La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Dreaming - Cultural / Historical A different reality / co-reality (the Greeks didn't have dreams, they were visited by them) –Omens –Reflections of waking.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Dreaming - Cultural / Historical A different reality / co-reality (the Greeks didn't have dreams, they were visited by them) –Omens –Reflections of waking."— Transcript della presentazione:

1 Dreaming - Cultural / Historical A different reality / co-reality (the Greeks didn't have dreams, they were visited by them) –Omens –Reflections of waking life –Artifacts of brain activity

2

3

4

5 PRECEDENTI STUDI Waterman (1991) analizza i resoconti di sogni di anziani ottenuti tramite la tecnica diaristica (home-dreams). Osserva una diminuzione dellaggressività, dellamichevolezza, dellemozione prima dei 45 anni Blick e Howe (1983) studiando le emozioni provate durante il sonno, trascritte tramite diario, osservano che le donne anziane riportano significativamente meno emozioni di giovani studentesse Fein et al. (1985) analizzano e confrontano resoconti di anziani in laboratorio con i giovani, questi ultimi mostrano una componente dimmagini visive maggiore (ricerca di Foulkes e Schmidt (1983)) Zepelin (1981) e Brenneis (1975) indagano sulle differenze dovute alletà del sogno in laboratorio e a casa. Osservano un aumento dellaggressività negli anziani di sesso maschile, contro una diminuzione delle donne anziane

6 ASPETTI METODOLOGICI Casa vs. Laboratorio : nelle ricerche in cui i sogni sono raccolti tramite diari compilati a casa, ad esempio, nelle quali lintervallo di tempo tra risveglio e richiamo del sogno è variabile, il ricordo del sogno è suscettibile di interferenza da parte di materiale prodotto dopo il risveglio (Cipolli e Salzarulo, 1998). Provocato vs. Spontaneo : le ricerche condotte in laboratorio hanno privilegiato lutilizzo di risvegli provocati, riducendosi in tal modo larchitettura naturale del sonno.

7 METODO Procedure: Diario per la qualità del sonno ( 3 giorni prima e dopo la notte sperimentale) Registrazione polisonnografica (EEG,C3-O2 e C4-O1; EOG; EMG) Monitoraggio attraverso telecamera Raccolta dellMSEs tramite audioregistrazione

8 RISULTATI Per 8 soggetti si sono ottenuti 44 risvegli : 13 dopo sonno REM 31 dopo sonno NREM Sono stati riportati 11 resoconti analizzabili (25%): 7 dopo sonno REM 4 dopo sonno NREM

9 Resoconto primarioRes. guidato REMNREMREMNREM Unit à temporale 7,43,220,411,5 Continuit à 85,7%50%42,9%25% Plausibilit à 71,4%75%71,4%75% Se71,4%25%85,7%50% Doppio Se0% Ambiente71,4%25%85,7%66,7% Riferimenti al laboratorio28,6%0%28,6%0% Numero personaggi non Se212,71,7 Personaggi indefiniti28,5%0%28,6%25% Distorsioni dimensionali14,3%0%28,6%0% Distorsioni spaziotemporali14,3%25%14,3%0% Sensazioni corporee14,3%0% Emozioni0% 28,6%75% TABELLA RIASSUNTIVA Significativit à : = * ; = ** P stato P resoc. *** * * * * * *

10 UNITA TEMPORALI

11 CONTINUITA

12 PLAUSIBILITA

13 EMOZIONI

14 Il recupero del sogno, se innescato, prosegue poi in modo abbastanza efficace La lunghezza dei resoconti guidati, misurata in base alle unità temporali, aumenta significativamente (rispetto ai primari) dopo la presentazione di cues adeguati. Tale aumento, dovuto a suggerimenti che orientano lRVM su specifici contenuti, si presenta anche con alcune dimensioni come lapresenza del sognatore, descrizioni dellambiente, numero dei personaggi non sé. Questi dati suggeriscono che nel soggetto anziano il processo di produzione onirica durante il sonno sia complessivamente integro, mentre il problema è da ricercarsi nei processi di immagazzinamento in memoria e nella difficoltà di attivazione dei processi di recupero dopo il risveglio.

15 I resoconti guidati degli anziani sono poco continui ma molto plausibili Dopo i suggerimenti forniti, i soggetti paiono trascurare la modalità con la quale il resoconto viene espresso, costruendo strutture narrative confuse e vacillanti. Possiamo ipotizzare che, nella prosecuzione del recupero del materiale onirico, gli anziani trovano difficoltà a ricostruire unorganizzazione linguistica corretta. Dal confronto con la ricerca di Cavallero et al. (1992), la dimensione della plausibilità, ossia la somiglianza ad eventi che possono realmente accadere in veglia, sembra maggiore negli anziani rispetto ai giovani. In accordo con precedenti studi (Waterman, 1981; Funkhouser, 1999), abbiamo riscontrato un notevole numero di resoconti in cui i soggetti raccontano scene di vita quotidiana come la preparazione del pranzo, le pulizie giornaliere della casa o acquisti vari.

16 Diminuzione delle espressioni delle sensazioni provate durante il sonno delle donne anziane rispetto a giovani adulte Non esistono differenze tra RVM di anziani riportati dopo sonno in laboratorio, con procedure di richiamo spontaneo, e RVM ottenuti a casa

17 RAPPRESENTAZIONE DI SE

18 RIFERIMENTI ALLAMBIENTE

19 RIFERIMENTI AL LABORATORIO

20 PERSONAGGI NON SE

21 EMOZIONI

22

23

24 Dreaming The time-honored approach to the understanding of dreams is to regard them as communications from external agencies: gods, angels, or spirits.

25

26 Dreaming - Characteristic Features Emotion intensely felt (often enough to result in awakening) Illogical content Experience of formed sensory impressions Uncritical acceptance Difficulty remembering the dream once it is over

27 Dreaming Dream-mentation occurs in ALL stages of sleep (and even relaxed wakefulness). Dreaming is NOT confined to REM sleep.

28 Dreaming - Lucid Dreaming Two characteristics: –Awareness of dreaming while dreaming –Ability to direct the course of the dream

29 Dreaming - Lucid Dreaming 58% of the population has had at least one lucid dream in their life. 15% dream lucidly more than once per month. "Lucidity training" has been proposed as a means of self-healing and psychological growth. (A program for inner growth.")

30 Hypnosis The physiologic state of hypnosis, meditation, etc. is that of relaxed wakefulness.

31 Stages of Sleep Vivid dreaming involving imagery occurs during REM sleep; dreaming during SWS tends to involve vague thoughts. Nightmares are associated with REM, whereas night terrors are associated with stages 3 and 4 SWS.

32 Dreaming Occurs during the REM stage. –Waking subjects during REM leads to vivid recall of dreams. Empirical work has shown –External stimuli can be integrated into dreams. –Everyone dreams, even if they cant remember. –Penile erections are not associated with sexual dreams. –Sleep walking and talking occur infrequently during dreams.

33 Dreaming and Freud Freud argued that dreams were a means of unconscious expression of undesirable urges. activation-synthesis theoryEmpirical studies have demonstrated that dreams result from the many random activations of brain areas, and the cortexs attempt to interpret them (activation-synthesis theory).

34 Stages of Sleep Vivid dreaming involving imagery occurs during REM sleep; dreaming during SWS tends to involve vague thoughts. Nightmares are associated with REM, whereas night terrors are associated with stages 3 and 4 SWS.


Scaricare ppt "Dreaming - Cultural / Historical A different reality / co-reality (the Greeks didn't have dreams, they were visited by them) –Omens –Reflections of waking."

Presentazioni simili


Annunci Google