La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PRODUTTIVO ITALIANO: EFFETTO STATISTICO O REALTÀ ECONOMICA? Alcuni profili introduttivi di Marco Fortis (Università Cattolica;

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PRODUTTIVO ITALIANO: EFFETTO STATISTICO O REALTÀ ECONOMICA? Alcuni profili introduttivi di Marco Fortis (Università Cattolica;"— Transcript della presentazione:

1 LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PRODUTTIVO ITALIANO: EFFETTO STATISTICO O REALTÀ ECONOMICA? Alcuni profili introduttivi di Marco Fortis (Università Cattolica; Fondazione Edison) X CONFERENZA NAZIONALE DI STATISTICA Roma, 15 dicembre 2010 © Fondazione Edison

2 LA COMPETITIVITÀ: ASPETTI CONCETTUALI E PROBLEMI DI MISURAZIONE (1) Non cè bisogno di essere degli economisti o degli specialisti per capire che non è facile inquadrare il problema della competitività. Anche sul web persino i siti generici vanno subito dritti al cuore del problema, citando gli stessi economisti: Michael Porter osserva che la competitività rimane un concetto non ben compreso, nonostante la diffusa accettazione della sua importanza. Mentre Krugman rileva che la maggior parte delle persone che usa il termine competitività lo fa senza rifletterci.

3 LA COMPETITIVITÀ: ASPETTI CONCETTUALI E PROBLEMI DI MISURAZIONE (2) Cè la competitività delle imprese, che normalmente si misura attraverso il benchmark con i principali concorrenti su aspetti come la produttività, le quote di mercato o anche su aspetti specifici di gestione (ad es. come viene gestito il capitale circolante). Cè la competitività delle economie nazionali che è la risultante di tanti aspetti, dalla capacità del sistema produttivo di esportare e competere sui mercati internazionali (competitività esterna) allefficienza delle infrastrutture e della burocrazia, ai costi dellenergia e alla capacità di attrarre investimenti (competitività interna). AllItalia viene normalmente attribuita una scarsa competitività interna ed una maggiore competitività esterna; talora nemmeno questa.

4 COMPETITIVITA ESTERNA E CRESCITA Che cosa significa essere competitivi sui mercati esteri? Nellesperienza dellItalia vi sono evidenti divergenze tra precondizioni (produttività, tassi di cambio reali, ecc.) e risultati (surplus manifatturiero, quote di mercato, ecc.). Cè un nesso tra competitività e crescita? Perché i Paesi avanzati con il più alto surplus commerciale manifatturiero con lestero sono quelli i cui PIL sono cresciuti di meno negli ultimi 10 anni? Che cosè la crescita? Quella del PIL? O vi sono altri indicatori non meno importanti per misurare lo stato di salute di una economia e la sostenibilità del suo sviluppo? © Fondazione Edison

5 LITALIA È TRA I GRANDI PAESI ESPORTATORI NETTI DI MANUFATTI In azzurro i Paesi con un surplus commerciale con lestero; in arancione quelli in deficit. © Fondazione Edison

6 IL MADE IN ITALY MANIFATTURIERO HA UN PESO SIGNIFICATIVO A LIVELLO MONDIALE © Fondazione Edison

7 GERMANIA E ITALIA HANNO I SALDI NORMALIZZATI MANIFATTURIERI PIÙ STABILI NEL G-7 © Fondazione Edison

8 DOPO LA GERMANIA LITALIA E IL PAESE CHE HA MEGLIO RESISTITO ALLA VALANGA CINESE

9 DAL 2004 LA QUOTA DELLITALIA NELLEXPORT DI MANUFATTI DEL G-7 È SEMPRE STATA SOPRA LA MEDIA TRENTENNALE © Fondazione Edison

10 GERMANIA E ITALIA SONO I DUE PAESI PIU FORTI PER COMPETITIVITÀ NELLEXPORT © Fondazione Edison

11 LITALIA RESISTE NEL RANKING DEI PRIMATI DELLEXPORT MANIFATTURIERO (1) © Fondazione Edison

12 LITALIA RESISTE NEL RANKING DEI PRIMATI DELLEXPORT MANIFATTURIERO (2) © Fondazione Edison

13 LEXPORT ITALIANO STA SOSTANZIALMENTE AL PASSO DI QUELLO TEDESCO © Fondazione Edison

14 IL PIL DELLITALIA E DELLA GERMANIA CRESCE(-VA) POCO NON PER MANCANZA DI COMPETITIVITA MA PER LA DEBOLEZZA DELLA DOMANDA INTERNA © Fondazione Edison

15 NEL LA DOMANDA INTERNA NEI PAESI AVANZATI ERA STATA TRAINATA DAI DEBITI DELLE FAMIGLIE © Fondazione Edison

16 MA ORA CHE IL DEBITO AGGREGATO NON PUÒ PIÙ CRESCERE, ANCHE LA DOMANDA INTERNA DEGLI ALTRI PAESI POTREBBE RALLENTARE MOLTO © Fondazione Edison

17 UNA NUOVA CONTABILITÀ PER CAPIRE LA CRISI: IL DEBITO NAZIONALE LORDO (DNL) © Fondazione Edison

18 STATI UNITI: UNO SVILUPPO TRAINATO NON DALLA COMPETITIVITÀ MA DALLE BOLLE © Fondazione Edison

19 NEL LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE AMERICANE E CROLLATA COME NON ERA MAI ACCADUTO PRIMA NEL DOPOGUERRA © Fondazione Edison

20 IL RAPPORTO TRA RICCHEZZA E REDDITO DISPONIBILE DELLE FAMIGLIE NEGLI STATI UNITI E TORNATO AI VALORI DEL 1994 © Fondazione Edison

21 SOLO NEL LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE AMERICANE ERA CADUTA COME ADESSO © Fondazione Edison

22 CONCLUDIAMO CON UNA PROVOCAZIONE: CHE COSA INTENDIAMO PER CRESCITA? QUELLA DEL REDDITO? © Fondazione Edison

23 O QUELLA DELLA RICCHEZZA? E CHI È PIÙ COMPETITIVO? CHI HA IL PIL CHE CRESCE DI PIÙ O CHI DIVENTA PIÙ RICCO? © Fondazione Edison

24 COME È VARIATA LA RICCHEZZA DURANTE LA CRISI © Fondazione Edison

25 E CAMBIA ANCHE LA LETTURA DEL DEBITO PUBBLICO SE LO RAPPORTIAMO ALLA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE INVECE CHE AL PIL (1) © Fondazione Edison

26 E CAMBIA ANCHE LA LETTURA DEL DEBITO PUBBLICO SE LO RAPPORTIAMO ALLA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE INVECE CHE AL PIL (2) © Fondazione Edison

27 LA RICCHEZZA NETTA DELLE FAMIGLIE COSTITUISCE LOSSATURA DEL PATRIMONIO NETTO NAZIONALE © Fondazione Edison

28 LA DINAMICA E LA COMPETITIVITÀ DI UN PAESE SI MISURANO CON IL PIL O CON IL PATRIMONIO NETTO? O OCCORRE GUARDARE AD ENTRAMBI? © Fondazione Edison

29 CONCLUSIONI La competitività esterna talvolta non è sufficiente per assicurare una forte crescita (vedi Germania e Italia). Ma senza competitività una crescita troppo fondata sullindebitamento e sulle bolle quasi certamente può distruggere ricchezza. Forse è tempo che gli economisti, oltre ad analizzare il PIL e la sua dinamica, tornino a studiare il Patrimonio nazionale netto e la sua sostenibilità. Letture suggerite: lopera di Raymond Goldsmith. © Fondazione Edison


Scaricare ppt "LA COMPETITIVITÀ DEL SISTEMA PRODUTTIVO ITALIANO: EFFETTO STATISTICO O REALTÀ ECONOMICA? Alcuni profili introduttivi di Marco Fortis (Università Cattolica;"

Presentazioni simili


Annunci Google