La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esercizi numerici 2) Un fascio di luce non polarizzata, con intensità luminosa I 0 = 1 W/cm 2, proviene dall’aria ed incide con un angolo  i = 70° su.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esercizi numerici 2) Un fascio di luce non polarizzata, con intensità luminosa I 0 = 1 W/cm 2, proviene dall’aria ed incide con un angolo  i = 70° su."— Transcript della presentazione:

1 Esercizi numerici 2) Un fascio di luce non polarizzata, con intensità luminosa I 0 = 1 W/cm 2, proviene dall’aria ed incide con un angolo  i = 70° su una lastra di vetro piana di indice di rifrazione n = Calcolare la frazione dell’intensità che viene riflessa dalla prima superficie e il tipo di polarizzazione dell’onda riflessa. I0I0 n I Prova in itinere corso di Fisica 4 A.A. 2001/2 NOME………….....…. COGNOME…………… ……… VOTO 1) La luce rossa del sole, assunta come un’onda elettromagnetica piana la cui ampiezza di campo elettrico è E 0 = 868 V/m, incide normalmente sulla superficie piana di un tratto di mare come in figura. Considerando che l’acqua di mare ha valori dell’indice di rifrazione e del coefficiente di assorbimento rispettivamente n = 1.34 e  = 4x10 -3 cm -1, calcolare: a) il valore dell’intensità luminosa riflessa; b) il valore dell’intensità trasmessa all’interno dell’acqua a una profondità h = 10 m dalla superficie. n,  h

2 3) In un esperimento di doppia fenditura si trova che la luce blu di lunghezza d’onda 1 = 450 nm genera un massimo del secondo ordine in una certa posizione dello schermo. Per quale lunghezza d’onda di luce visibile (400 nm < VIS < 750 nm) si avrebbe un minimo nella stessa posizione? 4) Uno dei fasci di un interferometro passa attraverso una cella di vetro cava lunga l = 1.3 cm. Immettendo lentamente un gas nella cella si osserva il passaggio di 236 frange scure. La lunghezza d’onda della luce è = 610 nm. Calcolare l’indice di rifrazione del gas assumendo che il resto dell’interferometro sia sotto vuoto. P l M1M1 M2M2 sorgente

3 5) A che distanza reciproca t devono essere poste due fenditure, ciascuna di apertura D = 0.23 mm e illuminate da luce violetta di lunghezza d’onda = 415 nm, affinché i primi minimi di intensità da diffrazione si sovrappongano su uno schermo distante d = 2.55 m? P t d B) Da cosa è prodotto il “tremolio” delle immagini osservate vicino ad una sorgente calda? Quesiti A) Scrivere l’espressione del campo elettrico di un’onda elettromagnetica monocromatica piana polarizzata circolarmente che si propaga lungo la direzione z in un mezzo con indice di rifrazione n.

4 D) Da cosa è prodotta l’iridescenza delle lamine sottili? E) Cosa succede ad un breve impulso di luce quando attraverso un mezzo dispersivo e perché? C) Quali sono le condizioni sulla luce che incide sulle fenditure per ottenere interferenza alla Young? F) Come è definito “l’angolo limite”?

5 Trattandosi di luce non polarizzata: poiché: quindi: 2) la luce riflessa è parzialmente polarizzata perpendicolarmente al piano di incidenza Soluzioni 1)

6 I = I max se:I = 0 se da cui: 3) 4) la condizione sulla differenza di cammino ottico per osservare l’m-esima frangia scura è: si osserva il passaggio ad un’altra frangia scura ogni volta che s-s’ varia di, quindi: 5) dalla figura, per costruzione, e dalla legge di diffrazione di Fraunhofer:


Scaricare ppt "Esercizi numerici 2) Un fascio di luce non polarizzata, con intensità luminosa I 0 = 1 W/cm 2, proviene dall’aria ed incide con un angolo  i = 70° su."

Presentazioni simili


Annunci Google