La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CHE COSE UN MOVIMENTO SOCIALE. MOVIMENTO SOCIALE Il senso comune associa allidea di movimento sociale un insieme di forme di protesta e collega il tutto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CHE COSE UN MOVIMENTO SOCIALE. MOVIMENTO SOCIALE Il senso comune associa allidea di movimento sociale un insieme di forme di protesta e collega il tutto."— Transcript della presentazione:

1 CHE COSE UN MOVIMENTO SOCIALE

2 MOVIMENTO SOCIALE Il senso comune associa allidea di movimento sociale un insieme di forme di protesta e collega il tutto ad eventi storici, a prassi Le forme di espressione delle emozioni legate al sentimento di ingiustizia sarebbero tanto codificate da far sì che determinate istruzioni per luso predispongano subito alla protesta Non è automatica lassociazione fra movimento sociale ed espressione di malcontento

3 Le dimensioni dellazione collettiva Lagire insieme come progetto volontario Dalla definizione di «azione collettiva» vanno scartati i fenomeni associati ad un «effetto perverso» perché tali sono comportamenti individuali, ma senza alcuna intenzione di coordinamento Sono esclusi dal concetto di «movimento sociale» anche i processi di diffusione culturale (effetti di aggregazione provocati dal mercato)

4 Organizzazione contro mobilitazione La produzione di beni e servizi non si distingue nettamente dalla mobilitazione di energie per una rivendicazione? Esempi: 1)Tendenza della direzione dimpresa di introdurre nel funzionamento dellazienda tecniche di mobilitazione e di motivazione spesso vicine a quelle degli universi militanti, cioè delle sette, facendo dei quadri o dei capireparto degli autentici militanti dellimpresa, allo scopo di far vivere il rapporto salariato come una forma di impegno totale al servizio di una causa 2)Le scelte per promuovere certe politiche pubbliche non sono prive di affinità con gli obiettivi e i metodi dazione dei gruppi militanti

5 segue 3) Le logiche dimpresa pesano in maniera sempre crescente sul funzionamento di numerose forme di mobilitazione 4) lanalisi delle organizzazioni si è costituita insistendo sul «carattere formalizzato dei loro scopi, delle loro strutture e funzioni», in opposizione alla maggiore fluidità di altri spazi di azione collettiva. Duplice errore che informa questottica: 1. errore per sottovalutazione del grado di organizzazione e di strutturazione di universi in apparenza molto fluidi come i movimenti sociali; 2. Errore per sopravvalutazione del rigore e delloriginalità delle funzioni e delle strutture nellorganizzazione

6 Azione concertata a favore di una causa La varietà del concetto di azione collettiva va ricondotta a una complessa rete di fatti sociali e la storia di ciascun movimento sociale va reintegrata in un contesto culturale e intellettuale Il concetto di azione collettiva rinvia a due criteri: 1.un agire insieme intenzionale 2.logica di rivendicazione

7 Cambiamento e resistenza Blumer: lazione concertata intorno a una causa sincarna in «imprese collettive che mirano a stabilire un nuovo ordine di vita». Questo «nuovo ordine di vita» può puntare a cambiamenti profondi oppure, al contrario, essere ispirato dal desiderio di resistere a certi cambiamenti; esso può implicare modificazioni di portata rivoluzionaria oppure mirare a obiettivi molto localizzati - Il concetto di NIMBY (Not in my back yard)

8 La componente politica dei movimenti sociali Le forme di azione collettiva concertata a favore di una causa saranno indicate come «movimenti sociali». Touraine: I movimenti sociali sono, per definizione, una componente singolare ed importante della partecipazione politica

9 Unazione «contro» Un movimento sociale si definisce nellidentificazione di un avversario. Quando un gruppo si mobilita «per», questa attività rivendicativa non può che dispiegarsi «contro» un avversario designato: imprenditore, amministrazione, potere politico

10 Registro del self-help Movimento mutualista o cooperativo che ricerca la soluzione di un problema o una rivendicazione allinterno del gruppo stesso. Una mobilitazione di questo tipo aggira il conflitto, rifiuta lo scontro frontale. Le esperienze mutualiste o cooperative vanno analizzate insieme con i movimenti sociali, rispetto ai quali esse hanno sovente rappresentato un complemento, non una alternativa

11 Tendenze alla politicizzazione dei movimenti sociali -Assume un significato politico quel movimento che fa appello alle autorità politiche (governo, comunità locali, amministrazioni, ecc.) per dare, in seguito ad un intervento pubblico, risposta a una rivendicazione, imputando alle autorità politiche la responsabilità di problemi che sono allorigine della mobilitazione -Le tendenze alla politicizzazione dei movimenti sociali derivante da sviluppo attività di protesta 1)Per la «nazionalizzazione» della vita politica 2)Processo di invenzione del diritto sociale (mobilitazioni che puntano ad ottenere diritti e protezioni) - Ubiquità dello Stato. Il potere politico come destinatario delle proteste. Mediazione dello Stato con i movimenti sociali nei grandi conflitti legati al lavoro

12 Politiche pubbliche, opacità, polarizzazione Il concetto di politiche pubbliche designa lazione delle autorità statali come amministrazione di progetti, in opposizione alla politica intesa come lotta per lesercizio del potere Le politiche pubbliche sono anche la risultante del processo storico di divisione sociale del lavoro. Ciascun micro-universo tende a regolarsi da sé attraverso processi decisionali frutto di negoziati fra le amministrazioni, i gruppi di pressione, le istituzioni in cui è circoscritto Ogni politica pubblica suscita il desiderio nei gruppi mobilitati di essere riconosciuti da questa o quella burocrazia statale come interlocutori privilegiati, rende visibile la necessità di essere nel club degli attori strategici per pesare sulle decisioni

13 Le politiche pubbliche sono formidabili strumenti di «opacità» -Moltiplicazione dei protagonisti -Allontanamento spaziale dei luoghi e attori della decisione -illeggibilità

14 Arena istituzionale Sistema organizzato di istituzioni, procedure e attori al cui interno le forze sociali possono farsi sentire, utilizzando le loro risorse per ottenere risposte ai problemi che esse sollevano

15 Larena dei conflitti sociali I movimenti sociali possono utilizzare le arene sociali istituzionalizzate: media, tribunali, elezioni, parlamento, consiglio municipale, ma producono anche unarena specifica: larena dei conflitti sociali attraverso gli scioperi, le manifestazioni, i boicottaggi, le campagne dopinione. Larena funziona come spazio dappello: 1)Espressione di una domanda di risposta ad un problema 2)Nel senso giuridico di ricorso ad una giurisdizione più elevata

16 Descrivere i movimenti sociali come produttori di unarena peculiare in cui si esprimono le rivendicazioni che non trovano accesso o soluzione nelle arene più istituzionalizzate come i parlamenti, i ministeri, la stampa, significa identificare i movimenti sociali solo nelle mobilitazioni dei gruppi «dominati», «esclusi», «scartati», per usare il lessico dellemarginazione

17 Movimenti sociali e forme di dominio I movimenti sociali sono tendenzialmente, per loro essenza, le armi che i deboli sono costretti ad imbracciare per farsi intendere, non potendo farlo per vie più istituzionali. Dominio «relazionale», senza pregiudizio per la pluralità delle forme di questo rapporto di forza Esiste una rigida dicotomia fra luniverso dei movimenti sociali e quello dei gruppi di pressione. Un movimento sociale che dura e ha successo tende a cristallizzarsi in gruppo di pressione, a disporre di accesso abituale ai luoghi di decisione I movimenti sociali hanno bisogno di pubblicità

18 I repertori dellazione collettiva Esistono forme di istituzionalizzazione proprie dei movimenti sociali (Tilly) Ogni movimento sociale si confronta con un campionario pre-esistente di forme di protesta più o meno codificate e accessibili in maniera diversa, secondo lidentità dei gruppi mobilitati

19 La costituzione degli stati e lo sviluppo del capitalismo generano la politicizzazione di movimenti sociali. Repertori pre-rivoluzione industriale: -Si dispiegano nello spazio locale -Funzionano spesso per boicottaggio dei rituali sociali pre-esistenti -Caratteristica di patronage

20 Verso la metà del XIX secolo questo è soggetto a un insieme di modificazioni, lente ma radicali: -Si svincola dalle frontiere dello spazio locale per ampliare i suoi orizzonti dazione -La protesta acquista unautonomia crescente -Assume forme più intellettualizzate, più astratte, mentre i programmi e parole dordine sostituiscono luso dei simboli Offerlé ha proposto una lettura dei repertori contemporanei in base a una trilogia di registri della mobilitazione: il numero, il ricorso allo scandalo e il discorso dellexpertise

21 Una nuova generazione di repertori In 4 dimensioni: 1)Dimensione internazionale (Greenpeace) 2)Logiche di expertise 3)Dimensione simbolica (retorica) 4)Reticenza ad ogni delega del potere

22 I repertori dellazione collettiva

23 Il problema dellorganizzazione Lesistenza di unorganizzazione che coordini le azioni, raccolga le risorse, conduca un lavoro di propaganda per la causa appare come una necessità per la sopravvivenza del movimento e per il suo successo La maggior parte dei movimenti sociali è strutturata in forme più o meno rigide di organizzazione. Michels e la legge ferrea delloligarchia

24 Lo spazio dei movimenti sociali Il modello di Kriesi Kriesi costruisce uno spazio delle organizzazioni e degli investimenti militanti legati ai movimenti sociali a partire da due variabili centrali: 1)Grado di partecipazione degli aderenti; 2)Orientamento dellorganizzazione Tale spazio comprende 4 zone

25 Traiettorie dei movimenti sociali La traiettoria dellistituzionalizzazione addomestica il movimento sociale in gruppo di pressione, lo fa scivolare verso la parte inferiore sinistra dello schema: Quella della commercializzazione porta il movimento sociale verso il quadrante superiore sinistro della figura, lo trasforma in un mero fornitore di servizi commerciali -Scenario della convivialità -Modello della radicalizzazione

26 Una tipologia delle organizzazioni


Scaricare ppt "CHE COSE UN MOVIMENTO SOCIALE. MOVIMENTO SOCIALE Il senso comune associa allidea di movimento sociale un insieme di forme di protesta e collega il tutto."

Presentazioni simili


Annunci Google