La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo 2005 1 FILONE NORMATIVO: N. 1 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO Regione Emilia Romagna. Sicurezza e salute delle lavoratrici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo 2005 1 FILONE NORMATIVO: N. 1 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO Regione Emilia Romagna. Sicurezza e salute delle lavoratrici."— Transcript della presentazione:

1 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 1 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO Regione Emilia Romagna. Sicurezza e salute delle lavoratrici madri. D. Lgs. n. 151/2001. Linee guida per la sicurezza e la salute delle lavoratrici madri elaborate dal Servizio Sanitario Regionale Emilia Romagna. Dal 4 novembre 2004 ha preso il via lattuazione del contratto di lavoro intermittente regolato dagli articoli 33 e segg. del D. Lgs. 276/2003 (c.d. Legge Biagi). Sullargomento è intervenuta la Circolare ministeriale 3 febbraio 2005 n. 4 con cui sono stati adottati Chiarimenti e indicazioni operative in merito al lavoro intermittente. Il contratto deve essere stipulato in forma scritta ai fini della prova della sussistenza di una serie di elementi, tra cui rientra la presenza di eventuali misure di sicurezza specifiche necessarie in relazione al tipo di attività dedotta in contratto. Testo Unico in tema di sicurezza e salute sul luogo di lavoro. Prorogati al 30 giugno 2005 i termini per lemanazione del TU. Legge 27 dicembre 2004 n. 306 art. 6.

2 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Edifici scolastici. Adeguamenti alla Legge n. 265/1999. DL n. 266/2004 convertito in Legge n. 306/2004 art. 9. Scadenza del 31 dicembre 2004 entro la quale devono essere terminati gli adeguamenti sia strutturali sia degli impianti (ad esempio degli impianti elettrici ai sensi della Legge n. 46/90) volti a dare completa applicazione alle norme dettate dal D. Lgs. n. 626/1994 anche negli istituti scolastici. Ulteriore proroga di sei mesi. Legge 26/2005.

3 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Divieto di fumo. Prorogata al 10 gennaio 2005 lentrata in vigore delle disposizioni a tutela della salute dei non fumatori. D.L. n. 266/2004 art. 19. Circolare ministeriale del 17/12/2004. Indicazioni interpretative e attuative del divieto di fumo. Il divieto trova applicazione non solo nei luoghi di lavoro pubblici, ma anche in tutti quelli privati, aperti al pubblico o ad utenti (anche lavoratori dipendenti). E' interesse del datore di lavoro mettere in atto e far rispettare il divieto. La realizzazione di aree adibite ai fumatori non rappresenta un obbligo, ma una facoltà, riservata ai datori di lavoro, che devono adeguare dette aree ai requisiti tecnici di cui al DPCM 23/12/2003. Accordo Conferenza Stato – Regioni del 16/12/2004 in materia di tutela della salute dei non fumatori.

4 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo SICUREZZA MINIERE E CAVE. Approvazione dell'Elenco dei prodotti esplodenti riconosciuti idonei all'impiego nelle attività estrattive. DPR 9 aprile 1959 n. 128: Norme di polizia delle miniere e delle cave. Decreto Direttoriale MAP del 21 gennaio 2005.

5 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo INFORTUNI. Infortunio in itinere e soste lungo il percorso casa-lavoro. Le brevi soste, che non espongono l'assicurato ad un rischio diverso da quello che avrebbe dovuto affrontare se il normale percorso casa-lavoro fosse stato compiuto senza soluzione di continuità, non interrompono il nesso causale tra lavoro e infortunio e non escludono l'indennizzabilità dello stesso. Ordinanza della Corte Costituzionale n. 1 del 10/01/2005 e Nota INAIL del 24/01/2005.

6 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N PRONTO SOCCORSO Pronto Soccorso Aziendale. Il 3 febbraio 2005 è entrato in vigore il Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale emanato con Decreto Interministeriale 15 luglio 2003 n. 388.

7 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 2 PREVENZIONE INFORTUNI/ N. 22 ATMOSFERE ESPLOSIVE Infortuni: rischio da esplosioni di sostanze in polvere. Adozione del Documento, elaborato dalla Stazione Sperimentale per i Combustibili di San Donato Milanese – in collaborazione con il CONTARP (Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione) della Direzione Generale Lombardia dellINAIL – recante valutazione del rischio infortunistico derivante da esplosioni di sostanze in polvere durante la manipolazione e lo stoccaggio.

8 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 2.1 USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO Applicazione del D. Lgs. n. 626/94. DM 6 agosto Conformità di mezzi e sistemi di sicurezza e di ponteggi metallici fissi. Fissazione di requisiti e procedure per laccertamento dellidoneità dei laboratori autorizzati alla certificazione di conformità. Riconoscimento di conformità alle vigenti norme di mezzi e sistemi di sicurezza relativi alla costruzione ed allimpiego di puntelli telescopici regolabili in acciaio. Riconoscimento di conformità alle vigenti norme di sistemi di sicurezza per i lavori da eseguirsi sulle apparecchiature e sulle reti di telecomunicazione.

9 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 2.1 USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO/ N. 10 CANTIERI TEMPORANEI O MOBILI ATTREZZATURE DI LAVORO NEI CANTIERI EDILI LINEE GUIDA ISPESL

10 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 3 PREVENZIONE INCENDI PROROGATI I NOP AL 31 DICEMBRE 2005 Decreto Legge 9 novembre 2004 n. 266 convertito in Legge 27 dicembre 2004 n Proroga per lemanazione, da parte del Ministero dellInterno, delle specifiche direttive per singole attività o gruppi di attività soggette al rilascio del certificato di prevenzione incendi (CPI), ma non ancora disciplinate da una specifica regola tecnica. Allungato ulteriormente di un anno il periodo di "sopravvivenza" dei Nulla Osta Provvisori - NOP (Art. 3); Proroga per ladeguamento delle prescrizioni antincendio riferite a strutture turistiche e ricettive esistenti (Art. 14).

11 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Criteri per la scelta dei dispositivi di apertura manuale delle porte installate lungo le vie di esodo nelle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco, ai fini del rilascio del CPI. Adeguamento entro il 16 febbraio DM 3 novembre 2004

12 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Classificazione ed omologazione di estintori portatili di incendio. DM 7 gennaio Norme tecniche e procedurali per la classificazione ed omologazione di estintori portatili di incendio. Il provvedimento entrerà in vigore a far data dal 4 agosto 2005.

13 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 3 PREVENZIONE INCENDI/N. 6 ATTIVITA A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE Lettere-circolari del Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Ministero dellinterno prot dell11/11/2004 e prot del 1/12/2004: chiarimenti sullapplicazione delle norme di sicurezza antincendi nelle attività a rischio di incidente rilevante, concernenti: Procedure di prevenzione incendi relative agli stabilimenti costieri di lavorazione e deposito di oli minerali e di sostanze esplosive; Centrali elettriche installate allinterno di attività a rischio di incidente rilevante. Procedure di prevenzione incendi.

14 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo I Vigili del Fuoco sono nuovamente intervenuti sulla tematica delle Aziende soggette al D. Lgs. 334/1999, con tre recenti lettere-Circolari, riprendendo anche la tematica del CPI. Si tratta: della Lettera Circolare del 24 Gennaio 2005 Prevenzione incendi nelle attività a rischio di incidente rilevante soggette alla presentazione del rapporto di sicurezza (art. 8 del D. Lgs. 334/99); della Lettera Circolare del 2 Febbraio 2005 Attività a rischio di incidente rilevante soggette alla presentazione del rapporto di sicurezza (art. 8 del D. Lgs. 334/99); della Lettera Circolare del 28 febbraio 2005 Rilascio di pareri di competenza del Ministero dellInterno e procedure di prevenzione incendi relative alle attività soggette al D. Lgs. 334/99 e agli stabilimenti di lavorazione e deposito di oli minerali. Si segnala inoltre che i Vigili del Fuoco hanno emanato una apposita lettera circolare e pubblicato uno specifico elenco, relativamente ai progetti di centrali elettriche di cui alla legge 55/2002.

15 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 4 IGIENE DEL LAVORO TEMATICA LEGIONELLOSI. Approvate le Linee Guida recanti: indicazioni sulla legionellosi per i gestori di strutture turistico-ricettive e termali; indicazioni ai laboratori con attività di diagnosi microbiologica e controllo ambientale della legionellosi. Provvedimenti della Conferenza Stato – Regioni del 13 gennaio 2005.

16 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 4 IGIENE DEL LAVORO/ N. 4.7 AMIANTO Divieto di installazione di materiali contenenti amianto intenzionalmente aggiunto. Il divieto è operante dal giorno 8 febbraio In deroga a tale divieto, è autorizzato luso dei prodotti contenenti le fibre di amianto che sono già installati o in servizio prima della data di entrata in vigore del Decreto. La deroga opera senza esplicite scadenze temporali; infatti luso può legittimamente protrarsi, a seconda dei casi sino alla fine della vita utile dei prodotti oppure fino alla data (se anteriore) della eliminazione dei prodotti stessi (come rifiuti). DM 14 dicembre 2004.

17 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 4.5 AGENTI FISICI VIBRAZIONI. I rischi delle vibrazioni nellambiente di lavoro. Documento dal titolo 100 misure in ambiente di lavoro, realizzato dalla Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione (CONTARP) della Direzione regionale Toscana dellINAIL. RUMORE. Rumore negli ambienti di lavoro. Manuale di buona pratica. Metodologie ed interventi tecnici per la riduzione del rumore. Documento approvato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni e delle Province autonome in data 16 dicembre 2004.

18 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 5 SOSTANZE E PREPARATI PERICOLOSI PREPARATI PERICOLOSI. Corrette e integrate le norme sulla classificazione, limballaggio e letichettatura dei preparati pericolosi dettate dal D.Lgs. n. 65/2003. Decreto Legislativo 28 luglio 2004 n. 260.

19 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 6 ATTIVITA A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE Approvate le Linee Guida per la predisposizione del Piano di emergenza esterna degli stabilimenti industriali a rischio di incidente rilevante. Intesa Conferenza unificata Stato – Autonomie locali del 13 gennaio 2005.

20 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Regione Lombardia. Pubblicato il Quaderno n° 8 sulla Direttiva Grandi Rischi. Linee guida regionali in materia di pianificazione di emergenza di protezione civile, con riferimento al rischio chimico-industriale in senso lato, non limitato agli insediamenti industriali a rischio di incidente rilevante, ma esteso a tutti i possibili rischi connessi con attività industriali e produttive che possono determinare incidenti a persone, cose e ambiente.

21 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 7 GAS TOSSICI Revisione delle patenti di abilitazione all'impiego dei gas tossici per il Il Decreto del Ministero della Salute 15 novembre 2004 ha disposto la revisione delle patenti di abilitazione per l'impiego dei gas tossici rilasciate o revisionate nel periodo 1°gennaio-31 dicembre Si ricorda che la mancata presentazione, entro il 18 luglio 2005, della domanda di revisione, allegando il certificato medico e penale, comporta la perdita della titolarità della patente.

22 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 8 SICUREZZA TRASPORTI Equipaggiamento marittimo. Direttiva 2002/75/CE. Adottato con Decreto 16 giugno 2004 n. 236 il Regolamento di attuazione. Sicurezza delle operazioni di carico e scarico delle navi portarinfuse. DM 16 dicembre Recepimento della Direttiva 2001/96/CE in materia di Requisiti e procedure armonizzate per la sicurezza delle operazioni di carico e scarico delle navi portarinfuse.

23 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 8.1 TRASPORTO DI MERCI PERICOLOSE Trasporto di merci pericolose su strada e per ferrovia. 1° gennaio 2005: entrata in vigore della versione 2005 dellADR e del RID. Transitorio di sei mesi per il recepimento da parte degli Stati membri.

24 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 10 CANTIERI TEMPORANEI E MOBILI D. Lgs. 494/1996. Modifiche recate dalla normativa nazionale. Sospensione dellefficacia del titolo abilitativo (permesso di costruire o denuncia di inizio di attività) in assenza della certificazione della regolarità contributiva, anche in caso di variazione dellimpresa esecutrice dei lavori. D. Lgs. 6 ottobre 2004 n. 251, art. 20 co. 2, correttivo del precedente D. Lgs. 276/2003 (attuativo della Legge Biagi).

25 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 11 MACCHINE/ N. 2.1 USO DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO Circolare Min. Lavoro 30 marzo 2004 n. 36. Piattaforme sviluppabili su carro, munite di portelli di accesso sollevabili verso lalto, non conformi ai requisiti di sicurezza – Necessità di adeguamenti costruttivi. Piattaforme mobili elevabili e Direttiva 98/37/CE. Circolare ministeriale 29 novembre 2004 n Chiarimenti in merito alla rispondenza delle piattaforme mobili elevabili ai requisiti essenziali di sicurezza di cui alla Direttiva 98/37/CE relativa alle macchine.

26 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 14 APPARECCHIATURE A PRESSIONE Norme di sicurezza per la progettazione, linstallazione e lesercizio dei depositi di GPL. Modifiche al DM 29 febbraio DM 23 settembre Verifica dei serbatoi interrati per GPL. DM 7 febbraio Procedura operativa per la verifica decennale dei serbatoi interrati per GPL con la tecnica basata sul metodo delle emissioni acustiche. Approvazioni europee di materiali per la fabbricazione di attrezzature a pressione. Comunicazione Commissione CE 2005/C 35/03.

27 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo Norme per la messa in servizio ed utilizzazione delle attrezzature a pressione. DM 1° dicembre 2004 n Entro il 12 febbraio 2009 denuncia allISPESL dei recipienti per liquidi e tubazioni in esercizio non certificati secondo il decreto legislativo 25 febbraio 2000, n. 93.

28 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FINESTRE REGIONALI: N. 15 APPARECCHIATURE DI SOLLEVAMENTO Norme per l'esercizio degli apparecchi di sollevamento e degli automezzi dotati di bracci aerei. Introdotto apposito attestato di formazione per gli addetti (lavoratori dipendenti e autonomi). Legge Regionale Veneto 26 novembre 2004 n. 28.

29 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 18 IMPIANTI INDUSTRIALI/ N. 19 EDIFICI CON FREQUENZA DELLUOMO TESTO UNICO EDILIZIA. Differita ulteriormente, al 1° luglio 2005, lentrata in vigore delle norme relative alla sicurezza degli impianti. La proroga non si applica agli edifici scolastici. Legge 27 dicembre 2004 n. 306, articolo 19-quater. DM 24/11/2004. I professionisti chiamati a realizzare impianti (ad es. impianti di produzione, distribuzione e utilizzazione dell'energia elettrica, impianti radiotelevisivi ed elettronici, di riscaldamento e climatizzazione, impianti di protezione antincendio) in campo edilizio dovranno essere iscritti ad un apposito Albo tenuto dalla Camera di commercio, industria e artigianato.

30 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 21 RIFIUTI DI AMIANTO Sono stati approvati, con Regolamento adottato con Decreto 29 luglio 2004 n. 248, i disciplinari tecnici, entrati in vigore il 20/10/2004, sulle modalità per il trasporto ed il deposito dei rifiuti di amianto nonché sul trattamento, sullimballaggio e sulla ricopertura dei rifiuti medesimi nelle discariche.

31 E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo FILONE NORMATIVO: N. 23 SICUREZZA PRODOTTI Prodotti in legno. Circolare del Ministero delle Attività Produttive 3 agosto 2004 n. 1. Indicazioni per la compilazione e la distribuzione della scheda identificativa dei prodotti in legno e del settore legno- arredo ai sensi della Legge n. 126/1991 (norme per linformazione del consumatore) e del D.M. n. 101/1997 (regolamento di attuazione della Legge n. 126/1991). La scheda identificativa per i mobili e tutti gli accessori in legno è divenuta obbligatoria a partire dall11 febbraio 2005.


Scaricare ppt "E. Santini - Certiquality 8-9 Marzo 2005 1 FILONE NORMATIVO: N. 1 SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO Regione Emilia Romagna. Sicurezza e salute delle lavoratrici."

Presentazioni simili


Annunci Google