La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le novità più significative del CCNL 2006/2009 e le sequenze contrattuali A cura di Daniela Palma.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le novità più significative del CCNL 2006/2009 e le sequenze contrattuali A cura di Daniela Palma."— Transcript della presentazione:

1 Le novità più significative del CCNL 2006/2009 e le sequenze contrattuali A cura di Daniela Palma

2 LE RELAZIONI SINDACALI

3 LIVELLO NAZIONALE Il CCNL vigente, in aggiunta a quanto già disposto dal precedente prevede: la mobilità compartimentale, a domanda e dufficio con cadenza, di norma biennale; La mobilità intercompartimentale; La definizione dellutilizzazione del personale in altre attività di insegnamento

4 La contrattazione dellutilizzazione del personale: a) soprannumerario b) inidoneo c) collocato fuori ruolo La contrattazione dellattività di formazione, allo scopo di evitare la frammentazione degli interventi, ridefinendo le modalità di accreditamento degli enti e delle associazioni professionali e disciplinari, nonchè delle iniziative idonee a costituire adeguato supporto alle attività didattiche;

5 La contrattazione dei criteri per lesercizio dei diritti e dei permessi sindacali. La contrattazione dei criteri e dei parametri di attribuzione delle risorse: a) per le scuole collocate in aree a rischio educativo, con forte processo immigratorio b) per la dispersione scolastica c) per le funzioni strumentali d) per gli incarichi aggiuntivi del personale ATA.

6 LIVELLO REGIONALE Il vigente CCNL o Fissa il termine del 31 ottobre per la conclusione della contrattazione sui criteri di allocazione e utilizzo delle risorse, provenienti dallEnte Regione e da Enti diversi dal MPI, a livello distituto per la lotta contro lemarginazione scolastica e per gli interventi sulle aree a rischio e a forte processo immigratorio

7 costituisce una commissione bilaterale incaricata dellassistenza, supporto e monitoraggio delle relazioni sindacali sul territorio regionale. Garantisce laccesso allintranet scolastico per le informazioni di cui sono titolari le OO.SS. ai sensi del relativo CCNQ;

8 Prevede linformazione sulle risorse globali assegnate alle scuole per il loro funzionamento. Riconosce la possibilità di accedere ad informazioni riguardanti gli esiti dei monitoraggi effettuati dallAmministrazione;

9 LIVELLO DI ISTITUTO Il vigente CCNL prevede in aggiunta alle materie indicate nel precedente contratto il diritto della RSU alla informazione preventiva annuale circa:

10 Il piano delle risorse complessive per il salario accessorio, ivi comprese quelle di fonte non contrattuale; I criteri di attuazione dei progetti nazionali, europei e territoriali; criteri di individuazione e modalità di utilizzazione del personale in progetti derivanti da specifiche disposizioni legislative, nonchè da convenzioni, intese o accordi di programma stipulati dalla singola istituzione scolastica o dall'Amministrazione scolastica periferica con altri enti e istituzioni; tutte le materie oggetto di contrattazione;

11 Con riferimento alla contrattazione,il CCNL precisa che: L utilizzazione del personale docente va individuata in rapporto al piano dellofferta formativa e al piano delle attività e modalità di utilizzazione del personale ATA in relazione al relativo piano delle attività formulato dal DSGA, sentito il personale medesimo; Sono oggetto di contrattazione i criteri per la ripartizione delle risorse del fondo d'istituto e per l'attribuzione dei compensi accessori, ai sensi dellart. 45, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001, al personale docente, educativo ed ATA, compresi i compensi relativi ai progetti nazionali e comunitari;

12 Il dirigente scolastico, nelle materie di cui sopra, deve formalizzare la propria proposta contrattuale entro termini congrui con linizio dellanno scolastico, e, in ogni caso, entro i 10 successivi dieci giorni lavorativi decorrenti dallinizio delle trattative. Queste ultime devono comunque iniziare non oltre il 15 settembre

13 Se le Parti non giungono alla sottoscrizione del contratto entro il successivo 30 novembre,le questioni controverse potranno dalle Parti medesime essere sottoposte alla commissione di cui allart.4, comma 4, lettera d), che fornirà la propria assistenza(commissione bilaterale presso USR).

14 I compensi per le attività svolte e previste dal contratto integrativo vigente sono erogate entro il 31 agosto. I revisori effettuano il controllo sulla compatibilità dei costi della contrattazione collettiva integrativa con i vincoli di bilancio e la relativa certificazione degli oneri, secondo i principi di cui all'art. 48 del d.lgs. n.165/2001. A tal fine, l'ipotesi di contratto collettivo integrativo definita dalla delegazione trattante è inviata dal dirigente scolastico per il controllo, entro 5 giorni, corredata dall'apposita relazione illustrativa tecnico finanziaria. Trascorsi 30 giorni senza rilievi, il contratto collettivo integrativo viene definitivamente stipulato e produce i conseguenti effetti. Eventuali rilievi ostativi sono tempestivamente portati a conoscenza delle organizzazioni sindacali di cui al successivo art.7, ai fini della riapertura della contrattazione.

15 FONDO DI ISTITUTO Il vigente CCNL prevede Le risorse destinate al finanziamento del fondo di Istituto, già definite ai sensi dellart. 5 del CCNL , sono incrementate, a decorrere dal ed a valere sullanno 2008, di un importo pari a 2,36 mensili pro-capite per tredici mensilità per ogni unità di personale in servizio al , corrispondente allo 0,11% della massa salariale alla predetta data.

16 A decorrere dal , limporto complessivo delle risorse del fondo dellistituzione scolastica di cui allart. 84 del presente CCNL, sono ripartite, annualmente, tra le singole istituzioni scolastiche ed educative, in relazione ai seguenti criteri: 15 % in funzione del numero delle sedi di erogazione del servizio; 68 % in funzione del numero degli addetti individuati dai decreti interministeriali quale organico di diritto di tutto il personale docente e del personale amministrativo,educativo, tecnico ed ausiliario; 17 % in funzione del numero degli addetti individuati dal decreto interministeriale quale organico di diritto del personale docente degli istituti secondari di secondo grado.

17 IL vigente CCNL puntualizza Con il fondo sono, altresì, retribuite: Il particolare impegno professionale in aula connesso alle innovazioni e alla ricerca didattica, Per il personale docente ed educativo in servizio nelle istituzioni scolastiche che abbiano attivato la flessibilità organizzativa e didattica spetta un compenso definito in misura forfetaria in contrattazione integrativa distituto;

18 TUTELA DELLA SALUTE Nel vigente CCNL è prevista la possibilità, qualora non ci sia modo di individuare il rappresentante de lavoratori per la sicurezzaallinterno della RSU

19 NORME COMUNI Il vigente CCNL in merito ai temi della mobilità territoriale, professionale e intercompartimentale, precisa che: il personale docente utilizzato, a domanda o d'ufficio, ivi compresa lassegnazione provvisoria, in altro tipo di cattedra o posto,ha diritto all'eventuale trattamento economico superiore, rispetto a quello di titolarità, previsto per detto tipo di cattedra o posto. La maggiore retribuzione è corrisposta per il periodo di utilizzazione, in misura corrispondente a quella cui l'interessato avrebbe avuto titolo se avesse ottenuto il passaggio alla cattedra o posto di utilizzazione.In caso di utilizzazione parziale, la corresponsione avrà luogo in rapporto proporzionale con l'orario settimanale d'obbligo.

20 IL CCNL SU CONGEDI, PERMESSI, FERIE E ASSENZE PUNTUALIZZA CHE: Lastensione per congedi parentali è da considerarsi servizio prestato a tutti gli effetti, anche per quanto concerne leventuale proroga dellincarico di supplenza; I docenti hanno diritto a fruire di tre giorni di permesso per motivi personali o familiari documentati anche per autocertificazione,a prescindere dallautorizzazione del D.S.

21 lutti per perdita del coniuge, di parenti entro il secondo grado, di soggetto componente la famiglia anagrafica o convivente stabile e di affini di primo grado: gg. 3 per evento, anche non continuativi.

22 quindici giorni consecutivi in occasione del matrimonio, con decorrenza indicata dal dipendente medesimo ma comunque fruibili da una settimana prima a due mesi successivi al matrimonio stesso.

23 Qualora le ferie già in godimento siano interrotte o sospese per motivi di servizio, il dipendente ha diritto al rimborso delle spese documentate per il viaggio di rientro in sede e per quello di ritorno al luogo di svolgimento delle ferie medesime. Il dipendente ha, inoltre, diritto al rimborso delle spese sostenute per il periodo di ferie non goduto.( Non allindennità di missione per la durata dei viaggi suddetti)

24 In caso di gravi patologie che richiedano terapie temporaneamente e/o parzialmente invalidanti sono esclusi dal computo dei giorni di assenza per malattia, di cui ai commi 1 e 8 del presente articolo, oltre ai giorni di ricovero ospedaliero o di day hospital anche quelli di assenza dovuti alle conseguenze certificate delle terapie. Pertanto per i giorni anzidetti di assenza spetta l'intera retribuzione.

25 PER QUANTO RIGUARDA LE ATTIVITÀ FUNZIONALI ALLINSEGNAMENTO, IL NUOVO CCNL DISPONE CHE: limpegno previsto per le attività funzionali allinsegnamento non può superare le 40 ore annue( le ore eccedenti vanno retribuite); Nel caso in cui nella sezione risultino presenti contemporaneamente due insegnanti, entrambi hanno diritto al servizio mensa;

26 Per il personale insegnante che opera per la vigilanza e l'assistenza degli alunni durante il servizio di mensa o durante il periodo della ricreazione il tempo impiegato nelle predette attività rientra a tutti gli effetti nell'orario di attività didattica.

27 I docenti possono prestare la propria collaborazione ad altre scuole statali che, per la realizzazione di specifici progetti deliberati dai competenti organi, abbiano necessità di disporre di particolari competenze professionali non presenti o non disponibili nel corpo docente della istituzione scolastica. Tale collaborazione non comporta esoneri anche parziali dallinsegnamento nelle scuole di titolarità o di servizio ed è autorizzata dal dirigente scolastico della scuola di appartenenza, a condizione che non interferisca con gli obblighi ordinari di servizio.

28 Il supplente del titolare che rientra dopo il 30 aprile è mantenuto in servizio per gli scrutini e le valutazioni finali. Il diritto alla supplenza senza interruzione, permane anche se cambiano le motivazioni di assenza del titolare;

29 Nellipotesi che il docente completi tutto lorario settimanale ordinario, ha ugualmente diritto al pagamento della domenica ai sensi dellart. 2109, comma 1, del codice civile; Il rapporto di lavoro a tempo determinato può trasformarsi in rapporto di lavoro a tempo indeterminato per effetto di specifiche disposizioni normative.

30 CON RIFERIMENTO AL PERSONALE ATA IL NUOVO CCNL PREVEDE: La salvaguardia degli attuali titoli di accesso per quanti ne hanno maturato il diritto, nonostante la modifica dei titoli di accesso alle diverse qualifiche (eliminando così il ricorso ai Centri circoscrizionali del lavoro per il reclutamento dei collaboratori scolastici)

31 Il pasto è gratuito per chi svolge servizio durante la mensa degli allievi; Lintroduzione di ulteriori posizioni economiche per larea B ed un consistente incremento economico per gli aventi diritto(circa 1600 euro annui)

32 La ridefinizione dellindennità di direzione per i DSGA ed il loro accesso al fondo; La fruizione delle giornate di riposo non solo durante i periodi estivi, ma anche in quelli di sospensione delle attività didattiche;

33 FORMAZIONE IN SERVIZIO IL CCNL chiarisce che: Conformemente allIntesa sottoscritta il 27 giugno 2007 tra il Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione e le Confederazioni sindacali, verrà promossa, con particolare riferimento ai processi dinnovazione, mediante contrattazione, una formazione dei docenti in servizio organica e collegata ad un impegno di prestazione professionale che contribuisca allaccrescimento delle competenze richieste dal ruolo.( Non è più una direttiva ministeriale)

34 E stata istituita una Commissione, tra il MPI e le OO.SS. firmatarie, che persegua lobiettivo di programmare e realizzare qualificate e certificate iniziative di formazione nazionale per il personale del comparto. La costituzione della predetta Commissione non potrà comportare alcun onere aggiuntivo e la partecipazione alla stessa sarà a titolo gratuito per tutti i componenti.

35 Lautoaggiornamento è riconosciuto, quale sicuro fattore di crescita professionale; Il completamento della laurea e liscrizione a corsi di laurea per gli insegnanti diplomati in servizio hanno un carattere di priorità;

36 ART.62 - SEQUENZA CONTRATTUALE Le sequenze contrattuali non sono da leggere come un generico rinvio, ma hanno tempi sostanzialmente certi con indicazione delle finalità e degli obiettivi da raggiungere. Inevitabile il ricorso a questo strumento per risorse o norme che sono in corso di approvazione( aspetti che coinvolgono le disponibilità finanziarie aventi decorrenza 31/12/2007)

37 Le sequenze contrattuali riguardano in generale: a) Il tema delle relazioni sindacali e della contrattazione integrativa; b) Lattuazione operativa dellautonomia didattica,organizzativa ed economica delle scuole italiane allestero; c) La piena applicazione dei diritti al personale docente e ATA sia a tempo indeterminato che determinato(assenze, congedi parentali,ferie,permessi per il d.allo studio ecc.) d) La ridefinizione di modalità e criteri connessi al trattamento economico spettante al personale docente assunto con contratto a t. determinato e) Le norme contrattuali sulla destinazione che costituisce mobilità professionale.


Scaricare ppt "Le novità più significative del CCNL 2006/2009 e le sequenze contrattuali A cura di Daniela Palma."

Presentazioni simili


Annunci Google