La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Centro di documentazione Qualita eccellenza marchio saperi dell USR Piemonte SIRQ Scuole in rete per la qualità Qualità eD eccellenza nella scuola Marchio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Centro di documentazione Qualita eccellenza marchio saperi dell USR Piemonte SIRQ Scuole in rete per la qualità Qualità eD eccellenza nella scuola Marchio."— Transcript della presentazione:

1 centro di documentazione Qualita eccellenza marchio saperi dell USR Piemonte SIRQ Scuole in rete per la qualità Qualità eD eccellenza nella scuola Marchio S.A.P.E.R.I. e Bilancio sociale Bergamo 11/10/2012 Dirigente scolastico Vito Infante

2 SAPERI E UN MARCHIO ® COLLETTIVO REGISTRATO (UFFICIO MARCHI E BREVETTI DI ROMA) Proprietario del Marchio: Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte Gestione: USR Piemonte Centro Qualità e rete SIRQ La registrazione contempla la possibilità di modificare i colori e la scritta Piemonte (in quella delle altre regioni) VITO INFANTE

3 SAPERI è: » uno strumento per valutare e migliorare i processi scolastici, in particolare, quelli didattica e delle pari opportunità, dell etica, dellinnovazione, della ricerca e della rendicontazione sociale » per la sua periodicità è...un tagliando o check-up biennale che rispetta I tempi del miglioramento aderirvi è una libera scelta VITO INFANTE

4 Marchio e SNV L autovalutazione SAPERI completa il SSNV introducendo come soggetti fondamentali le scuole autonome 14/09/12 Indire Invalsi Ispettori Autonomie

5 SAPERI ISO EFQM CAF ACCREDITA MENTO Il Marchio è propedeutico e integrativo rispetto ai modelli sperimentati ISO, EFQM e Accreditamento regionale VITO INFANTE

6 I diversi modelli Tutti gli strumenti di autovalutazione vanno bene alle scuole se sono SNELLI, facilmente COMPRENSIBILI e collegabili a strategie di MIGLIORAMENTO 14/09/12

7 I modelli ISO EFQM CAF 6 SIGMA per la qualità PRESUPPONGONO UN PROCESSO DI INCONTRO con un sistema cliente e con i portatori d interesse Infatti Qualità: capacità di soddisfare i requisiti di un sistema cliente Eccellenza: eccezionale capacità di soddisfare tutte le parti interessate

8 ISO 9001:2000 Definizion e Requisiti Clienti e parti interessate Definizion e Requisiti Clienti e parti interessate Audit per garantir e Clienti e parti interess ate miglioramento VITO INFANTE

9 LEADERSHIP PROCESSI RISULTATI CHIAVE DI PERFORMANCE FATTORI (50%)RISULTATI (50%) INNOVAZIONE E APPRENDIMENTO GESTIONE DEL PERSONALE RISULTATI CLIENTE POLITICHE E STRATEGIE GESTIONE DEL PERSONALE PARTNERSHIP E RISORSE RISULTATI PERSONALE RISULTATI SOCIETA 500 punti Vito Infante Re quisiti comu ni ed espli citi

10 Nel Marchio abbiamo messo a sistema le esperienze delle 100 scuole SIRQ sotto forma di linee guida coinvolgendo le parti interessate regionali VITO INFANTE Requisiti SAPERI Autonomie scolastiche USR Portatori di interesse Tutte le parti interessate sono raccolte in un Comitato Interistituzionale che ha approvato lo schema di valutazione e si riunisce per il rilascio della certificazione

11 Comitato interistituzionale USR Piemonte, Agenzia della scuola (ex IRRE), Università, Regione Piemonte, Unione delle Province Piemontesi, ANCI, AICQ, Mondo del lavoro (parti datoriali e sindacali), Rete SIRQ e scuole Esperti VITO INFANTE

12 I requisiti Il Marchio è stato validato e condiviso da tutte le parti interessate. Ha un ambito nazionale Al crescere del numero delle scuole i requisiti di qualità ed eccellenza si chiariscono sempre meglio fino a giungere a una condivisione generale. Al crescere del numero delle parti interessate i criteri condivisi non cambiano 14/09/12

13 Il Marchio SAPERI 14/09/12

14 Il Marchio viene rilasciato dal DG dellUSR Piemonte in seguito: -- alla presentazione di un documento di autovalutazione da parte della scuola (bilancio sociale) e di una check-list -- a valutazioni dei pari (peer review) -- al parere favorevole del Comitato Interistituzionale formato dai portatori di interesse -NB: due bandi USR allanno

15 Il documento di autovalutazione (BILANCIO SOCIALE e RENDICONTAZIONE) Presentazione dell istituto storia e contesto risultati e trend Mission gestione finanziaria Vision partnership Obiettivi offerta formativa progetti strategie approcci politiche il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I.

16 La logica SAPERI nel documento di presentazione Matrici di coerenza – Europrogettazione Dalla Mission ai risultati 14/09/12 Obiet tivi della mis sion Strategi e Pro getti Part ner ship Risors e Indi catori e standa rd Risul tati Trend

17 La check-list Nella check-list listituto ritrova i requisiti di riferimento per valutare il proprio istituto Si è scelta la forma della check-list per agevolare listituto ed evitare un impegno dei docenti eccessivo 14/09/12

18 La checklist divide i requisiti in Sei macroaree Requisiti e Linee guida vanno dai servizi alla didattica, etica e pari opportunità all innovazione e all integrazione con il territorio alla scuola come comunità in cui vi è condivisione di valori, coinvolgimento, e cultura sociale 14/09/12

19 I S.A.P.E.R.I. SERVIZI APPRENDIMENTI PARI OPPORTUNITA ETICA E RESPONSABILTA SOCIALE RICERCA INTEGRAZIONE VITO INFANTE Processi speciali Processi standard

20 La metrica e i punteggi ponderati Il marchio viene attribuito a partire da 36 punti su 100 il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I.

21 Migliorare le aree carenti

22 Ogni macroarea SAPERI viene analizzata secondo le quattro fasi del PDCA (Deming) 1 Organizzazione e gestione 2Fattori di qualità 3 Misure e riesame 4 Miglioramento ma sotto forma di indicazioni e di criteri guida 14/09/12 Fattori qualitàmisure Organizzaz e gestione Riesame e miglioramento actplan docheck

23 il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I. Vedere come la scuola applica il ciclo di Deming Cicli SAPERI reali

24 Come le scuole cambiano, come migliorano

25 Il miglioramento non scaturisce in modo spontaneo dallautovalutazione

26 Cambiamento e miglioramento non sono la stessa cosa

27 La metodologia PER MIGLIORARE SI DEVE CAPIRE QUALE E IL PUNTO DI PARTENZA (PUNTO A) E DOVE SI VUOLE ARRIVARE (PUNTO B) A B Ma qual è il punto darrivo e chi lo decide??

28 SAPERI utilizza la peer rewiev per promuovere Innovazione, miglioramento e confronti costruttivi volontari tra gli istituti Peer assessment SINGOLA scuola

29 Il ciclo di vita di una scuola La scuola è una realtà vivente ed ha un ciclo di vita su cui si muove Con il tempo si trasforma Passa da uno stadio all altro senza salti Tra le molte alternative solo alcune determinano un miglioramento 14/09/12

30 Trovare i rimedi tenendo conto della posizione della scuola sulla curva Ciclo di vita

31 CICLO DI VITA DELLE SCUOLE E CAMBIAMENTO TEMPO PUNTEGGIPUNTEGGI FLESSIBILITA CONTROLLO

32 32 MARCHIO COLLETTIVO S.A.P.E.R.I. 2 Alcuni risultati empirici VITO INFANTE

33 I GRUPPO – I Fattori di qualità e l organizzazione hanno ottenuto i valori più alti. VITO INFANTE

34 FLESSIBILITA CONTROLLO TEMPO

35 I tempi del cambiamento anni N.PersonecoinvolteN.Personecoinvolte

36 TEORIA DEL CAMBIAMENTO VITO INFANTE Q delle decisioni Q delle realizzazioni

37 Q delle decisioni: Team complementari I gruppi decisionali devono essere costituiti con persone con caratteristiche organizzative (stili) coerenti con gli aspetti in esame (pianificazione, fattibilità, implementazione, controllo, coinvolgimento del personale) VITO INFANTE Rischio: conflitti di personalità

38 Q. delle realizzazioni i fattori del cambiamento Nelle scuole si realizza solo ciò che si trova nell intersezione delle tre aree direzione docenti e ata gruppi di influenza Rischio di conflitti di interesse I conflitti sono superabili creando mutuo rispetto e reciproca fiducia. Per estendere le aree: i principi della qualità e dell eccellenza VITO INFANTE

39 Il paradigma Ha una base empirica e coinvolge tutti i portatori di interesse. E raccordato con SNV. E basato sulla peer review. Coinvolge persone, motiva Permette il confronto volontario tra istituti Si adatta ai tempi del cambiamento E raccordato con le metodologie del cambiamento E un bilancio sociale con eventuale rendicontazione E gratuito E immediatamente sostituibile con sistemi TQM (ISO. EFQM, CAF) o modelli di autovalutazione scolastica (INVALSI, MIUR…). Non è da interpretare. Offre un riferimento alle scuole che vogliono migliorare i propri processi 14/09/12

40 Strategie SAPERI per il miglioramento Peer Rewiev Audit biennali, autovalutazioni annuali Relazione auditor con spunti Organizzazione autovalutazione interna Set Indicatori condivisi Organizzazione comune e dialogo tra scuole Piano formazione, sviluppo professionalità, Albo auditor Itinerari di miglioramento nelle sei aree, nel PDCA Bilancio sociale e rendicontazione Proposte ricerca Nell aula la scuola e Alice Centro rete, di documentazione e di diffusione provinciali Convegni, eventi e pubblicazioni 14/09/12

41 MARCHIO ® S.A.P.E.R.I Il peer assessment Gli audit e gli auditor SIRQ

42 Gli auditor del marchio.Fanno parte di un albo che viene formato in base a specifici requisiti.Tutti possono farne parte. il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I

43 Requisiti per l iscrizione all albo degli auditor SAPERI 1. Frequenza corsi 2. Esperienza consolidata 5. Affiancamento e calibrazione il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I

44 Piano di formazione per auditor SAPERI Formazione per auditor I o III parte Formazione su EFQM/CAF Corso con colloquio per auditor SAPERI Tirocini e affiancamento il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I

45 E previsto un riconoscimento dei crediti il curriculum va inviato a L albo è rappresentato da un Presidente eletto gli audit si svolgono con il metodo del peer assessment e del mistery client il MARCHIO ® S.A.P.E.R.I

46 Per studiare questi problemi L USR ha istituito il Centro di Documentazione per la Qualità, lEccellenza e il Marchio SAPERI suoi altri scopi: promuovere ricerche, custodire le migliori pratiche, attivare iniziative di formazione

47 Il Centro è gestito da un CTS composto da: un coordinatore responsabile progettisti Marchio SAPERI Auditor Marchio SAPERI, ISO e TQM Assessor Tutor SIRQ AICQ Education USR 14/09/12

48 I numeri del Centro USR 120 istituti iscritti e partecipanti alle attività del Centro Rete (Regioni Piemonte, Emilia R. Liguria, Lombardia, Puglia, Campania) 41 Istituti Certificati SAPERI 95 Auditor Sistemi Gestione Qualità ISO 9001:2004 di parte I 19 Auditor Sistemi Gestione Qualità ISO 9001:2004 di parte III 29 TQM Assessor e valutatori PQI 140 Responsabili qualità e accreditamento 120 Commissioni qualità d istituto 29 Auditor SAPERI nellalbo e 80 in formazione VITO INFANTE

49 La Q per i ragazzi e per i docenti: ALICE nel paese della Qualità Finanziamento alla ricerca Nellaula la scuola Centro Documentazione Qualità USR Piemonte Le attività VITO INFANTE Certificazione ISO 9001: 2000 Accreditamento regionale Formazione auditor, TQM Assessor Partecipazione commissioni regionali per criteri accreditamento Premi APQI e Funzione Pubblica Pubblicazioni Partner: settore scuola AICQ La Q. per la scuola Marchio SAPERI S.A.P.E.R.I

50 Nessun vento è buono per il marinaio che non ha un porto dove andare Seneca

51 Per partecipare e per informazioni : Centro Qualità ed Eccellenza dell USR Piemonte c/o IIS DOria via Prever Ciriè (To) Tel Fax ovvero ASABERG – Bergamo GRAZIE


Scaricare ppt "Centro di documentazione Qualita eccellenza marchio saperi dell USR Piemonte SIRQ Scuole in rete per la qualità Qualità eD eccellenza nella scuola Marchio."

Presentazioni simili


Annunci Google