La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Tutto quello che si deve sapere sulle reazioni fuggitive avendo a disposizione solo due ore per lapprendimento A cura della Stazione sperimentale per i.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Tutto quello che si deve sapere sulle reazioni fuggitive avendo a disposizione solo due ore per lapprendimento A cura della Stazione sperimentale per i."— Transcript della presentazione:

1 Tutto quello che si deve sapere sulle reazioni fuggitive avendo a disposizione solo due ore per lapprendimento A cura della Stazione sperimentale per i Combustibili

2

3 Statistiche Le cause principali di incidenti provocati da reazioni fuggitive nei processi industriali risultano equamente suddivise tra: mancanza di conoscenze della chimica/termochimica del processo inadeguato smaltimento del calore di reazione errori operativi errori nella progettazione

4 Perché questa situazione? E forse carente la normativa ? Mancano gli strumenti e i metodi per affrontare la sperimentazione necessaria? La sperimentazione è troppo difficile o troppo costosa? Quali sono le informazioni minime indispensabili?

5 Reazione fuggitiva

6

7

8 E RICHIESTA UNA PROCEDURA SPERIMENTALE PER: ESAMINARE I PROCESSI E I POTENZIALI PERICOLI DEFINIRE LE CONDIZIONI CHE POSSONO PORTARE A REAZIONI FUGGITIVE QUANTIFICARE LE CONSEGUENZE DI TALI REAZIONI STABILIRE I MARGINI DI SICUREZZA TRA LE CONDIZIONI OPERATIVE NORMALI E LINIZIO DI EFFETTI ESOTERMICI PERICOLOSI

9 T amb TpTp MTSR TdTd T (°C) t Reazione desiderata Perdita di controllo T p temperatura di processo MTSR temperatura massima raggiungibile dalla reazione desiderata in condizioni adiabatiche T d temperatura inizio reazione secondaria Reazione intrinsecamente sicura MTSR < T d Qr/Cpmix= T ad

10 T amb TpTp MTSR TdTd T (°C) t Reazione desiderata Perdita di controllo T max T p temperatura di processo MTSR temperatura massima raggiungibile dalla reazione desiderata in condizioni adiabatiche T d temperatura inizio reazione secondaria T max temperatura massima raggiungibile dalla reazione secondaria in condizioni adiabatiche Reazione potenzialmente runaway Reazione secondaria MTSR > T d Qr/Cpmix= T ad

11 QUALI DATI DI PROCESSO DOBBIAMO CONOSCERE? CON QUALI METODI POSSIAMO OTTENERE QUESTI DATI? COME POSSIAMO UTILIZZARE QUESTI DATI E COSA POSSIAMO CONCLUDERE DAI RISULTATI SPERIMERNTALI?

12 H della reazione desiderata Velocità di generazione del calore Capacità di raffreddamento del reattore Calore specifico della massa di reazione alla T operativa T adiabatico Temperatura finale teoricamente raggiungibile (MTSR)

13 segue Tempo impiegato dalla massa di reazione per raggiungere la T finale Temperatura di decomposizione della massa di reazione Temperatura massima raggiungibile dalla decomposizione Pressione massima raggiungibile dalla decomposizione Tipo e natura dei gas di decomposizione Time to maximum rate (TMR)

14 14235 Temp. di processo MTSR Punto di ebollizione Temp. di decomposizione RUNAWAY

15 Autoriscaldamento di un monomero liquido (PO)

16 Aumento di pressione per la decomposizione del polimero

17

18

19 Chemical Abstract Service Tra il 1965 e il 1990, il Chemical Abstract Service (CAS) aveva assegnato circa 10 milioni di CAS number Allinizio del 2000 i CAS Number riguardavano circa 31 milioni di sostanze Lincremento medio annuale è quindi di circa 2 milioni di sostanze

20 Indicatori di INSTABILITA/REATTIVITA Raggruppamenti pericolosi Calore di formazione degli elementi Dati termodinamici ( H, G) e dati correlati ( Tad, P) Massimo calore di decomposizione Calore di combustione Bilancio di ossigeno


Scaricare ppt "Tutto quello che si deve sapere sulle reazioni fuggitive avendo a disposizione solo due ore per lapprendimento A cura della Stazione sperimentale per i."

Presentazioni simili


Annunci Google