La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lincentivazione del fotovoltaico: bilancio dei primi mesi di applicazione Gerardo Montanino Direzione Operativa AEIT – Sezione Sarda Cagliari, 15 giugno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lincentivazione del fotovoltaico: bilancio dei primi mesi di applicazione Gerardo Montanino Direzione Operativa AEIT – Sezione Sarda Cagliari, 15 giugno."— Transcript della presentazione:

1 Lincentivazione del fotovoltaico: bilancio dei primi mesi di applicazione Gerardo Montanino Direzione Operativa AEIT – Sezione Sarda Cagliari, 15 giugno 2006

2 2 Indice Il nuovo GRTN Il nuovo GRTN Lincentivazione del fotovoltaico Lincentivazione del fotovoltaico La situazione delle domande La situazione delle domande

3 3 Dal 1° novembre 2005 Dispacciamento Trasmissione Sviluppo rete TERNA RETE ELETTRICA NAZIONALE TERNA DPCM 11/05/2004 trasferimento del ramo dazienda relativo a trasmissione, dispacciamento e sviluppo rete a Terna S.p.A. GRTN Gestore Rete Trasmissione Nazionale GRTN Gestore Rete Trasmissione Nazionale Promozione e Sviluppo delle Fonti Rinnovabili GESTORE DEL SISTEMA ELETTRICO GRTN S.p.A. Il nuovo GRTN

4 4 GRTN GESTORE DEL SISTEMA ELETTRICO Il nuovo GRTN ACQUIRENTE UNICO GESTORE MERCATO ELETTRICO MINISTERO DELLECONOMIA E DELLE FINANZE 100% MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE AUTORITA 100%

5 5 Attività del GRTN Il nuovo GRTN a)Incentiva gli impianti alimentati con Fonti Rinnovabili e assimilate in base al provvedimento CIP 6/92 b)Qualifica e Rilascia i certificati verdi agli Impianti Alimentati da Fonti Rinnovabili (IAFR) e da altre Fonti ammesse c)Rilascia la garanzia di origine agli impianti alimentati da Fonti Rinnovabili d)Incentiva gli impianti Fotovoltaici con il nuovo conto energia. e)Effettua il riconoscimento degli impianti di Cogenerazione. Gestisce lincentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili e da altre fonti energetiche ammesse

6 6 Indice Il nuovo GRTN Il nuovo GRTN Lincentivazione del fotovoltaico Lincentivazione del fotovoltaico La situazione delle domande La situazione delle domande

7 7 La normativa Decreto MAP MATT 28/07/2005 : criteri per l'incentivazione dell'energia elettrica prodotta da impianti fotovoltaici. Delibera AEEG n°188 del 14/09/2005 : stabilite modalità di presentazione delle richieste di incentivazione; individuato il GRTN quale "soggetto attuatore" che valuta le richieste di incentivazione ed eroga le tariffe incentivanti. Avvio meccanismo : 19/09/2005 Grande successo registrato dal nuovo meccanismo (in 10 giorni quasi domande) : Decreto MAP MATT 06/02/2006 amplia e integra il DM 28/07/2005. Delibera AEEG n°28/06 del 13/02/2006 : condizioni tecnico-economiche del servizio di scambio sul posto dellenergia elettrica prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza nominale non superiore a 20 kW. Delibera AEEG n°40/06 del 24/02/2006 : integra ed in parte modifica la precedente Delibera n° 188. Lincentivazione del fotovoltaico

8 8 I capisaldi del meccanismo Il meccanismo in conto energia: erogazione di un corrispettivo commisurato allelettricità prodotta dagli impianti, sulla base di tariffe incentivanti che variano a seconda della taglia. Le risorse per l'erogazione delle tariffe incentivanti trovano copertura nel gettito della componente tariffaria A3. Impianti fotovoltaici della potenza da 1 kW sino a kW, collegati alla rete elettrica, entrati in esercizio dopo il 30/09/2005 a seguito di nuova costruzione, potenziamento (impianti esistenti da almeno 2 anni), o rifacimento totale (impianti esistenti da almeno 20 anni). Le tariffe di partenza che rimangono invariate per i 20 anni di incentivazione sono stabilite dalla normativa e diminuiranno per le domande presentate dopo il 2006 (– 5% allanno + tasso di variazione ISTAT). Non è possibile modificare il sito indicato nella domanda Lincentivazione del fotovoltaico

9 9 Per gli anni 2005 e 2006 i valori delle tariffe sono i seguenti: Lincentivazione del fotovoltaico Le tariffe incentivanti sono incrementate del 10% qualora i moduli fotovoltaici siano integrati architettonicamente in edifici di nuova costruzione ovvero in edifici esistenti oggetto di ristrutturazione. Lenergia elettrica a cui viene riconosciuto lincentivo è : - tutta lenergia prodotta, se si sceglie la cessione in rete - lenergia prodotta e autoconsumata, se si fa scambio sul posto Oltre a tale incentivo, il titolare dellimpianto ha altri benefici: - i ricavi dellenergia immessa in rete in caso di cessione - i risparmi sulla bolletta elettrica in caso di scambio sul posto

10 10 Le tariffe sono ridotte del 30% qualora il soggetto che realizza l'impianto benefici della detrazione fiscale di cui alla legge 27 dicembre 2002, n Le tariffe non sono cumulabili con: incentivi pubblici in conto capitale, in misura superiore al 20% del costo dell'investimento incentivi programma Tetti Fotovoltaici del Ministero Ambiente certificati verdi titoli di efficienza energetica Lincentivazione del fotovoltaico RIDUZIONI E DIVIETI DI CUMULO DELLINCENTIVO

11 11 Lincentivazione del fotovoltaico Chiedere al distributore elettrico locale di usufruire dello scambio sul posto dellenergia (net metering, Delibera AEEG 28/06). Lenergia viene scambiata con la rete. Cedere energia alla rete (alle stesse condizioni degli impianti con potenza maggiore di 20 kW). Se si sceglie di usufruire della Delibera AEEG 34/05, i prezzi minimi a cui si vende lenergia (riferiti allanno 2006) sono: Per i piccoli impianti (fino a 20 kW) sono possibili due opzioni : (tale possibilità di scelta è stata introdotta dal DM 6/2/2006) Situazione in cui ricadono gli impianti fotovoltaici di potenza fino a 50 kW

12 12 Lincentivazione del fotovoltaico Nelle ore di sole si può mandare in rete lenergia prodotta in eccesso rispetto ai propri consumi. Nelle ore di scarsa insolazione si può prelevare dalla rete lenergia necessaria per i propri consumi. A fine anno il distributore effettua il conguaglio fra produzione e consumi, addebitando i consumi in eccesso rispetto alla produzione o in caso contrario, attribuendo un credito di energia da utilizzare negli anni successivi (max. 3 anni). Non è consentito vendere energia alla rete. Lenergia incentivata dal GRTN è quella prodotta e autoconsumata dallutente. Il servizio di scambio sul posto (net metering)

13 13 Lincentivazione del fotovoltaico Schema unifilare impianto FV collegato alla rete DC AC kWh Campo FV Convertitore CC/CA Contatori energia prelevata e ceduta alla rete Carichi elettrici dellutente Rete BT distributore elettrico locale id * * * Contatore energia prodotta

14 14 Lincentivazione del fotovoltaico Misura dellenergia per impianti fino a 20 kW Il soggetto responsabile deve avvalersi del distributore elettrico locale per linstallazione, manutenzione e misura dellenergia prodotta La remunerazione per tali attività è pari alla componente tariffaria MIS 1, prevista dalla tabella 18, dellAllegato n.1 al Testo integrato delle Disposizioni AEEG per lerogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione, misura e vendita dellenergia elettrica Lattuale valore di tale componente per utenze in bassa tensione è 24,82 per punto di prelievo per anno La nuova delibera AEEG n° 40/06

15 15 Lincentivazione del fotovoltaico Misura dellenergia per impianti > di 20 kW Il soggetto responsabile può avvalersi del distributore elettrico locale per linstallazione, manutenzione e misura dellenergia prodotta La remunerazione per tali attività è pari alla componente tariffaria MIS 1, prevista dalla tabella 18, dellAllegato n.1 al Testo integrato delle Disposizioni AEEG per lerogazione dei servizi di trasmissione, distribuzione, misura e vendita dellenergia elettrica Lattuale valore di tale componente per utenze in bassa tensione è 24,82 per punto di prelievo per anno, mentre per utenze in media tensione è 542,25 per punto di prelievo per anno. La nuova delibera AEEG n° 40/06

16 16 Lincentivazione del Fotovoltaico Il Ruolo del GRTN LAutorità per lenergia elettrica ed il gas con la delibera188/2005 ha individuato nel Gestore del Sistema Elettrico - GRTN il Soggetto Attuatore per lincentivazione del fotovoltaico. Il GRTN: Verifica le domande di ammissione allincentivazione Comunica gli esiti delle valutazioni Eroga gli incentivi ventennali Effettua verifiche sugli impianti in costruzione e in esercizio

17 17 Lincentivazione del Fotovoltaico Modalità di invio delle domande Le domande, redatte secondo lallegato alla Delibera AEEG 40/06 (scaricabile dal sito devono essere corredate da:www.grtn.it Progetto preliminare, inclusivo della nuova scheda tecnica Autorizzazione sottoscritta dal proprietario dellimmobile (se non si è proprietari del sito di installazione) Preventivo di spesa dei costi da sostenere Elenco delle autorizzazioni necessarie alla costruzione ed esercizio dellimpianto. Solo per gli impianti maggiori di 50 kW, dichiarazione di impegno a costituire una fideiussione a favore del GRTN Solo per gli impianti maggiori di 50 kW, offerta economica in busta chiusa. In caso di integrazione architettonica, dichiarazione di rispetto dei requisiti

18 18 Lincentivazione del Fotovoltaico Modalità di invio Le domande per lammissione allincentivazione debbono essere inviate a: Gestore del Sistema Elettrico – GRTN S.p.a. Viale Maresciallo Pilsudski, Roma Le finestre temporali per linoltro delle domande sono: 1-31 marzoprimo trimestre 1-30 giugnosecondo trimestre 1-30 settembreterzo trimestre 1-31 dicembrequarto trimestre

19 19 Tempistica A decorrere dalla fine di ciascun trimestre, il GRTN ha 60 giorni di tempo per comunicare la potenza ancora disponibile per lincentivazione: solo se vi è ancora potenza disponibile, possono essere presentate altre domande. Nei successivi 30 giorni (90 giorni dal termine di ogni trimestre) il GRTN deve comunicare a tutti i soggetti lesito delle richieste di incentivazione. Ricevuti gli esiti favorevoli, i soggetti responsabili devono rispettare una serie di scadenze (pena la revoca del diritto acquisito): entro 6 mesi dalla ricezione dellesito (12 mesi per impianti di potenza superiore ai 20 kW) devono iniziare i lavori comunicandolo al GRTN entro 12 mesi dalla ricezione dellesito (24 mesi per impianti di potenza superiore ai 20 kW) devono terminare i lavori inviando al GRTN la documentazione finale di progetto entro 6 mesi dalla conclusione dei lavori devono entrare in esercizio comunicandolo al GRTN Lincentivazione del fotovoltaico

20 20 Lincentivazione del fotovoltaico Attuali limiti di potenza incentivabile Il DM 06/02/2006 ha individuato in MW lobiettivo di potenza fotovoltaica da installare in Italia al 2015 (attualmente sono installati circa 30 MW), definendo dei limiti alla potenza che può essere incentivata fino al 2012: Priorità di accesso alla potenza incentivabile Due graduatorie: < = 50 kW : in base allordine di arrivo delle domande (numero progressivo) > 50 kW : in base alla tariffa offerta

21 21 Indice Il nuovo GRTN Il nuovo GRTN Lenergia fotovoltaica Lenergia fotovoltaica La situazione delle domande La situazione delle domande

22 22 La situazione delle domande Risultati primo periodo di incentivazione (3° trim : 19 – 30 settembre 2005)

23 23 La situazione delle domande Risultati secondo periodo di incentivazione (4° trim : ottobre - dicembre 2005)

24 24 La situazione delle domande Risultati TOTALI primi due periodi di incentivazione

25 25 La situazione delle domande Risultati TOTALI primi due periodi di incentivazione : ripartizione regionale della potenza delle domande ammesse

26 26 La situazione delle domande

27 27 La situazione delle domande

28 28 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Lincentivazione del fotovoltaico: bilancio dei primi mesi di applicazione Gerardo Montanino Direzione Operativa AEIT – Sezione Sarda Cagliari, 15 giugno."

Presentazioni simili


Annunci Google