La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Regione Veneto PMV -Progetto Misurazione e valutazione Provincia di Vicenza Vicenza. Camera di Commercio 15 ottobre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Regione Veneto PMV -Progetto Misurazione e valutazione Provincia di Vicenza Vicenza. Camera di Commercio 15 ottobre 2008."— Transcript della presentazione:

1 Regione Veneto PMV -Progetto Misurazione e valutazione Provincia di Vicenza Vicenza. Camera di Commercio 15 ottobre 2008

2 Obiettivi dellincontro: 1.Premessa metodologica 2.Elaborazioni Rilevazione 2007: ricapitolazione procedure

3 I dati del PMV rilevazione 2006 Si è provveduto, una volta individuati gli indicatori di tutte le biblioteche, a suddividere queste ultime in fasce di popolazione (fino a abitanti, tra 5 e e oltre abitanti) sia a livello regionale che per ciascuna provincia. Alcune province, a causa della scarsità di comuni appartenenti ad una precisa fascia di popolazione, non vedono redatti i relativi grafici su base provinciale, proprio per linsufficienza di dati che non consente di rintracciare i quartili; Per ciascuna fascia si sono rintracciati i quartili, valori che permettono di considerare gli indici prodotti da tutte le biblioteche della fascia considerata in quattro gruppi, ciascuno composto da un quarto dei casi di cui si compone linsieme; Nellelaborazione non rientrano le biblioteche di capoluoghi di provincia. Come indicato nelle Linee guida AIB, infatti, questa tipologia di biblioteche e quelle inserite in comuni con oltre abitanti, non possono verosimilmente venire confrontate con le altre biblioteche di pubblica lettura presenti in contesti minori. Le biblioteche capoluogo di provincia, inoltre, sono caratterizzate dalla compresenza di servizi finalizzati alla pubblica lettura e alla conservazione.

4 I dati del PMV rilevazione 2006 Le tabelle e i relativi grafici permetteranno a ciascuna biblioteca coinvolta nel Progetto regionale di Misurazione e Valutazione dei servizi bibliotecari di verificare, per ciascuno dei 12 indicatori considerati, la propria posizione rispetto ai valori provinciali evidenziati. I dati di questanno vanno presi con prudenza perché si tratta della prima rilevazione di questo tipo e quindi potrebbe scontare delle imprecisioni nel modo di raccogliere i dati. Gli STANDARD DI RIFERIMENTO si otterranno solo dopo la rilevazione 2008 (quindi per la seconda metà del 2009)

5 PMV N°DATIANNO DI RILEVAZIONE NOTE 1° (effettuata) STESSO QUESTIONARIO 2° (novembre) 3° (primavera) 4° (primavera) 5° CENSIMENTO 6° SISTEMA

6 I dati del PMV rilevazione 2006 Per garantire la privatezza dei dati, i Comuni sono stati individuati con un codice anonimo. Ciascun comune può riconoscere il proprio codice entrando nel PMW. Digitando login e password si accede al questionario e poi alla pagina dettaglio biblioteca

7

8 I dati del PMV rilevazione 2006: gli indicatori Indice di superficie: (Mq superficie al pubblico/n. abitanti)X 10 Indice di accessibilità: orario settimanale (Ore di apertura mattino lun-ven /3)+ ore pomeriggio e sabato o domenica Indice dotazione di personale: (N. FTE / n. abitanti) X 2.000

9 I dati del PMV rilevazione 2006 : gli indicatori Indice di spesa pro capite: Spese di funzionamento della biblioteca /n. abitanti Indice di dotazione documentaria: n. documenti collezione moderna/n. abitanti Indice di dotazione periodici: (n. periodici correnti / n. abitanti) X Indice di incremento del patrimonio: n. documenti acquistati nellanno/n. abitanti

10 I dati del PMV rilevazione 2006 : gli indicatori Indice di impatto: (n. iscritti attivi/ n. abitanti) X 100 Indice di prestito: n. prestiti/n. abitanti Indice di frequentazione: n. visite /n. abitanti Indice di accessibilità a Internet: (n. postazioni / popolazione residente) X 2000 Indice di accesso a Internet: (n. sessioni di collegamento annue / popolazione residente) X 10

11 I dati del PMV rilevazione 2006 si possono fare confronti di due tipologie fondamentali : Confronto diacronico Confronto sincronico

12 I dati del PMV rilevazione 2006 Confronto diacronico : –Una biblioteca che ha calcolato gli indicatori negli anni precedenti può confrontare i dati di questanno con i precedenti e ricavare informazioni sul trend in atto. –Una provincia/rete di cooperazione che negli anni precedenti ha ricavato indicatori di fascia per le proprie biblioteche può valutare anche questanno il suo trend attraverso i dati SBPV che verranno consegnati. –Nei prossimi anni, man mano che si stratificano le rilevazioni regionali sarà possibile ricavare una serie storica di dati che darà ragione dello sviluppo dei servizi bibliotecari nelle diverse province e a livello regionale.

13 I dati del PMV rilevazione 2006 Confronto sincronico : Una biblioteca si confronta con le altre biblioteche di fascia allinterno della propria provincia ma anche rispetto ai quartili regionali e ne ricava informazioni su se stessa in grado di orientare la progettazione dei servizi e la verifica degli interventi adottati. Una provincia si confronta con le altre province per capire il proprio posizionamento allinterno della Regione. Una rete di cooperazione valuta il livello delle biblioteche appartenenti rispetto ai risultati di quelle non appartenenti.

14 I dati del PMV rilevazione 2006 Come utilizzare i dati Valutazione incrociata di indicatori Confrontare tra loro lindice di apertura e lindice di personale : se sono è notevolmente più bassi rispetto ai quartili provinciali si evidenzia la correlazione tra i due dati. Se lindice di personale è alto e quello di apertura basso ci si farà delle domande sullimpiego dello stesso. Mettere in relazione lindice di apertura con lindice di impatto: può evidenziarsi ad esempio uno scarso impatto legato a bassa apertura oppure indipendente da essa. Riflessioni sugli orari di apertura.

15 I dati del PMV rilevazione 2006 Come utilizzare i dati Valutazione incrociata di indicatori Mettere in relazione lindice di impatto e lindice di prestito. Incrociare tra loro questi dati ci può far capire se abbiamo pochi utenti molto fidelizzati (molti prestiti per utente) o molti utenti con basso tasso di prestito. Questo può orientare politiche di promozione della biblioteca verso nuovi target dellutenza potenziale, o strategie di promozione del patrimonio presso lutenza reale.

16 I dati del PMV rilevazione 2006 Come utilizzare i dati Valutazione incrociata di indicatori Confrontare lindice di dotazione documentaria o lincremento di dotazione documentaria, rispetto ai quartili provinciali e relazionarlo allindice di prestito. Una buona dotazione (rispetto ai quartili provinciali) e un buon incremento con un indice di prestito basso può far riflettere sulle scelte di gestione delle raccolte, o sugli orari di apertura, o su strategie di valorizzazione del patrimonio. Se invece lindice di prestito è molto alto si potrebbe valutare lopportunità di creare lindice di circolazione del patrimonio per evidenziare lutilizzo della raccolta, anche per classi Dewey.

17 Alcuni dati regionali e i dati della Provincia di Vicenza Anno 2006 Progetto Misurazione e Valutazione Regione Veneto 2006

18 Alcuni dati assoluti regionali DOTAZIONE DOCUMENTARIA: documenti UTENTI ATTIVI: PRESTITI: INTERNI PIB (2 volte) ILL (2 volte) TOTALI VISITE

19 I dati della Provincia di Vicenza Per ciascuna fascia di popolazione è stata prodotta una relazione che riporta: una tabella iniziale con tutti gli indicatori dei Comuni di ciascuna provincia inclusi in quella fascia Una tabella, un grafico e un commento per ciascun indicatore.

20 I dati della Provincia di Vicenza Nella presentazione di oggi daremo solo qualche esempio provinciale che dia limmagine di come sono stati elaborati i dati raccolti dalle biblioteche. Per ciascuna fascia sono stati calcolati gli indicatori. In base ad essi i valori sono stati suddivisi in quartili. Ogni biblioteca perciò ritroverà i propri valori allinterno di tabelle e grafici che evidenziano i valori quartili.

21 I Quartili I quartili sono le 4 parti uguali in cui si suddivide lintera distribuzione dei dati, dopo aver ordinato i valori.

22 I Quartili Una volta raccolti i dati di un particolare insieme di biblioteche omogenee (es. la biblioteche nella fascia di popolazione abitanti) è possibile stabilire per ciascun indicatore il valore massimo ottenuto, il valore minimo, il valore mediano. Rispetto al valore mediano tutti gli altri risultati si pongono o al di sopra o al di sotto. Tutti i risultati quindi vengono suddivisi in 4 fasce con un numero equivalente di risultati poste al di sopra o al di sotto del valore mediano

23 I dati della Provincia di Vicenza: esempio di grafico CONFRONTO SU BASE PROVINCIALE

24 I dati della Provincia di Vicenza: esempio di tabella Comuni di Vicenza oltre abitanti. Anno 2006Indice di dotazione personale DLGO = Valore minimo0,194 R3OZ0,233 91UP0,249 YAF60,280 0P3T0,307 Primo Quartile0,324 QMZS0,329 FMNK0,336 87UY0,356 0J570,373 XOT60,378 Mediana0,378 GDEL0,379 GN810,415 Media0,424 EB8U0,479 1YXS0,490 6AZG0,525 Terzo Quartile0,531 HUPY0,550 CIQK0,572 8GJ40,602 97DW0,688 X3KY = Valore massimo0,757 Percentuale di risposta100% Numero biblioteche20 su 20

25 I dati della Provincia di Vicenza: i commenti Non sono stati dati giudizi di valore ai dati raccolti, in quanto viene lasciato a ciascun Comune di trarre le proprie conclusioni. E necessario in questo primo anno essere particolarmente cauti in quanto manca una serie storica dei dati e anche le modalità di raccolta degli stessi devono essere perfezionate. I commenti ai dati hanno perciò voluto evidenziare particolari scostamenti rispetto ai quartili regionali da parte di un numero consistente di biblioteche.

26 I dati della Provincia di Vicenza: esempio di commento In relazione allindice di superficie le biblioteche della provincia di Vicenza nella fascia di Comuni con più di abitanti si collocano per il 10% tra il valore minimo regionale e il primo quartile, per il 35% tra questo e la mediana, per il 20% tra la mediana e il terzo quartile e, infine, per il 35% tra il terzo quartile e il valore massimo regionale, costituito da una di esse.

27 PMV 2006 Per alcuni indici (prestiti, impatto, periodici, dotazione documentaria, incremento dotazione documentaria) si sono verificati degli errori di calcolo degli indici di qualche biblioteca. Purtroppo, anche se gli indici da correggere sono quantitativamente pochi, sono distribuiti in tutte le fasce di popolazione e in tutte le province; cosa che, impone un ricalcolo anche di quartili, medie … e nuove tabelle e grafici in sostituzione di quelli già diffusi. I valori assoluti non cambieranno molto e con ogni probabilità restano validi i confronti con i quartili regionali fin qui elaborati.

28 I dati della Provincia di Vicenza: confronto con i dati regionali Verso la fine di ottobre saranno disponibili sul sito regionale nella sezione dedicata al PMV le relazioni statistiche sui dati provinciali. Saranno evidenziati i valori quartili regionali ricavati dal confronto di tutti i dati raccolti nella nostra regione relativi alle biblioteche di pubblica lettura. Nelle relazioni i dati provinciali saranno confrontati con in valori quartili regionali


Scaricare ppt "Regione Veneto PMV -Progetto Misurazione e valutazione Provincia di Vicenza Vicenza. Camera di Commercio 15 ottobre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google