La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Array e “stringhe” Marco D. Santambrogio – Ver. aggiornata al 28 Ottobre 2014.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Array e “stringhe” Marco D. Santambrogio – Ver. aggiornata al 28 Ottobre 2014."— Transcript della presentazione:

1 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Array e “stringhe” Marco D. Santambrogio – Ver. aggiornata al 28 Ottobre 2014

2 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Frase… insieme di caratteri Che cosa è una frase?  Un insieme di caratteri Come la rappresento?  Un insieme, di tante variabili carattere?  Una variabile, insieme di caratteri? supercali fragili stiche spiralidoso 2

3 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONEObiettivi Gli array, questi sconosciuti Gli array in C Array particolari: le stringhe 3

4 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 4 Gruppi di celle consecutive  Rappresentano gruppi di variabili con lo stesso nome e lo stesso tipo Per riferirsi a un elemento, si specificano:  Il nome dell’array  La posizione dell’elemento (indice) Sintassi: [ ]  Il primo elemento ha indice 0  L’n° elemento dell’array v è v[n-1] v[6] dichiarazione v[0] v[1] v[2] v[3] v[11] v[10] v[9] v[8] v[7] v[5] v[4] posizione elemento int v[12]; nome array Gli array

5 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 5 Gli elementi di un array sono normali variabili: vett[0]  3; printf("%d", vett[0]); > 3 scanf("%d", &vett[1]); > 17vett[1] assume valore 17 Si possono usare espressioni come indici: se x  3 vett[5  2] è equivalente a vett[3] ed è equivalente a vett[x] Gli array

6 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE La gara di nuoto: con salvataggio Problema  Si hanno10 giudici 1 giudice = 1 voto  Si vogliono memorizzare i 10 voti, per poterli rileggere  Ogni voto è nell’itervallo 0-10  Dato un tuffo, calcolare La media dei voti Il voto massimo ed il voto minimo 6

7 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Come salvare i voti... La dichiarazione 7

8 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Come salvare i voti... L’inserimento 8

9 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Come salvare i voti... La stampa 9

10 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Un primo incontro con gli array Array: collezione di dati omogenei  Dichiare il tipo dei suoi dati  Dichiarare la sua dimensione Come si accede ai dati di un array?  Come a normali variabili Esempio di scrittura Esempio di lettura 10

11 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 11 Sintassi compatta: int n[5]  {1, 2, 3, 4, 5};  Inizializzazione parziale: gli elementi più a destra sono posti a 0 int n[5]  {13}; tutti gli altri elementi sono posti a 0  Specificare troppi elementi tra le graffe è un errore di sintassi Se la lunghezza dell’array è omessa, gli inizializzatori la determinano: int n[]  {5, 47,  2, 0, 24}; è equivalente a: int n[5]  {5, 47,  2, 0, 24};  In tal caso la dimensione è inferita automaticamente, e si avranno 5 elementi nell’array Inizializzazione di un array

12 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 12 Si opera sui singoli elementi, uno per volta Non è possibile operare sull’intero array, agendo su tutti gli elementi simultaneamente /  come ricopiare array1 in array2  / int array1[10], array2[10]; int i;... array2  array1;/  ERRATO  /... for( i  0; i  10; i  )  array2[i]  array1[i];/  CORRETTO  /  Operazioni sugli array

13 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 13 Problema: sequenza di interi Mostrare una sequenza di 10 interi nell'ordine inverso rispetto a quello con cui è stata introdotta dall’utente

14 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Provate senza array 14

15 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Provate senza array 15

16 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Provate senza array 16

17 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Provate con gli array… 17

18 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Provate con gli array… 18

19 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Sequenza: possibile soluzione 19

20 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 20 In testa al programma: #defineLUNG_SEQ 100 Così possiamo adattare la lunghezza del vettore alle eventuali mutate esigenze senza riscrivere la costante 100 in molti i punti del programma  Il preprocessore sostituisce nel codice LUNG_SEQ con 100 prima della compilazione La lunghezza dell’array, quindi, anche in questo caso è decisa al momento della compilazione del programma Nella dichiarazione degli array non si usano mai variabili per specificarne la dimensione "Generalizziamo" con la direttiva #define

21 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Sequenza con define 21

22 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Pausa 10’ 22

23 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 23 Array di caratteri: spesso chiamati stringhe  Quando rappresentano “ caratteri da leggersi in fila ” Dichiarazione+inizializzazione di una stringa: char stringa[]  "word"; Il carattere nullo '\0' termina le stringhe Perciò l’array stringa ha 5 elementi (non 4): Dichiarazione equivalente: char stringa[]  {'w', 'o', 'r', 'd', '\0'}; drow \0 Le stringhe

24 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Problema: inserisci nome 24

25 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 25 Stringhe e caratteri Qual è la differenza tra 'x' e "x"? 'x' è una costante di tipo char, rappresentata in memoria da un intero "x" è una stringa costante, rappresentata in memoria da un array che contiene i caratteri: 'x' e '\0' ATTENZIONE Le stringhe non sono propriamente un tipo di dato (non sono un tipo base!) Non hanno operatori nativi, ma una serie di funzioni nella libreria standard che permettono di manipolarle

26 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 26 char str1[32]; /  str1 ha spazio per 32 char.  / char str2[64]; /  str2 ha spazio per 64 char.  / /  inizializza str1 con la stringa "alfa"  / strcpy(str1, "alfa"); /  str1 contiene "alfa"  / /  copia str1 in str2  / strcpy(str2, str1); /  str2 contiene "alfa"  / /  lunghezza di str1  / x = strlen(str1); /  x assume valore 4  / /  scrivi str1 su standard output  / printf("%s", str1); /  scrive str1 su stdout  / /  leggi str1 da standard input  / scanf("%s", str1); /  str1 “ riceve ” da stdin  / Operazioni su stringhe

27 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 27 char str1[32]; char str2[64]; scanf("%s", str1); > ciao  /  ora str1 contiene "ciao"  / strcpy(str2, str1);/  str2 riceve "ciao"  / val = strlen(str2); /  val = 4  / printf("%s\n", str2); > ciao/  stampa "ciao"  / Attenzione: strlen("") vale 0 ! Operazioni su stringhe

28 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Problema: copia stringhe 28

29 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 29 Il nome dell’array rappresenta l’indirizzo del suo primo elemento, perciò quando ci si vuole riferire all’intero array nella scanf non si mette il simbolo &! scanf("%s", stringa); Questa scanf legge in input i caratteri fino a quando trova il carattere “ blank ” (lo spazio), o l’invio Perciò se nel buffer si trova una stringa “troppo lunga”, essa è memorizzata oltre la fine dell ’ array !!! Ed è un errore grave !!! Particolarità delle stringhe

30 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 30 Una funzione apposita: strcmp(s1,s2)  restituisce un intero  confronta le due stringhe fino al ‘\0’ char str1[32], str2[64]; int diverse; /*... acquisizione di valori per le stringhe... (codice omesso)*/ diverse = strcmp(str1, str2); if( diverse == 0 ) printf("UGUALI\n"); else if( diverse < 0 ) printf("%s PRECEDE %s\n", str1, str2); else printf("%s SEGUE %s\n", str1, str2); Confrontare due stringhe

31 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE 31 Problema: ???

32 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Element Value Histogram 0 19 ******************* 1 3 *** 2 15 *************** 3 7 ******* 4 11 *********** 5 9 ********* 6 13 ************* 7 5 ***** 8 17 ***************** 9 1 * Output del programma

33 DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Fonti per lo studio + Credits Fonti per lo studio  Informatica arte e mestiere, S. Ceri, D. Mandrioli, L. Sbattella, McGrawHill Capitolo 5 Credits  Daniele Braga - 33


Scaricare ppt "DIPARTIMENTO DI ELETTRONICA E INFORMAZIONE Array e “stringhe” Marco D. Santambrogio – Ver. aggiornata al 28 Ottobre 2014."

Presentazioni simili


Annunci Google