La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Psicologia Sociale Corso di laurea in Scienze della comunicazione Jeroen Vaes a.a. 2006/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Psicologia Sociale Corso di laurea in Scienze della comunicazione Jeroen Vaes a.a. 2006/2007."— Transcript della presentazione:

1 Psicologia Sociale Corso di laurea in Scienze della comunicazione Jeroen Vaes a.a. 2006/2007

2 Corso di psicologia sociale Periodo A: Costruzione del mondo sociale Aronson, E., Wilson, T. D., Akert, R. M. (2006). Psicologia Sociale. Bologno: Il Mulino. Capitoli I - VI Psicologia sociale: introduzione storica La metodologia in psicologia sociale La cognizione sociale La percezione sociale La comprensione di sé La giustificazione di sé

3 Corso di psicologia sociale Periodo B: Influenza sociale e interazione sociale Aronson, E., Wilson, T. D., Akert, R. M. (2006). Psicologia Sociale. Bologno: Il Mulino. Capitoli VII - XIII Gli atteggiamenti Il conformismo e linfluenza del comportamento Processi di gruppo: linfluenza nei gruppi sociali Lattrazione interpersonale Il comportamento prosociale e laltruismo Laggressività Il pregiudizio: cause e rimedi

4 Corso di psicologia sociale Quando ? Ogni mercoledì dalle 9:30 alle 11:15 Ogni venerdì dalle 12:30 alle 14:15 Attenzione: Non cè lezione il 1/11, ma cè il 3/11 Non cè lezione il 8/12, ma cè il 6/12 Anche il 13/12 e il 15/12 cè lezione

5 Lucidi delle lezioni Proverò ad inserire i lucidi in tempo che li avete prima del corso

6 Corso di psicologia sociale Modalità dellesame lo studio si basa principalmente sugli appunti (quello che viene detto nella lezione) Lezioni seguono la struttura del libro di testo Primo esame a Gennaio / Febbraio (dal 29/01 al 24/02/2007)

7 Corso di psicologia sociale Modalità dellesame: Scritto 6 domande: 5 domande di carattere generale relative alla conoscenza e comprensione del corso e del libro Domande chiuse (scelta multipla, completare la frase con concetti chiavi, …) Ultima domanda richiede più creatività e verifica la capacità di elaborare i temi del corso Limite di tempo: 45 minuti

8 Corso di psicologia sociale Vecchio ordinamento: Compito integrativo oltre all'esame: –scrivere una tesina, di più o meno 4 à 5 pagine. Il tema è scelto da ogni persona individualmente. Potrebbe essere un fenomeno sociale che lei conosce particolarmente bene o che ha trovato nellattualità. Poi, l'idea è di spiegare e analizzare questo fenomeno utilizzando uno o più teorie che sono descritte nel libro del corso. La cronologia è la seguente: –prima, fate lesame. –avete passato lesame, mi mandate la tesina almeno 10 giorni prima della data in cui vorreste registrare il vostro voto –questo voto può solo aumentare o rimanere invariata con la tesina

9 Corso di psicologia sociale Ricevimento : Mercoledì dalle 14:00 alle 15:30 Nel ufficio 216, Facoltà di Psicologia, Via Venezia 8 (edificio color salmone), al secondo piano Vi chiedo di essere presenti allinizio del ricevimento o prenotare tramite

10 Corso di Psicologia Sociale Attività di approfondimento nellambito della ricerca: –prendere parte a ricerche di psicologia sociale come partecipante –prendere parte, in un secondo momento, alla discussione dei risultati ottenuti e le procedure che sono state utilizzate per la verifica delle ipotesi della ricerca. Obiettivo formativo: comprensione del processo della ricerca in psicologia sociale sia dalla prospettiva del partecipante che da quella del ricercatore. Modalità di partecipazione: Questa attività non è obbligatoria.

11 Psicologia Sociale Che cosa è ? –Studio dellinfluenza sociale –Definizione: lo studio scientifico dei modi attraverso cui i pensieri, i sentimenti e i comportamenti delle persone vengono influenzati dalla presenza reale o immaginaria degli altri (Allport, 1985) –Esempi: dalla persuasione allinfluenza senza presenza fisica degli altri

12 Psicologia Sociale Anche sociologia / scienze politiche e antropologia studiano linfluenza sociale. Però, la psicologia sociale se ne differenzia sotto diversi aspetti: 1. Linfluenza sociale soggettiva – Interessa per linterpretazione o costruzione dellambiente sociale – Sono importanti: – esperienze e conoscenze pregresse – aspettative e motivazioni – Percepire = dare un significato = interpretare – Ruolo attivo della persona che percepisce

13 Psicologia Sociale 2. Metodo: –Scienza che sottopone a prova empirica le proprie ipotesi 3. studi dei micro-processi --- psicologia dellindividuo verso studi dei macro-processi --- inquadrare la società Confronto con psicologia della personalità: –Differenze interindividuali ( pers.) –Linfluenza del contesto che le persone condividono ( soc.)

14 Community game Wall Street game

15 4 temi di studi nella Psicologia Sociale 1. Livello individuale: - Perché e quando ci confrontiamo con gli altri? - Perché e quando abbiamo bisogno di giustificare le nostre azioni? 2. Livello inter-individuale: - Perché e quando le persone si aiutano o mettono in atto comportamenti aggressivi? -Perché e quando le persone cooperano o competono luna con laltra ? 3. Livello intra-gruppo: -Quando e come veniamo influenzati dalle persone in un gruppo? - Quali fattori influenzano le prestazioni di gruppo ?

16 4 temi di studi nella Psicologia Sociale 4. Livello intergruppo : - Quando agiamo e pensiamo come membri di un gruppo verso altri? - Quali sono le conseguenze? - Quali sono le ragioni del pregiudizio? Come ridurlo ?

17 Psicologia sociale: Cenni storici Sviluppo della PS negli USA Le principali scuole di pensiero: Socio-biologia o evoluzionismo (Charles Darwin): Finalità della : il valore di sopravvivenza del comportamento e la sua chiave genetica Oggetto di studio della = istinti MERITI: Spiegazione globale CRITICA: gravi conseguenze sul piano etico e socio-politico Es.di ricerche di evoluzionismo: Laltruismo

18 Psicologia sociale: Cenni storici Le principali scuole di pensiero Comportamentismo (Watson, 1924): Finalità della : previsione e controllo del comportamento. Oggetto di studio della = comportamento osservabile. Analisi S-R MERITI: misurazione e metodo sperimentale CRITICA: fenomeni psichici interni Es.di ricerche di psicologia comportamentale: Facilitazione sociale

19 Psicologia sociale: Cenni storici Ragioni storiche: Ascesa del nazismo Molti psicologi sociali europei (di formazione Gestaltista) si rifuggiano negli USA. Teoria della Gestalt: Oggetto di studio della = percezione ovvero come il mondo fisico e sociale appare alla mente delle persone. Approccio fenomenologico: la percezione non è la scomposizione dei singoli attributi oggettivi della realtà, in quanto il tutto è più della somma delle sue parti. MERITI: ruolo della mente quindi dei processi cognitivi nella percezione ed interpretazione della realtà

20 Psicologia sociale: Cenni storici Influenza della formazione gestaltista nella ricerca e nella teoria. Es. di ricerche: Percezione sociale: formazione di impressioni di personalità

21 Cognitivismo (anni 70): Oggetto di studio della = processi cognitivi Finalità della : modelli che possano specificare le strutture e le modalità di elaborazione dellinformazione. Idee di base: lo stimolo viene elaborato dal SNC (S-O-R, invece di S-R). la mente umana come un elaboratore di informazioni (EI) lEI richiede risorse cognitive ed attentive. Le nostre risorse attentive e cognitive sono ampie, ma LIMITATE.

22 Lessere umano cerca di dare un senso e prevedere la realtà (SCIENZIATO INGENUO) Se le Capacità sono limitate….. Quali sono i processi che ci permettono di economizzare risorse cognitive e di funzionare correttamente? (ECONOMIZZATORE DI RISORSE COGNITIVE) Profondità dellelaborazione e quindi i nostri giudizi, comportamenti, etc. dipendono dalla motivazione e dalle risorse cognitive disponibili per lelaborazione (MOTIVATED TACTICIAN)


Scaricare ppt "Psicologia Sociale Corso di laurea in Scienze della comunicazione Jeroen Vaes a.a. 2006/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google