La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia politica per il quinto anno Scienza delle finanze e diritto tributario.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia politica per il quinto anno Scienza delle finanze e diritto tributario."— Transcript della presentazione:

1 Economia politica per il quinto anno Scienza delle finanze e diritto tributario

2 La finanza locale e comunitaria

3 LA FINANZA LOCALE Principi costituzionali (art. 5 Cost.) Decentramento amministrativo Sistema di regolamentazione della finanza locale Sistema della indipendenza Sistema della dipendenza Sistema misto Le entrate degli enti locali sono costituite da tributi propri Le entrate degli enti locali sono costituite da trasferimenti statali, sovrimposte, sussidi Le entrate degli enti locali sono costituite da tributi propri, trasferimenti, sovrimposte Autonomia

4 Le tappe della realizzazione dell’autonomia della finanza locale LA FINANZA LOCALE Costituzione delle Regioni A statuto speciale (1948-anni Settanta) La finanza locale e comunitaria Legge Bassanini (59/1997) Delega al Governo per il conferimento alle Regioni e agli enti locali di funzioni e compiti per la riforma della p.a. e per la semplificazione amministrativa Legge Costituzionale 3/2001 (modifica del Titolo V della Parte seconda della Costituzione) – Potestà legislativa esclusiva delle Regioni nelle materie non riservate espressamente allo Stato – Attribuzione di tutte le funzioni amministrative ai Comuni

5 La finanza regionale, provinciale e comunale LA FINANZA LOCALE Entrate Spese Prezzi di mercato e sociali (derivanti dalla gestione di beni patrimoniali), prezzi pubblici e politici (derivanti da imprese pubbliche) Originarie La finanza locale e comunitaria Derivate Tasse locali, contributi speciali, imposte (autonome, addizionali, accertate e riscosse dallo Stato), sussidi, trasferimenti dello Stato Correnti In conto capitale

6 L’integrazione europea LA FINANZA COMUNITARIA Nascita della comunità Atto unico europeo Trattato di Maastricht (1992) Parametri di convergenza per l’adozione della moneta unica La finanza locale e comunitaria Trattato di Roma (1957) Obiettivi Libero scambio Unione doganale Unione economica Libera circolazione di beni, servizi, persone, capitali Deficit pubblico/PIL; tasso di inflazione; tasso di cambio; debito pubblico/PIL; tasso di interesse di lungo periodo Patto di stabilità (1997) Vincoli ai Governi degli Stati membri in materia di bilancio

7 La finanza locale e comunitaria Gli organi comunitari LA FINANZA COMUNITARIA Commissione europea Potere esecutivo: propone e attua delibere comunitarie Consiglio dell’Unione europea Potere normativo: regolamenti e direttive Parlamento europeo Controlla la Commissione e approva il bilancio Consiglio europeo Definisce le linee politiche generali comunitarie Corte di giustizia Giudica la validità degli atti comunitari Comitato economico e sociale Organo consultivo in materia di lavoro Corte dei conti Organo di controllo della gestione finanziaria Comitato delle Regioni Organo consultivo su materie regionali Sistema Europeo delle Banche Centrali (SEBC) Definisce e attua la politica monetaria comunitaria; svolge le operazioni sui cambi; detiene e gestisce le riserve ufficiali in valuta estera degli Stati membri; promuove il regolare funzionamento dei sistemi di pagamento; fissa il TUR

8 La finanza locale e comunitaria Il bilancio della Ue LA FINANZA COMUNITARIA È redatto dalla Commissione, approvato dal Parlamento, attuato dagli organi comunitari per sezioni di competenza, soggetto al controllo della Corte dei conti Entrate: compartecipazione al gettito dell’IVA; risorse dei paesi membri in relazione al PIL; prelievi agricoli; dazi doganali; imposta sullo zucchero; altre entrate Spese: stanziamenti di funzionamento, stanziamenti di intervento; altre spese Preventivo e consuntivo Di competenza e di cassa

9 La finanza locale e comunitaria L’armonizzazione fiscale LA FINANZA COMUNITARIA ObiettiviNon alterare la concorrenza sul mercato Evitare l’evasione delle imposte dirette Applicare l’IVA nel paese d’origine


Scaricare ppt "Economia politica per il quinto anno Scienza delle finanze e diritto tributario."

Presentazioni simili


Annunci Google