La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso Aziendale di DP Battista Catania Il commento dellAutore Le mani rappresentano l'aiuto medico, il supporto che va a compensare la debolezza fisica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso Aziendale di DP Battista Catania Il commento dellAutore Le mani rappresentano l'aiuto medico, il supporto che va a compensare la debolezza fisica."— Transcript della presentazione:

1 Corso Aziendale di DP Battista Catania Il commento dellAutore Le mani rappresentano l'aiuto medico, il supporto che va a compensare la debolezza fisica o psicologica (le ali cadute). I colori : il verde dello sfondo rappresenta la guarigione; il blu delle ali la calma ma anche la vivacità, i contrasti nella malattia. La pietra da cui sorge il corpo esprime con le linee dure un senso di rigidità magari di rifiuto che può esserci alla scoperta di una patologia, ma ad essa si contrappongono le linee morbide delle ali e i colori più chiari della parte alta del quadro che orientano verso la speranza di un aiuto o verso l'accettazione. Un saluto, Eros Carpita. La malattia renale cronica

2 Regole di farmacoeconomia In una condizione di risorse limitate e insufficienti chi ha la responsabilità e il potere di decidere come allocarle è chiamato ad attuare scelte che ripartiscano queste risorse nel migliore dei modi possibili. Corso Aziendale di DP Battista Catania

3 Il contenimento della spesa sanitaria si attua mediante un razionamento delle scarse risorse disponibili. Questo obiettivo richiede unanalisi decisionale costo benefici per garantire a tutti laccesso a livelli prestabiliti di assistenza. Corso Aziendale di DP Battista Catania Ancora:

4 Infine nella valutazione economica in campo sanitario non si può prescindere da: efficacia della terapia, ricercando lalternativa meno costosa impatto del trattamento in termini di qualità di vita del paziente conseguenze economiche delle diverse alternative terapeutiche Corso Aziendale di DP Battista Catania

5 PD (CAPD APD ) HDHD TX TIPI di TRATTAMENTO NELLIRC La dialisi peritoneale è un trattamento di prima scelta nelluremico cronico? Pre dialisi: Corso Aziendale di DP Battista Catania

6 Linee guida dellOrganizzazione Toscana Trapianti (OTT) per accedere alla lista per trapianto di rene da cadavere: …criterio generale è lavere iniziato il trattamento dialitico. Lunica eccezione a questa condizione è rappresentata, per i pazienti residenti in Regione Toscana, dallaccettazione in lista anche per un trapianto precedente linizio del trattamento dialitico solo in caso di funzione renale stabilmente declinante e con filtrato glomerulare inferiore a 15 ml/min accertato con il metodo della Cistatina C.

7 Il Trapianto Renale offre una migliore sopravvivenza, qualità di vita, reinserimento sociale, lavorativo e risparmio economico. Il trapianto da vivente, anche quando eseguito tra soggetti geneticamente estranei (ad esempio fra coniugi) offre una sopravvivenza renale migliore rispetto al trapianto da cadavere. I migliori risultati si ottengono con un trapianto eseguito prima diniziare il trattamento dialitico. Nessuna nazione al mondo inclusa la Spagna, è in grado di soddisfare le richieste di trapianto con donatori cadaveri. La scelta di donare è libera ma mettere in gioco la propria vita per laltro, superando il proprio io per dare, significa realizzare in una nuova esistenza il senso tangibile della propria (a.c.).

8 Corso Aziendale di DP Battista Catania TERAPIA SOSTITUTIVA EMODIALISI 1.In ospedale 2.Trasporto del pz. 3.ACCESSO VASCOLARE 4.RENE ARTIFICIALE 5.SEDUTE DIALITICHE: a giorni alterni 7.Possibile iperK+ 8.Dieta e liquidi 9.anemia D. PERITONEALE 1.A casa CAT.PERITONEALE 4.Membr.peritoneale 5.SCAMBIO 6. Terapia continua 7.no iperpotassiemia 8.Dieta iperproteica – pochi zuccheri semplici 9.Meno anemia, meno EPO

9 Membrana peritoneale Filtro che depura Superficie di 1,5-2 m2 Cavità virtuale 20-30ml Il peritoneo parietale e Il mesenterio Corso Aziendale di DP Battista Catania

10 Lo scambio Fase di riempimento Sintroduce nella cavità peritoneale una soluzione di dialisi. Fase di sosta: scambio di soluti tra due soluzioni (sangue – dialisato) separate da una membrana semipermeabile (MP) resistenze in serie: endotelio,spazio intercellulari,mesotelio. Per diffusione e ultrafiltrazione (Osm) le tossine uremiche e lacqua in eccesso passano dal circolo ematico alla soluzione dialisi, fino allequilibrio Fase di scarico Corso Aziendale di DP Battista Catania

11 Lo scambio:scarico-carico- sosta-scarico Corso Aziendale di DP Battista Catania

12 Variabili del sistema in DP Tempo di sosta Volumi totali di scambio Volume di carico tollerato Soluzione biocompatibili Tutto viene personalizzato sulla base: -tipo di trasporto del peritoneo(test) -superficie corporea -contenuto di acqua corporea Corso Aziendale di DP Battista Catania

13 ULTRAFILTRAZIONE: lagente osmotico è il glucosio Glucosio 1,36% isotonica gialla Glucosio 2,27% semipertonica verde Glucosio 3,86% ipertonica arancio Corso Aziendale di DP Battista Catania

14 Tipi di Soluzioni Physioneal 40 (Soluzione con bicarbonato) Nutrineal 1.1% ( soluzione con Aminoacidi) Extraneal (soluzione con icodestrina, polimero non riassorbibile 1 scambio/al giorno ) -viola Corso Aziendale di DP Battista Catania

15 Il catetere peritoneale Corso Aziendale di DP Battista Catania

16 Emergenza del catetere Corso Aziendale di DP Battista Catania

17 Metodiche di Dialisi Peritoneale Manuali. CAPD Ambulatoriale continua Automatizzate APD Corso Aziendale di DP Battista Catania

18 Metodiche di Dialisi Peritoneale: manuale - CAPD Il paziente esegue lo scambio seduto a tavolino. Il tavolino può essere sistemato in una stanza poco frequentata e facile da pulire Il materiale monouso viene consegnato a domicilio, una volta al mese. Corso Aziendale di DP Battista Catania

19 APD Dialisi peritoneale automatizzata La macchina APD modello Homechoise. Cm 47 x cm 40 x cm 18 – Kg. 11 Facilmente trasportabile

20 APD Dialisi Peritoneale Automatizzata Gli scambi vengono effettuati automaticamente da un cycler computerizzato Generalmente notturna Volumi di trattamento, numero di scambi, tempo di sosta variabili Possibilità di dialisi continua lasciando in peritoneo una certa quantità di soluzione durante la giornata Corso Aziendale di DP Battista Catania

21 Adeguatezza del trattamento Il benessere del malato Qualità di vita Peso corporeo Pressione arteriosa Bilancio idrosalino Stato nutrizionale Correzione dellanemia Correzione del metabolismo calcio fosforo Valutazione dello stato infiammatorio del paziente KT/V sett. tot. (D+R)/ V urea = 2 Cl. Creatinina sett.= 60/L/1.73m2 Corso Aziendale di DP Battista Catania

22 Tappe storiche della DP Nel 1973 TencKhoff ha perfezionato laccesso di lunga durata al peri- toneo. La nascita della CAPD è fissata al Nel 1978 il primo congresso internazionale di DP. Lottimizzazione della tecnica è stata lintroduzione del set a Y con disinfettante (riduzione delle peritoniti). Corso Aziendale di DP Battista Catania

23 Considerazioni sulla Dialisi Peritoneale (metanalisi di Strippoli) È un trattamento quotidiano/fisiologico personalizzato allesigenze del pz Consente una stabilità emodinamica; depurazione continua dalle tossine; U.F. costante Riduce fosforemia e B2 microglobulinemia Il paziente ha minori restrizioni dietetiche e idriche, minor rischio di iperpotassiemia Raggiunge un miglior controllo pressorio Necessita di minor consumo di EPO Corso Aziendale di DP Battista Catania

24 Inizio del trattamento La Dialisi Peritoneale (risparmia lalbero vascolare ) è una buona modalità iniziale di trattamento renale sostitutivo specie quando è conservata una funzione renale residua. Corso Aziendale di DP Battista Catania

25 Dialisi incrementale Dialisi incrementale Aggiustamento della dose dialitica in base alla perdita della funzione renale residua in modo che la somma della dose dialitica e della FRR sia costante (target) KT/V peritoneale+ KT/V renale = 2 Al decrescere della FRR si integrano con 1, 2 scambi fino alla dose piena Il 25 % dei pz iniziano con DP incrementale Corso Aziendale di DP Battista Catania

26 Schemi dialitici computerizzati -maggiore libertà -meno gravoso il trattamento domiciliare (tempo- flessibilità) costo sociale APD Corso Aziendale di DP Battista Catania

27 Se viene individuata lidoneità alla DP: parete addominale integra, indice di massa corporea adeguato, non immunodepressione, assenza di diverticolosi addominale severa, il paziente viene accolto dal gruppo del predialisi che si occupa di DP. E non solo doveroso ma etico offrire ai pazienti questa scelta; medici e nefrologi si devono convincere di ciò superando una certa ingiustificata diffidenza e forse una non sufficiente conoscenza o inesperienza sulla metodica. La scelta medica della DP Corso Aziendale di DP Battista Catania

28 Motivazioni del paziente Personalizzare la terapia tenendo conto di esigenze e aspettative della singola persona; Riformulare lintegrità fisicaper accettare la malattia renale cronica. Dovere del Centro Dialisi è quella di offrire tutte le metodiche disponibili Senza preclusione in caso di cambio del tipo di dialisi Nellottica della continuità del trattamento rispettando le condizioni psicologiche e familiari. La scelta del paziente Corso Aziendale di DP Battista Catania

29 La DP peritoneale da al paziente una sensazione di autodeterminazione e autonomia perché non è strettamente vincolata al Centro Dialisi e libertà alla famiglia nel periodo delle ferie (costo). Impatto familiare Corso Aziendale di DP Battista Catania

30 Nei giovani che lavorano Nei pazienti giovani limpiego della ADP notturna consente un normale svolgimento dellattività professionale giornaliera (risparmio di ore di lavoro: costo sociale positivo) Corso Aziendale di DP Battista Catania

31 Vantaggi per il malato anziano La DP automatizzata notturna gestita da: un familiare una badante un infermiere addestrato consente una buona assistenza del malato senza impegno di trasporto per il paziente. Nei pazienti non autosufficienti sono utilizzate le RSA. Corso Aziendale di DP Battista Catania

32 DP e HD due modalità in sequenza Le due metodiche devono avere un utilizzo sequenziale – integrato in base allesigenze del singolo paziente per garantire una migliore sopravvivenza e qualità di vita. Corso Aziendale di DP Battista Catania

33 Sopravvivenza per trattamento effettivo Corso Aziendale di DP Battista Catania

34 A)passaggio allemodialisi 1)complicanze infettive, 2)esaurimento della capacità UF, 3)complicanze legate al catetere. B) trapianto La sopravvivenza della tecnica dipende dallesperienza del Centro ( da come vengono seguiti i malati: training e retraining) e dalle motivazioni del paziente. Drop -out Corso Aziendale di DP Battista Catania

35 Prevenzione delle peritoniti 1caso/ogni 18 mesi/pz Il metodo di training influenza il rischio di infezioni in dialisi peritoneale (Evidence). EXIT SITE CARE ISPD GUIDELINES/RECOMMENDATIONS 2005 Le PD nurses sono fondamentali per un programma di dialisi peritoneale con un basso indice di infezioni: - Lavaggio mani - Exit site care - Uso della mascherina - Diagnosi precoce dellESI e del TI Corso Aziendale di DP Battista Catania

36 Conseguenza delle peritoniti Drop-out per peritonite: 5-10% dei paz/anno Peritonite come causa di drop- out: % Degenza ospedaliera: 5 giorni/anno paziente in trattamento Mortalità per peritonite 2-12%

37 In caso di trapianto il paziente in dialisi peritoneale va direttamente al trapianto senza sedute di emodialisi dappoggio. Il rene trapiantato si associa ad una ripresa funzionale più precoce (perché il paziente è più idratato). I risultati del trapianto di rene nel pz in DP sono sovrapponibili al paz in HD DP e Trapianto renale (Tx) Corso Aziendale di DP Battista Catania

38 Cause di uremia Corso Aziendale di DP Battista Catania

39 Note di epidemiologia sanitaria La malattia renale cronica è in incremento nella popolazione anziana. La Regione Toscana è la regione più longeva. LIRC è gravata da unalta mortalità e morbilità. Laumento dei bisogni di salute di questa popolazione ci porta ad affrontare anziani con comorbidità e patologie con gradi diversi di acuzie ma anche somma di esigenze personali, sociali ed economiche multivariate. In ITALIA : sono i pazienti in dialisi Un paziente in DP contro nove in HD sono le persone trapiantate I centri del Sud Italia dove è più sviluppato il settore privato praticano meno DP Corso Aziendale di DP Battista Catania

40 Percorso IRC 1Ambulatorio nefrologico 1 bi s Ambulatorio pre Dialisi Extracorporea 2 Filtrato glomerulare inf. a 15 ml/min? 3Primo incontro 4Idoneità a Dialisi Peritoneale? 5Secondo incontro predialisi 5 bi s Secondo incontro predialisi (senza scelta terapeutica) 6 Decisione per Dialisi Peritoneale? 7 Primo incontro pre Dialisi Peritoneale 8Visita domiciliare 9Situazione abitativa idonea? 1010 Allestimento catetere peritoneale 1 Addestramento 1212 Dialisi Peritoneale 1313 Persiste idoneità a Dialisi Peritoneale? 1414 Allestimento accesso vascolare? 1515 Allestimento accesso vascolare 1616 Inizio trattamento? 1717 Incontro pre trattamento 1818 Dialisi Extracorporea ACartella Ambulatoriale B Documento di prima valutazione C Cartella pre Dialisi Extracorporea DCartella Dialisi Peritoneale bis bis Ripensamento SI NO 5 bis 15 A B C D 9 SI NO Corso Aziendale di DP Battista Catania

41 Un percorso insieme Il pre dialisi I medici devono segnalare i pazienti con FG di 15-20ml/min perchè I pz.devono essere preso in carico dal gruppo del predialisi costituito da un medico nefrologo, da un gruppo di infermieri motivati, da uno psicologo. (Assistente sociale/medico e infermiere del territorio)

42 Il ritardato ricorso al nefrologo (late referral) si accompagna: ad un aumento della morbilità, ad una mortalità precoce, a più lunghe ospedalizzazioni a costi più elevati, dovuti a dialisi in condizioni di emergenza, arrivi in ospedale in edema polmonare acuto, uso di accessi vascolari temporanei per il primo trattamento emodialitico. - A ciò sono connessi rischi iatrogeni insiti alle manovre in urgenza oltre ad un notevole distress emozionale per il paziente, il quale viene improvvisamente informato della perdita irreversibile della funzione renale e della necessità di un trattamento sostitutivo cronico. Corso Aziendale di DP Battista Catania

43 Occorre comunicare la notizia della necessità del trattamento sostitutivo cronico con semplicità, chiarezza e umanità,ascoltando le necessità e i bisogni del malato e dei familiari. Il prendersi cura del paziente significa adeguare le regole scientifiche ad ogni singolo caso individuare la soluzione allinterno del mondo dei valori, delle credenze di ciascun paziente non dimenticando che il tempo dedicato allinformazione e allascolto è tempo di cura. Comunicare è prendersi cura Corso Aziendale di DP Battista Catania

44 Nellambulatorio di predialisi il Team si farà carico: di una parte educativa/informativa ( parlando lo stesso linguaggio del paziente) dinstaurare unalleanza terapeutica (condivisione empatica) di dare tempo allascolto e alla metabolizzazione della malattia cronica (accettazione dopo il rifiuto) di rendere il paziente o i familiari consapevolmente autonomi (saper fare) di trovare insieme una soluzione alla malattia cronica, opzione adattata al paziente, alla famiglia, alla realtà sociale dove vive e opera il malato di seguire il percorso terapeutico insieme, aiutando il malato nelle difficoltà senza mai lasciarlo solo. Corso Aziendale di DP Battista Catania

45 La malattia renale cronica sconvolge la vita di tutti i giorni altera quelli che sono i ritmi e le abitudini determina un evento critico per tutta la famiglia e per ciascun componente alimenta situazioni di disagio fa scaturire sentimenti di rabbia, paura,depressione influisce negativamente sullequilibrio familiare che ha bisogno dinterventi di sostegno dallesterno, in modo da aumentare la capacità di adattamento alla nuova situazione.

46 Approccio detto a sistema solare persona malata al centro e singole figure professionali in ambiti diversi che interagiscono fra loro in maniera sinergica, funzionale e dinamica, per il pz. Ne scaturisce il concetto di continuità assistenziale che si configura nellattuazione di un programma terapeutico personalizzato e mirato nel tempo in cui lospedale è una parte della risposta e lattuazione è prevalentemente al domicilio e al letto del paziente. La risposta alla malattia renale cronica Corso Aziendale di DP Battista Catania

47 La Dialisi Peritoneale unopportunità un risparmio economico unintegrazione ospedale/territorio Una scelta clinica motivata Una terapia a casa del paziente Una strategia: la persona/la famiglia gestisce la terapia sotto i dettami del gruppo nefrologico/coadiuvato dal servizio territoriale Corso Aziendale di DP Battista Catania

48 Ippocrate diceva : …non è interessante sapere che tipo di malattia ha un uomo ma che tipo di uomo ha quella malattia Corso Aziendale di DP Battista Catania

49 Se il paziente è autonomo o ha nellambito familiare un partner di sostegno la scelta in genere trova una naturale motivazione nella DP. Se però le condizioni economiche socio culturali non sono adeguate trattandosi di pazienti anziani con comorbidità, soli o con partner anziani bisognerà intervenire con programmi di DP assistita e nelle RSA. Si segnalerà il paziente al distretto di appartenenza e si informerà il medico curante comunque. Valutazione multidisciplinare del malato Corso Aziendale di DP Battista Catania

50 PIEMONTE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 12 OTTOBRE 2009, N POTENZIAMENTO DELLE CURE DOMICILIARI NEI PAZIENTI AFFETTI DA INSUFFICIENZA RENALE TERMINALE CON NECESSITA' DI TRATTAMENTO DIALITICO TRAMITE "CONTRIBUTO ECONOMICO DI SOSTEGNO ALLA DIALISI DOMICILIARE". Corso Aziendale di DP Battista Catania

51 Destinatari del contributo Il Contributo Economico è destinato al paziente ed è finalizzato alla remunerazione del care-giver dei soggetti valutati parzialmente autonomi o non autonomi Il care-giver può essere individuato in: A) Assistente familiare regolarmente assunto/a secondo il C.C.N. del Lavoro Domestico B) Familiare Se il ruolo di caregiver è svolto da un familiare, sono previste quote di riconoscimento economico differenti rapportate allintensità assistenziale valutata nel P.I. Il contributo economico ai familiari non si configura come una remunerazione delle attività di assistenza svolte ma si giustifica in relazione alle spese sostenute e alleventuale mancato guadagno. C) Affidatario stesse modalità del familiare di cui sopra. Corso Aziendale di DP Battista Catania

52 Dialisi peritoneale continua ambulatoriale Bassa intensitàfino a 470 euro mensili Media intensitàfino a 720 euro mensili Media-alta intensitàfino a 950 euro mensili Dialisi peritoneale automatizzata Bassa intensitàfino a 550 euro mensili Media intensitàfino a 800 euro mensili Media-alta intensitàfino a euro mensili Emodialisi domiciliare Contributo fisso di 250 euro mensili Contributo economico se assistente familiare Corso Aziendale di DP Battista Catania

53 In Francia In Francia la DP viene effettuata a domicilio da personale infermieristico che si fa carico delle manovre dialitiche esempio scambi in CAPD e attacco e stacco in APD. Tale personale infermieristico addestrato alla metodica è di pertinenza del territorio sotto il coordinamento della Nefrologia Corso Aziendale di DP Battista Catania

54 Il territorio dellUSL5 Corso Aziendale di DP Battista Catania

55 Nellottica di unadeguata allocazione delle risorse proponiamo allAzienda lespansione della DP con il concorso del territorio e dei MMG, rimanendo la responsabilità della metodica al gruppo nefrologico. Se il risparmio con questa metodica è del 30% Se si può deospedalizzare il più possibile il malato coinvolgendo il territorio nellaiuto alle famiglie Se visite, prelievi,esami ematochimici e strumentali possono avere dei percorsi anche nel distretto Se il malato sente vicino la presenza dellAzienda Se parte del risparmio venisse stornato al comparto sanitario che si occupa di DP in modo da incentivare la metodica sfruttando la capillarità del territorio… Sediamoci ad un tavolo… Corso Aziendale di DP Battista Catania

56 Noi come gruppo nefrologico cercheremo di dare aiuto e sostegno al paziente in Dialisi Peritoneale e ai suoi familiari, per non farli sentire mai soli nella malattia. Saremo come una piccola grande famiglia in cui un sorriso e una mano tesa non mancheranno mai. Crediamo infatti che occuparsi di salute serve a diventare migliori: uscire da se stessi per guardare agli altri e al mondo(a.c.). LA NOSTRA MISSIONE


Scaricare ppt "Corso Aziendale di DP Battista Catania Il commento dellAutore Le mani rappresentano l'aiuto medico, il supporto che va a compensare la debolezza fisica."

Presentazioni simili


Annunci Google