La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università di Cagliari Centro Studi di Relazioni Industriali D.Lgs 276/2003 Lezione n. 3 Dalla Collaborazione Coordinata e Continuativa al Lavoro a progetto.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università di Cagliari Centro Studi di Relazioni Industriali D.Lgs 276/2003 Lezione n. 3 Dalla Collaborazione Coordinata e Continuativa al Lavoro a progetto."— Transcript della presentazione:

1 Università di Cagliari Centro Studi di Relazioni Industriali D.Lgs 276/2003 Lezione n. 3 Dalla Collaborazione Coordinata e Continuativa al Lavoro a progetto al Lavoro a progetto Autore: Gianni Loy Istruzioni per luso Inizia

2 Il lavoro a progetto Lo stato dellarte Si stimano circa rapporti (crescita del 30% rispetto al 1999) su un totale di di autonomi e subordinati.). Oltre la metà di essi sono sicuramente lavoratori subordinati mascherati. Oltre il 50% ha un reddito inferiore al valore Indicato come soglia di poertà (Ires 2003) La finalità dellintervento Impedire lutilizzo improprio delle parasubordianzioni. Superare la farisaica accettazione di questa pratica elusiva Ma come superarla?

3 Tre proposte allo.d.g. Mantenere le nozioni di subordinazione e parasubordinazione, ma avvicinare le tutele. Creare una tutela comune a tutti i tipi di lavoro caratterizzati dalla personalità della prestazione Smuraglia Individuare un nucleo di disciplina comune a tutti i tipi di lavoro personale, con una parziale ridefinizione delle fattispecie. Libro bianco Mantenere limitate le tutele dei parasubordinati, mantenendo una forte differenza di disciplina con il lavoro subordinato, ma limitare notevolmente luso della parasubordinazione Decreto Maroni. Il lavoro a progetto

4 Entrata in vigore Il lavoro a progetto Sanzioni Disciplina Esclusioni Nozione Lavoro a progetto Rinunce e transazioni Sintesi

5 Il lavoro a progetto I rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, prevalentemente personale e senza vincolo di subordinazione, di cui allart. 409 c.c. devono essere riconducibili ad uno o più progetti specifici o programmi di lavoro o fasi di esso determinati dal committente e gestiti autonomamente dal collaboratore in funzione del risultato, nel rispetto del coordinamento con la organizzazione del committente e indipendentemente dal tempo impiegato per lesecuzione dellattività lavorativa. Art. 61 Nozione

6 In funzione del risultato. Cioè devessere indicato un risultato verificabile che, al verificarsi, produce effetti automatici. Vedi sanzioni Il lavoro a progetto Nozione Elementi qualificanti Indipendentemente dal tempo impiegato per lesecuzione dellattività lavorativa. Cioè non potrà essere esplicitamente indicato un termine finale di per sé idoneo a produrre lestinzione del rapporto. Potrà tutto continuare come prima?

7 Determinati dal committente. Perché il contratto non è consensuale? Gestiti autonomamente dal collaboratore in funzione del risultato. Non può tale ipotesi riscontrarsi anche nel lavoro subordinato? Il lavoro a progetto Nozione Altri elementi Potrà tutto continuare come prima?

8 Casi esclusi dallapplicazione della disciplina Il lavoro a progetto Esclusioni Professioni intellettuali per le quali è necessaria liscrizione ad albi esistenti C.C.C. rese e utilizzate a fini istituzionali (?) in favore di società sportive dilettantistiche affiliate a federazioni e enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI (L: , n. 289, art. 90). Componenti di organi di amministrazione e controllo delle società Partecipanti a collegi e commissioni Coloro che percepiscono la pensione di vecchiaia. Potranno versare i contributi nella misura della vecchia collab. Anche se non sussistono i requisiti del lavoro a progetto? Prestazioni occasionaliPrestazioni occasionali. Agenti e rappresentanti di commercio

9 Le prestazioni occasionali Limiti di tempo Non possono eccedere la durata massima di 30 gironi: Nellanno solare Con lo stesso committente Limiti di importo euri nellanno solare Il lavoro a progetto Nel qual caso trovano applicazione le disposizioni contenute nel presente capo ?! Con diversi committenti per un totale illimitato Ma come si applicano le disposizioni: - Normative: estinzione automatica? - Contributive: si risale ai precedenti si versa per quanto eccede i euri?

10 Altri casi di esclusione o di mancata esclusione Il lavoro a progetto Esclusioni Non sono esclusi i collaboratori a giornali, riviste, enciclopedie e simili. Possibli problemi di tipo previdenziale. Sono escluse tutte le pubbliche amministrazioni. (Art. 1, comma 2). Medici convenzionati. Biologi, Chimici, psicologi. Collaborazioni diverse dalle precedenti Devono quindi essere necessariamente. o a progetto o subordinati?

11 Disciplina: la forma Il lavoro a progetto La forma scritta (ad probationem) dovrà indicare: * Durata (determianta o determinabile) della prestazione * Forme di coordinamento per lesecuzione. Che non possono esser tali da pregiudicare lautonomia dellobbligazione lavorativa. * Tempi e modalità del pagamento e disciplina dei rimborsi spese * Corrispettivo o criteri per la determinazione * Indicazione del progetto, programma, o fasi del programma, individuato nel suo contenuto caratterizzante. * Eventuali misure di tutela della salute e sicurezza. Lapplicazione della legge n. 626/11994 è obbligatoria se la prestazione si svolge nei luoghi di lavoro del committente.

12 Non è applicabile, in via analogica, nessuna tutela prevista per il lavoro subordinato se non esplicitamente richiamata Il lavoro a progetto Disciplina: principio generale Si applica ai lavoratori a progetto solo la disciplina esplicitamente prevista dal titolo VII°, capo I° del Decreto Maroni Conseguenze: Effetti: La tutela per i lavoratori a progetto è particolarmente ridotta. Inferiore a quella accordata ai Collaboratori di cui alla vecchia disciplina. Il contratto individuale o laccordo collettivo possono stabilire clausole più favorevoli !!

13 Divieto di diffondere notizie sui programmi Il lavoro a progetto Disciplina: contenuti Divieto di concorrenza con i committenti Possibilità di prestare lattività per più committenti Corrispettivo proporzionale alla qualità e quantità del lavoro Diritto al riconoscimento delle paternità delle invenzioni

14 Il lavoro a progetto Disciplina: contenuti relativi alle sospensioni Malattia e infortunio Gravidanza Producono la sospensione del rapporto senza diritto al corrispettivo Non viene prorogata la durata salvo Diversa pattuizione del c.i. Il committente può tuttavia recedere se la durata della sospensione è superiore a: -1/6 della durata del contratto -1 mese se la durata è determinabile Produce la sospensione senza diritto al corrispettivo Per 180 giorni. La prestatrice beneficia dei trattamenti previsti dalla legge (Dlgs 151/2001, art. 64). Non per analogia.Dlgs 151/2001, art. 64 Son fatte salve disposizioni più favorevoli del c.i.

15 Il lavoro a progetto Disciplina: contenuti relativi allestinzione I contratti di lavoro a progetto si risolvono al momento della realizzazione del progetto o del programma o della fase di esso che ne costituisce loggetto Le parti possono recedere prima della scadenza del termine per: 1.Giusta causa 2.Diverse modalità (incluso il preavviso), stabilite dalle parti con il contratto di lavoro individuale

16 Il lavoro a progetto Disciplina: contenuti relativi alla sicurezza nel lavoro In materia di infortuni e Malattie Professionali In materia di sicurezza Art. 51, comma 1, legge , n. 448 Se la prestazione si applica nei luoghi di lavoro del committente si applicano Il D. Lgs. N. 626/1994 Decreto Min. lavoro e prev. Soc. 12 gennaio 2001.

17 Il lavoro a progetto Disciplina: Esempi di disciplina mancante - Obbligo di comunicazione ai centri per limpiego (D.M , n. 297) - Obbligo di iscrizione obbligatoria al libro matricola o al libro paga - Assegno per il nucleo familiare per i lavoratori parasubordinati (L. 27 dicembre 1997, n. 449, art. 59 – XVI - D.M. 14 parile 2002, art. 5)

18 Il lavoro a progetto Sanzioni Rapporti instaurati senza lindividuazione di uno specifico progetto, programma di lavoro o fase di esso Rapporti regolarmente instaurati che in fase di realizzazione configurano un rapporto id lavoro subordinato Sono consideratiSi trasformano in Rapporti di lavoro a tempo indeterminato Da quando è accertata la natura subordinata Sin dallorigine

19 Se possiedono le caratteristiche del nuovo tipo Le Collaborazioni coordinate o continuative in atto Entrata in vigore Gli accordi aziendali stipulati con le istanze aziendali dei sindacati comparativamente più rappresentativi sul piano nazionale possono stabilire termini diversi: inferiori o superiori Il lavoro a progetto Possono essere ricondotte ad esso. Se non possiedono le caratteristiche del nuovo tipo Mantengono efficacia sino alla scadenza Ma per non più di un anno allentrata in vigore della legge

20 I diritti derivanti dalle disposizioni contenute nel presente capo possono essere oggetto di rinunce o transazioni tra le parti in sede di certificazione del rapporto di lavoro di cui al titolo V Rinunce e transazioni Il lavoro a progetto Si tratta di tutti i diritti previsti per i lavoro a progetto dal Decreto Costituisce una deroga allart. 2113allart. 2113

21 Effetti generali della riforma sul lavoro subordinato Il lavoro a progetto La parasubordinazione diventa riconducibile ad una pluralità di forme una delle quali è il lavoro a progetto. Scompare il lavoro subordinato atipico ai sensi dellart. 409 c.p.c.409 c.p.c.

22 D. Lgs 151/ In materia di tutela della maternità alle lavoratrici di cui allart. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n335, non iscritte ad altre forme obbligatorie, si applicano le disposizioni di cui al comma 16 dellart. 59 della legge 27 dicembre 1977, n. 449 e successive modificazioni. 2. Ai sensi del comma 12 dellart. 80 della legge 23 dicembre 2000, n. 388, la tutela della maternità prevista dalla disposizione di cui al comma 16, quarto periodo dellart. 59 della legge 27 dicembre 1997, n. 449, avviene nelle forme e con le modalità previste per il lavoro dipendente. Il lavoro a progetto Art. 64

23 Le rinunce e le transazioni che hanno per oggetto diritti del prestatore di lavoro derivanti da disposizioni inderogabili della legge e dei contratti o accordi collettivi concernenti i rapporti di cui allart. 409 del codice di procedura civile non sono valide. Il lavoro a progetto Codice civile Art. 2113

24 Si osservano le disposizioni del presente capo nelle controversie relative a: 1)Rapporti di lavoro subordinato privato anche non inerenti allesercizio dellimpresa 2)Rapporti di mezzadria, di colonia parziaria, di compartecipazione agraria, di affitto a coltivatore diretto, nonché rapporti derivanti da altri contratti agrari, salva la competenza delle sezioni specializzate agrarie 3)Rapporti di agenzia, di rappresentanza commerciale e altri rapporti di collaborazione che si concretino in una prestazione di opera continuativa e coordinata, prevalentemente personale, anche se non a carattere subordinato 4)Rapporti di lavoro dei dipendenti di enti pubblici che svolgono esclusivamente o prevalentemente attività economica 5)Rapporti di lavoro dei dipendenti di enti pubblici ed altri rapporti di lavoro pubblico che non siano devoluti dalla legge ad altro giudice. Il lavoro a progetto Codice di procedura civile Art. 409


Scaricare ppt "Università di Cagliari Centro Studi di Relazioni Industriali D.Lgs 276/2003 Lezione n. 3 Dalla Collaborazione Coordinata e Continuativa al Lavoro a progetto."

Presentazioni simili


Annunci Google