, deve essere presentata una relazione di stima redatta da un iscritto al registro dei revisori contabili, non è previsto il controllo della stima da parte degli amministratori, il procedimento si applica agli acquisti potenzialmente pericolosi.

9 Conferimenti dopera o di servizi (art. 2464, c. 6) sono imputati a capitale a condizione che siano garantiti per lintero valore da assicurazione o fidejussione che possono essere sostituite da una cauzione in denaro, interrogativi: –sono conferimenti di patrimonio (come nelle società di persone) o di capitale? –come avviene limputazione a capitale e qual è la contropartita? –quando si estingue lobbligo del socio di garantire la prestazione. –occorre una relazione di stima?

10 Inadempienza del socio (2466) Inadempienze: –mancato versamento decimi richiamati, –Scadenza/inefficacia garanzie. Procedimento: –diffida, –esecuzione o acquisto da parte altri soci, –vendita a rischio e pericolo del socio, –esclusione.

11 Partecipazione sociale (2468 ss) La partecipazione in s.rl. è la misura nella quale spettano i diritti ai soci e solo se lA.C. non dispone diversamente è proporzionale al conferimento E possibile lattribuzione a singoli soci di particolari diritti riguardanti lamministrazione o la distribuzione degli utili (art c. 3).

12 Trasferibilità della partecipazione (2469) La partecipazione è naturalmente trasferibile. E possibile prevedere clausole limitative del trasferimento fino al divieto completo di trasferimento. Se è prevista intrasferibilità o clausola molto restrittiva il socio o gli eredi hanno diritto di recedere

13 Forma dellatto di trasferimento (2470) Scrittura privata con firme autentiche. Deposito allufficio del registro delle imprese. La prima iscrizione in buona fede prevale in caso di conflitto tra più acquirenti. Non è richiesta liscrizione del trasferimento nel libro soci, la cui tenuta non è più obbligatoria. Il trasferimento ha effetto dal momento delliscrizione nel registro delle imprese.

14 Altre norme relative alla partecipazione Responsabilità alienante per versamenti ancora dovuti (art. 2472). Divieto di compiere operazioni sulle proprie partecipazioni (art. 2474). Pegno, usufrutto e sequestro di partecipazioni (art bis). Esecuzione forzata sulle partecipazioni (art. 2471).

15 Natura della partecipazione? Insieme di diritti, posizione contrattuale oggettivizzata da considerarsi come un bene immateriale, dopo riforma trasferimento è assimilabile a un bene mobile registrato.

16 Recesso del socio (2473 e altri) casi previsti dallatto costitutivo, ai soci che non abbiano consentito a determinate deliberazioni, in ogni momento se la società è contratta a tempo indeterminato, salvo preavviso, quando è prevista intrasferibilità quote o clausola molto restrittiva del trasferimento, aumento di capitale senza concedere opzione ai soci.

17 Recesso del socio liquidazione della quota in proporzione al patrimonio al momento del recesso, in caso di disaccordo la quota di liquidazione è determinata da un esperto nominato dal tribunale gli altri soci possono acquistare la quota o farla acquistare la liquidazione deve avvenire preferibilmente con riserve disponibili, altrimenti riducendo il capitale (i creditori possono opporsi)

18 Organizzazione della s.r.l. Tre organi come nella spa: –soci, –amministratori, –sindaci o revisore (non sempre obbligatori) E possibile lamministrazione dei soci? Rinvio

19 Decisioni dei soci (2479 ss) Lassemblea è obbligatoria solo per modifiche atto costitutivo e decisioni di compiere operazioni che comportino sostanziale modifica oggetto sociale. Negli altri casi è possibile, se previsto dallatto costitutivo, che la decisione sia adottata attraverso consultazione scritta o consenso espresso per iscritto.

20 Documentazione decisioni (2478 n. 2) Se si svolge lassemblea va redatto verbale, –se si tratta di modifica dellatto costitutivo il verbale deve essere redatto da un notaio se la decisione è adottata tramite consultazione scritta o consenso scritto va conservata la relativa documenta-zione. Verbali e documenti formeranno il libro delle decisioni dei soci.

21 Convocazione e costituzione dellassemblea (2479-bis) Le modalità convocazione sono stabilite dallatto costitutivo, in mancanza raccomandata almeno otto giorni prima dellassemblea; è ammessa assemblea totalitaria. Deve essere nominato un presidente che accerta legittimazione presenti, è ammessa la rappresentanza.

22 Quorum decisionali Se si tiene assemblea: –delibere modificative atto costitutivo: voto favorevole dei soci che rappresentino almeno la metà del capitale sociale, –altre delibere: presenza di tanti soci che rappresentino almeno la metà del capitale sociale e voto favorevole della maggioranza del capitale presente. –Se non si tiene assemblea: consenso dei soci che rappresentino almeno la metà del capitale sociale.

23 Invalidità delle decisioni (2479-ter, 1° c.) Invalidità meno grave (Annullabilità) Limpugnazione riguarda le delibere contrarie alla legge o allatto costitutivo. Il termine di novanta giorni decorre sempre dalla data della trascrizione nel libro delle delibere dei soci. Legittimati: soci non consenzienti, ciascun amministratore, collegio sindacale. Il tribunale, qualora ne ravvisi lopportunità e ne sia fatta richiesta dalla società o da chi ha proposto limpugnativa, può assegnare un termine non superiore a centottanta giorni per ladozione di una nuova decisione idonea ad eliminare la causa di invalidità. Si richiamano norme procedimento s.p.a.

24 Invalidità grave (nullità) Se hanno oggetto illecito o impossibile, o se sono state prese in assenza assoluta di informazione, possono essere impugnate da chiunque vi abbia interesse entro tre anni dalla trascrizione nel libro delle decisioni. Se modificano loggetto sociale prevedendo attività impossibili o illecite, non vi sono limiti di tempo per limpugnazione.

25 Amministrazione art comma 1: Salvo diversa disposizione dellatto costitutivo, lamministrazione della società è affidata a uno o più soci nominati con decisione dei soci presa ai sensi dellarticolo 2479 c.c. Osservazioni: –amministratori amministratori anche non soci –possibilità possibilità di non nominare amministratori? –piena piena legittimità amministrazione a tempo indeterminato, –rimangono rimangono ampi spazi delegificati saranno colmati dalla giurisprudenza, è opportuno che la disciplina sia integrata statutariamente.

26 Modelli di amministrazione Amministrazione unipersonale, Amministrazione pluripersonale –collegiale –non collegiale amministrazione disgiuntiva amministrazione congiuntiva É possibile introdurre una clausola statutaria che preveda che non siano nominati amministratori?

27 Amministrazione ai soci? Per amministrazione dei soci si possono intendere due situazioni: – quella in cui si riservi lincarico di amministratori a persone socie; questo in effetti è quanto accade se lA.C. non dispone diversamente (art. 2475, 1° comma); – quella in cui il ruolo di amministrazione sia riservato ai soci; questo concetto può essere inteso nel senso che: lamministrazione è affidata ai soci in quanto tali (le decisioni amministrative sono prese come decisioni dei soci con metodo assembleare o non assembleare), gli amministratori, organo funzionalmente distinto dai soci, sono le stesse persone dei soci (con lo stesso effetto che si ha quando lo statuto nulla dispone). Questa seconda interpretazione appare corretta alla luce del quinto comma dellart il quale prevede che la redazione del progetto di bilancio e dei progetti di fusione o scissione, nonché le decisioni di aumento del capitale ai sensi dellart c.c. sono in ogni caso di competenza dellorgano amministrativo.

28 Decisioni in tema di amministrazione rimesse ai soci Nelle s.r.l., diversamente da quanto avviene nelle s.p.a., il confine tra le competenze dei soci (assemblea) e quelle degli amministratori non è fissa, ma modulabile ad opera dellAtto costitutivo. Lart n. 7 dispone che lA.C. deve indicare le norme relative al funzionamento della società, indicando quelle concernenti lamministrazione, la rappresentanza e la ripartizione di competenze tra soci e amministratori.

29 Decisioni rimesse ai soci Lart. 2479, 1° c. stabilisce che i soci decidono sulle materie riservate alla loro competenza dallatto costitutivo, nonché sugli argomenti che uno o più amministratori o tanti soci che rappresentano almeno un terzo del capitale sociale sottopongono alla loro approvazione. Lart. 2468, 3° c., fa salva «la possibilità che latto costitutivo preveda lattribuzione a singoli soci di particolari diritti riguardanti lamministrazione della società o la distribuzione degli utili».

30 Decisioni rimesse ai soci Attenzione però che secondo lart. 2476, 7° c: sono altresì solidalmente responsabili con gli amministratori (…) i soci che hanno intenzionalmente deciso o autorizzato il compimento di atti dannosi per la società, i soci o i terzi. Resta inoltre il limite previsto dal quinto comma dellart secondo il quale la redazione del progetto di bilancio e dei progetti di fusione o scissione, nonché le decisioni di aumento del capitale ai sensi dellart c.c. sono in ogni caso di competenza dellorgano amministrativo.

31 Amministrazione collegiale consiglio amministrazione Non richiamate disposizioni relative al funzionamento del consiglio di amministrazione della s.p.a. LA.C. può prevedere che le decisioni siano adottate mediante consultazione scritta o sulla base del consenso espresso per iscritto.

32 Amministrazione disgiuntiva: art c.c. Se lamministrazione spetta disgiuntamente a più soci, ciascun socio amministratore ha diritto di opporsi alloperazione che un altro voglia compiere prima che sia compiuta. La maggioranza dei soci, determinata secondo la parte attribuita a ciascun socio negli utili, decide sullopposizione

33 Amministrazione congiuntiva: art c.c. Se lamministrazione spetta congiuntamente a più soci, è necessario il consenso di tutti i soci amministratori per il compimento delle operazioni sociali; i singoli amministratori non possono compiere da soli alcun atto, salvo che vi sia urgenza di evitare un danno alla società.

34 Rappresentanza: confronto s.r.l./s.p.a. 2463, n. 7 e 8: latto costitutivo deve indicare «le norme relative al funzionamento della società, indicando quelle concernenti lamministrazione e la rappresentanza; le persone cui è affidata lamministrazione …» bis «Gli amministratori hanno la rappresentanza generale della società. Le limitazioni ai poteri degli amministratori che risultano dallatto costitutivo o dallatto di nomina, anche se pubblicate, non sono opponibili ai terzi, slavo che si provi che questi abbiano agito intenzionalmente a danno della società». Secondo lart è lo statuto che indica quali amministratori hanno la rappresentanza, oppure può attribuire al consiglio la competenza relativa «Il potere di rappresentanza attribuito agli amministratori dallo statuto o dalla deliberazione di nomina è generale. Le limitazioni ai poteri degli amministratori che risultano dallo statuto o da una decisione degli organi competenti non sono opponibili ai terzi, anche se pubblicate, salvo che si provi che questi abbiano intenzionalmente agito a danno della società».

35 Conflitto di interessi (2475-ter) i contratti conclusi dagli amministratori in conflitto di interessi possono essere annullati dalla società, se il conflitto era conosciuto o conoscibile dal terzo (comma 1) in presenza di amministrazione collegiale rimane annullabile la decisione adottata in conflitto di interessi (comma 2) –il voto del consigliere in conflitto deve essere stato determinante, –la decisione deve cagionare un danno patrimoniale alla società, –non imposto comportamento al consigliere, –non prevista responsabilità amministratore per danno cagionato

36 Responsabilità amministratori diversità rispetto s.p.a. Responsabilità verso la società (2476, 1° c.) –azione proposta dai soci (2476, 3° c.), –non è prevista un azione proposta dalla società. Non è prevista unazione di responsabilità da parte dei creditori sociali. Manca norma su azione nelle procedure concorsuali. Confermata responsabilità verso terzi e singoli soci (2476, 6° c.).

37 Responsabilità amministratori «Gli amministratori sono solidalmente responsabili verso la società dei danni derivanti dallinosservanza dei doveri ad essi imposti dalla legge e dallatto costitutivo per lamministrazione della società. Tuttavia la responsabilità non si estende a quelli che dimostrino di essere esenti da colpa e, essendo a cognizione che latto si stava per compiere, abbiano fatto constare del loro dissenso» (2476, 1° c.).

38 Azione responsabilità «Lazione di responsabilità contro gli amministratori è proposta da ciascun socio, il quale può altresì chiedere, in caso di gravi irregolarità nella gestione della società, che sia adottato provvedimento cautelare di revoca degli amministratori medesimi. In tal caso il giudice può subordinare il provvedimento alla prestazione di apposita cauzione» (2476, 3° c.).

39 Controllo da parte dei soci Chiaramente collegato allazione di responsabilità proposta da ogni socio è il nuovo potere di controllo, che lart (2° c.) gli attribuisce: «i soci che non partecipano allamministrazione hanno diritto di avere dagli amministratori notizie sullo svolgimento degli affari sociali e di consultare, anche tramite professionisti di loro fiducia, i libri sociali ed i documenti relativi allamministrazione». Il potere non è collegato alla presenza o meno del collegio sindacale.

40 Recupero spese azione «In caso di accoglimento della domanda la società, salvo il suo diritto di regresso nei confronti degli amministratori, rimborsa agli attori le spese di giudizio e quelle da essi sostenute per laccertamento dei fatti» (2476, 4° c.).

41 Rinuncia e transazione «Salvo diversa disposizione dallatto costitutivo, lazione di responsabilità contro gli amministratori può essere oggetto di rinuncia o transazione da parte della società, purché vi consenta la maggioranza dei soci rappresentante almeno i due terzi del capitale sociale e purché non si oppongano tanti soci che rappresentano almeno il decimo del capitale sociale» (2476, 5° c.).

42 Responsabilità verso i terzi «Le disposizioni dei precedenti commi non pregiudicano il diritto al risarcimento del danno spettante al singolo socio o al terzo che sono stati direttamente danneggiati da atti colposi o dolosi degli amministratori» (2476, 6° c.). La norma è identica a s.p.a.: 2395, 1° c.

43 Ancora sulla responsabilità 2476, 7° c: «sono altresì solidalmente responsabili con gli amministratori, ai sensi dei precedenti commi, i soci che hanno intenzionalmente deciso o autorizzato il compimento di atti dannosi per la società, i soci o i terzi». 2476, 7° c: «lapprovazione del bilancio da parte dei soci non implica liberazione degli amministratori e dei sindaci per le responsabilità incorse nella gestione».

44 Collegio sindacale nella s.r.l. La nomina del collegio sindacale è obbligatoria: –se il capitale sociale non è inferiore a quello minimo stabilito per le società per azioni (2477, 2° c.), –se vengono superati i limiti previsti dallarticolo 2435-bis del codice civile (2477, 3° c. lett. c), ossia aver superato per due esercizi almeno due limiti tra: 50 dipendenti; di totale attivo, di ricavi, –se la società è tenuta alla redazione del bilancio consolidato (2477, 3° c. lett. a), –se la società controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti (2477, 3° c. lett. b). Nei casi in cui è obbligatoria la nomina del collegio sindacale «si applicano le disposizioni in tema di società per azioni» (2477, 4° c.). Nel caso di superamento dei limiti per la redazione del bilancio in forma abbreviata lobbligo viene meno se per due esercizi non vengono più superati due dei limiti citati. Se latto costitutivo non dispone diversamente, la revisione legale dei conti è esercitata dal collegio sindacale (2477, 4° c.).

45 Requisiti sindaci s.r.l. La norma non ne parla, ma: –rinvio a disciplina s.p.a. induce a ritenere che i sindaci devono godere i requisiti previsti dallart e 2409bis; –poiché normalmente il collegio effettua anche controllo contabile, tutti i sindaci di s.r.l. dovranno essere iscritti nel registro dei revisori contabili; –solo se viene istituito anche il revisore contabile (per scelta dellA.C.) un solo sindaco dovrà essere revisore, mentre gli altri dovranno avere i requisiti previsti dal Decreto Min. Giustizia (commercialisti, ragionieri, consulenti lavoro e avvocati).

46 2409 nelle s.r.l. Lapplicazione del procedimento dettato dallart c.c. alle s.r.l. non è prevista, in quanto è possibile la revoca cauzionale degli amministratori. Forti contrasti in giurisprudenza chiusi con una pronuncia della Consulta. La questione è stata riaperta con riferimento alla percorribilità da parte dei sindaci. Si rinvia ad esame s.r.l.

47 Libri sociali obbligatori (2478) Libri prescritti dalart. 2214, (libro dei soci), libro delle decisioni dei soci, libro delle decisioni degli amministratori, libro delle decisioni del collegio sindacale.

48 Bilancio (2478-bis) Ampio rinvio a disciplina spa

49 Distribuzioni utili (2478-bis) la decisione dei soci che approva il bilancio decide sulla distribuzione degli utili ai soci, ricalca disciplina spa

50 Aumento di capitale (2481, bis) Attribuzione delega agli amministratori. Diritto di sottoscrizione da parte dei soci (opzione). Modalità, termini e sovrapprezzo sono stabiliti dalla decisione di aumento. Aumento parziale ammesso solo se previsto da decisione

51 Aumento gratuito (art ter) Passaggio di riserve a capitale. La quota di partecipazione resta immutata.

52 Riduzione capitale volontaria (art. 2482) Rimborso conferimenti o liberazione versamenti non eseguiti. i creditori possono opporsi (tre mesi).

53 Riduzione capitale per perdite (2482- bis, 2482-ter e 2482-quater) Disciplina analoga a s.p.a. E esclusa ogni modificazione delle quote di partecipazione e dei diritti spettanti ai soci.

54 Srl unipersonale società con unico socio, società costituita per atto unilaterale, disciplina analoga a spa

55 Finanziamenti dei soci (2467) il loro rimborso è postergato alla soddisfazione dei creditori e se avvenuto nellanno precedente al fallimento deve essere restituito, se concessi in un momento in cui risulta un eccessivo squilibrio finanziario e sarebbe stato ragionevole un conferimento.

56 Titoli di debito solo se lA.C. lo prevede, possono essere sottoscritti solo da operatori specializzati, in caso di circolazione chi li cede risponde della solvenza nei confronti di acquirenti che non siano operatori specializzati.

57 Lorenzo Benatti Società a responsabilità limitata


Scaricare ppt "Società a responsabilità limitata Lorenzo Benatti Parma, 10 novembre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google