La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I MODELLI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE A) modello “g” B) modello “xyz” CAPITOLO 5.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I MODELLI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE A) modello “g” B) modello “xyz” CAPITOLO 5."— Transcript della presentazione:

1 I MODELLI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE A) modello “g” B) modello “xyz” CAPITOLO 5

2 Posto che l’autofinanziamento non sia sufficiente a coprire il fabbisogno, quanto capitale, in valore assoluto, occorre reperire all’esterno ? per rispondere è necessario elaborare risposte in valore assoluto di fabbisogno esterno anziché in termini di differenze tra % di crescita del CI e dei MP come fa il modello g a questa esigenza risponde il modello “xyz”

3 Crescita Condizione di equilibrio Variabile - chiave del modello Crescita = aumento % del fatturato Condizione di equilibrio = bilanciamento tra fabbisogno addizionale e autofinanziamento Variabile - chiave del modello = FFE B) LE CARATTERISTICHE DEL MODELLO “xyz”

4 FFE = Vº * (IC * TSV - MAF) B) IL MODELLO “xyz”

5 X = tasso di sviluppo delle vendite (TSV) TSV = V1 – V0 / V0 5

6 6 Y = Intensità di capitale (IC) In termini statici : IC = CI / V In termini dinamici : CI1 – CI0 / V1 – V0 Intensità di capitale incrementale Attivo di bilancio al netto delle poste rettificative = misura della produttività del capitale e fattore determinante il fabbisogno finanziario prospettico

7 7 Y = Intensità di capitale Fattori che determinano Y (da considerare ai fini di cfr. nel tempo e con altre imprese)  produttività (efficienza dei processi)  natura dell’attività economico – produttiva  tecnologia produttiva (alta o bassa intensità di lavoro per u.p.)  grado di integrazione produttiva e distributiva verticale  età degli impianti  acquisto o locazione dei beni strumentali  forme di finanziamento dei crediti commerciali

8 8 Z = capacità di autofinanziamento al netto della sostituzione di fattori produttivi per mantenere il livello della capacità produttiva installata (MAF) MAF = FR / V Risorse che la gestione rende disponibili per espandere la capacità produttiva = RO + AMM - spese per Rinn e Sostituz – OF – IMP - DIVID

9 FFE = Vº * (IC * TSV - MAF) B) IL MODELLO “xyz”

10 FFA = CI 1 - CI 0 IC = CI/V CI = IC * V CI 1 - CI 0 = IC * V 1 - IC * V 0 FFA = IC (V 1 - V 0 ) AF = MAF * V 0 V 1 = V 0 + TSV * V 0 FFE = IC * TSV * V 0 - MAF * V 0 FFE = V 0 (IC * TSV * - MAF) ……. DALLE DEFINIZIONI ALLA FORMULA FFA = IC (V 0 + TSV * V 0 – V 0 ) FFA = IC * TSV * V 0 FFE = FFA - AF

11 Motore primario del fabbisogno finanziario Moltiplicatore del fabbisogno finanziario generato dal fatturato Tasso di sviluppo delle vendite TSV = (V¹ - Vº) / Vº Quanto fabbisogno finanziario genera un dato TSV ? dipende dal Fatturato e dall’ Intensità di capitale incrementale FABBISOGNO FINANZIARIO ADDIZIONALE FFA = TSV * Vº * IC [in cui : IC = (CI¹ - CIº) / (V¹ - Vº)]

12 AUTOFINANZIAMENTO AF = MAF * Vº AUTOFINANZIAMENTO AF = MAF * Vº FABBISOGNO FINANZIARIO ESTERNO FFE = FFA – AF = IC * TSV * Vº - MAF * Vº = IC * TSV * Vº - MAF * Vº FFE = V 0 (IC * TSV - MAF) FABBISOGNO FINANZIARIO ESTERNO FFE = FFA - AF FABBISOGNO FINANZIARIO ESTERNO FFE = FFA - AF

13 LA LOGICA DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE NEL MODELLO XYZ : un esempio /220 = 1/2 200x0,1x1/2 = (0,1x1/2-0,05) = 0 CI = 100 V = 200 CI/V = 100/200 = 1/2 TSV = 10% FFA = V * TSV * CI/V FFE = FFA - AF AF = MAF * V FFE = V (TSV * IC - MAF) MAF = 5% x y z FFE = V ( x * y - z )

14

15 Luogo dei punti in cui FFE=0 essendo TSV = MAF * 1/IC

16

17

18

19

20 20 MAF/IC TSV A B AB surplus fabbisogno Condizione di autosufficienza finanziaria: MAF/IC = TSV

21 21 Crescita molto elevata del debito MAF/IC TSV A B AB surplus fabbisogno Condizione di autosufficienza finanziaria: MAF/IC = TSV

22 LIMITI DEI DUE MODELLI § § xyz presenta il limite di una sintesi estrema; g invece è analitico e sistematico nella determinazione dell’autofinanziamento § § g ragiona sullo sviluppo come crescita del CI; xyz invece considera più opportunamente la crescita del fatturato e spiega la relazione tra sviluppo e fabbisogno § § g non quantifica il valore dei D e dei MP a fine esercizio, cosa che invece xyz è in grado di fare Idea: integrare i due modelli attivando con Excel meccanismi di circolarità tra le rispettive variabili

23  [RO/V*V/CI+(ROI - i)*D/MP]*(1-d)*(1-t)  + NMP/MP = g V 0 ( TSV * IC - MAF ) - NMP = VAR D Tasso di sviluppo programmato del fatturato L’ INTEGRAZIONE DEI DUE MODELLI Software SFS e esercitazione Alfa  v. sito web del corso

24 Software EsseEffeEsse lo sviluppo finanziariamente sostenibile (dati di input) Dati storici V 0 - D - MP Dati storici V 0 - D - MP Obiettivo TSV Obiettivo TSV Scelte finanziariePay out - Aum. di cap.le Scelte finanziariePay out - Aum. di cap.le VariabiliRO/V - V/CI - OF/D - t VariabiliRO/V - V/CI - OF/D - t

25 Software sviluppo sostenibile (output)


Scaricare ppt "I MODELLI DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE A) modello “g” B) modello “xyz” CAPITOLO 5."

Presentazioni simili


Annunci Google