La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

L’energia elettrica. Un “prodotto” non immagazzinabile.  Un “prodotto” indistinguibile.  Un “prodotto” inconsistente. L’energia elettrica:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "L’energia elettrica. Un “prodotto” non immagazzinabile.  Un “prodotto” indistinguibile.  Un “prodotto” inconsistente. L’energia elettrica:"— Transcript della presentazione:

1 L’energia elettrica

2 Un “prodotto” non immagazzinabile.  Un “prodotto” indistinguibile.  Un “prodotto” inconsistente. L’energia elettrica:

3 LA FILIERA DELL’ENERGIA ELETTRICA L’energia elettrica:  Un “prodotto” non immagazzinabile.  Un “prodotto” indistinguibile.  Un “prodotto” inconsistente. MIX

4 Unità di misura dell’Energia Elettrica Il contatore installato presso il cliente misura l’energia consumata (ovvero l’energia attiva). L’unità di misura del volume è il chilowattora (kWh).

5 Definizioni sull’Energia Elettrica (1) Misure elettriche Descrizione Unità di misura L’energia prevista nell’unità di tempo. Dipende da quanti apparecchiature sono accese nello stesso istante. Potenza disponibile: la potenza che il cliente “ha” a sua disposizione e che non è possibile superare senza comportare modifiche strutturali alle linee di distribuzione; Es: il totale della potenza impegnata,accendendo a casa, Forno, asciugacapelli ecc… 3 Kwh di potenza disponibile Potenza impegnata: è la potenza che durante un certo periodo - ad esempio l'ultimo anno – il cliente ha raggiunto e che viene considerata il suo "massimo" per quel periodo. kW Potenza

6 Definizioni sull’Energia Elettrica (1) Misure elettriche Descrizione Unità di misura Energia Attiva L’energia attiva E’ la somma di tutte le potenze prelevate in un arco di tempo. Per i clienti con misuratore orario è possibile quantificare l’energia mese per mese; per gli altri occorre verificare la differenza tra due letture successive (ovvero il Consumo) kWh

7 Definizioni sull’Energia Elettrica (1) Misure elettriche Descrizione Unità di misura Tensione alimentazione kV Tensione alimentata A seconda del tratto di rete cui è collegato il sito può essere: Altissima Tensione: tensione superiore a 150 kV; Alta Tensione (AT): superiore a 35 kV e uguale o inferiore a 150 kV; Media Tensione (MT): superiore a 1 kV e uguale o inferiore a 35 kV; Bassa Tensione (BT): inferiore a 1 kV; i livelli di tensione normalmente utilizzati sono 0,22 kV (220 volt) e 0,38 kV (380 volt).

8 Definizioni sull’Energia Elettrica Misure elettricheDescrizione Unità di misura Perdite di Rete L’energia Reattiva Energia abilitante alcune apparecchiature elettriche. Es: i motori, che necessitano di un campo magnetico per funzionare* (funzione del fattore di potenza e registrata dal contatore nelle stesse modalità dell’energia attiva) kVARh E’ la somma di tutte le potenze prelevate in un arco di tempo. Perdita di rete Energia generata ma non consumata dal cliente, a causa della perdita fisiologica di energia elettrica lungo le linee di rete kWh Energia Reattiva * Dell’energia reattiva assorbita solo una parte genera dei costi aggiuntivi. Se lo sfasamento, coseno di fi, si mantiene al di sopra di una certa soglia, 0,9, il cliente non subisce dei costi aggiuntivi; al di sotto di tale soglia la bolletta si appesantisce. Si può anche dire che per livelli di reattiva inferiori al 48% dell’attiva il cliente è in franchigia; quantità eccedenti la franchigia vengono pagati ad un pricing crescente a scaglioni

9 Il Mercato dell’energia elettrica

10 AEEG Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas Autorità indipendente istituita con decreto legge, le cui funzioni sono quelle di: Regolare e controllare i settori dell’energia elettrica e del gas Prende le proprie decisioni in base alla legge E’ dotata di un elevato grado di autonomia Garantisce la corretta applicazione delle regole e delle tariffe ai clienti finali e sovra intende alla liberalizzazione del settore L’Aeeg: Autorità per l’energia elettrica e il gas

11 Terna (Rete elettrica nazionale)  Gestione della rete di trasmissione nazionale;  Delibera degli interventi di sviluppo e di manutenzione della rete garantendo sicurezza e continuità degli approvvigionamenti;  Connessione alla rete di trasmissione nazionale da parte di tutti i soggetti che ne facciano richiesta;  Gestione dei flussi di energia, dei relativi dispositivi di interconnessione e dei servizi ausiliari necessari;  Garantire la sicurezza, l’affidabilità, l’efficienza e il minor costo del servizio;  Collocamento sul mercato dell’energia prodotta da impianti da fonti rinnovabili e assimilate;  Emissione dei certificati verdi e verifica degli obblighi di produttori e importatori.

12 I SOGGETTI DEL SETTORE DISTRIBUTORE LOCALE Proprietario della rete locale, e responsabile della:  consegna di energia al cliente finale  qualità del servizio  del gruppo di misura

13 DEFINIZIONI TRASPORTO Il corrispettivo di trasporto è una quota della bolletta energetica che serve a remunerare gli oneri di gestione della rete di distribuzione dell’energia elettrica (costi di utilizzo della rete: manutenzione, misura, etc.).

14 DEFINIZIONI PUNTO DI CONSEGNA Il punto in cui l’energia elettrica viene immessa nella rete, PUNTO DI PRELIEVO Il punto in cui l’energia elettrica viene prelevata dalla rete.

15 ESEMPIO

16 DEFINIZIONI TARIFFA MONORARIA Una tariffa monoraria ha il corrispettivo di potenza e quello di energia costante che si applica al totale consumato. Non ci sono differenziazioni per orario di consumo. TARIFFA MULTIORARIA Una tariffa multioraria ha tre corrispettivi diversi di potenza e di energia in funzione della fascia oraria di consumo.

17 DEFINIZIONI FASCE ORARIE* * In vigore dal 1° gennaio 2007

18 Bolletta


Scaricare ppt "L’energia elettrica. Un “prodotto” non immagazzinabile.  Un “prodotto” indistinguibile.  Un “prodotto” inconsistente. L’energia elettrica:"

Presentazioni simili


Annunci Google