La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTEMA NERVOSO NEGLI ANIMALI. CNIDARI PLATELMINTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTEMA NERVOSO NEGLI ANIMALI. CNIDARI PLATELMINTI."— Transcript della presentazione:

1 IL SISTEMA NERVOSO NEGLI ANIMALI

2 CNIDARI

3 PLATELMINTI

4

5 INSETTI

6 LARVE DI UROCORDATI

7 CEFALOCORDATI

8 CERVELLI DEI VERTEBRATI

9 RECETTORI SENSORIALI I recettori sensoriali svolgono tre importanti funzioni: 1.assorbono piccole quantità di energia (stimolo)stimolo 2.convertono l'energia dello stimolo in un impulso elettrico (trasduzione)trasduzione 3.producono un potenziale recettoriale che depolarizza la membrana cellulare,potenziale recettorialemembrana cellulare stimolando il neurone a trasmettere l'impulso (potenziale d'azione).potenziale d'azione I potenziali d'azione trasmettono le informazioni ricevute al Sistema Nervoso Centrale (SNC).Sistema Nervoso Centrale

10 A SECONDA DELLA NATURA DELLO STIMOLO I RECETTORI SENSORIALI SONO CLASSIFICATI IN:MECCANOCETTORI: rispondono alle modificazioni meccaniche rispondono alle modificazioni meccanicheCHEMIOCETTORI: rispondono a stimoli chimici FOTOCETTORI: rispondono a stimoli luminosi

11 Esempi di meccanocettori georecettori propriocettori Sistema della linea laterali apparato vestibolare Recettori tattili: termici doloriferi ecc. fonorecettoori

12 MESSAGGERI CHIMICI COMUNICAZIONE MANTENIMENTO DELL’OMEOSTASI RISPOSTA A VARI STIMOLI SONO COINVOLTI IN:

13 MESSAGGERI CHIMICI MESSAGGERI CHIMICI LOCALI NEUROTRASMETTITORI NEUROPEPTIDI ORMONI FEROMONI

14 MESSAGGERI CHIMICI

15 FEROMONI NEL REGNO ANIMALE Definizione: Un FEROMONE è una sostanza chimica secreta e rilasciata nell’ambiente da alcuni individui di una specie, che provoca modificazioni comportamentali e/o fisiologiche, in individui della stessa specie. I Feromoni sono messaggeri chimici specie- specifici, chiamati anche SEMIOCHIMICI. Sono utilizzati dagli insetti, ma anche da crostacei, pesci, rettili e mammiferi.

16 Esistono anche feromoni interspecifici chiamati ALLELOCHIMICI distinti in: - ALLOMONI, vantaggiosi per l’emettitore - CAIRORMONI, vantaggiosi per il ricevente ma non per l’emettitore - SINOMONI, vantaggiosi sia per l’emettitore sia per il ricevente

17 Le caratteristiche dei feromoni sono: - Avere una notevole diversità chimica; - Essere altamente specifici; - Esercitare i loro effetti biologici a concentrazioni molto basse; - Essere costituiti da una miscela multicomponente.

18 In base alla modalità di azione vengono considerati: - INCITATORI, quelli che inducono una risposta comportamentale a breve termine. - MODIFICATORI, quelli che iniziano un processo irreversibile di cambiamenti fisiologici e solo in un secondo tempo comportamentali.

19 LE FORME DI COMUNICAZIONE SONO SPECIE SPECIFICHE Visiva Visiva Acustica Acustica Chimica Chimica Tattile Tattile

20 ES. Le api: comunicazione visiva, chimica, tattile.


Scaricare ppt "IL SISTEMA NERVOSO NEGLI ANIMALI. CNIDARI PLATELMINTI."

Presentazioni simili


Annunci Google