La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lavanolo Ausl Bologna e Istituto Ortopedico Rizzoli Dialogo tecnico Bologna, luglio 2015.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lavanolo Ausl Bologna e Istituto Ortopedico Rizzoli Dialogo tecnico Bologna, luglio 2015."— Transcript della presentazione:

1 Lavanolo Ausl Bologna e Istituto Ortopedico Rizzoli Dialogo tecnico Bologna, luglio 2015

2 2 La gara ha per oggetto il servizio di noleggio e lavaggio biancheria piana/confezionata per le Aziende Sanitarie contraenti di seguito elencate: AUSL di Bologna; Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna. (I.O.R.) e suo dipartimento di Bagheria (Sicilia). Entrambe le Aziende Sanitarie hanno un contratto attualmente in proroga, si prevede, quindi, l’attivazione del servizio immediatamente dopo la stipula della Convenzione Quadro. Premessa

3 3 Analisi dei servizi richiesti L’appalto prevede essenzialmente i seguenti servizi: 1.noleggio di biancheria piana per il corredo dei letti (lenzuola, federe, copriletti, coperte, ecc…) e di altri capi di biancheria non direttamente connessi con la vestizione del letto (asciugamani, tovagliame, ecc..) e di materasseria per letti, culle e lettini pediatrici; Per lo IOR di bolologna è prevista biancheria piana destinata ai ricoveri in libera professione 2.noleggio di biancheria confezionata (divise da lavoro) per tutto il personale delle Aziende Sanitarie contraenti e per il 118 ed il GAE dell’AUSL di Bologna 3.allestimento e gestione del servizio di guardaroba; 4.Ricondizionamento (lavaggio, disinfezione) e movimentazioni interne ed esterne dei capi; 5.messa a disposizione di un sistema informativo, a supporto della gestione del servizio. A richiesta, le singole Aziende Sanitarie si riservano di attivare i seguenti servizi: - fornitura di kit di prima accoglienza monouso, uomo e donna, - lavaggio di materiale delle Aziende Sanitarie, con remunerazione separata.

4 4 Caratteristiche principali dei servizi di lava-noleggio Biancheria piana/materasseria Il servizio di noleggio di biancheria piana (anche extra letto) è stato disciplinato in modo «classico», prevedendo: - Inserimento delle dotazioni iniziali per centro di utilizzo nel sistema informativo; - Ritiro della biancheria piana sporca utilizzando sacchi contraddistinti da un “codice colore” - Consegna del pulito direttamente ai centri di consumo secondo il meccanismo del «reintegro» - Inserimento in tempo reale delle informazioni relative alla biancheria consegnata nel sistema informativo Biancheria confezionata Il servizio di noleggio di biancheria confezionata è stato disciplinato in modo più innovativo prevedendo: ₋ Introduzione della gestione tramite distributori automatizzati per i principali presidi ospedalieri dell’Ausl di Bologna e per l’IOR ₋ Gestione «classica» per i presidi territoriali dell’Ausl di Bologna e per alcune tipologie di divise – in questo caso la gestione della biancheria confezionata avviene con le modalità della biancheria piana

5 5 Dati disponibili e modalità di remunerazione I dati forniti in gara per la predisposizione dell’offerta sono da intendere come indicativi: Dati forniti (ultimo anno disponibile) N giornate (ordinarie, day hospital) N. trattamenti dialitici Accessi al pronto soccorso Dettaglio biancheria piana consumata (comprensiva di articoli extra letto) Posti letti per struttura Dettaglio materasseria per struttura ospedaliera e territoriale N. Personale per qualifica, dotazioni e N. cambi settimanali Dettaglio personale e divise 118 e GAE Dettaglio biancheria confezionata consumata per sale operatorie N. Personale e relative qualifiche per struttura ospedaliera e complessivamente per territorio Punti di ritiro e consegna e localizzazione guardaroba L’appalto prevede la remunerazione a:  costo giornata (ordinaria, DH, DS)*,  trattamenti dialitici,  accessi al pronto soccorso,  canone personale,  canone 118 e GAE  I servizi a richiesta vengono remunerati a parte (prezzo a kit, prezzo a kg di biancheria) * Nelle giornate di degenza sono conteggiati i ricoveri per OBI e i medici di guardia. Nelle giornate per DH sono conteggiato d Day Service.

6 6 Requisiti di partecipazione richiesti I requisiti di partecipazione sono stati definiti tenendo conto della complessità e dell’onerosità del servizio. Capacità economica finanziaria Fatturato specifico per servizi di lava-noleggio tarato in modo da consentire al fine di favorire un’ampia partecipazione di fornitori, anche delle PMI, Capacità tecnica e professionale  Aver regolarmente eseguito contratti per servizi analoghi a quelli oggetto della gara realizzati anche in strutture ospedaliere pubbliche e/o private;  Possesso di certificazioni quali la UNI EN ISO 14065:2004; UNI EN ISO 9001: 2008 o equivalente; UNI EN ISO o altre prove attestanti l’adozione da parte dell’offerente di un sistema di gestione ambientale Oltre il possesso di prove attestanti l’adozione da parte dell’offerente di un sistema di gestione ambientale, in fase di esecuzione degli OdF sarà richiesto al fornitore aggiudicatario di elaborare uno studio di LCA.

7 7 Strategia di gara Gli elementi essenziali della strategia di gara consistono in: - Durata Ordinativi di Fornitura: 6 anni dalla stipula della Convenzione - Lotti: un solo lotto con due offerte economiche separate (Ausl BO/ IOR) - Modalità di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa con preponderanza all’elemento qualitativo - Utilizzo di una formula economica a minor impatto sulla distribuzione del punteggio rispetto alle formule dell’Allegato P - Metodo utilizzato per l’attribuzione dei parametri ai criteri di valutazione: confronto a coppie In gara sarà richiesta campionatura di alcuni prodotti e un progetto tecnico. Gli elementi premianti verteranno sulla qualità dei prodotti e sul progetto, con specifico riferimento all’automazione delle divise e al sistema informativo offerto

8 8 L’automazione nella gestione delle divise è richiesta per i principali presidi ospedalieri dell’Ausl di Bologna e per l’IOR di Bologna e Bagheria, ad esclusione dei presidi territoriali. Sono esclusi altresì i capi facenti parte delle dotazioni ritenute ingombranti (quali giacconi, felpe, giubbini, ecc..) oltre alle divise del 118, del GAE, del personale destinato al front-office, dei manutentori, degli autisti e del personale operante sul territorio. In gara verranno forniti il numero di persone per presidio ospedaliero e le linee guida per l’individuazione del posizionamento delle macchine distributrici (non armadi meccanizzati). I sopralluoghi consentiranno inoltre di acquisire ulteriori dettagli per l’elaborazione di un progetto indicativo. In gara non verrà infatti richiesto un progetto esecutivo sul numero e sul posizionamento preciso dei distributori ma un progetto di massima, comunque considerato realizzabile e attendibile. Focus sull’automazione

9 9 Di seguito alcune peculiarità sulla dotazione di biancheria confezionata, da gestire tramite distributori automatici: Sono richieste divise in tessuto 100% cotone; Per la stessa figura professionale sono previsti capi alternativi per foggia: es casacca con scollo a V o con bottoni; Alcune figure hanno diritto a capi differenziati a seconda della sede operativa: es camici colorati per pediatria e camici bianchi; oppure camice o divisa composta da casacca e pantalone; Alcune figure opereranno in più sedi ospedaliere. Tali condizioni sono compatibili con un sistema di distribuzione automatizzata? Quali criticità si evidenziano? Caratteristiche della dotazione

10 10 Segue strategia di gara Sarà richiesto il sopralluogo obbligatorio in tutte le strutture ospedaliere dell’ASL di Bologna e IOR Rizzoli (tranne dipartimento di Bagheria, per il quale sarà messa a disposizione apposita planimetria), per la redazione del progetto complessivo del servizio. Parte del punteggio tecnico sarà attribuita all’estensione del perimetro di automazione alle strutture territoriali (orizzontale e verticale). Per le strutture territoriali dell’ASL di Bologna il sopralluogo non sarà obbligatorio.

11 11 Importi di massima Sulla base di benchmark effettuati sulle più recenti gare a livello regionale o sovra- aziendale sono stati definite le basi d’asta per ognuna delle Aziende Sanitarie coinvolte. Le basi d’asta unitarie rilevano anche le differenti difficoltà logistiche L’applicazione delle basi d’asta unitarie per i quantitativi stimati nei sei anni di gara forniscono i seguenti importi economici: -Ausl Bologna, importo indicativo nei sei anni di durata degli Ordinativi di Fornitura pari a circa 29 milioni (IVA esclusa) -IOR, importo indicativo nei sei anni di durata degli Ordinativi di Fornitura pari a circa 5,3 milioni (IVA esclusa)

12 12 Clausola sociale In virtù del combinato disposto dell’articolo 11 della legge regionale n. 12/2014, recante “Affidamento dei servizi di importo inferiore alla soglia comunitaria per finalità di inserimento lavorativo alle cooperative di tipo B” e dell’articolo 13 della stessa legge recante “Clausole sociali per gli appalti di valore superiore alla soglia comunitaria a favore delle cooperative di tipo B”, l’Agenzia ha valutato l’opportunità di prevedere nella documentazione di gara una clausola di esecuzione contrattuale che preveda per il Fornitore l’obbligo di eseguire l’appalto impiegando una specifica % di soggetti svantaggiati rispetto all’importo complessivo di approvvigionamento del servizio, compatibilmente con l’organizzazione dell’impresa e con le esigenze tecnico-organizzative e di manodopera previste.


Scaricare ppt "Lavanolo Ausl Bologna e Istituto Ortopedico Rizzoli Dialogo tecnico Bologna, luglio 2015."

Presentazioni simili


Annunci Google