La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Copyright M.Toffanin 2007 OBIETTIVI DEL CORSO Affrontare la SCIENZA DELLA COMUNICAZIONE Fornire IDEE E STRUMENTI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Copyright M.Toffanin 2007 OBIETTIVI DEL CORSO Affrontare la SCIENZA DELLA COMUNICAZIONE Fornire IDEE E STRUMENTI."— Transcript della presentazione:

1 Copyright M.Toffanin 2007 OBIETTIVI DEL CORSO Affrontare la SCIENZA DELLA COMUNICAZIONE Fornire IDEE E STRUMENTI

2 Copyright M.Toffanin 2007 Ogni persona è autore del proprio stile

3 Copyright M.Toffanin 2007 IL PROCESSO DI COMUNICAZIONE SI COMPONE DI VARI ELEMENTI IO A TE COMUNICO QUESTO QUI ED ORA SOGGETTO EMITTENTE AZIONE CHE PUO ESSERE CONSAPEVOLE O INCONSAPEVOLE E IL MESSAGGIO SOGGETTO RICEVENTE CONTESTO

4 Copyright M.Toffanin 2007 IL SIGNIFICATO DEL MESSAGGIO È LA RISPOSTA CHE SI RICEVE NON SEMPRE CIÒ CHE SI COMUNICA CORRISPONDE A CIÒ CHE SI È DETTO O A CIÒ CHE SI VOLEVA DIRE

5 Copyright M.Toffanin 2007 LA COMUNICAZIONE E EFFICACE QUANDO PORTA GLI ALTRI A FARE

6 Copyright M.Toffanin 2007 Quando parlava Eschine, i Greci dicevano: Come parla bene. Quando parlava Lisippo, gli Ateniesi dicevano: Che granduomo costui. Quando parlava Pericle, gli Ateniesi dicevano: Uniamoci contro Filippo.

7 Copyright M.Toffanin 2007 Contenuto Relazione X Contenuto Relazione

8 METODO

9 Cosa Come

10 Copyright M.Toffanin 2007

11

12 La Comunicazione Comunicare è INVIARE TRASMETTERE TRASFERIRE NOTIFICARE FAR SENTIRE FAR CONOSCERE PARTECIPARE UNIRE ? ?

13 Copyright M.Toffanin 2007 Comunicare Comunicare Trasmettere chi comunica è una fonte di trasmissione Veicolo di trasmissione è il mezzo usato per comunicare Canale di comunicazione la strada attraverso la quale passa la comunicazioneMessaggio Loggetto della comunicazione

14 Copyright M.Toffanin 2007 NON SI PUO NON COMUNICARE Il comportamento umano ha sempre il valore di messaggio, in qualsiasi tipo di interazione, indipendentemente dalla nostra volontà o meno di comunicare

15 Copyright M.Toffanin 2007 Comunicare è la cosa più semplice del mondo: ogni vivente lo sa fare. Capire e farsi capire è terribilmente complicato.

16 Copyright M.Toffanin 2007 Caratteristiche di una Buona Comunicazione Definire gli obiettivi Definire gli obiettivi Conoscere il destinatario Conoscere il destinatario Usare appropriati veicoli di trasmissione Usare appropriati veicoli di trasmissione Saper suscitare interesse Saper suscitare interesse Informare esaurientemente Informare esaurientemente Ascoltare e valutare le reazioni del destinatario Ascoltare e valutare le reazioni del destinatario Migliorare se necessario il contenuto dellinformazione Migliorare se necessario il contenuto dellinformazione trasmessa, usando differenti mezzi di comunicazione trasmessa, usando differenti mezzi di comunicazione Suscitare interessi con nuovi stimoli Suscitare interessi con nuovi stimoli Riascoltare e valutare di nuovo le reazioni del destinatario Riascoltare e valutare di nuovo le reazioni del destinatario

17 Copyright M.Toffanin 2007 Quanto si ricorda il 10% di ciò che si legge il 10% di ciò che si legge il 20% di ciò che si ascolta il 20% di ciò che si ascolta il 30% di ciò che si vede il 30% di ciò che si vede il 70% di ciò che si vede e ascolta il 70% di ciò che si vede e ascolta

18 Copyright M.Toffanin 2007 Il sistema si complica… COMUNICAZIONEVERBALE COMUNICAZIONE NON VERBALE COMUNICAZIONEVOCALE Linguaggio verbale Sistema paralinguistico Tono di voce Volume di voce Pause e ritmo Sistema cinesico Mimica facciale Sguardo Gestualità Postura Aptica Prossemica Cfr. L. Paccagnella, Sociologia della comunicazione, il Mulino, Bologna, 2004, p.48

19 Copyright M.Toffanin 2007 COMUNICAZIONE NON VERBALE Tono di voce/intonazioneTono di voce/intonazione VolumeVolume Linguaggio/velocitàLinguaggio/velocità RespirazioneRespirazione Posizione del corpoPosizione del corpo Espressione del visoEspressione del viso Contatto visivoContatto visivo Movimento degli occhiMovimento degli occhi Dimensione delle pupilleDimensione delle pupille Gestione del territorioGestione del territorio GestualitàGestualità AbbigliamentoAbbigliamento Simboli di statoSimboli di stato Vocaboli, gerghi, modi di direVocaboli, gerghi, modi di dire

20 Copyright M.Toffanin 2007 GestiIllustratoriEnfaticiAuto-manipolatori

21 Prossemica

22 La DISTANZA fisica tra noi e gli altri comunica la distanza sociale e relazionale Fino a 45 cm Da 45 a 120 cm Da 200 a 400 Da 400 cm

23 Copyright M.Toffanin 2007 POSTURA Termometro dellapertura/chiusura: in medio stat virtus

24 Copyright M.Toffanin 2007 Posture 1.Perplesso 2.Indifferente 3.Accogliente 4.Risoluto 5.Furtivo 6.In collera 7.Disteso 8.Timido (Sarbin Hardyck 1965)

25 Copyright M.Toffanin 2007 Postura del capo Testa eretta sicurezzaTesta eretta sicurezza Testa allinsù superiorità, presunzione, aggressivitàTesta allinsù superiorità, presunzione, aggressività Testa abbassata e indurimento delle mascelle aggressivitàTesta abbassata e indurimento delle mascelle aggressività Testa incassata difesa (espone minore parte del viso)Testa incassata difesa (espone minore parte del viso)

26 Copyright M.Toffanin 2007 ESPRESSIONI FACCIALI Facial Action Coding System Segnali dal volto FRONTALE MEDIANA BOCCA

27 Copyright M.Toffanin 2007 FRONTALE LE PIEGHE ORIZZONTALI DENOTANO LATTENZIONE VERSO QUALCOSA LE PIEGHE VERTICALI DENOTANO LA CONCENTRAZIONE SU QUALCOSA

28 Copyright M.Toffanin 2007 STABILIRE CONTATTO VISIVO Accidenti! E adesso come faccio a mantenere contatto visivo?

29 Copyright M.Toffanin 2007 Contatto visivo Contatto visivo Benefici : Dimostrare sincerità Dimostrare sincerità Dimostrare sicurezza Dimostrare sicurezza Attenzione Attenzione Osservare la reazione degli interlocutori Osservare la reazione degli interlocutori

30 Copyright M.Toffanin 2007 Cosa fare: secondi3 - 5 secondi CasualitàCasualità Effetto ondaEffetto onda Ricordarsi degli orfaniRicordarsi degli orfani Scegliere una persona del pubblico da cui cominciare e poi passare alle altreScegliere una persona del pubblico da cui cominciare e poi passare alle altre

31 Copyright M.Toffanin 2007 Provate a descrivere cosa trasmettono i seguenti sorrisi Un aiuto: Simpatia Neutralità Freddezza Odio Rancore Curiosità Gioia Tristezza Rabbia Dolore Amarezza Serenità Indifferenza Amore

32 Copyright M.Toffanin 2007 IL TONO La congruenza fra tono e contenuto è determinante per lefficacia del messaggio Spesso è più importante il tono e non il contenuto per mettere a proprio agio linterlocutore, per sedurre o convincere IL RITMO Il ritmo con cui si parla non ha pressoché alcun valore informativo, ma viene notato subito (spiacevolmente) quando non corrisponde alle aspettative LA MELODIA la melodia delleloquio contiene numerose unità informative sia sul piano del contenuto sia su quello della relazione. LA VELOCITÀ delleloquio. Una notizia a noi nota e da noi già ripetuta la pronunciamo relativamente più veloce Una notizia ignota per essere appresa bisogna che sia pronunciata relativamente più lentamente Indicatori vocali

33 Copyright M.Toffanin /2 0 Frasi brevi

34 Copyright M.Toffanin 2007 S emplificare S intetizzare S ottolineare

35 Copyright M.Toffanin 2007 parole chiave o topic sentence

36 Copyright M.Toffanin 2007 NELLA COMUNICAZIONE PORRE ATTENZIONE ALLA POTENZA EMOTIVA DELLE PAROLE E, QUINDI, AL CORRETTO USO DEL WORDING E DELLA SUA POLARITA E DELLA SUA POLARITA POLARITA

37 Copyright M.Toffanin 2007 CAMBIARE LA POLARITA NELLE PAROLE CI AIUTA AD ESPRIMERE LE EMOZIONI IN MODO DIVERSO

38 Copyright M.Toffanin 2007 NON TI NARCOTIZZARE CON PAROLE PRIVE DI VALENZA EMOZIONALE PAROLE POTENZIANTI

39 Copyright M.Toffanin 2007 FARE, AGIRE PROVARESPERARE

40 Copyright M.Toffanin 2007 IL NOSTRO CERVELLO NON RICONOSCE GLI ORDINI IMPARTITI IN FORMA DI NEGAZIONE NON FARE QUESTO NON ESSERE AGITATO NON SBAGLIARE FAI QUESTO AGITATISBAGLIA

41 Copyright M.Toffanin 2007 Regole doro Preparazione Generale Preparazione preliminare Atteggiamento e ruolo dello speaker Catturare lattenzione Mantenere il controllo Atmosfera positiva Comunicazione chiara Finale

42 Copyright M.Toffanin 2007 Atmosfera positiva Creare rapporto Creare rapporto Ritmo vivace Ritmo vivace Puntualità Puntualità Istruzioni chiare Istruzioni chiare Equilibrio fatti/sentimenti Equilibrio fatti/sentimenti

43 Copyright M.Toffanin 2007 FATTI CONCETT I VALORI

44 Rapporto Armonia Risonanza Stessa lunghezza donda Stesso livello

45 Copyright M.Toffanin 2007 Preparazione P P

46 Analisi degli obiettivi Obiettivi dellemittente Obiettivi dellemittente Obiettivi del ricevente Obiettivi del ricevente

47 Copyright M.Toffanin 2007 Essere accettato Essere ascoltato Essere capito Essere ricordato Far agire

48 Copyright M.Toffanin 2007 Teoria delle 5P Il P ubblico Il P ubblico Il P unto di arrivo Il P unto di arrivo Il P ostulato Il P ostulato I P unti di forza I P unti di forza Il P rofitto Il P rofitto

49 Copyright M.Toffanin 2007 PUNTO DI VISTA UDITORIO BENEFICI AZIONE

50 Copyright M.Toffanin 2007 Operazioni preliminari Individuare un argomento ben definito Costruirne una scaletta logica (su carta) Articolarne le fasi in sottosequenze Prevedere i tempi Prevedere il numero complessivo di diapo/lucidi

51 Copyright M.Toffanin 2007 Alta Media Bassa Attenzione Tempo Minuti LA CURVA DI ATTENZIONE

52 Copyright M.Toffanin 2007 Lapertura ideale Lapertura ideale Una domanda ? Un aneddoto Una citazione To be or not to be Citare un evento locale Commento di valore per gli interlocutori!!! Affermazione Affermazione che susciti curi o s i t à Battuta Battuta - autoironica!!! HA HA Provocazione!!! Provocazione!!! Una Una metafora (visiva, uditiva o verbale) …Just …Just start...

53 Copyright M.Toffanin 2007 Il finale ideale Il finale ideale Riassunto dei messaggi principaliRiassunto dei messaggi principali Effetti specialiEffetti speciali ConsigliConsigli RiconoscimentiRiconoscimenti Evitare uscite anticipateEvitare uscite anticipate Non citare le omissioniNon citare le omissioni Chiusura sinteticaChiusura sintetica

54 Copyright M.Toffanin 2007 Comunicazione chiara Spiegare lapproccio Spiegare lapproccio Preparare la scena Preparare la scena Sottolineare i messaggi principali Sottolineare i messaggi principali Ascoltare in modo attivo Ascoltare in modo attivo Usare la tecnica ad albero Usare la tecnica ad albero Non divagare Non divagare

55 Copyright M.Toffanin 2007

56 ttention nterest esire ction

57 Copyright M.Toffanin 2007 INDUTTIVO Esempio Regola DEDUTTIVO Regola Esempio

58 Copyright M.Toffanin 2007 Riassumendo… LE COSE ORIGINALI DEL DISCORSO CHE STACCANO CIO CHE VIENE RIPETUTO PIU VOLTE LE ULTIME COSE CHE VENGONO DETTE LE PRIME COSE CHE VENGONO DETTE


Scaricare ppt "Copyright M.Toffanin 2007 OBIETTIVI DEL CORSO Affrontare la SCIENZA DELLA COMUNICAZIONE Fornire IDEE E STRUMENTI."

Presentazioni simili


Annunci Google