La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La fotosintesi clorofilliana È linsieme delle reazioni per mezzo delle quali le piante verdi producono sostanze organiche a partire dallanidride carbonica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La fotosintesi clorofilliana È linsieme delle reazioni per mezzo delle quali le piante verdi producono sostanze organiche a partire dallanidride carbonica."— Transcript della presentazione:

1 La fotosintesi clorofilliana È linsieme delle reazioni per mezzo delle quali le piante verdi producono sostanze organiche a partire dallanidride carbonica e dallacqua, in presenza di luce.

2 6 CO 2 +6H 2 OC 6 H 12 O 6 +6 O 2

3 Il clima Il clima è linsieme delle condizioni atmosferiche che influenza la vita dei vegetali,degli animali e delle attività economiche. La climatologia si occupa dello studio del clima e delle sue variazioni nel lungo periodo;mentre la meteorologia studia le variazioni atmosferiche nel breve periodo

4 IL CLIMA La conoscenza del clima ci consente di scegliere quali piante coltivare e quale agricoltura praticare. Per descrivere un clima è necessario conoscere: le risorse naturali e gli elementi del clima.

5 Risorse naturali Energia Aria Acqua

6 Elementi del clima La luce, la temperatura Il vento la pressione atmosferica Lumidità dellaria Le precipitazioni atmosferiche

7 Il fotoperiodo È la durata delle ore di luce nellarco di una giornata (es. inverno corto,estate lungo)

8 La luce Determina la distribuzione geografica dei vegetali. Le sue caratteristiche interagiscono con la vita delle piante e delle persone: -Quantità -Qualità -Direzione

9 Ambiente ed ecosistema Lambiente può essere suddiviso in varie parti: Biosfera Bioma Ecosistema Comunità Popolazione Individuo

10 Rapporti tra organismi In un ecosistema gli organismi sono legati tra loro da una rete di rapporti. I possibili rapporti tra gli organismi viventi sono: mutualismo, commensalismo, competizione, parassitismo, predazione

11 Mutualismo È uninterazione tra individui di specie diverse in cui entrambe traggono vantaggi. (es. Ape e fiore).

12 Commensalismo È uno stretto rapporto in cui due individui che appartengono a specie diverse non traggono né benefici ne svantaggi oppure solo une dei due trae un vantaggio. (es. piccoli pesci e quelli di grandi dimensioni.

13 Competizione Può essere sia interspecifica che intraspecifica. Interspecifica quando la competizione si ha tra individui di specie diverse. Intraspecifica quando la competizione si ha tra individui della stessa specie.

14 Il parassitismo Il parassita è più piccolo dellospite e vive a sue spese, tanto che il suo destino è strettamente legato allospite. Se scomparissero gli ospiti ai parassiti non resterebbe altro che lestinzione (es. muffa sulla frutta)

15 Predazione È una interazione fra individui di diverse popolazioni. La predazione avviene quando un organismo si nutre a spese di un altro organismo appartenete a una specie diversa, solitamente uccidendolo. Il primo è definito predatore e laltro preda. (es. La tela del ragno)

16 La catena alimentare Allinterno di un ecosistema gli organismi viventi hanno ruoli specifici, instaurando tra loro rapporti secondo una logica alimentare. I rapporti alimentali che nascono tra le diverse specie costituiscono una catena alimentare.

17 Catena alimentare dellocchione

18 I 5 REGNI I 5 regni si classificano in: monere, protisti, funghi, piante, animali.

19 LE MONERE Le Monere sono organismi unicellulari talvolta mobili grazie a sottili filamenti, o striscianti. Possono essere agenti patogeni: esempi di malattie batteriche sono la tubercolosi, il tetano, il colera, la polmonite Si combattono con gli antibiotici. Negli esseri umani, spesso non hanno effetti negativi o sono addirittura utili. Svolgono funzioni utili per i viventi: - alcuni batteri metabolizzano l'azoto gassoso dell'atmosfera; - alcuni batteri demoliscono sostanze organiche e rifiuti. Vivono in tutti gli ambienti. Sono resistenti a condizioni ambientali avverse. Presentano tutte le modalità di nutrizione.

20 I PROTISTI I Protisti sono organismi unicellulari mobili, di dimensioni talvolta cospicue. Sono formati da una sola cellula di tipo eucariotico. Vivono tutte in ambienti umidi e acquatici Molte sono specie parassite Alcune sono pericolose per gli esseri umani (per es. Trypanosoma e Plasmodium) Molti protisti sono capaci di fotosintesi, e vengono detti protofiti, altri sono eterotrofi e vengono detti protozoi. Producono gameti mobili. Talvolta costituiscono comunità pluricellulari, ma mai tessuti.

21 I FUNGHI I Funghi sono formati da cellule isolate o riunite in filamenti (ife). Possono essere patogeni di animali e piante. Svolgono ruoli fondamentali in natura Producono la penicillina Servono per lievitare il pane e per ottenere il vino Demoliscono i materiali organici dei rifiuti animali e vegetali Cooperano con le piante in associazioni benefiche In natura vivono negli strati superficiali del suolo.

22 LE PIANTE Le Piante sono organismi pluricellulari fotosintetici formati da tessuti; sono prevalentemente terrestri. La colonizzazione delle terre emerse è stata resa possibile dalla formazione di tessuti e sistemi di rivestimento in grado di evitare lessiccamento. La loro strategia di adattamento riguarda la formazione di strutture in grado di reperire gli elementi indispensabili allo sviluppo: H2O, Sali minerali luce e CO2.

23 IL REGNO ANIMALE Si suddivide in due gruppi: GLI INVERTEBRATI I VERTEBRATI

24 GLI INVERTEBRATI Un esempio di animale invertebrato è la medusa: ha il corpo a forma di ombrello e una serie di tentacoli INVERTEBRATIINVERTEBRATI VERTEBRATIVERTEBRATI La medusa ha il corpo a forma di ombrello e una serie di tentacoli.La medusa ha il corpo a forma di ombrello e una serie di tentacoli. INVERTEBRATIINVERTEBRATI VERTEBRATIVERTEBRATI

25 I VERTEBRATI Un esempio di animale vertebrate è il coccodrillo; adatto a vivere nell'acqua. I suoi organi della vista dell'udito e dell'odorato possono essere utilizzati anche se immersi.

26 Questo lavoro è stato eseguito da un gruppo di alunni della classe IA a.s. 2010/2011 IPAA Castel di Sangro: -Antonella Sciulli -Shkodran Hoxha -Simone Catalano -Remo Mazzocco Con la collaborazione dei professori: -Presciutti Pasquale -Prugnoli Lucilla


Scaricare ppt "La fotosintesi clorofilliana È linsieme delle reazioni per mezzo delle quali le piante verdi producono sostanze organiche a partire dallanidride carbonica."

Presentazioni simili


Annunci Google