La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIRITTO COMMERCIALE 1 A.A. 2008/2009 DC_08-09/home.htm.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIRITTO COMMERCIALE 1 A.A. 2008/2009 DC_08-09/home.htm."— Transcript della presentazione:

1 DIRITTO COMMERCIALE 1 A.A. 2008/2009 DC_08-09/home.htm

2 FREQUENTANTI: programma desame leggermente diverso rispetto a quello per non frequentanti. - Alcuni argomenti non si trovano sul manuale e vanno studiati sugli appunti: si tratta dunque di argomenti in più rispetto al programma per non frequentanti. - Altri argomenti, che fanno parte del programma da non frequentante, sono invece esclusi dal programma da frequentante: dunque argomenti in meno. CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA NET ECONOMY: programma desame ridotto, specificato sul sito PROGRAMMA

3 - solo orale - programma per frequentanti, anche agli appelli di recupero - una parte dellesame comunque con la docente ESAME

4 di cui si tiene conto ai fini del voto finale: - studenti internazionali: presentazioni in aula sulla legislazione di diritto societario del paese di riferimento - presentazioni in aula su singoli studi interdisciplinari, ad es. elaborati dallOCSE - presentazioni in aula su singoli casi (es., sentenze) LAVORI INDIVIDUALI

5 - appunti individuali - presentazioni (scaricabili dal sito) - manuale - lavori prodotti da studenti, presentati in aula (scaricabili dal sito) MATERIALI DI STUDIO PER FREQUENTANTI

6 G.F. Campobasso, Manuale di diritto commerciale, UTET, ultima edizione. I medesimi argomenti possono venire studiati su un qualsiasi altro manuale di diritto commerciale, purché equivalente a quello segnalato ed ovviamente aggiornato. MANUALE

7 DOMANDE?

8 DIRITTO COMMERCIALE FONTI CODICE CIVILE LEGGI SPECIALI Regolamenti

9 Prima del 1942 in Italia: Codice di Commercio (1882)

10

11

12 FRANCIA: Code de Commerce 1807

13 AUSTRIA: Unternehmensgesetzbuch 2007 Kaufmann (commerciante) Unternehmer (imprenditore)

14 DIRITTO COMMERCIALE OGGI imprenditore società contratti commerciali titoli di credito mercati finanziari procedure concorsuali proprietà intellettuale concorrenza sleale antitrust ecc.

15 DIRITTO COMMERCIALE OGGI imprenditore società contratti commerciali titoli di credito mercati finanziari procedure concorsuali proprietà intellettuale concorrenza sleale antitrust ecc. pubblicità ingannevole e comparativa diritto industriale e della concorrenza

16 TRENTINO-ALTO ADIGE FONTE ISTAT: 8°CENSIMENTO GENERALE DELLINDUSTRIA E DEI SERVIZI 2001

17 Codice Civile - LIBRO QUINTO DEL LAVORO TITOLO II Del lavoro nell'impresa CAPO I Dell'impresa in generale CAPO II Dell'impresa agricola CAPO III Delle imprese commerciali e delle altre imprese soggette a registrazione Sezione III. Disposizioni particolari per le imprese commerciali § 1. Della rappresentanza § 2. Delle scritture contabili (88) TITOLO III Del lavoro autonomo CAPO I Disposizioni generali CAPO II Delle professioni intellettuali TITOLO V Delle società TITOLO VI Delle società cooperative e delle mutue assicuratrici TITOLO VII Dell'associazione in partecipazione TITOLO VIII Dell'azienda

18 art.1330, proposta e accettazione fatta dallimprenditore e morte/incapacità diritto dei contratti art. 1341, condizioni generali di contratto art. 1368, interpretazione clausole ambigue quando uno dei due contraenti è imprenditore art. 1722, estinzione mandato avente ad oggetto atti relativi allesercizio dellimpresa

19 IMPRESA PRODOTTO O SERVIZIO MERCATO IMPRESA scopo: lucro o produzione di ricchezza funzione combinatrice

20 punto di vista economico Teorie dellimpresa lo studio dellimpresa e le ragioni del suo permanere con successo nella propria dimensione spazio-tempo struttura del settore elementi interni allimpresa risorse capacità ecc.

21 IMPRESA individuale collettiva imprenditore società però possibili società che non sono imprese associazione persona fisica persona giuridica punto di vista giuridico

22 dellimprenditore stesso di terzi (privati, banche) rischia il proprio patrimonio pretendono una remunerazione

23 imprenditore commerciale imprenditore agricolo piccolo imprenditore SE non è neppure ALLORA Categorie di imprenditori

24 IMPRESA IMPRENDITORE COMMERCIALE IMPRENDITORE AGRICOLO PICCOLO IMPRENDITORE IMPRENDITORE NON PICCOLO

25 Art c.c. Imprenditore È imprenditore chi esercita professionalmente una attività economica organizzata al fine della produzione o dello scambio di beni o di servizi. Nozione di azienda Art c.c. L`azienda è il complesso dei beni organizzati dall`imprenditore per l`esercizio dell`impresa

26 ACQUISTO della qualifica di imprenditore esercizio di fatto di unattività economica attività economica svolta professionalmente attività economica organizzata fine dellattività economica organizzata è la produzione di beni o servizi oppure lo scambio di beni ex art c.c.

27 esercizio di fatto di unattività economica pluralità di atti, fatti e contratti pluralità di operazioni economiche ATTIVITÀ ECONOMICA diretta alla produzione di ricchezza modalità che consentano almeno potenzialmente la copertura dei costi con i ricavi anche SENZA fine di lucro inteso come conseguimento di un utile art c.c. anche unico affare

28 es.: impiegato che nei week-end gestisce un chiosco di bibite sulla spiaggia attività economica svolta professionalmente stabile e non occasionale pr.: chi realizza un singolo affare? pr.: deve essere lattività prevalente? es.: costruzione di una diga

29 attività economica organizzata organizzazione produttiva coordinamento dei fattori della produzione es., gioielliere? pr.: necessaria lorganizzazione del lavoro altrui? pr.: necessità di un minimo di etero-organizzazione? lavoro e capitali personali dellimpr.

30 fine dellattività economica organizzata è la produzione di beni o servizi oppure lo scambio di beni attività che produce ricchezza pr.: necessaria la destinazione al mercato? es., costruttore di appartamento per abitazione propria

31 lesercizio di lattività economica illegittima dà luogo ad unimpresa? necessità di tutela dellaffidamento dei terzi attività vietata in modo assoluto es., contrabbando attività esercitata in difetto delle necessarie autorizzazioni NO norme poste a favore dellimprenditore SI norme a tutela dei terzi

32 attività esercitata in nome proprio? pr.: imprenditore occulto A B (prestanome) C2 C3 CHI è imprenditore?

33 A B (prestanome) C1 C2 C3 mandato senza rappresentanza affidamento art cc. POTERE DI DIREZIONE

34 d1colui nel cui nome lattività viene svolta d2 imprenditore solo il prestanome responsabile anche limpr.occulto chi dirige limpresa deve assumersene il rischio d3 fallisce anche limpr.occulto Teoria dellimprenditore occulto necessità della spendita del nome

35 Teoria dellimprenditore occulto art.147 c.2, l. fall. (ora c.4) fallimento soci ill. resp assieme alla società anche senza spendita del nome G fallimento della società occulta fallimento del soggetto – imprenditore individuale- occulto

36 A B (prestanome) C1 C2 C3 affidamento C4 C5 C6 affidamento danno dei creditori personali del dominus che non potevano conoscere lesistenza dellattività economica tramite prestanome tutela dei creditori del prestanome oltre allaffidamento

37 SI fallimento di socio occulto di società occulta (ora art. 147, c.5) NO fallimento dellimpr. occulto

38 imprenditore commerciale imprenditore agricolo piccolo imprenditore SE non è neppure ALLORA Categorie di imprenditori

39 art. 2135, c.1 c.c. coltivazione del fondo, selvicoltura, allevamento di animali e attivita' connesse attivita' dirette alla cura ed allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria del ciclo stesso, di carattere vegetale o animale, che utilizzano o possono utilizzare il fondo, il bosco o le acque dolci, salmastre o marine. il rischio ambientale può anche mancare anche in assenza di un collegamento con il fondo anche artificialità dello sviluppo del ciclo biologico a carattere industriale limprenditore agricolo

40 art. 2135, c.2 c.c. attività agricole per connessione presunzione assoluta attività oggettivamente commerciali considerate PER LEGGE ATTIVITÀ AGRICOLE se non prevalenti sulle attività agricole essenziali

41 nonche' dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l'utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda normalmente impiegate nell'attivita' agricola esercitata, ivi comprese le attivita' di valorizzazione del territorio e del patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione ed ospitalita' come definite dalla legge". attivita', esercitate dal medesimo imprenditore agricolo dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali,

42 CONNESSIONE SOGGETTIVA OGGETTIVA attività agricola principale attività connessa a quella principale manipolazione conservazione, trasformazione, commercializzazione valorizzazione prodotti ottenuti prevalentemente dalla coltivazione del fondo o del bosco o dall'allevamento di animali fornitura di beni o servizi l'utilizzazione prevalente di attrezzature o risorse dell'azienda normalmente impiegate nell'attivita agricola esercitata

43 imprenditore agricolo professionale colui il quale, in possesso di conoscenze e competenze professionali ai sensi dell'articolo 5 del regolamento (CE) n. 1257/1999 del Consiglio, del 17 maggio 1999, dedichi alle attivita' agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile, direttamente o in qualita' di socio di societa', almeno il cinquanta per cento del proprio tempo di lavoro complessivo e che ricavi dalle attivita' medesime almeno il cinquanta per cento del proprio reddito globale da lavoro. societa' di persone, cooperative e di capitali, anche a scopo consortile, qualora lo statuto preveda quale oggetto sociale l'esercizio delle attivita' agricole di cui all'articolo 2135 del codice civile e siano in possesso dei seguenti requisiti: - societa' di persone qualora almeno un socio sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale. - societa' in accomandita la qualifica si riferisce ai soci accomandatari - societa' cooperative, qualora almeno un quinto dei soci sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale; -societa' di capitali, quando almeno un amministratore sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale 25% se territori disagiati

44 imprenditore agricolo persona fisica consorzio società cooperativa società di capitali

45 obbligo di iscrizione nel registro delle imprese certificazione anagrafica efficacia dichiarativa terzi non possono opporre lignoranza della qualità di impr. agr. dal momento della avvenuta iscrizione in mancanza di iscrizione la qualità di impr. agr. non può essere opposta ai terzi solo se si prova che i terzi ne hanno avuto conoscenza impr. agr. coltivatore diretto

46 il piccolo imprenditore coltivatore diretto del fondo artigiano piccolo commerciante chi esercità unattività professionale organizzata prevalentemente con il lavoro proprio e dei componenti della famiglia PREVALENZA SU altri fattori della produzione capitale investito lavoro altrui art c.c.

47 L. 8 agosto 1985, n. 443 legge-quadro sullartigianato iscrizione nellAlbo provinciale delle imprese artigiane per ottenere agevolazioni Trentino Alto Adige Imprese artigiane Totale Imprese Incidenza % 24,8 Italia Incidenza % 24,5 Fonte: elaborazioni Ufficio Studi Confartigianato su dati Unioncamere (2001?) Pr.: falliscono?

48 legge-quadro sullartigianato definizione di artigiano NEI LIMITI DIMENSIONALI di cui alla legge-quadro lavoro altrui può anche prevalere su quello della propria famiglia lavorazione in serie/non in serie, ecc. n. massimo dipendenti/apprendisti es., abbigliamento su misura: max. 32

49 Pr. ogni imprenditore artigiano ai sensi della legge speciale è piccolo imprenditore ex art. 2083? artigiano ai sensi della legge quadro per ottenere dei benefici ex normativa speciale artigiano ex art c.c. qualificazione come piccolo imprenditore

50 IMPRESA IMPRENDITORE COMMERCIALE IMPRENDITORE AGRICOLO PICCOLO IMPRENDITORE IMPRENDITORE NON PICCOLO STATUTO DELLIMPRENDITORE COMMERCIALE

51 STATUTO DELLIMPRENDITORE COMMERCIALE obbligo di tenuta delle scritture contabili soggezione alle procedure concorsuali in caso in insolvenza disciplina speciale della rappresentanza

52 IMPRENDITORE COMMERCIALE ex art c.c. - un'attivita' industriale diretta alla produzione di beni e servizi; - un'attivita' intermediaria nella circolazione dei beni; - un'attivita' di trasporto per terra, per acqua o per aria; - un'attivita' bancaria o assicurativa; - altre attivita' ausiliarie delle precedenti imprenditore che esercita:


Scaricare ppt "DIRITTO COMMERCIALE 1 A.A. 2008/2009 DC_08-09/home.htm."

Presentazioni simili


Annunci Google