La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO."— Transcript della presentazione:

1 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO

2 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 2 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO Le imposte sui redditi (D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, cd. TUIR) Imposta sul reddito delle persone fisiche ( Titolo Primo) Imposta sul reddito delle società (Titolo Secondo) Disposizioni comuni ad IRPEF e IRES (Titolo Terzo)

3 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 3 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO Ma che cosè il reddito? Non esiste una nozione univoca ed universalmente valida di reddito. In diritto tributario (autonomia del concetto fiscale di reddito) il reddito viene storicamente definito come ricchezza novella, vale a dire un accrescimento patrimoniale che si traduce in un quid novi misurabile in denaro, la cui fonte produttiva si ricollega (secondo una relazione di causa ad effetto) ad uno dei seguenti fattori: -capitale; -lavoro; - impresa (lavoro + capitale)

4 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 4 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO Da tale definizione di reddito deriva che: 1.non tutti gli incrementi patrimoniali sono reddito, ma solo quelli che derivano da alcune, specifiche, fonti; 2.non sono imponibili i benefici che il proprietario trae dalluso dei propri beni, salvo che siano ceduti in uso a terzi a fronte di un corrispettivo (art. 67, lett. h), TUIR); 3.non sono imponibili le forme risarcitorie del c.d. danno emergente (a meno che la perdita non abbia già concorso alla formazione del reddito: sopravvenienza attiva); 4.non tutti i risarcimenti di lucro cessante sono imponibili: solo quelli che reintegrano un lucro di natura reddituale (art. 6, co. 2, TUIR principio di sostituzione).

5 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 5 Affinchè il reddito assuma rileva ai fini fiscali, è necessario che tale incremento patrimoniale sia: netto (e non al lordo delle spese di produzione); effettivo (e non nominale – es. redditi lavoro dipendente e di capitale), vale a dire tenga conto degli effetti della svalutazione monetaria; attuale (e non potenziale - deve essere già avvenuto il distacco dalla fonte produttiva del reddito); frutto di una determinata fonte produttiva LIMPOSIZIONE DEL REDDITO __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

6 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 6 LIMPOSIZIONE DEL REDDITO __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ La tassabilità dei proventi derivanti da attività illecite Sono tassabili i proventi derivanti da reato o dallo svolgimento di altra attività illecita? L'art. 14, co. 4-bis, legge n. 537/1993 (cd legge Gallo) ha previsto che i proventi derivanti da fatti, atti o attività qualificabili come illecito civile, penale o amministrativo siano assoggettabili ad imposta laddove sussista un duplice presupposto.

7 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 7 LIMPOSIZIONE DEL REDDITO __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ I proventi derivanti da illecito sono imponibili se: 1) tali proventi sono riconducibili ad una delle sei categorie reddituali previste dallart. 6 del TUIR; 2) i proventi stessi non sono già stati oggetto di un provvedimento di...sequestro o confisca penale. In tal caso... i relativi redditi sono determinati secondo le disposizioni riguardanti ciascuna categoria. Qualora ciò non accada, essi...sono comunque considerati redditi diversi (art. 36, co. 34-bis, legge n. 248/2006).

8 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 8 LIMPOSIZIONE DEL REDDITO __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________ E i costi relativi allo svolgimento di attività illecite...? Sono deducibili? Autorevole dottrina ritiene di sì, dal momento che i relativi proventi sono, parallelamente, considerati imponibili. Ma il legislatore è di diverso avviso. Infatti: nella determinazione dei redditi di cui all'articolo 6 … non sono ammessi in deduzione i costi o le spese riconducibili a fatti, atti o attività qualificabili come reato, fatto salvo l'esercizio di diritti costituzionalmente riconosciuti (art. 14, co. 4-bis, legge n. 537/93).

9 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 9 (segue) Lart. 8, D.L. n. 16/2012, ha modificato lart. 14, co. 4-bis, legge n. 537/93 prevedendo che nella determinazione dei redditi di cui allart. 6, co. 1, TUIR... non sono ammessi in deduzione i costi e le spese dei beni o delle prestazioni di servizio direttamente utilizzati per il compimento di atti o attività qualificabili come delitto non colposo per il quale il pubblico ministero abbia esercitato l'azione penale o, comunque, qualora il giudice abbia emesso il decreto che dispone il giudizio... ovvero sentenza di non luogo a procedere... fondata sulla sussistenza della causa di estinzione del reato prevista dallart. 15 del codice penale. Inoltre, la medesima norma prevede ora il diritto al... rimborso delle maggiori imposte versate in relazione alla non ammissibilità in deduzione prevista dal periodo precedente e dei relativi interessi qualora intervenga una sentenza definitiva di assoluzione ovvero una sentenza definitiva di non doversi procedere o di non luogo a procedere fondata sulla sussistenza di motivi diversi dalla causa di estinzione indicata nel periodo precedente. LIMPOSIZIONE DEL REDDITO __________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

10 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 10 IRPEF D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 (TUIR) (Titolo Primo – artt. 1-71)

11 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 11 IRPEF Struttura essenziale dellimposta : A)Presupposto di fatto (art. 1); B)Soggetti passivi (art. 2); C)Base imponibile (art. 3); D)Categorie di reddito (art. 6); E)Periodo dimposta (art. 7); F)Aliquote (art. 11).

12 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 12 LA IMPOSIZIONE SUL REDDITO Il presupposto dellimposta sul reddito delle persone fisiche (art. 1 TUIR) Il presupposto dellimposta sul reddito delle società (art. 72 TUIR)

13 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 13 IRPEF A)Presupposto di fatto (art. 1): presupposto dell'imposta sul reddito delle persone fisiche è il possesso di redditi in denaro o in natura rientranti nelle categorie indicate nell'art. 6. il possesso del reddito come disponibilità giuridica dei proventi; non qualunque reddito ma solamente i... redditi... rientranti nella categorie indicate nell'art. 6

14 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 14 Soggettività Pluralità delle fonti produttive in capo al soggetto Personalità dellIRPEF /Progressività IRPEF

15 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 15 B)Soggettività passiva (art. 2): Soggetti passivi dellIrpef (co. 1) sono … le persone fisiche, residenti e non residenti nel territorio dello Stato Collegamento tra reddito e territorio Tassazione: su base mondiale (art. 3, co. 1) per i residenti; territorialità per i non residenti (art. 3, co. 1 e art. 23) IRPEF

16 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 16 La residenza fiscale (art. 2, co. 1): Residenti: sono coloro che, per la maggioranza del periodo dimposta, sono: -iscritti allanagrafe civile italiana; ovvero -hanno il domicilio civilistico in Italia; -hanno la residenza civilistica in Italia Non residenti: sono coloro che non soddisfano i requisiti predetti (nozione costruita in negativo) rilevanza della situazione di fatto, oggettiva e soggettiva IRPEF

17 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 17 La presunzione di residenza per i cittadini italiani trasferiti nei cd Paradisi fiscali presunzione legale di residenza (art. 2, co. 2-bis, TUIR) per coloro che si sono trasferiti in Stati aventi regime fiscale privilegiato inversione dellonere della prova (a carico del contribuente) IRPEF

18 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 18 C)La base imponibile (art. 3, co. 1): Per i soggetti residenti è costituita: dai redditi ovunque prodotti, secondo il principio della worldwide income taxation. Per i soggetti non residenti è costituita: solamente dai redditi...prodotti nel territorio dello Stato, in quanto derivanti da attività o beni ivi localizzati in base ai criteri di collegamento previsti dall'art. 23 Tuir. IRPEF

19 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 19 IRPEF Centralità delle categorie di reddito determinate da fonte produttiva (vedi art. 6 TUIR) Sistema chiuso (casistica-eccezioni) (art. 67, lett. l), TUIR) Convenzioni contro le doppie imposizioni; Credito dimposta (artt. 165 e 13, co. 3, TUIR) Criteri di collegamento per i non residenti (art. 23 TUIR)

20 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 20 Il valore normale (art. 9, co. 3): Esigenza: determinare il valore dei redditi in natura Il valore normale è il prezzo o corrispettivo mediamente praticato per i beni e i servizi della stessa specie o similari, in condizioni di libera concorrenza e al medesimo stadio di commercializzazione, nel tempo e nel luogo in cui i beni sono stati acquistati o prestati e, in mancanza, nel tempo e nei luoghi più prossimi … cioè, in prima approssimazione, il valore di mercato IRPEF

21 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 21 IRPEF Esempi di richiami al valore normale: art. 86, co. 3 (assegnazione beni ai soci o destinazione a finalità estranee) art. 86, co. 5-bis (riparto del capitale in beni eccedente il valore fiscalmente riconosciuto) art. 110, co. 7 (transfer pricing)

22 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 22 Tra i criteri di collegamento previsti dall'art. 23 TUIR, particolare importanza assume quello relativo ai redditi d'impresa, per il quale è stato introdotto il concetto distabile organizzazione (artt. 23, co. 1, lett. e), TUIR). La stabile organizzazione (materiale) è una... sede fissa di affari per mezzo della quale limpresa non residente esercita in tutto o in parte la sua attività sul territorio dello Stato (art. 162, co. 1, TUIR). Cfr. anche art. 163, co. 6, TUIR (s.o. personale) IRPEF

23 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 23 IRPEF Lespressione stabile organizzazione comprende (art. 162, co. 2, TUIR): - una sede di direzione, -una succursale; -unofficina o un laboratorio (ma anche una miniera, un giacimento petrolifero o di gas naturale, etc); - un cantiere di durata superiore a 3 mesi (co. 3)

24 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 24 Il principio di trasparenza (art. 5): Per le società a base personale (mancanza di soggettività) limputazione del reddito avviene direttamente in capo al socio: - in proporzione alla propria quota di partecipazione allutile; - indipendentemente dalla effettiva percezione. IRPEF

25 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 25 Determinazione della base imponibile Variabilità di criterio di imputazione in relazione alla categoria di appartenenza (cassa; competenza; maturazione) Deducibilità dei costi per la produzione del reddito IRPEF

26 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 26 Determinazione del reddito in sede di dichiarazione (quantificazione dei singoli redditi, sommatoria dei redditi delle singole categorie) = reddito complessivo lordo IRPEF

27 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 27 reddito complessivo lordo - oneri deducibili (art. 10 Tuir) = reddito complessivo netto x aliquota = imposta lorda - detrazioni dimposta (art. 15 Tuir) = imposta netta IRPEF ___________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________________

28 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 28 D)Le categorie reddituali (art. 6): Il Tuir individua 6 categorie di redditi: a)fondiari, b)di capitale; c)di lavoro dipendente; d)di lavoro autonomo; e)dimpresa; f)diversi IRPEF

29 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 29 E) Il periodo dimposta (art. 7): Per le persone fisiche il periodo dimposta coincide con lanno solare Autonomia dei periodi di imposta obbligazione tributaria autonoma = obblighi autonomi di dichiarazione e di versamento. IRPEF

30 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 30 Il Tuir individua le seguenti aliquote (suddivise per scaglioni di reddito): < 15.000 23% 15.001 – 28.000 27% 28.001 – 55.000 38% 55.001 – 75.000 41% > 75.000 43% IRPEF F)le aliquote (art. 11):

31 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 31 Se alla formazione del reddito complessivo concorrono soltanto (art. 11 TUIR): a) redditi di pensione non superiori a 7.500, goduti per l'intero anno (co. 2); b) redditi di terreni per un importo non superiori a 185,92 (co. 2) c)il reddito dell'unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze (co. 2); d) redditi fondiari ex art. 25 complessivamente non superiori a 500 (co. 2-bis)... l'imposta non è dovuta (intassabilità del cd minimo vitale) IRPEF

32 Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 32 L a residenza fiscale delle persone fisiche: Comm. Trib. Prov. Modena, 9 febbraio 1999, n. 985 Cass. civ., Sez. trib., 19 maggio 2010, n. 12259 Cass. civ., Sez. trib., 17 novembre 2010, n. 23249 UN CASO PRATICO... ________________________________________________________________________________________________________________________________________________


Scaricare ppt "Mario Miscali - Diritto Tributario - 2013 1 LIMPOSIZIONE SUL REDDITO."

Presentazioni simili


Annunci Google