La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Gest. dei Serv. Turistici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Gest. dei Serv. Turistici."— Transcript della presentazione:

1 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Gest. dei Serv. Turistici Economia del turismo Prof.ssa Carla Massidda

2 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda Sezione 2 IL TURISMO NELLECONOMIA NAZIONALE Argomenti La contabilità nazionale Losservazione del sistema turistico Alcuni dati utili per quantificare il fenomeno turistico

3 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale Il turismo nellEconomia Nazionale Ha senso parlare, in termini economici, di un settore turistico? Il prodotto turistico è ETEROGENEO E PLURALE Insieme di attività tangibili o intangibili, che servono per soddisfare il bisogno umano della vacanza I n contabilità nazionale è impossibile identificare unindustria turistica E necessario sviluppare un sistema di contabilità satellite

4 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale Sistema di contabilità nazionale: valutazione organica dei flussi scambiati tra unità operanti nelle attività economiche nazionali o interne di un paese Il sistema si compone dell'insieme dei conti economici nazionali i quali: -rilevano i flussi tra unità operanti nelle attività economiche; -sono intestati ai diversi settori che operano allinterno del sistema economico; -la visione che essi danno del sistema economico può essere più o meno aggregata.

5 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale Nel precedente sistema di conti non ne esiste neanche uno intestato direttamente al turismo: il prodotto turistico si compone di attività diverse, collocate in branche differenti, che non producono esclusivamente per il turismo.

6 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale European System of Accounts (ESA): sistema di classificazione dei conti economici: 10 categorie e 36 sottocategorie; in alcune la motivazione turistica assume particolare rilevanza

7 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale LA BILANCIA TURISTICA Bilancia dei pagamenti: documento contabile nel quale vengono registrate tutte le transazioni tra uneconomia e il resto del mondo Bilancia turistica; inserita nellambito dei servizi nelle partite correnti Si compone di: –trasporti; –viaggi allestero. Questi sistemi di contabilità incontrano notevoli problemi statistici, di imputazione e di interpretazione

8 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale I TRASPORTI E' la sezione della BP in cui vengono contabilizzate tutte le transazioni relative ai servizi di trasporto e attività ausiliarie. La classificazione avviene sia sulla base del vettore utilizzato che del tipo di attività.

9 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale Viaggi all'estero Si riferisce alle spese sostenute da viaggiatori in economie diverse da quella di residenza. E' la voce più rilevante. La fonte dei dati è l'ufficio italiano cambi (UIC)

10 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.1 La contabilità nazionale LA CONTABILITA SATELLITE La contabilità nazionale presenta rigidità che non permettono una completa trattazione di aspetti più particolari della vita economica Proposta di completare i conti nazionali aggregati con contabilità specifiche: la contabilità satellite Primo problema: individuazione precisa dellarea che devessere esaminata Attività caratteristiche del turismo se una delle seguenti due affermazioni è vera: 1.Una parte delloutput complessivo è percentuale rilevante del consumo turistico; 2.Il consumo turistico rappresenta una parte rilevante dellofferta di questattività

11 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Vediamo ora più tecnicamente perché è impossibile identificare unindustria turistica in senso stretto

12 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico In questo caso, infatti, non sono applicabili i due criteri suggeriti in economia: –criterio tecnologico: imprese simili dal punto di vista della tecnica di produzione; impossibile definire i confini dell'attività turistica perché la vacanza è una miscela di beni diversi dal lato produttivo –criterio di mercato: imprese che producono lo stesso tipo di bene (sostituibilità tra beni) eterogeneità di prodotto e complementarità

13 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Lincertezza concettuale che ne deriva non consente di produrre un quadro informativo adeguato per unanalisi economica del fenomeno turistico Tale analisi presuppone lutilizzo di grandezze quali produzione, reddito e occupazione utilizzate per il resto del sistema economico

14 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Per colmare le inevitabili lacune informative, il fenomeno turistico può essere osservato secondo due approcci alternativi: l'approccio dell'offerta l'approccio della domanda.

15 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico LAPPROCCIO DELLOFFERTA Consiste nel monitorare l'offerta espressa da un aggregato di imprese con cui, solo per convenzione, si identifica l'industria turistica. E' un modo aprioristico di definire l'industria anche se è utile perché permette di individuare e aggregare i beni e servizi che occorre rilevare.

16 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico LAPPROCCIO DELLOFFERTA Una classificazione generale di tali imprese può essere quella proposta nel seguente schema

17 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda

18 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico LAPPROCCIO DELLOFFERTA Si può, inoltre, procedere con lindividuazione dei comparti del turismo In ogni comparto vengono aggregate le attività delle diverse imprese sulla base delle caratteristiche tecnologiche degli oggetti prodotti e del tipo di materiali utilizzati, della tipologia dei processi attivati o della destinazione finale dei beni e servizi prodotti.

19 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Si parla così del: comparto del ricettivo; c. della ristorazione; c. del trasporto di persone; c. dell'organizzazione e gestione di convegni e congressi; c. del catering; c. dell'organizzazione del tempo libero; c. del commercio; c. dell'intermediazione finanziaria

20 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico c. del settore industriale; c. della gestione delle infrastrutture; c. dei beni culturali e paesaggistici; c. della progettazione di viaggi e soggiorni; c. delle agenzie di viaggio: c. dei servizi pubblici di supporto al turismo. c. dell'amministrazione pubblica; c. dell'istruzione. Problema fondamentale: alcuni comparti sono dedicati solo ai turisti, altri soddisfano diverse tipologie di consumatori

21 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico L'approccio della domanda La rilevazione che avviene dal lato della domanda osserva il fenomeno turistico sulla base delle motivazioni sottostanti il consumo Diviene perciò oggetto della produzione turistica tutto ciò che i turisti consumano Il modello input-output L'approccio suggerisce di osservare la spesa turistica per risalire, attraverso il tipo di bene e servizio consumato, a una ricostruzione del settore turistico a posteriori. Il modello cui si ricorre, noto con il termine input-output, è definito anche come modello delle interdipendenze strutturali.

22 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Il modello input-output svolge una duplice funzione: –mostrare il grado di integrazione delle attività turistiche con gli altri settori produttivi; –mostrare la capacità del turismo di generare reddito e occupazione. Nel modello si parte dalla concezione della produzione come un processo circolare ovvero la produzione di merci avviene attraverso merci.

23 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Questo implica la corrispondenza tra la struttura della domanda e la struttura della produzione e dell'occupazione e identifica il settore turistico attraverso la qualità e la quantità di servizi domandati dai turisti Il modello input-output annota gli scambi reciproci tra settori dell'economia: 1.settori produttivi e settori finali; 2.disaggregazione dipendente dalla disponibilità di dati e dagli obiettivi

24 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.2 L'osservazione del Sistema Turistico Comparti del turismo Produzione del sistema turistico Le imprese dei comparti sono le unità di rilevazione, la cui produzione determina, per aggregazione, la produzione del comparto e quella totale Domanda dei turisti SUPPLY SIDEDEMAND SIDE Produzione del sistema turistico Domanda dei turisti Tavole delle interdipendenze settoriali e modello input-output Comparti del sistema turistico Integrazione dei due metodi di osservazione

25 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico Lincertezza concettuale che sussiste intorno al fenomeno turistico da un lato e la centralità attribuita al concetto di turista dallaltro fanno in modo che le statistiche più importanti siano quelle che si fondano sui concetti di arrivi e presenze Vedremo ora alcune di queste statistiche riferite allItalia

26 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico ProvenienzaArrivi 2007Presenze 2007Premanenza media Turismo interno ,92 di cui turismo domestico turismo incoming ,81 di cui Austria ,31 Francia ,03 Germania ,2 paesi Bassi ,72 Regno Unito ,96 Svizzera ,36 USA ,54 Giappone ,96

27 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico Serie storica arrivi

28 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico Bilancia turistica Miliardi di euro Bilancia turistica11,6411,0511,35 Bilancia commerciale37,5622,02-10,47 Bilancia petrolifera-9,02-18,65-26,4

29 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda International tourismreceipts $ Euro Receipts BilionPer arrivalBilionPer arrival Share World5,35,41, Europe4,22,7-1,150,2435,2473, ,5322,1660 Northern Europe9,33,9-2,47,470,769, ,647,5830 Western Europe42,3-2,517,2149,6162, ,2110,2720 Central/Eastern Europe8,492,76,248,558,158035,439,5400 Southern/Mediter, Eu,1,61-0,519,4166,3183, ,4124,9700 Asia and the Pacific11,19,82,721,8186, ,3140,1760 North-East Asia12,18,53,110,285,895,995062,665,2650 South-East Asia15,914,81,56,555,361,199040,441,6670 Oceania1,272,43,631,933, , South Asia13,95,26,11,613,815, ,110, Americas2,16,3519,9171,3188, ,1870 North America0,87,2714,7124,9138, ,194,2960 Caribbean4,20,6-2,12,523,223, ,2800 Central America10,58,9-0,50,76,26,88204,54,6560 South America6,66,82,7216,919,393012,413,1630 Africa11,59,13,229,130,665021,220,8440 North Africa19,67,5-4,41,110,210,76307,57,3430 Subsaharan Africa7,79,90,72,118,919,967013,813,5460 Middle East3917,34,83545,683025,531560

30 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico

31 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda International tourist arrivals (million)Market shareChange Average annual growth World ,123,8 Europe265309,5392,6441,8468,4487,9489,453,14,10,32,8 Northern Europe28,635,843,752,856,558,1576,22,8-1,93,4 Western Europe108,6112,2139,7142,6149,6154,9153,316,63,6-1,11,2 Central/Eastern Europe33,958,169,387,591,496,699,610,85,63,14,6 Southern/Mediter. Eu.93,9103,4139,9158,9170,9178,2179,619,54,30,83,2 Asia and the Pacific55,882110,1153, ,1209,61,26,6 North-East Asia26,441,358, ,99,8-0,17,1 South-East Asia21,228,436,148,553,159,761,76,712,33,56,9 Oceania5,28,19,611 11,211,11,21,7-0,91,8 South Asia3,24,26,18,19,810,110,31,12,62,16,8 Americas92, ,2133,3135,8142,914715,95,22,91,7 North America71,780,791,589,990,695,397,810,65,22,60,8 Caribbean11,41417,118,819,419,820,22,21,622,1 Central America1,92,64,36,36,97,88,30,91278,4 South America7,711,715,318,318,820,120,82,36,53,63,9 Africa15,12027,937,341,54546,75,18,43,76,7 North Africa8,47,310,213,915,116,317,21,98,54,96,7 Subsaharan Africa6,712,717,623,426,528,729,53,28,33,16,7 Middle East9,613,724,937,940,946,655,161418,110,5

32 Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda 2.3 Alcuni dati utili a quantificare il fenomeno turistico


Scaricare ppt "Economia del Turismo – Prof..ssa Carla Massidda Università degli Studi di Cagliari Facoltà di Economia Corso di Laurea in Economia e Gest. dei Serv. Turistici."

Presentazioni simili


Annunci Google