La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educazione letteraria il problema metodologico nella didattica letteraria Corsi Speciali Abilitanti ex Legge 143/2004, Art. 2, Comma 1 Ter Prof. Silvio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educazione letteraria il problema metodologico nella didattica letteraria Corsi Speciali Abilitanti ex Legge 143/2004, Art. 2, Comma 1 Ter Prof. Silvio."— Transcript della presentazione:

1 Educazione letteraria il problema metodologico nella didattica letteraria Corsi Speciali Abilitanti ex Legge 143/2004, Art. 2, Comma 1 Ter Prof. Silvio VitellaroLezione del

2 I metodi di insegnamento della letteratura nella scuola del Novecento Il confronto tra le teorie e i metodi elaborati dagli studiosi negli ultimi quaranta anni e lutilizzo didattico in Italia di queste ricerche fa emergere una separazione evidente. Nessuna delle correnti più recenti, rispetto allo strutturalismo e alla semiotica, ha influenzato la pratica didattica.

3 Ermeneutica Unica eccezione: lermeneutica, lutilizzo del testo letterario come esercizio interpretativo. La positività di questa metodologia sarebbe quella di integrare nello studio della letteratura, che di per sé è plurisemantica, il confronto critico, inducendo gli studenti a parteciparvi con la ricerca di ragioni e criteri per le varie interpretazioni e significazioni del testo.

4 Ermeneutica Molto spesso il metodo della ermeneutico si traduce nella pratica della discussione in classe a partire da un testo letterario, che è destinata, a causa dellincompetenza critica specifica degli studenti della superiore, a tramutarsi in dibattito strumentale di generiche ideologie. I manuali scolastici già da tempo forniscono materiale critico idoneo a mostrare la plurisemanticità dei testi letterari, ma raramente riescono a presentare un confronto interpretativo, al massimo forniscono utilmente una storia delle diverse interpretazioni. Dunque, a nostro avviso, la recente tendenza metodologica della ermeneutica non ha rinnovato la didattica della letteratura e, ove penetrata nella pratica scolastica, ha finito con il confondersi con la tendenza al dibattito ideologico.

5 Pratiche didattiche Non essendo dunque penetrate nelle aule scolastiche le novità metodologiche più recenti, linsegnamento ha continuato a seguire per la maggior parte: il metodo storicistico tradizionale, il metodo strutturalistico-semiotico moderno, Il metodo interdisciplinare, inserendo la letteratura nellambito culturale. Le tre opzioni indicate non sono in realtà necessariamente alternative e spesso, sia nei manuali, sia nella pratica didattica, esse sono in vario modo combinate.

6 Il metodo didattico storicistico Il metodo didattico storicistico fa oggetto dellinsegnamento la storia letteraria, ha per riferimento un manuale tradizionale di storia letteraria, affiancato o integrato da unantologia di testi e unantologia di brani critici. E un modello fortemente astratto, che mira a definire concettualmente i periodi storici e le scuole e correnti letterarie, la vita, la psicologia e la concezione del mondo degli autori, la loro poetica, le fonti e le vicende delle loro opere, i loro contenuti e le loro caratteristiche stilistiche.

7 Il metodo didattico storicistico Nellultimo trentennio i testi di letteratura italiana, ancora impostati storicisticamente, comprendono anche alcune analisi di testo, sia semantiche sia struttural-semiotiche. Lunità coerente di questo sistema, nei migliori casi ordinato ed eclettico insieme, è affidata alla centralità dellautore storico per ricavare dallextratesto e dallavantesto dellopera tutte le informazioni desumibili. Il fine di completezza teorica di questo modello ha moltiplicato le informazioni e sviluppato complessità a un certo punto in misura non più sostenibile né da parte di un libro di testo, per quanto enciclopedico, né da parte della pratica didattica. Anche nei casi migliori, è trascurata la specificità del testo letterario e poco spazio è necessariamente lasciato al gusto della lettura libera, cioè non inquadrata nel canone teorico.

8 Il metodo strutturalistico-semiotico Il metodo strutturalistico-semiotico è entrato nella scuola italiana con le difficoltà di unavanguardia rivoluzionaria, quando ormai negli studi critici e teorici presentava i segni della crisi, ed è stato fatto proprio da insegnanti giovani, desiderosi di uno svecchiamento della didattica, rimasti una minoranza. Esso pone al centro dellinsegnamento lanalisi del testo con metodi intenzionalmente scientifici; per i docenti si tratta perciò di far acquisire agli allievi gli strumenti per esaminare i testi e di fornire esempi di lettura di alcuni studiosi.

9 Il metodo strutturalistico-semiotico Il manuale di storia della letteratura non è più fondamentale, lantologia, con cornici introduttive, può di fatto sostituirlo, completata con letture integrali di opere della poesia moderna o della narrativa nei generi più facilmente analizzabili nelle loro strutture linguistiche e semiotiche. Questo modello dinsegnamento dà rapidamente segni di cedimento a causa della pratica molto tecnicista, meccanica e ripetitiva nei processi danalisi, dellingombro degli apparati sempre più soverchiante e soffocante per il testo, e a causa della riduzione culturale di questo tipo di lettura guidata con modalità troppo formalistiche.

10 Brocca: il compromesso La scuola superiore, abbagliata a intermittenza dalla riforma Brocca che pareva proporre una soluzione di compromesso tra i due modelli con la trasversalità dei percorsi (formali, tematici e storico-culturali), è restata bloccata nei fatti a questo aut aut tra il metodo storicistico e il metodo linguistico-semiotico fino al fallimento di entrambi. I percorsi trasversali sono comparsi nei libri di testo e talora nella pratica didattica, ma quale ulteriore integrazione dello sviluppo di un sistema che non hanno sostituito e che spesso hanno contribuito ad esplodere aumentandone la complessità caotica, in congiunta con la metodologia interdisciplinare e con la comparatistica tra letterature di varie nazioni. La tendenza olistica, priva di centralità e orientamento sicuro, disgrega il discorso didattico della letteratura.

11 Impostazione modulare Si sta affermando da ultimo, in concomitanza con la riforma della scuola dellAutonomia, limpostazione modulare, anche qui in varie forme più o meno eclettiche, che tenta di riformare il discorso didattico a partire da singole unità e dalla loro rete di collegamenti sia con le altre unità letterarie sia con le discipline esterne.


Scaricare ppt "Educazione letteraria il problema metodologico nella didattica letteraria Corsi Speciali Abilitanti ex Legge 143/2004, Art. 2, Comma 1 Ter Prof. Silvio."

Presentazioni simili


Annunci Google