La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Infrastruttura tecnologica per un corso in rete Come scegliere la soluzione giusta?

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Infrastruttura tecnologica per un corso in rete Come scegliere la soluzione giusta?"— Transcript della presentazione:

1 Infrastruttura tecnologica per un corso in rete Come scegliere la soluzione giusta?

2 Scelta difficile Eccessiva offerta dovuta a - enormi investimenti nel settore tecnologico - personalizzazione delle proposte e delle soluzioni Implicazioni e conseguenze - possibile paralisi decisionale degli utenti - diffcile acquisizione delle competenze tecniche - conseguente allontanamento dei meno arditi

3 Soluzione dosata - Infrastruttura tecnologica minima - Focus sugli attori Soluzione integrata - Uso di piattaforme strutturate - Focus sul "sistema". Due possibili strategie

4 Soluzione dosata Uso dosato di pochi, semplici strumenti posta elettronica qualsiasi chat forum/bacheca Gestione delle dinamiche comunicative e management del gruppo affidata a organizzazione coordinamento

5 Prima di scegliere gli strumenti" più adatti, chiarire: obiettivi del corso online modalità di interazione tra gli attori coinvolti (corsisti, tutor, esperti darea ecc.) modalità di interazione tra attori e risorse Come procedere?

6 Pros Flessibilità di gestione del processo Bassi costi iniziali Richiesta di abilità tecniche minime Inizio immediato delle attività

7 Cons Rischio di overload del tutor Possibile disorganizzazione Mancata riduzione dei costi nel tempo Monitoraggio affidato a persone e tecniche tradizionali – con aumento dei costi

8 Classificazioni Tipo di interazione Sincrona Asincrona Mista Modalità di interazione Uno-a-uno Uno-molti Molti-molti Medium priviegiato Testuali Strutturati/data base Audiovisivi Multimediali Realtà virtuale Possibili parametri

9 Tipologie di software 1 sincrone chat audio/video conference Interazioni asicnrone mailing list/forum pagine web mistedesktop conference lavagne condivise

10 uno-a-uno chat audio/video conference Modalità uno-moltinewsletter mailing list/forum pagine web molti-moltimailing list chat videoconference Tipologie di software 2

11 Tipologie di software 3 testuali chat mailing list7forum Medium databasemotori di ricerca indici audiovisivivideoconference streaming video multimedialipagine web lavagne condivise

12 Soluzione integrata Utilizzo di una piattaforma specifica come soluzione al problema dell'infrastruttura tecnologica di supporto a livello totale in larga parte

13 Come procedere? Una soluzione integrata implica: analisi e valutazione delle piattaforme tecnologiche disponibili sul mercato selezione basata su rispondenza tra potenzialità dello strumento esigenze in gioco obiettivi del corso modello didattico da applicare

14 Pros Abbassamento dei costi nel tempo Monitoraggio e valutazione fortemente automatizzati Strumenti di comunizcazione, gestione e valutazione riuniti in un unico ambiente

15 Cons Elevati investementi iniziali Scarsa flessibilità di gestione Rchiesta di elevate abilità tecniche Necessità di formazione preliminare Ritardo nellinzio delle attività

16 Caratteristiche Una piattaforma per la formazione in rete è un software che risponde all esigenza di: gestire flussi di dati gestire messaggistica erogare materiali didattici gestire la "classe virtuale" verificare i risultati

17 Tipologie Desktop Conferencing Systems in senso stretto Groupware orientati ai contenuti Groupware orientati alle dinamiche di interazione Ambienti di editing e authoring di materiali formativi Ambienti di erogazione e management di corsi strutturati Ambienti polivalenti o misti

18 Tendenze Integrazione di potenzialità e funzionalità in un solo ambiente Software sempre più specializzati suddivisi in 2 grandi gruppi: strumenti di condivisione, orientati ad un approccio learning team-centered. strumenti di erogazione e management, orientati ad un approccio instructor- centered

19 Aforisma Le piattaforme sono fatte per essere usate dalle persone. Le persone non sono fatte per usare le piattaforme. Quindi sono le piattaforme che si devono adattare. ( Leonardo Boselli UniFii)

20 Cosa chiedere a una piattaforma? Utilizzo immediato per gli studenti Inserimento dei materiali agevole per i docenti Facilità di configurazione per i tecnici Completezza e espandibilità per seguire tutti i bisogni anche durante il corso

21 Come valutare? Domande basilari: Cosa serve davvero? Manca qualcosa? Si può ovviare alla mancanza? Quali funzionalità si usano realmente tra le tante disponibili?

22 Criteri tecnici Una piattaforma dovrebbe rispondere ad alcuni criteri di base: nessuna installazione e configurazione di client riproducibilità di esperienze in altri contesti. utilizzo sia a livello di Internet che intranet o LAN semplicità o assenza di configurazione a livello server

23 Criteri comunicativi Una piattaforma dovrebbe permettere di: definire argomenti di discussione e aprire un forum o un thread su di essi definire un calendario di scadenze, con news automatiche inviate ai corsisti o pubblicate su una home page scambiare messaggi visibili a tutti o a parte dei coinvolti. condividere documenti e file sul server con aggiornamento automatico di indici di consultazone.

24 Criteri didattico-valutativi A ssegnare compiti e descrivere obiettivi, con aggiornamento automatico sulla home page o invio di news ai corsisti Assegnare ruoli ai presenti nella classe virtuale, studenti o docenti/organizzatori. Condividere link a risorse in rete. Avere riepiloghi o ricavare dati per monitorare l'esperienza e le interazioni e valutare l'efficacia del sistema.

25 Piattaforme commerciali 1 BSCW: First Class: ICA Internet Classroom Assistant: I nstinctive Technology eRoom: IVLE. Integrated Virtual Learning Environment: LearnLinc: Lotus Learning Space:

26 Piattaforme commerciali 2 nspace nspace Lotus Notes: Virtual-U. WBT Top Class: WebCT: Blackboard,http://coursesites.blackboard.com/http://coursesites.blackboard.com/ ECOLLEGE Click2learn

27 Piattaforme open source e/o GPL 1 LRN MIT's Sloan School of Management Si basa su aolserver, a parte le difficoltà di installazione compensate da una maggior velocità, ha caratteristiche allineate alle altre piattaforme.LRN Mimerdesk Piattaforma commerciale ma sotto GPL, questo le consente di avere un completo supporto anche commerciale. Già disponibile in lingua italiana.Mimerdesk ILIAS Universitaet Koeln Nessuna caratteristica particolare, prevede una configurazione multilinguale, ma poco di più.ILIAS

28 Piattaforme open source e/o GPL 2 Freestyle Learning Home Universitaet Muenster Piattaforma collaborativa dedicata per la matematica.Freestyle Ganesha piattaforma sviluppata per la formazione di lavoratori molto completa ma che richiede di notevoli personalizzazioniGanesha Fle University Arts and Design Helsinki è una piattaforma per apprendimento collaborativo che privilegia le interazioni peer. Fle Claroline Universitè Catholique Louvain Piattaforma di uso generale, estremamente facile da installare e configurare, mancano le opzioni di test ma possono essere inserite con moduli esterni, può essere utilizzata anche con sistemi in hosting esterno.Claroline Universitè Catholique Louvain Spaghettilearning La prima piattaforma italiana, ancora workinprogress ma leggera.Spaghettilearning


Scaricare ppt "Infrastruttura tecnologica per un corso in rete Come scegliere la soluzione giusta?"

Presentazioni simili


Annunci Google