La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIFFERENZA TRA TASSI DI INTERESSE E RENDIMENTI Federica Ielasi 10 novembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIFFERENZA TRA TASSI DI INTERESSE E RENDIMENTI Federica Ielasi 10 novembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 DIFFERENZA TRA TASSI DI INTERESSE E RENDIMENTI Federica Ielasi 10 novembre 2010

2 2 I TASSI NOMINALI E REALI Il tasso di interesse nominale non considera linflazione Il tasso di interesse reale tiene conto delle variazioni previste nel livello dei prezzi (inflazione), in modo da riflettere più esattamente leffettivo costo di un prestito Ir = I – INFLAZIONE ATTESA Tasso reale ex ante vs. tasso reale ex post

3 IL TASSO DI INTERESSE REALE NETTO Per un soggetto che rientri nello scaglione dimposta del 30%, il tasso di interesse netto che può essere percepito su unobbligazione che rende il 10% è soltanto del 7%; Il tasso di interesse reale netto equivale al tasso di interesse nominale dedotto del pagamento dellimposta sul reddito, meno il tasso di inflazione previsto 3

4 444 INFLAZIONE E VARIABILITA DEI TASSI I tassi nominali sono di norma sopra linflazione: tasso reale positivo.

5 5 I LIMITI DEL TRES: LIPOTESI DELLHOLDING PERIOD Il tasso di rendimento si compone di diversi elementi frutti relativi alla componente per interessi frutti relativi alla componente per capitale La componente capitale è certa solo se lholding period coincide con la durata residua del titolo Ma se vendo il mio titolo prima della scadenza?

6 6 I LIMITI DEL TRES: LIPOTESI DELLHOLDING PERIOD Se il prezzo di vendita è diverso dal valore nominale, avrò una componente di rendimento connessa al capitale Esempio. Quale sarebbe il tasso di rendimento su un obbligazione acquistata a euro e venduta un anno dopo per 800 euro? L obbligazione ha un valore nominale di euro e un tasso cedolare annuo dell 8%. Per un investimento di un anno, avrei

7 I LIMITI DEL TRES: LIPOTESI DELLHOLDING PERIOD Se lholding period è superiore a un anno, utilizzo la formula del TRES, ma sostituisco al valore nominale finale il prezzo effettivamente ricevuto vendendo il titolo sul mercato Il prezzo di mercato può differire in misura significativa dal valore nominale? 7

8 8 VARIAZIONE DEI TASSI, PREZZO, RENDIMENTO

9 9 VARIAZIONE DEI TASSI, PREZZO, RENDIMENTO: COMMENTI Lunico caso in cui il rendimento è uguale al rendimento a scadenza iniziale è quello in cui la vita residua del titolo coincide con il cosiddetto holding period Un aumento dei tassi dinteresse è associato a una diminuzione dei prezzi dellobbligazione, con conseguente perdita in conto capitale sulle obbligazioni con vita residua maggiore dellholding period

10 10 VARIAZIONE DEI TASSI, PREZZO, RENDIMENTO: COMMENTI Quanto pi ù distante è la scadenza di un obbligazione (la sua vita residua), tanto maggiore è la variazione di prezzo associata a una variazione del tasso d interesse Quanto più distante è la scadenza di unobbligazione (la sua vita residua), tanto più basso è il tasso di rendimento che si ottiene come conseguenza dellincremento del tasso dinteresse Anche se unobbligazione ha una cedola molto appetibile, il suo rendimento può risultare negativo se i tassi dinteresse sono in rialzo

11 11 IL RISCHIO DI TASSO DI INTERESSE Come si è visto, i prezzi e i rendimenti delle obbligazioni a più lungo termine sono più volatili di quelli delle obbligazioni a più breve termine Questa considerazione è importante e ci conduce alla definizione del cosiddetto rischio di tasso dinteresse: rischio legato alla variazione di prezzo dei titoli in risposta cambiamenti dei tassi di interesse di mercato

12 IL RISCHIO DI TASSO DI INTERESSE Il fatto che due obbligazioni abbiano la stessa vita residua non significa che abbiano lo stesso rischio di tasso di interesse… 12

13 IL RISCHIO DI TASSO DI INTERESSE Calcolate il guadagno (o la perdita) in conto capitale a un anno su titoli senza cedola a 10 anni (VN = ) per i quali il tasso di interesse è aumentato dal 10% al 20%. Il prezzo dello zero-coupon è più volatile in risposta alla stessa variazione dei prezzi 13

14 14 IL RISCHIO DI TASSO DI INTERESSE Possiamo avere una misura più precisa del rischio di interesse? L indicatore sintetico è quello della durata media finanziaria (comunemente chiamata duration), vale a dire il tempo di vita medio dei flussi di pagamenti relativi ad un determinato titolo: è la media delle scadenze dei flussi, ponderata con il valore attuale dei flussi La duration permette di misurare la variazione del prezzo di una obbligazione a seguito della variazione dei tassi di interesse di mercato

15 15 LA DURATION NEI TITOLI SENZA CEDOLA Il calcolo della duration applica la formula Esempio - Il calcolo della duration per uno zero coupon bond Partendo dalla formula (20) si calcoli la duration per uno zero coupon bond con vita residua di diciotto mesi La duration coincide con la vita residua solamente nei titoli senza cedola Sulla base disi avrà

16 16 LA DURATION A parità di ogni altra condizione, quanto maggiore è la vita residua di unobbligazione, tanto maggiore è la duration A parità di ogni altra condizione, quando i tassi dinteresse aumentano, la duration dellobbligazione con cedola diminuisce A parità di ogni altra condizione, quanto più elevato è lentità della cedola, tanto minore è la duration dellobbligazione stessa

17 RISCHIO DI REINVESTIMENTO Se lholding period è superiore alla vita residua dellobbligazione, linvestitore è esposto ad unaltra tipologia di rischio: rischio di reinvestimento Il rischio di reinvestimento è importante soprattutto per le obbligazioni con durata più breve 17

18 RISCHIO DI REINVESTIMENTO Quando lholding period è superiore alla vita residua del titolo, linvestitore beneficia di un rialzo dei tassi di interesse. Al contrario, è danneggiato da una diminuzione dei tassi. 18


Scaricare ppt "DIFFERENZA TRA TASSI DI INTERESSE E RENDIMENTI Federica Ielasi 10 novembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google