La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida."— Transcript della presentazione:

1 1 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida (SIL - Sistema Informativo Lavoro) Giovanni Pistarini Compuware Spa Convegno Confindustria - CNIPA La qualità negli acquisti di beni e servizi ICT Parma, 28 novembre 2005

2 2 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa …conseguenza dellefficacia e della efficienza dei processi che li hanno generati e li supportano (UNI ISO ) …conformità con i requisiti funzionali e prestazionali espiciti, con standard di sviluppo documenti e con le caratteristiche implicite che è lecito attendersi … (R.S.Pressman, Ingegneria del software, McGraw Hill, libri Italia 200) … assenza di difetti che potrebbero bloccare luso sel prodotto o condurlo a fornire risultati e/o prestazioni inaccettabili (C.Jones, Applied software measurement, 2°ed. McGraw Hill, 1996) … soddisfazione dellutente ed aderenza ai requisiti (W.E.Perry, Quality Assurance for information Systems, QED Publishing Company, 1991) Le multidimensioni della Qualità 1 click

3 3 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Strategia di Acquisizione dei processi requisiti funzionali e prestazionali prestazioni inaccettabili soddisfazione dellutente standard di sviluppo documenti assenza di difetti aderenza ai requisiti soddisfazione dellutente Gestione del contratto Certificazione di Qualità Processo di QA Prodotti / Servizi Piano di Qualità Controlli di Qualità Collaudo Livelli di Servizio Metriche Le multidimensioni della Qualità Slide di transizione

4 4 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa dei processi requisiti funzionali e prestazionali prestazioni inaccettabili standard di sviluppo documenti assenza di difetti aderenza ai requisiti Le multidimensioni della Qualità Gestione del contratto Certificazione di Qualità Processo di QA Prodotti / Servizi Piano di Qualità Controlli di Qualità Collaudo Livelli di Servizio Metriche Strategia di Acquisizione soddisfazione dellutente 1 click

5 5 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Gestione del contratto Certificazione di Qualità Processo di QA Prodotti / Servizi Piano di Qualità Controlli di Qualità Collaudo Livelli di Servizio Metriche Strategia di Acquisizione dei processi prestazioni inaccettabili standard di sviluppo documenti assenza di difetti aderenza ai requisiti Le multidimensioni della Qualità soddisfazione dellutente requisiti funzionali e prestazionali

6 6 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Quando si richiede QUALITA è indispensabile parlarne fin dal primo istante fino alla fine, e non solo quando inizia lesposizione verso lesterno (amministrazione e utenti). GovernoContrattoAppaltoStrategia Collana di 7 Manuali, di cui 4 supportano i passi operativi fondamentali della definizione della qualità della fornitura Sviluppo Test DisegnoRequisitiManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità (PAQ 6.1.3) Controllo dei livelli di servizio (CLS 3.5.1) Utente finale Misura Customer Satisfaction (MCS 4.1.3) Collaudo Lemmi ad oggi Esposizione verso lesterno Visibilità della Qualità Processi interni Piano di Qualità Piano di Progetto Piano Realizzativo Perchè questo titolo ? Off. Tec.Cap. TecStudio fatt. Processi Trasversali Indicatori di Qualità 6 click

7 7 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Quando si richiede QUALITA è indispensabile parlarne fin dal primo istante fino alla fine, e non solo quando inizia lesposizione verso lesterno (amministrazione e utenti). GovernoContrattoAppaltoStrategia Collana di 7 Manuali, di cui 4 supportano i passi operativi fondamentali della definizione della qualità della fornitura Sviluppo Test DisegnoRequisitiManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità (PAQ 6.1.3) Controllo dei livelli di servizio (CLS 3.5.1) Utente finale Misura Customer Satisfaction (MCS 4.1.3) Collaudo Lemmi ad oggi Esposizione verso lesterno Visibilità della Qualità Processi interni Piano di Qualità Piano di Progetto Piano Realizzativo Perchè questo titolo ? Off. Tec.Cap. TecStudio fatt. Processi Trasversali Indicatori di Qualità Solo stampa

8 8 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa PAQ Assicurazione della Qualità (6.1.3) Definizione Assicurazione della Qualità (PAQ) è linsieme delle attività sistematiche e pianificate messe in campo dal fornitore per dare evidenza e fiducia allAmministrazione che i servizi e i prodotti contrattualmente forniti siano conformi ai requisiti. Determinare il livello di Qualità minimo... Determinare il livello di qualità minimo richiesto e le modalità di assicurazione della qualità è una attività che si deve preparare già nellanalisi del rischio (v.classe di fornitura PGE – Gestione)... per essere valutata rispetto ai potenziali costi (e rischi) derivati dalla non qualità raggiunta. Parte integrante della fornitura È importante considerare il PAQ, e con esso il sistema di Controllo della Qualità (ad esempio il piano di test e il sistema realizzato per effettuarlo) e gli altri sistemi connessi (ad esempio gestione della configurazione), come parte integrante della fornitura del prodotto o servizio, e non un mezzo finalizzato alla sola consegna ed accettazione della fornitura. Questa considerazione, se applicata, permette di innescare un meccanismo di assicurazione della qualità tale da permettere un progressivo e continuo miglioramento dei livelli qualitativi. 2 click

9 9 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Assicurazione della QUALITA (PAQ 6.1.3) Il Processo di Assicurazione della Qualità deve prevedere e garantire i controlli di qualità più opportuni allinterno di ogni fase del progetto, per ridurre al minimo il costo della qualità. Il Controllo dei livelli di servizio deve prevedere quelle misurazioni previste per la verifica della regolare e corretta erogazione dei servizi e della qualità verso lutente finale Assicurazione della Qualità (PAQ 6.1.3) Controllo dei livelli di servizio (CLS 3.5.1) Misura Customer Satisfaction (MCS 4.1.3) Sviluppo e test DisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Utente finale Collaudo Lemmi ad oggi Controlli di Qualità verifica validazione riesame accettazione (UNI CEI ISO/IEC 12207) precollaudo funzionale prestaizonale qualità Qualità richiesta Revisioni Ispezioni Revisioni Collaudo Test test accettazione Verifica baseline SLA richiesto avviamentoAnalisiMisure Classi di fornitura 2 click

10 10 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Perchè preoccuparsi (della qualità) Robert Robert Cringely (giornalista scientifico): …se lautomobile avesse seguito lo stesso sviluppo del computer, una Rolls-Royce costerebbe oggi giorno 100 $, farebbe un milione di kilometri con 5 litri… ed esploderebbe una volta allanno causando la morte di tutti i passeggeri Linee Guida Qualità nelle fornitura ICT 1 click

11 11 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Source:National Institute of Standards and Technology The Economic Impacts of Inadequate Infrastructure for Software Testing May 2002 Perchè preoccuparsi (della qualità) non solo un discorso di eccellenza Maggiore complessità delle applicazioni e sistemi con esposizione diretta verso gli utenti finali 70% dei progetti implementati fuori tempo e budget previsto (source: Newport group study) 60-70% dei progetti falliti sono per carenza nella gestione e dei requisiti (source: META Group) Rischi e costi derivati dalla non qualità sempre più insostenibili Cost of Inadequate Testing Feasible Cost Reduction (billions) (billions) Software developers $21.2 $10.6 Software users $38.3 $11.7 Total $59.5 $ click

12 12 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Il COSTO della Qualità esiste un vantaggio economico nella Qualità? Includono: attività di assicurazione e controllo qualità (test, verifiche, validazioni, revisioni, ispezioni,collaudi…) analisi e gestione delle non conformità; tutti i processi atti a garantire e controllare gli standard di qualità prefissati (processi, procedure,...) Includono: Sviluppo di servizi/ funzioni non adeguate alle richieste dellutente le attività di correzione dei difetti e retesting; eccessivo consumo di risorse; distribuzione del fix, gestione del disservizio e dellutente; oltre ai danni allimmagine, la perdita di produttività,… Investment in Conformance I costi per la conformità rappresentano gli investimenti per ridurre i costi legati alle non Conformità. Cost of NonConformance I costi delle non conformità rappresentano gli effetti negativi di malfunzionamenti e incorretti sviluppi 2 click

13 13 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Includono: attività di assicurazione e controllo qualità (test, verifiche, validazioni, revisioni, ispezioni,collaudi…) analisi e gestione delle non conformità; tutti i processi atti a garantire e controllare gli standard di qualità prefissati (processi, procedure,...) Includono: Sviluppo di servizi/ funzioni non adeguate alle richieste dellutente le attività di correzione dei difetti e retesting; eccessivo consumo di risorse; distribuzione del fix, gestione del disservizio e dellutente; oltre ai danni allimmagine, la perdita di produttività,… Investment in Conformance I costi per la conformità rappresentano gli investimenti per ridurre i costi legati alle non Conformità. Cost of NonConformance I costi delle non conformità rappresentano gli effetti negativi di malfunzionamenti e incorretti sviluppi Assicurare minor costo della Qualità per avere la Qualità richiesta Risk $$$ Quality Point* Investimenti in qualità, processi e controlli Costi Costi indotti dalle non conformità e difetti rilevati Investimento nella qualità Fonte ISO *QUALITYPOINT : denominazione della metodologia di test Compuware 1 click

14 14 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Assicurare minor costo nel controllo dei livelli di servizio per avere i risultati richiesti Risk $$$ Punto di equilibrio Investimenti nel sistema di controllo dei livelli di servizio Costi Costi indotti dalle carenza di controllo Qualità del monitoraggio Soddisfazione dellutente Allocazione investimenti Quanto investire nel Monitoraggio Frequenza misura Distribuzione e campioni Copertura dei servizi Livelli di soglia SW, HW e manutenzione Solo stampa

15 15 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità ? Opportunità per tutti !! (Qualità come conformità ai requisiti) Obiettivo (cap 3.1): LAssicurazione della Qualità ha come obiettivo primario di garantire che i processi produttivi producano qualità nel prodotto realizzato: la precocità della rilevazione di anomalie e non conformità è anche alla base di un processo di sviluppo a più basso costo, data lincidenza elevata che nei costi globali assumono le rilavorazioni effettuate nelle parti finali del processo produttivo o dopo la sua conclusione (manutenzione). $10$100$1,000$10,000$100,000 Requirements Gathering DesignCodingTesting Production Il costo per la scoperta delle non conformità

16 16 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa I costi pericolosi della (non) Qualità importanza del PAQ – esempio sviluppo SW Il Costo della Qualità può essere considerato come il costo per rimuovere le NON conformità presenti (esempio 100) ,00010,000100,000 Requirements Gathering DesignCodingTesting Production 5 n.c. 15 n.c. 10 n.c 40 n.c. 30 n.c. Requirements Gathering DesignCodingTesting Production = 5 x x x x x click

17 17 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa 5 n.c.15 n.c.10 n.c40 n.c.30 n.c. Requirements Gathering DesignCodingTesting Production Ridurre i costi della qualità significa intervenire allorigine $10$100$1,000$10,000$100,000 Requirements Gathering DesignCodingTesting Production Il costo si abbatte intervenendo vicino allorigine delle non conformità 25 n.c 40 n.c. 30 n.c. 3 n.c. 2 n.c. Requirements Gathering DesignCodingTesting Production = 25 x x x x x

18 18 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Costi Qualità programmati e concordati tra PA e Fornitori 25 n.c 40 n.c. 30 n.c. 3 n.c. 2 n.c. Requirements Gathering DesignCodingTesting Production Ridurre i costi della qualità significa intervenire allorigine Investire in qualità e investire al momento giusto (pianificare!!) Costi Qualità successivi e imprevisti Alto Impatto sul servizio Spese successive della PA Difficoltà nel recupero Sviluppo e test DisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità (PAQ 6.1.3) Utente finale Collaudo precollaudo funzionale prestaizonale qualità Qualità richiesta Revisioni Ispezioni Revisioni Collaudo Test test accettazione Periodo di garanzia Rilevazione Non Conformità - BIP Base informativa di Progetto (PGE Gestione) n.c. Controlli di Qualità Costi Qualità programmati e concordati tra PA e Fornitori difetto Linee Guida Qualità nelle fornitura ICT 2 click

19 19 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Come valutare un processo di Qualità ? Sviluppo e test DisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Utente finale Collaudo Periodo di garanzia Rilevazione Non Conformità - BIP Base informativa di Progetto (PGE Gestione) n.c. Garanzia Un PAQ deve essere misurato sulla sua capacità di rilevare le non conformità il più vicino possibile alla loro origine Tanto più questa distanza è minore, tanto minori saranno i costi di intervento per ristabilire il livello qualitativo richiesto (rimuovere la n.c.) Come misurare lefficacia del Processo di Assicurazione della Qualità ? Il sistema di registrazione delle non conformità ed anomalie, oltre che essere un indispensabile processo di supporto, rappresenta un elemento di ingresso per il PAQ, fondamentale per valutare lefficacia e qualità del processo di assicurazione della qualità implementato dal fornitore e permettere dunque i necessari interventi per migliorarlo nel rispetto degli obiettivi e dei costi del progetto. (Descrizione delle attività e dei prodotti Cap 5) Metriche come la Defect Removal Effectiveness (Efficacia di rimozione delle non conformità). Essa misura la percentuale di non conformità rilevate e rimosse prima del rilascio della fornitura, o ad una certa fase di sviluppo del progetto, sul totale delle non conformità presenti sulla fornitura. (Misurare lefficacia della qualità Cap 5.2.2) 2 click

20 20 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Test e collaudo (o collaudo ?) Il test è la parte più costosa nelle attività di controllo qualità PAQ Ma è lultima occasione per intervenire a costi accettabili e ridurre i rischi Per non perdere sia il ponte che i camion!! 1 click

21 21 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Test e collaudo (o collaudo ?) Il test è la parte più costosa nelle attività di controllo qualità PAQ Ma è lultima occasione per intervenire a costi accettabili e ridurre i rischi La Svolta: il test come parte integrante della fornitura Diventa argomento di valutazione, anche economica Si assicura la sua corretta preparazione (fin dalle prime fasi) e qualità (copertura, efficacia e riusabilità) Si dispone di un asset utilizzabile a seguito di successive manutenzioni Si predispone ad un collaudo affidabile e rapido Applicazione o servizio più documentato Attenzione È una parte attiva del sistema, va mantenuta 1 click

22 22 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida (SIL - Sistema Informativo Lavoro) Giovanni Pistarini Compuware Spa Convegno Confindustria - CNIPA La qualità negli acquisti di beni e servizi ICT Parma, 28 novembre 2005

23 23 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Borsa Nazionale del Lavoro (www.borsalavoro.it) Art. 2. Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276 (legge Biagi) Dimensioni notevole di sviluppo Primo progetto dimensioni nazionali del MLPS Primo rilascio 8/7/2005 Attualmente su 8 Regioni La BCNL è un sistema unitario di servizi web, di facile accesso ed utilizzo, che permette a lavoratori ed imprese di usufruire delle risorse informative dei servizi allimpiego distribuite su tutto il territorio nazionale, senza obbligo di intermediazione. Dal punto di vista informatico ed organizzativo, è un sistema federato distribuito, costituito da nodi regionali che comunicano utilizzando un sistema di cooperazione applicativa basato su web services e connessioni interdominio RUPA (rete delle reti regionali). Il sistema BCNL si integra con quelli degli Enti previdenziali per offrire a lavoratori e imprese un ampio insieme integrato di servizi per limpiego.

24 24 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Borsa Nazionale del Lavoro (www.borsalavoro.it) Art. 2. Decreto Legislativo 10 settembre 2003, n. 276 (legge Biagi) Dimensioni notevole di sviluppo Primo progetto dimensioni nazionali del MLPS Primo rilascio 8/7/2005 Attualmente su 8 Regioni La BCNL è un sistema unitario di servizi web, di facile accesso ed utilizzo, che permette a lavoratori ed imprese di usufruire delle risorse informative dei servizi allimpiego distribuite su tutto il territorio nazionale, senza obbligo di intermediazione. Dal punto di vista informatico ed organizzativo, è un sistema federato distribuito, costituito da nodi regionali che comunicano utilizzando un sistema di cooperazione applicativa basato su web services e connessioni interdominio RUPA (rete delle reti regionali). Il sistema BCNL si integra con quelli degli Enti previdenziali per offrire a lavoratori e imprese un ampio insieme integrato di servizi per limpiego.

25 25 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Modello logico della rete BCNL elevata complessità e catena tecnologia Canale di interscambio e cooperazione Porta Dominio Ente A Indice Regionale INTERNET Porta Dominio Ente B Indice Regionale Individui Imprese Porta Dominio MinWelfare Indice Nazionale Sistema Gestione Canale CPI Porta Op. Privati

26 26 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Sviluppo Borsa Nazionale del Lavoro attenzione alla Qualità Recepimento delle direttive CNIPA in termine di qualità del software Costruzione di un capitolato attento agli aspetti qualitativi Utilizzo di una terza parte (Compuware) come partner dellamministrazione nel supporto alle proprie attività di verifica e validazione e allimpostazione delle strategie di test e collaudo. Per riuscire ad interpretare al meglio le situazioni per garantire il livello di qualità nei tempi e risorse disponibili Piano di Qualità Off. Tec.Cap. TecStudio fatt. TestDisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità Controllo dei livelli di servizio Utente finale Misura Customer Satisfaction Collaudo Esposizione verso lesterno Visibilità della Qualità Processi interni Piano di Progetto Piano Realizzativo

27 27 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Sviluppo Piano di Qualità TestDisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità Controllo dei livelli di servizio Utente finale Misura Customer Satisfaction Collaudo Esposizione verso lesterno Visibilità della Qualità Processi interni Piano di Progetto Piano Realizzativo Misura Customer Satisfaction Borsa Nazionale del Lavoro da capitolato al piano di qualità Nel capitolato e Piano di Qualità: Richieste esplicite in termini di requisiti di qualità e di processo Utilizzo della norma ISO/IEC 9126 per le caratteristiche di qualità dei prodotti Oltre alla definizione di metriche, massima attenzione al processo di assicurazione della qualità, al test e collaudo e ai relativi elementi di metodologia Richiesto un collaudo funzionale/integrazione, prestazionale e di qualità (a copertura di tutti gli aspetti... e requisiti..) Piano di Qualità Piano di Progetto Piano Realizzativo Off. Tec.Cap. TecStudio fatt. Assicurazione della Qualità

28 28 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Borsa Nazionale del Lavoro elementi di metodologia Oltre alla definizione di metriche, massima attenzione nel capitolato al processo di assicurazione della qualità, al test e collaudo e ai relativi elementi di metodologia Indicati i Requisiti del processo di valutazione e test... per lattività di test funzionale : Va assicurato che i casi e le procedure di test siano completi e accurati. Al collaudo presenziano i rappresentanti dellAmministrazione con la facoltà di partecipare attivamente allesecuzione delle prove pianificate e, eventualmente, di eseguirne altre non pianificate. I risultati di queste attività vanno registrati e vanno aggiornati i casi di test e le procedure, se necessario. Vanno registrati e analizzati i risultati del test e le anomalie eventualmente riscontrate.... per lattività di Assicurazione della Qualità : Vanno effettuate, in modo continuativo, verifiche sulle attività di sviluppo software e sui prodotti risultanti da queste, al fine di: I piani e gli script di test realizzati sono considerati parte integrante del software fornito e devono essere rilasciati allAmministrazione per futuri collaudi di non regressione. 1.assicurare che ogni attività sia stata eseguita in conformità con il contratto e con le procedure previste nel Piano della qualità 2.assicurare che ogni prodotto software sia stato sottoposto a verifiche, test e azioni correttive necessarie

29 29 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa I requisiti per lo sviluppo di un sistema così complesso sono fortemente legati alle normative e alle loro evoluzioni, esse condizionano le pianificazioni iniziali, soprattutto in progetti di medio lungo termine I tempi di rilascio sono condizionati a loro volta da fattori esterni, molto importanti visto la materia trattata La conseguenza è stata la necessità di comprimere le fasi di test durante e successive allo sviluppo. Come evitare di compromettere il livello Qualitativo ed aumentare i rischi ? Borsa Nazionale del Lavoro la dinamica della fornitura SviluppoTestDisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità Utente finale Collaudo Sviluppo Test Disegno Requisiti

30 30 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Lamministrazione ha ritenuto necessario e richiesto una fase ulteriore di precollaudo (2-3 mesi – primavera 2005) Adozione di standard comune per lo sviluppo dei casi di test Rapidi da produrre, estendere (casistiche e dati) e automatizzare Comprensibili e (ri)utilizzabili da persone diverse Mappati sui requisiti funzionali del progetto e sulle priorità (rischio) Adozione di standard comune per la registrazione e comunicazione delle anomalie, lesecuzione e rendicontazione dei test, utilizzo delle tecnologie a supporto (Compuware) Creazione di un team allargato per la creazione ed esecuzione dei test (oltre 400 script di test con diverse condizioni di input/output) Rilevate e corrette le anomalie riscontrate Fornite informazioni complete sullo stato dei test (risultati) e la loro copertura alla commissione di collaudo Borsa Nazionale del Lavoro il precollaudo SviluppoTestDisegnoRequisiti ManutenzioneErogazione Assicurazione della Qualità Utente finale Sviluppo Test Precollaudo Disegno Requisiti C. 5 click

31 31 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Borsa Nazionale del Lavoro Standard sviluppo test script Standard per lo sviluppo dei test script / test case Struttura modulare Riutilizzabili ed entrocontenuti Distinzione delle fasi logiche e utilizzo di ricicli per diverse considizioni di dati in input Facilità nella comprensione ed automazione (Test Partner) (ri) utilizzabile da diverse persone Asset per lamministrazione e utilizzi futuri Macro funzione Funzione elementare piano di test Requisiti di test Casi di test Script 01 Setup - Step 1 Requisiti per lesecuzione script - Step 2 Stato base dellapplicazione Descrizione operazioni utente, IN e Ris. Att. - Step 3 Navigazione - Step 4 Inserimento dati - Step 5 Selezione - Step 6 Navigazione (uscita) Fase 2 Ricicli script (3 ricicli). - Step 7 nuovi dati per step 4 / ris. Att. - Step 8 nuovi dati per step 4 / ris. Att. - Step 9 nuovi dati per step 4 / ris. Att. Fase 3 Verifica esito test - Verifica diretta su Database - Verifica su Middleware - Verifica con altre funzioni Fase 4 Requisito alto livello Requisito funzionale Solo stampa

32 32 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Borsa Nazionale del Lavoro Esempio di test script Solo stampa

33 33 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa CONCLUSIONI Dal capitolato al piano di Qualità, il processo di assicurazione qualità e i controlli di qualità devono essere chiari nelle specifiche e modalità LAmministrazione deve essere parte attiva, eventualmente con il supporto di suoi consulenti, nelle attività di assicurazione e controllo della qualità. Il collaudo non deve mai sostituirsi ai test e si deve articolare sui diversi piani (funzionale/integrazione, prestazionale e di qualità) Dominare il processo per governare il contratto Tutti questi aspetti trovano riscontro nelle linee guide CNIPA oggi a disposizione di tutti Borsa Nazionale del Lavoro (www.borsalavoro.it) I Piani e gli Script di test realizzati sono considerati parte integrante del software fornito devono essere rilasciati allamministrazione per successivi utilizzi. CONCLUSIONI Dal capitolato al piano di Qualità, il processo di assicurazione qualità e i controlli di qualità devono essere chiari nelle specifiche e modalità LAmministrazione deve essere parte attiva, eventualmente con il supporto di suoi consulenti, nelle attività di assicurazione e controllo della qualità. Il collaudo non deve mai sostituirsi ai test e si deve articolare sui diversi piani (funzionale/integrazione, prestazionale e di qualità) Dominare il processo per governare il contratto Tutti questi aspetti trovano riscontro nelle linee guide CNIPA oggi a disposizione di tutti I Piani e gli Script di test realizzati sono considerati parte integrante del software fornito devono essere rilasciati allamministrazione per successivi utilizzi. 6 click

34 34 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa PASSO SUCCESSIVO Concludere i collaudi prestazionali e determinare condizioni e livelli di servizio erogabili Implementare un sistema di controllo dei livelli di servizio lato utente, in grado di superare la complessità dellinfrastruttura che eroga il servizio fornire una visione assoluta della prospettiva dellutente finale.. Ad un costo limitato, massima rappresentazione del servizio con poche misure Tecnologie già acquisite (Compuware) Borsa Nazionale del Lavoro (www.borsalavoro.it)

35 35 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa

36 36 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida (SIL - Sistema Informativo Lavoro) Giovanni Pistarini Convegno Confindustria - CNIPA La qualità negli acquisti di beni e servizi ICT Parma, 28 novembre 2005


Scaricare ppt "1 Parma - 28 novembre 2005 Giovanni Pistarini – Compuware Spa Qualità prima e dopo il collaudo Un'esperienza concreta sull'applicazione delle linee guida."

Presentazioni simili


Annunci Google