La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COLLEGAMENTI PERMANENTI 1 EMANUELE MAGRO SEBASTIANO QUADARELLA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COLLEGAMENTI PERMANENTI 1 EMANUELE MAGRO SEBASTIANO QUADARELLA."— Transcript della presentazione:

1 COLLEGAMENTI PERMANENTI 1 EMANUELE MAGRO SEBASTIANO QUADARELLA

2 2

3 DEFINIZIONE 3 Si chiamano collegamenti permanenti o fissi quelli che non consentono più la separazione delle parti

4 COLLEGAMENTI FORZATI 4 I collegamenti forzati sono ottenuti tramite elevate forze d’attrito generate dalle deformazioni elastiche degli stessi elementi da collegare

5 COLLEGAMENTI FORZATI 5 I forzamenti possono avvenire: a freddo a caldo → dilatazione mozzo Osservazione: a volte si usa il sottoraffredda mento dell’albero

6 COLLEGAMENTI CHIODATI 6 I collegamenti sono ottenuti tramite le forze generate da elementi utilizzati appositamente per assicurare il collegamento chiodirivettiribattini

7 CHIODATURE E RIVETTATURE 7 I chiodi sono costituiti da un gambo cilindrico con all’estremità una testa I ribattini sono dei chiodi con una controtesta I rivetti sono dei ribattini di forme particolari

8 COLLEGAMENTI SALDATI 8 La saldatura è un processo tecnologico che consente di realizzare una giunzione stabile fra due o più parti (realizzandone la continuità) mediante la loro parziale fusione in prossimità della giunzione tramite riscaldamento localizzato

9 COLLEGAMENTI SALDATI 9 I processi di saldatura si suddividono in 2 grandi categorie: autogene → fusione metallo base eterogene → non fusione metallo base

10 NORME FONDAMENTALI 10 Norma vigente: UNI EN ISO 2553:2014 Titolo: Saldatura e processi connessi - Rappresentazione simbolica delle saldature sui disegni - Giunti saldati Data entrata in vigore: 13 febbraio 2014

11 INCOLLAGGI 11 Gli incollaggi consistono nel porre una sostanza adesiva tra due parti da collegare Vantaggi: la possibilità di ottenere collegamenti tra materiali diversi leggerezza adesivo

12 INCOLLAGGI 12 I materiali più utilizzati per eseguire incollaggi sono: termoplastici (fondono) termoindurenti (non fondono)


Scaricare ppt "COLLEGAMENTI PERMANENTI 1 EMANUELE MAGRO SEBASTIANO QUADARELLA."

Presentazioni simili


Annunci Google