La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Centro di documentazione Qualita Eccellenza Marchio SAPERI USR Piemonte CONVEGNO SU ETICA E RESPONSABILITA SOCIALE NELLE SCUOLE DEL CAMBIAMENTO Prospettive.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Centro di documentazione Qualita Eccellenza Marchio SAPERI USR Piemonte CONVEGNO SU ETICA E RESPONSABILITA SOCIALE NELLE SCUOLE DEL CAMBIAMENTO Prospettive."— Transcript della presentazione:

1 Centro di documentazione Qualita Eccellenza Marchio SAPERI USR Piemonte CONVEGNO SU ETICA E RESPONSABILITA SOCIALE NELLE SCUOLE DEL CAMBIAMENTO Prospettive di miglioramento nellepoca della social accountability Vito Infante Torino 16/4/2013

2 Approccio alla Social Accountability. Cogente, può essere imposta dalla società Rischio: vincoli al libero sviluppo delle organizzazioni. Es. Controlli sicurezza, SNV, Revisori conti, Accreditamento regionale Volontario, può essere proposta dalle singole organizzazioni in direzione prevalente dei propri utenti/clienti Rischio: un sistema frammentato di etiche di comodo e iniziative dimmagine. Es. ISO 9001, EFQM, CAF, SA 8000 Globale, in collaborazione con tutti gli stakeholder (Mondo del lavoro, governi, lavoratori, consumatori, organizzazioni governative e non – ISO 26000/2010 Schema sulla RA dimpresa) Rischio: mancanza di raccordo tra le parti Vito Infante Torino 16/4/2013

3 Elementi della Rendicontazione sociale Destinatari Oggetto Principi e requisiti Modalità di Controllo e Tempi Evidenze Certificazione Vito Infante Torino 16/4/2013

4 S.A. approccio cogente: Il SNV Destinatari: le scuole, il MIUR, le famiglie Oggetto: apprendimenti Vito Infante Torino 16/4/2013

5 La S.A. nei principi del Total Quality Management Centralità dei cittadini e delle parti interessate Leadership Coinvolgimento Gestione per processi e sistemi Miglioramento continuo Valutazioni su dati di fatto Responsabilità sociale Vito Infante Torino 16/4/2013

6 Sistema cliente Sistema cliente Sistema Cliente scuola Le ISO 9001:2008 Un sistema gestionale di garanzia qualità Certificabile III parte Modelli derivati: Patti Chiari, Marchio Erity dei beni culturali, Marchio Impresa accogliente M. Lavoro… Destinatari: clienti e parti interessate Oggetto: qualità organizzativa Principi e requisiti: TQM Tempi: controllo annuale Evidenze: documentali Certificazione ISO S.A. volontaria: Vito Infante Torino 16/4/2013

7 EFQM / CAF Modello di autovalutazione per leccellenza Vito Infante Fattori Risultati Destinatari: clienti e parti interessate Oggetto: eccellenza Modello riferimento: TQM Modalità : autovalutaz., certificazione, partecipazione ai premi Vito Infante Torino 16/4/2013

8 Approccio volontario AZIENDE ETICHE S.A Questo standard vieta: Le discriminazioni sessuali, di razza, di orientamento politico, sessuale, religioso La mancanza di una Politica etica Il lavoro minorile e il lavoro forzato Orari di lavoro contrari alla legge Retribuzioni non dignitose La mancanza di tutele e libertà sindacali La mancanza di contrattazione collettiva L assenza di sicurezza e salubrità ambienti lavoro Destinatari: Dipendenti e Territorio Oggetto: ETICA Modalità : autovalutaz. E certificazione Destinatari: Dipendenti e Territorio Oggetto: ETICA Modalità : autovalutaz. E certificazione Vito Infante Torino 16/4/2013

9 SAPERI è una mappa -condivisa con tutte le parti interessate- che descrive il territorio della scuola Vito Infante Torino 16/4/2013 Approccio globale

10 I processi S.A.P.E.R.I. SERVIZI APPRENDIMENTI PARI OPPORTUNITA ETICA E RESPONSABILTA SOCIALE RICERCA INTEGRAZIONE Processi speciali Processi standard Vito Infante Torino 16/4/2013

11 Ogni area viene suddivisa in quattro quadranti simili alle quattro fasi del ciclo di miglioramento PDCA (Deming) 1 Organizzazione e gestione 2Fattori di qualità 3 Misure e riesame 4 Miglioramento SAPERI - SOCIAL ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

12 La mappa SAPERI Vito Infante Torino 16/4/2013

13 Le scuole etiche SA 8000 Questo standard è contro: Le discriminazioni sessuali, di razza, di orientamento politico, sessuale, religioso, lassenza di una Politica etica Il lavoro minorile e il lavoro forzato Orari di lavoro contrari alla legge Retribuzioni non dignitose La mancanza di tutele e libertà sindacali La mancanza di contrattazione collettiva L assenza di sicurezza e salubrità ambienti lavoro SAPERI – parole chiave Personale Trasparenza negli Incarichi e negli incentivi; Delega e Gestione per competenze; Sistema premiante; Formazione; data base competenze; Stato giuridico; Pari opportunità e uguaglianza delle opportunità. Studenti Diritto-dovere a una didattica personalizzata, etica, delle pari opportunità; assenza di discriminazioni Famiglie Patto corresponsabilità, comunicazione, partecipazione

14 Il confronto tra i modelli Vito Infante Torino 16/4/2013

15 Il modello di Rendicontazione Sociale della scuola e dellUSR Piemontesi S.A.P.E.R.I. Vito Infante Torino 16/4/2013

16 Utilizzare le esperienze delle scuole per la definizione di criteri di qualità ed eccellenza Coinvolgere le parti interessate Definire la mappa e i criteri di valutazione e certificazione Inserire i requisiti in un disciplinare tecnico Registrare il Marchio SAPERI -di proprietà dell U. S. R. Piemonte Vito Infante Torino 16/4/2013 SAPERI accountability

17 Nella costruzione del disciplinare sono state coinvolte le 120 scuole SIRQ, la Commissione Qualità USR e le parti interessate regionali VITO INFANTE Requisiti SAPERI: SOCIAL ACCOUNTABILITY: la garanzia sui requisiti Vito Infante Torino 16/4/2013

18 SAPERI accountability: una mappa per la gestione, lautovalutazione e il miglioramento FASI Servizi Apprendime nti Pari opportu nità Etica e responsabi lità sociale Ricerca aggiornam ento sperimenta zione Integrazione con le scuole e il territorio Organizzazion e e gestione Fattori di qualità Misure Riesame e migliorament o Vito Infante Torino 16/4/2013

19 Comitato interistituzionale USR Piemonte, Agenzia della scuola (ex IRRE), Università, Regione Piemonte, Unione delle Province Piemontesi, ANCI, AICQ, Mondo del lavoro (parti datoriali e sindacali), Rete SIRQ e scuole, Esperti Vito Infante Torino 16/4/2013 Accountability SAPERI: La rappresentatività dei partner

20 Accountability SAPERI: il ruolo dei partner Il Comitato Interistituzionale ha approvato il Disciplinare tecnico e il Regolamento. Vigila sulle modalità di audit Vito Infante Torino 16/4/2013

21 Il Marchio viene rilasciato dal DG dellUSR Piemonte in seguito: -- alla presentazione di un documento di autovalutazione da parte della scuola (bilancio didattico, sociale, etico e delle pari opportunità) e di una check-list con le evidenze per ogni requisito -- valutazioni dei pari (peer review) -- al parere favorevole del Comitato Interistituzionale formato dai portatori di interesse -NB: due bandi USR allanno SAPERI ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

22 Il documento Base (BILANCIO DIDATTICO, DELLE PARI OPPORTUNITA, ETICO) Presentazione dell istituto storia e contesto risultati e trend Mission gestione finanziaria Vision partnership Obiettivi offerta formativa progetti strategie approcci politiche Offerta formativa il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I. SOCIAL ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

23 Accountability SAPERI: LAUDITING LAudit prevede: Lesame documentale e un insieme di interviste al dirigente, al personale e alle parti interessate Vito Infante Torino 16/4/2013

24 Per misurare il miglioramento nel tempo è essenziale lattribuzione di un punteggio –secondo una metrica- che rappresenta la distanza tra la situazione reale e il requisito del disciplinare tecnico ACCOUNTABILITY SAPERI: punteggio e il miglioramento Vito Infante Torino 16/4/2013

25 IL PESO dei SAPERI AreePeso Apprendimenti40% Ricerca Aggiornamento Sperimentazione20% Pari opportunità10% Etica10% Integrazione con le scuole e il territorio10% Servizi10% Vito Infante Torino 16/4/2013

26 il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I. Migliorare le aree carenti SOCIAL ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

27 il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I. Vedere come la scuola applica il ciclo di Deming Cicli SAPERI reali SOCIAL ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

28 I tempi del cambiamento: i rinnovi biennali anni N. Perso ne Coin volte ACCOUNTABILITY SAPERI: Vito Infante Torino 16/4/2013

29 -CICLO DI VITA DELLE SCUOLE – PER STUDIARE IL MIGLIORAMENTO TEMPO PUNTEGGIPUNTEGGI FLESSIBILITA CONTROLLO Vito Infante Torino 16/4/2013

30 Accountability: Gli auditor del marchio Fanno parte di un albo che viene formato in base a specifici requisiti Tutti possono farne parte. Lalbo è indipendente il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I Vito Infante Torino 16/4/2013

31 Requisiti per l iscrizione all albo degli auditor SAPERI 1. Frequenza corsi 2. Esperienza consolidata 5. Affiancamento e calibrazione il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I Vito Infante Torino 16/4/2013

32 L USR ha istituito un organo di supporto per tutte le parti interessate: Il Centro di Documentazione per la Qualità, lEccellenza e il Marchio SAPERI compiti: Documentazione, Formazione, Ricerca SOCIAL ACCOUNTABILITY Vito Infante Torino 16/4/2013

33 WIN WIN Peer review scuola scuol scuola Territorio USR E Stakeholder ACCOUNTABILITY rapporto autonomia-accountability Contro la frammentazione: la rete etica degli istituti certificati Vito Infante Torino 16/4/2013

34 14/09/12 SAPERI è la mappa delle scuole nel viaggio verso l Accountability

35 Per partecipare e per informazioni : Centro di documentazione Qualità ed Eccellenza dell USR Piemonte c/o IIS DOria via Prever Ciriè (To) Tel Fax GRAZIE PER LASCOLTO SOCIAL ACCOUNTABILITY


Scaricare ppt "Centro di documentazione Qualita Eccellenza Marchio SAPERI USR Piemonte CONVEGNO SU ETICA E RESPONSABILITA SOCIALE NELLE SCUOLE DEL CAMBIAMENTO Prospettive."

Presentazioni simili


Annunci Google