La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE FORMULE ELETTORALI. SISTEMA ELETTORALE Strumento complesso che influenza, più o meno significativamente: - le modalità con le quali gli elettori esprimono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE FORMULE ELETTORALI. SISTEMA ELETTORALE Strumento complesso che influenza, più o meno significativamente: - le modalità con le quali gli elettori esprimono."— Transcript della presentazione:

1 LE FORMULE ELETTORALI

2 SISTEMA ELETTORALE Strumento complesso che influenza, più o meno significativamente: - le modalità con le quali gli elettori esprimono il loro voto; - le modalità con le quali i partiti presenteranno i candidati e daranno luogo, o meno, ad alleanze - le modalità con le quali i candidati stessi si presenteranno, più o meno numerosi, alla competizione elettorale, oppure desisteranno - le modalità con le quali i voti verranno tradotti in seggi

3 Costituzionalizzazione dei sistemi elettorali La maggior parte dei sistemi non è costituzionalizzata per consentire spazi di manovre e flessibilità Pericolo di manipolazione da parte delle maggioranze parlamentari

4 Formule elettorali e sistemi elettorali Formula elettorale: soltanto meccanismo di traduzione di voti in seggi (maggioritario, proporzionale) Sistema elettorale: comprende molti altri aspetti del funzionamento quali: ridisegno delle circoscrizioni, eventuale voto di preferenza, eventuali primarie, disciplina propaganda elettorale, controllo finanziamento, partiti, campagne dei singoli candidati

5 Corpo elettorale In Italia tutti i cittadini maggiorenni (al Senato 25 anni) Cause di limitazione del voto: -Incapacità civile -Condanne penali -indegnità morale

6 Caratteri del voto Personale (non è delegabile) Uguale (ogni voto conta per uno) Libero nel contenuto Segreto Diritto di voto elettorato attivo Diritto di accedere alle cariche elettive elettorato passivo

7 FORMULE ELETTORALI 1)Formule a maggioranza assoluta (majority) 2)Formula a maggioranza relativa (plurality) 3)Formule proporzionali

8 Principali sistemi maggioritari Maggioritario a turno unico (plurality) utilizzato in Gran Bretagna fin dal XV sec. Maggioritario a doppio turno (majority), utilizzato in Francia per lelezione del Parlamento Voto alternativo, utilizzato per lelezione del Parlamento australiano

9 Maggioritario a turno unico (plurality) Pregi: -Semplicità del sistema -Formazione di maggioranze stabili -Legame diretto fra eletto ed elettore nellambito del collegio uninominale

10 Difetti: - eccessiva penalizzazione per i partiti più piccoli (fonte di deficit democratico) - scelta forzata per lelettore - elevata disproporzionalità Maggioritario a turno unico (plurality)

11 Paesi con maggioritario (plurality) Bahamas Barbados Botswana Canada India Giamaica Mauritius Papua Nuova Guinea Trinidad Regno Unito Stati Uniti

12 Maggioritario a doppio turno Francia della V Repubblica Per essere eletti al primo turno, allinterno di collegi uninominali, occorre avere raggiunto la maggioranza assoluta dei voti validi Nel caso nessun candidato abbia raggiunto tale soglia si procede, una settimana dopo, a un ballottaggio, al quale sono ammessi coloro che hanno superato la soglia del 12,5% del numero di elettori iscritti in quel collegio o i primi due piazzati nel caso nessuno abbia superato la soglia del 12,5%

13 Francia – Assemblea Nazionale Assemblée Nationale: 9 and 16 june 2002 (64.4 % and 60.7 %) %577 Union for the Presidential Majority Socialist Party (Parti Socialiste) National Front (Front National) Union for the French Democracy (Union pour la Dèmocratie Française) French Communist Party (Parti Communiste Français) The Greens (Les Verts) 4.53 Diverse Right 3.79

14 Francia - Senato Sénat: 26 September Union for a People's Movement 15 6 Socialist Party (including Greens)97 Centrist Union (Union Centriste, mainly UDF)33 Communist, Republican and Civic (Communist, Républicain et Citoyen, mainly PCF) 23 Democratic and Social European Rally (Rassemblement Démocratique et Social Européen, mainly RAD and PRG) 15 Non of the above7

15 Francia - Presidente President: 21 april and 5 may resp %)% Jacques Chirac - Rally for the Republic Jean-Marie le Pen - National Front Lionel Jospin - Socialist Party16.2- François Bayrou -Union for the French Democracy6.8- Arlette Laguiller - Workers' Struggle5.7- Jean-Pierre Chevènement - Republican Pole5.3- Noël Mamère - The Greens5.2- Olivier Besancenot - Revolutionary Communist League4.2- Jean Saint-Josse -Hunting, Fishing, Nature, Tradition4.2- Alain Madelin - Liberal Democracy3.9- Robert Hue - French Communist Party3.4- Bruno Mégret - Republican National Movement2.3- Christiane Taubira - Left Radical Party2.3- Corinne Lepage - Citizenship Action Participation for the 21st Century1.9- Christine Boutin - Forum of Social Republicans1.2- Daniel Gluckstein - Workers' Party0.5-

16 Effetti sul sistema partitico Dinamica fondamentalmente bipolare (e non bipartitica) Presenza di forti partiti estremi (antisistema) Rafforzamento delle componenti partitiche moderate a scapito dei partiti più estremi Sottorappresentazione dei partiti antisistema

17 Maggioritario a doppio turno Pregi: - il fondarsi sul principio della maggioranza assoluta anziché relativa - anticipazione delle trattative di coalizioni post-elettorali agli accordi tra primo e secondo turno - penalizzazione dei partiti antisistema

18 Difetti: - possibile calo della partecipazione - forte disproporzionalità del sistema - adozione di pratiche discusse di accordi tra partiti in quello che si definisce horse trading Maggioritario a doppio turno


Scaricare ppt "LE FORMULE ELETTORALI. SISTEMA ELETTORALE Strumento complesso che influenza, più o meno significativamente: - le modalità con le quali gli elettori esprimono."

Presentazioni simili


Annunci Google