La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PISA Programme for International Student Assessment Risultati internazionali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PISA Programme for International Student Assessment Risultati internazionali."— Transcript della presentazione:

1 PISA Programme for International Student Assessment Risultati internazionali

2 ORGANIZZAZIONE PER LA COOPERAZIONE E LO SVILUPPO ECONOMICO LOCSE rappresenta un forum nel quale i governi di 30 democrazie lavorano insieme per affrontare le sfide economiche, sociali e ambientali derivanti dalla globalizzazione. LOCSE è in prima linea nello sforzo di comprendere i problemi emergenti – quali lindirizzo delle politiche delle grandi imprese, leconomia dellinformazione, la necessità di misurarsi con linvecchiamento della popolazione – e di aiutare i governi ad affrontarli.

3 Progetto PISA (Programme for International Student Assessment) Monitorare lefficacia dei sistemi scolastici vagliando i risultati ottenuti in termini di livello di apprendimenti degli studenti, misurati allinterno di un quadro di riferimento condiviso a livello internazionale.

4 PISA 2006 rappresenta la terza fase della rilevazione avviata nel Due precedenti indagini: 2000 (lettura) e 2003 (matematica). In PISA 2006 il centro dellindagine è la literacy scientifica.

5 È stata scelta letà di quindici anni perché a questetà, nella maggior parte dei paesi OCSE, gli studenti sono vicini al termine dellobbligo scolastico e, di conseguenza, proprio in questa fase si può tentare di misurare le conoscenze, le abilità e gli atteggiamenti accumulati in quasi dieci anni di istruzione.

6 La rilevazione PISA adotta una prospettiva ampia nella valutazione delle conoscenze, delle abilità e degli atteggiamenti e supera unimpostazione meramente scolastica. Al centro dellattenzione è posta la padronanza dei processi, la comprensione dei concetti e la capacità di applicarli in diverse situazioni, allinterno di ciascun ambito.

7 PISA 2006 valuta la literacy in lettura, la literacy matematica e la literacy scientifica degli studenti non tanto e non semplicemente in termini di padronanza dei contenuti curricolari, quanto piuttosto in termini di conoscenze e di abilità necessarie nella vita adulta.

8 La valutazione avviene attraverso prove scritte (test carta e matita). Limpegno complessivo richiesto a ciascuno studente per completare le prove è di due ore. Ciascuna prova consiste di quesiti con risposte a scelta multipla e di quesiti che prevedono che lo studente costruisca da solo una risposta. In ciascuno dei paesi, le prove sono somministrate, di norma, a un numero di studenti compreso fra le e le unità di almeno 150 scuole.

9 È stato preparato un numero di quesiti sufficiente a coprire 390 minuti di somministrazione, in modo che studenti diversi rispondano a combinazioni di quesiti diverse. Gli studenti rispondono, inoltre, a un questionario di contesto la cui compilazione richiede 30 minuti. Il questionario fornisce informazioni sugli studenti e sul contesto familiare in cui vivono.

10 Dal dizionario di inglese: Literacy Il saper leggere è scrivere

11 Allo scopo di abbracciare con ununica parola una più ampia concezione dellinsieme di conoscenze e abilità, si è fatto ricorso al termine literacy. Rilevando direttamente le conoscenze e le abilità a ridosso della fine dellobbligo scolastico, PISA esamina il grado di preparazione alla vita adulta dei giovani e, in qualche modo, anche lefficacia dei sistemi educativi.

12 Literacy in lettura La capacità di un individuo di comprendere, di utilizzare e di riflettere su testi scritti al fine di raggiungere i propri obiettivi, di sviluppare le proprie conoscenze e le proprie potenzialità e di svolgere un ruolo attivo nella società. Per quanto riguarda la lettura le abilità fondamentali consistono nellessere in grado di interpretare un testo scritto e di riflettere sul suo contenuto e sulle sue caratteristiche formali.

13 Literacy scientifica Linsieme delle conoscenze scientifiche di un individuo e luso di tali conoscenze per identificare domande scientifiche, per acquisire nuove conoscenze, per spiegare fenomeni scientifici e per trarre conclusioni basate sui fatti riguardo a temi di carattere scientifico, la comprensione dei tratti distintivi della scienza intesa come forma di sapere e dindagine propria degli esseri umani, la consapevolezza di come scienza e tecnologia plasmino il nostro ambiente materiale, intellettuale e culturale e la volontà di confrontarsi con temi che abbiano una valenza di tipo scientifico, nonché con le idee della scienza, da cittadino che riflette.

14 Per quanto riguarda le scienze, possedere conoscenze specifiche – sapere, ad esempio, il nome scientifico di piante o animali – è meno rilevante che non comprendere grandi temi, quali, ad esempio, il consumo energetico, la biodiversità o la salute per riflettere sulle questioni oggetto di dibattito nella comunità degli adulti.

15 Literacy matematica La capacità di un individuo di identificare e di comprendere il ruolo che la matematica gioca nel mondo reale, di operare valutazioni fondate e di utilizzare la matematica e confrontarsi con essa in modi che rispondono alle esigenze della vita di quellindividuo in quanto cittadino che riflette, che simpegna e che esercita un ruolo costruttivo.

16 Per quanto riguarda la matematica, quando si tratta di dispiegare le proprie abilità matematiche nella vita quotidiana, è più importante saper ragionare in termini quantitativi o saper rappresentare relazioni e rapporti di dipendenza, piuttosto che saper rispondere alle domande tipiche di un libro di testo.

17 Non tutti gli studenti rispondono a tutte le domande della rilevazione. Le prove sono organizzate in 13 cluster. I cluster sono costruiti in modo da richiedere circa 30 minuti per rispondere alle domande in essi contenute (pari a un quarto del tempo totale a disposizione per il test). Vi sono sette cluster di scienze, due di lettura e quattro di matematica. I cluster sono distribuiti in 13 fascicoli secondo uno schema a rotazione. Ciascun fascicolo contiene quattro cluster e a ciascuno studente viene assegnato uno di questi fascicoli, la cui compilazione richiede due ore. In ciascun fascicolo è presente come minimo un cluster di scienze.

18 In PISA, la literacy è valutata attraverso prove (unità), ciascuna delle quali si compone di un testo stimolo – un brano, una tabella, un grafico, una o più figure ecc. – seguito da un certo numero di quesiti che a esso riferiscono. I risultati di PISA sono stati riportati su scale con una media pari a 500 e una deviazione standard pari a 100 per tutti e tre gli ambiti, il che significa, in altri termini, che i due terzi degli studenti dei paesi OCSE hanno ottenuto un punteggio compreso fra i 400 e i 600 punti.

19 Competenze scientifiche in PISA 2006 Competenze Individuare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove basate su dati scientifici Contesto Situazioni di vita che hanno a che fare con la scienza e la tecnologia Conoscenze Conoscenze sul mondo naturale (conoscenza della scienza) Conoscenze sulla scienza in quanto tale (conoscenza sulla scienza) Attegiamenti Risposta alle questioni di carattere scientifico interesse sostegno alla ricerca scientifica responsibilità

20 Contesti per la rilevazione delle competenze scientifiche in PISA 2006 Salute Risorse naturali Ambiente Rischi Frontiere della scienza e della tecnologia Personale: sé, famiglia e gruppi dei pari Sociale: la comunità Globale: vivere nel mondo

21 Questionari di contesto gli studenti e il loro retroterra familiare: condizioni economiche, sociali e culturali; atteggiamenti nei confronti dellapprendimento; abitudini e vita allinterno della scuola e nellambiente familiare; aspetti relativi alle scuole, quali la qualità delle loro risorse umane e materiali.

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

37 Italia - Maschi e femmine I risultati in scienze La differenza tra il punteggio degli studenti maschi (477) e il punteggio delle studentesse (474) non è statisticamente significativa. I risultati in matematica La differenza tra il punteggio degli studenti maschi (470) e il punteggio delle studentesse (453) è statisticamente significativa a vantaggio degli studenti maschi I risultati in lettura La differenza tra il punteggio degli studenti maschi (448) e il punteggio delle studentesse (489) è statisticamente significativa a vantaggio delle studentesse

38 I PRIMI IN SCIENZE FINLANDIA GIAPPONECANADA COREAGIAPPONE AUSTRALIANUOVA ZELANDA PAESI BASSIAUSTRALIA REP. CECAPAESI BASSI NUOVA ZELANDACOREA CANADAGERMANIA (entrata) SVIZZERAREP. CECA BELGIO (uscito)SVIZZERA

39 GLI ULTIMI IN SCIENZE STATI UNITI SPAGNAREP. SLOVACCA (entrata) ITALIASPAGNA NORVEGIA LUSSEMBURGO GRECIAITALIA DANIMARCA (uscita)PORTOGALLO GRECIA TURCHIA MESSICO

40 I PRIMI IN MATEMATICA FINLANDIA COREA PAESI BASSI GIAPPONESVIZZERA CANADA BELGIOGIAPPONE SVIZZERANUOVA ZELANDA AUSTRALIABELGIO NUOVA ZELANDAAUSTRALIA REP. CECA (uscita)DANIMARCA (entrata)

41 GLI ULTIMI IN MATEMATICA LUSSEMBURGOUNGHERIA POLONIA (uscita)NORVEGIA (entrata) UNGHERIALUSSEMBURGO SPAGNA STATI UNITI PORTOGALLO ITALIA GRECIA TURCHIA MESSICO

42 Contesto e situazioni dei test Scienze Le aree di applicazione delle scienze, soprattutto in relazione allutilizzo in contesti personali, sociali e globali quali: salute risorse naturali ambiente rischi frontiere della scienza e della tecnologia

43 Contesto e situazioni dei test Matematica Le aree di applicazione della matematica, soprattutto in relazione allutilizzo in situazioni personali, sociali e globali quali: personale scolastica/occupazionale pubblica scientifica

44 Contesto e situazioni dei test Lettura Luso per il quale il testo è stato scritto: privato (ad esempio, una lettera personale) pubblico (ad esempio, un documento ufficiale) occupazionale (ad esempio, una relazione) scolastico (ad esempio, un brano di un manuale scolastico)

45 I sei livelli delle scienze Al livello 6, uno studente sa individuare, spiegare e applicare in modo coerente conoscenze scientifiche e conoscenza sulla scienza in una pluralità di situazioni di vita complesse. È in grado di mettere in relazione fra loro fonti dinformazione e spiegazioni distinte e di servirsi scientificamente delle prove raccolte attraverso tali fonti per giustificare le proprie decisioni. Dimostra in modo chiaro e coerente capacità di pensiero e di ragionamento scientifico ed è pronto a ricorrere alla propria conoscenza scientifica per risolvere situazioni scientifiche e tecnologiche non familiari. Uno studente, a questo livello, è capace di utilizzare conoscenze scientifiche e di sviluppare argomentazioni a sostegno di indicazioni e decisioni che si riferiscono a situazioni personali, sociali o globali.

46 Al livello 5, uno studente sa individuare gli aspetti scientifici di molte situazioni di vita complesse, sa applicare sia i concetti scientifici sia la conoscenza sulla scienza a tali situazioni e sa anche mettere a confronto, scegliere e valutare prove fondate su dati scientifici adeguate alle situazioni di vita reale. Uno studente, a questo livello, è in grado di servirsi di capacità dindagine ben sviluppate, di creare connessioni appropriate fra le proprie conoscenze e di apportare un punto di vista critico. È capace di costruire spiegazioni fondate su prove scientifiche e argomentazioni basate sulla propria analisi critica.

47 Al livello 4, uno studente sa destreggiarsi in modo efficace con situazioni e problemi che coinvolgono fenomeni esplicitamente descritti che gli richiedono di fare inferenze sul ruolo della scienza e della tecnologia. È in grado di scegliere e integrare fra di loro spiegazioni che provengono da diverse discipline scientifiche o tecnologiche e di mettere in relazione tali spiegazioni direttamente alluno o allaltro aspetto di una situazione di vita reale. Uno studente, a questo livello, è capace di riflettere sulle proprie azioni e di comunicare le decisioni prese ricorrendo a conoscenze e prove di carattere scientifico.

48 Al livello 3, uno studente sa individuare problemi scientifici descritti con chiarezza in un numero limitato di contesti. È in grado di selezionare i fatti e le conoscenze necessarie a spiegare i vari fenomeni e di applicare semplici modelli o strategie di ricerca. Uno studente, a questo livello, è capace di interpretare e di utilizzare concetti scientifici di diverse discipline e di applicarli direttamente. È in grado di usare i fatti per sviluppare brevi argomentazioni e di prendere decisioni fondate su conoscenze scientifiche.

49 Al livello 2, uno studente possiede conoscenze scientifiche sufficienti a fornire possibili spiegazioni in contesti familiari o a trarre conclusioni basandosi su indagini semplici. È capace di ragionare in modo lineare e di interpretare in maniera letterale i risultati di indagini di carattere scientifico e le soluzioni a problemi di tipo tecnologico. (Livello base)

50 Al livello 1, uno studente possiede conoscenze scientifiche tanto limitate da poter essere applicate soltanto in poche situazioni a lui familiari. È in grado di esporre spiegazioni di carattere scientifico che siano ovvie e procedano direttamente dalle prove fornite. (Sotto il livello base)

51 Scienze – media OCSE LIVELLO% studenti per livello % Studenti fino a quel livello 61,3 57,79,0 420,329,3 327,456,7 224,080,7 114,194,8 <15,2-

52 Scienze 2006 Confronto Italia - OCSE

53

54

55

56

57

58

59

60 Il sistema scolastico italiano Le macroaree geografiche utilizzate per la stratificazione del campione sono le seguenti. Nord Est: Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna. Nord Ovest: Valle dAosta, Piemonte, Lombardia, Liguria. Centro: Toscana, Umbria, Marche, Lazio. Sud: Abruzzo, Molise, Campania, Puglia. Sud e Isole: Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna.

61

62

63 Differenze fra varie tipologie di scuole In Italia il 52,1% della varianza nel livello di prestazione degli studenti è spiegato dalle differenze esistenti tra le diverse scuole frequentate dagli studenti. La media OCSE è pari al 33,1%. I paesi allinterno dei quali si riscontra la percentuale più bassa (meno del 20%) della varianza totale spiegata in termini di varianza tra scuole sono: a. superiori alla media OCSE: Australia (17,9), Canada (18,4), Finlandia (5,8), Irlanda (17,0), Nuova Zelanda (15,9), Regno Unito (18,9) b. in media OCSE: Danimarca (15,4), Polonia (13,6), Svezia (12,0), c. inferiori alla media OCSE: lIslanda (9,0), Norvegia (9,9), Spagna (13,9).

64 In alcuni di questi paesi la prestazione media degli studenti è superiore alla media OCSE. In tali paesi è possibile fare affidamento su un livello di qualità diffusa delle scuole (in termini di prestazioni degli studenti). Lassicurare agli studenti contesti di apprendimento il più possibile equivalenti fra di loro non è incompatibile con il raggiungimento di livelli di risultato elevati. Viceversa nei paesi, come lItalia, in cui la varianza tra scuole è elevata e il livello di prestazione degli studenti si colloca al di sotto della media OCSE, nessuno dei due obiettivi sembra essere raggiunto e il sistema scolastico risulta caratterizzato da rilevanti differenze tra scuole e con un livello di prestazione complessivo degli studenti – in termini comparativi – inferiore alla media.

65 Confronto fra le scuole in Italia - Scienze Gli studenti di liceo conseguono risultati migliori a quelli di tutti gli altri indirizzi di studio, seguiti dagli studenti degli istituti tecnici e da quelli degli istituti professionali. Il punteggio medio degli studenti dei licei (518) è più alto di quello degli studenti degli istituti professionali (414) di oltre una deviazione standard; Gli studenti dei licei conseguono mediamente risultati superiori alla media OCSE, quelli degli altri indirizzi di studio risultati inferiori.

66 Il punteggio medio in scienze conseguito dagli studenti: Nord Est 520, Nord Ovest 501, Centro 486, Sud 448, Sud Isole 432. Gli studenti del Nord Est si collocano al di sopra della media OCSE, quelli del Nord Ovest al livello della media OCSE, quelli del Centro leggermente al di sotto di questa media, quelli del Sud e del Sud Isole si collocano nettamente al di sotto della media OCSE.

67 Al di sopra della media OCSE si collocano gli studenti dei licei del Nord Ovest, del Nord Est e del Centro; gli studenti degli istituti tecnici del Nord Ovest e del Nord Est. Licei 10,9% degli studenti sotto il livello 2 8,8% nei livelli 5 e 6. Istituti tecnici 22,5% sotto il livello 2 2,6% nei livelli 5 e 6. Istituti professionali 49% sotto il livello 2 0,4% nei livelli 5 e 6.

68 Confronto fra le scuole in Italia - Matematica Livelli di eccellenza 5 e 6 Licei hanno il 10% circa dei loro studenti Istituti tecnici il 5% circa Istituti professionali non arrivano all1%. Sotto il livello 2 Istituti professionali 60% Istituti tecnici al 28,7% Licei 18,0%

69 Confronti Tra il 2000 e il 2006 il punteggio medio degli studenti italiani in lettura è diminuito in misura statisticamente significativa, passando da 487 a 469, contro una media OCSE pari a 500 nel 2000 e a 492 nel Tra il 2003 e il 2006 il punteggio medio degli studenti italiani in matematica non è cambiato in misura statisticamente significativa, passando da 466 a 462, contro una media OCSE pari a 500 nel 2003 e a 498 nel 2006.

70 Dati relativi allimpatto dellindice di status socio, economico e culturale (ESCS) In Italia la percentuale di varianza tra le prestazioni degli studenti spiegata da questo indice è pari al 10,0%, rispetto ad una media OCSE del 14,4%. La posizione italiana risulta caratterizzata da un livello medio di prestazione degli studenti (in scienze) più basso della media OCSE, ma con un minore impatto del background socio-culturale su questo livello di prestazione rispetto alla media OCSE. In paesi quali lAustralia, il Canada, la Finlandia, il Giappone e Svezia, il minore impatto del background socio-culturale si accompagna ad un livello medio di prestazione degli studenti superiore alla media OCSE.

71 Altri indici In Italia il valore medio dellindice di status occupazionale dei genitori è pari a 46,40 rispetto ad una media OCSE pari a 48,70. Ad un valore più elevato di questo indice corrisponde un livello di prestazione più elevato degli studenti in tutti i paesi partecipanti a PISA. Ulteriori fattori che influenzano positivamente le prestazioni degli studenti risultano essere i beni e le risorse educative posseduti a casa

72 Si tratta di dati che richiedono ulteriori approfondimenti, ma che suggeriscono limmagine di una scuola che da un lato continua a non riuscire a coltivare le eccellenze, dallaltro assiste ad uno slittamento verso il basso del livello medio di prestazione degli studenti


Scaricare ppt "PISA Programme for International Student Assessment Risultati internazionali."

Presentazioni simili


Annunci Google