La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MARIO FRACCARO1 LA RIFORMA GELMINI NELLA SCUOLA SECONDARIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MARIO FRACCARO1 LA RIFORMA GELMINI NELLA SCUOLA SECONDARIA."— Transcript della presentazione:

1 MARIO FRACCARO1 LA RIFORMA GELMINI NELLA SCUOLA SECONDARIA

2 MARIO FRACCARO2 LA LEGGE N° 3126 DEL 31 DICEMBRE 1923 DI G. GENTILE ISTRUZIONE CLASSICA (Ginnasio di 5 anni + 3 Liceo) Con variante,dopo i 5 anni, di un LICEO SCIENTIFICO (con accesso a fac. di scienze e medicina) e di un LICEO FEMMINILE ISTITUTO MAGISTRALE, corso quadriennale con accesso allinsegnamento elementare (poi anche con corso superiore, futura FACOLTA di Magistero) ISTITUTO TECNICO con corso inferiore di 3 anni e superiore di 4 (dal 1931 prendono il via le tipologie del ragioniere,geometra, perito agrario ed industriale) SCUOLA DI AVVIAMENTO PROFESSIONALE con corso triennale terminale ed accesso solo al mondo del lavoro

3 MARIO FRACCARO3 ANNI – 80 – SCUOLA MEDIA UNICA – Abolizione dellavviamento Anni 60 – La scuola PROFESSIONALE –Corsi biennali e triennali (Carenza di iniziativa delle Regioni) /Nuova struttura dei corsi e segg.: La contestazione,la scuola di massa-le maxisperimentazioni La risposta dei Decreti Delegati /1974 Progetto Brocca/Biennio comune+ Triennio di indirizzo/Sperimentazioni assistite La scuola dellautonomia DPR 275/1999 – La mancata Riforma di Berlinguer

4 MARIO FRACCARO4 LA RIFORMA BERLINGUER-DE MAURO (L. N° 30/2003) Questa Riforma abolisce la suddivisione di scuole elementari, medie e superiori sostituendo il tutto con una struttura basata sui cicli. Erano previsti 7 anni di CICLO DI BASE ( 6-13 anni) e altri 5 di CICLO SECONDARIO (13-18 anni). Obbligo scolastico a 15 anni. IL CICLO SECONDARIO SI DIVIDE IN 5 RAMI: UMANISTICO SCIENTIFICO TECNICO ARTISTICO MUSICALE OBBLIGO ALLA FORMAZIONE PROFESSIONALE FINO AI 18 ANNI MAI ENTRATA IN VIGORE/ABROGATA NEL CAMBIO DI GOVERNO

5 MARIO FRACCARO5 LA RIFORMA MORATTI (L. N° 53/2003) Prevedeva 8 Licei: 1.Artistico; 2.Classico; 3.Economico; 4.Linguistico; 5.Musicale e coreutico; 6.Scientifico; 7.Tecnologico; 8.Delle Scienze umane. SCOMPARSA DELLISTRUZIONE TECNICA ISTRUZIONE PROFESSIONALE NON CITATA MAI ENTRATA IN VIGORE/ABROGATA NEL CAMBIO DI GOVERNO

6 MARIO FRACCARO6 LA STAGIONE FIORONI …. …E QUELLA GELMINI… Innalzamento Obbligo istruzione/4 ASSI CULTURALI (L. n 296 del 26 dicembre 2006 e D.M. 22/08/07)) Commissione De Toni /Riorganizzazione dellIstruzione Tecnica MAGGIO 2008 Politica di contenimento della spesa Mantenimento di quanto prodotto dalla Commissione De Toni Regolamenti diversi e Riordino istruzione Superiore

7 MARIO FRACCARO7 I PRIMI PASSI DELLA RIFORMA – Schema del piano programmatico del Ministero dellIstruzione, ovvero la nuova scuola pensata dal Ministro Gelmini ( art. 64, Legge 133) – La legge 169/08 (Legge Gelmini), che istituisce il maestro unico, la materia costituzione e cittadinanza, la valutazione in decimi e il voto in condotta – La legge 133/08 (la finanziaria destate), nella quale si deliberano gli 8 miliardi di tagli per razionalizzare la spesa

8 MARIO FRACCARO8 LE NOVITÀ INTRODOTTE DAGLI SCHEMI DI REGOLAMENTO APPROVATI DAL CONSIGLIO DEI MINISTRI

9 MARIO FRACCARO9 -Revisione dellassetto ordinamentale, organizzativo e didattico degli ISTITUTI TECNICI ; -Revisione dellassetto ordinamentale, organizzativo e didattico degli ISTITUTI PROFESSIONALI. LA RIFORMA Il 28 maggio e il 9 giugno 2009 il Consiglio dei Ministri vara 3 schemi di regolamento, che entrano in vigore dal settembre 2010 e riguardano la: -Revisione dellassetto ordinamentale, organizzativo e didattico dei LICEI ; N.B. Iter legislativo parzialmente bloccato dal contrasto in corso fra Regioni e Governo

10 MARIO FRACCARO10 Dopo aver acquisito il parere delle Regioni, il MIUR sta procedendo con altri adempimenti 1) I testi dei Regolamenti sono stati inviati per il relativo parere sia alle commissioni parlamentari sia al Consiglio di Stato 2) Decreti Ministeriali che riguardano le nuove classi di concorso, i risultati di apprendimento, le aree di flessibilità, ecc… 3) Piano di comunicazione, con lo scopo di presentare alle scuole e sottoporre alla loro riflessione gli aspetti pregnanti della riforma.

11 MARIO FRACCARO11 SCHEMA RIFORMA GELMINI LICEIISTR. TECNICA ISTR.PROFESSIONALE L. ARTISTICO - arti figurative - architettura, design, ambiente - audiovis., multimedia, scenografia L. CLASSICO L.SCIENTIFICO - opz. SCIENT. TECNOLOGICO L. LINGUISTICO L. MUSICALE E COREUTICO L. SCIENZE UMANE - OPZ. ECONOMICO- SOCIALE SETTORE ECONOMICO 1. amm.vo, finanza e marketing; 2. turismo. SETTORE TECNOLOGICO meccanica, meccatronica ed energia; trasporti e logistica; elettronica ed elettrotecnica; informatica e telecomunicazioni; grafica e comunicazione; chimica, materiali e biotecnologie; sistema moda; agraria e agroindustria; costruzioni, ambiente e territorio. SETTORE DEI SERVIZI 1.S. per l'agricoltura e lo sviluppo rurale; 2.S. per la manutenzione e l'assistenza tecnica; 3.S. socio-sanitari; 4.S. per l'enogastronomia e l'ospitalit à alberghiera; 5.S.commerciali. SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO: 1. produzioni artigianali e industriali

12 MARIO FRACCARO12 I LICEI CLASSICI- SCIENTIFICI- LINGUISTICI- DELLE SCIENZE UMANE : max 30 ore; ARTISTICI ( max 34 ore )e MUSICALI/ COREUTICI (max 32 ore); Limpianto orario riprenderebbe in gran parte quello dei piani orari allegati al Decreto 226: conterrebbero perciò una parte di orari obbligatori e una parte di orari opzionali obbligatori

13 MARIO FRACCARO13 Si sostituisce al corso di Istituto Magistrale (soppresso dallanno scolastico ) e al liceo socio psico pedagogico. Approfondisce la cultura liceale dal punto di vista della conoscenza dei fenomeni collegati alla costruzione dellidentità personale e delle relazioni umane e sociali. Le scuole potranno attivare lopzione ECONOMICO-SOCIALE IL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

14 MARIO FRACCARO14 Approfondisce la cultura liceale nella prospettiva del rapporto fra la tradizione umanistica e i saperi scientifici. È stata rafforzata larea matematico-scientifica. Oltre al normale indirizzo le scuole potranno attivare lopzione SCIENTIFICO-TECNOLOGICA IL LICEO SCIENTIFICO

15 MARIO FRACCARO15 IL LICEO LINGUISTICO Approfondisce la cultura liceale dal punto di vista della conoscenza coordinata di più sistemi linguistici e culturali. rafforzato linsegnamento delle lingue straniere terza lingua Nel Liceo Linguistico viene rafforzato linsegnamento delle lingue straniere con particolare riferimento alla terza lingua

16 MARIO FRACCARO16 LICEO SCIENTIFICO

17 MARIO FRACCARO17 LICEO LINGUISTICO

18 MARIO FRACCARO18 LICEO SCIENZE UMANE

19 MARIO FRACCARO19 LICEO SCIENZE UMANE Economico - Sociale

20 MARIO FRACCARO20 RIORDINO ISTITUTI TECNICI Riordino degli istituti tecnici Attualmente in Italia gli istituti tecnici sono suddivisi in 10 settori e 39 indirizzi. Le classi dei tecnici sono frequentate da alunni. Nuovi istituti tecnici: 2 settori e 11 indirizzi I nuovi istituti tecnici si divideranno in 2 settori: 1) Economico 2) Tecnologico con orario settimanale corrispondente a 32 ore di lezione Saranno ore effettive contro le attuali 36 virtuali

21 MARIO FRACCARO21 LISTRUZIONE TECNICA:NUOVO IMPIANTO ORGANIZZATIVO SETTORE ECONOMICOSETTORE TECNOLOGICO 1.Amministrazione, Finanza e Marketing; 2.Turismo 1.Trasporti e Logistica 2.Meccanica, Meccatronica ed Energia 3.Elettronica ed Elettrotecnica 4.Informatica e Telecomunicazioni 5.Grafica e Comunicazione 6.Chimica, Materiali e Biotecnologie 7.Tessile, Abbigliamento e Moda 8.Agraria e Agroindustria 9.Costruzioni, Ambiente e Territorio 2 SETTORI, 11 INDIRIZZI

22 MARIO FRACCARO22 ORE DINSEGNAMENTO Aumento previsto: Orario attuale (nella maggior parte delle scuole) Previsto dalla Riforma 36 ore settimanali di 50 minuti ( 990 ore annue effettive) 32 ore settimanali di 60 minuti ( ore annuali di lezione)

23 MARIO FRACCARO23 LINEE DINDIRIZZO 32 ore di lezione alla settimana, pari a 1056 ore annue, così suddivise: a)BIENNIO: 693 generali specifiche; b)TRIENNIO: 495 generali specifiche Autonomia della scuola: 20% dellorario nel 1^ biennio, 30% nel 2^ biennio e 35% nellultimo anno; Dare al termine degli studi un unico titolo per i TECNICI, quello di PERITO unito allindirizzo

24 24 DISCIPLINE 1°2°3°4°5° Lingua e letteratura44444 Lingua inglese33333 Storia,Cittadinanza e Costituzione22222 Matematica44333 Diritto ed economia22 Scienze integrate (Sc. Della terra e biologia)22 Scienze integrate (Fisica)2 Scienze integrate (Chimica) 2 Geografia33 Informatica2222 Seconda lingua comunitaria33333 Economia aziendale22678 Diritto 333 Economia Politica 323 Scienze motorie e sportive22222 Religione cattolica o A.A Totale complessivo ore annue1056 INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE,FINANZA E MARKETING

25 MARIO FRACCARO25 ISTRUZIONE PROFESSIONALE LIstruzione tecnica avrà 2 macrosettori : ISTITUTI per il settore dei SERVIZI e ISTITUTI per il settore INDUSTRIA E ARTIGIANATO. Al primo macrosettore corrispondono 5 INDIRIZZI: Agricoltura e sviluppo rurale Manutenzione e assistenza tecnica Servizi socio-sanitari Servizi per lenogastronomia e strutture alberghiere Servizi commerciali Al secondo macrosettore corrisponde 1 INDIRIZZO: Produzioni artigianali e industriali Orario: max 32 ore, comprensive dei laboratori.

26 MARIO FRACCARO26 ISTRUZIONE PROFESSIONALE Riduzione drastica degli Indirizzi ( ora sono 27!) e orario max a 32 ore settimanali; Autonomia delle scuole del 25%, con possibilità di interazione con la formazione professionale Gli ISTITUTI PROFESSIONALI dal 2010 avranno durata quinquennuale, per cui non rilasceranno più la qualifica Professionale, tranne che in regime di sussidiarietà con le Regioni.

27 MARIO FRACCARO27 LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE Il percorso è articolato in: 2 bienni e 1 quinto anno (il secondo biennio è articolato in singole annualità per facilitare i passaggi tra diversi sistemi di istruzione e formazione) Gli apprendimenti sono suddivisi in: unarea di insegnamento generale comune e aree di indirizzo specifiche

28 MARIO FRACCARO28 AREA GENERALE AREA INDIRIZZO Primo biennio 660 ore396 ore Secondo biennio e quinto anno 495 ore561 ore LA STRUTTURA DEL PERCORSO QUINQUENNALE

29 MARIO FRACCARO29 SETTORI SERVIZI E INDUSTRIA E ARTIGIANATO: ATTIVITÀ E INSEGNAMENTI GENERALI COMUNI AGLI INDIRIZZI DISCIPLINE 1° biennio2° biennio5° anno 1^2^3^4^5^ Lingua e letteratura italiana 132 Lingua inglese 99 Storia, cittadinanza e Costituzione 66 Matematica Diritto ed economia 66 Scienze integrate (Scienze della Terra e Biologia) 66 Scienze motorie e sportive 66 RC o attività alternative 33 Totale ore annue di attività e insegnamenti generali Totale complessivo ore annue1056

30 MARIO FRACCARO30 SERVIZI SOCIO-SANITARI ATTIVITA E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELLAREA DI INDIRIZZO (1/2) DISCIPLINE CLASSI 1^2^3^4^5^ Scienze integrate (Fisica)66 Scienze integrate (Chimica)66 Scienze umane e sociali132 di cui laboratorio66 (°) Laboratorio di espressione musicale e grafica66 (°°) Metodologie operative66 (°°) Seconda lingua straniera66 (°) insegnamento svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (°°) insegnamento affidato al docente tecnico-pratico

31 MARIO FRACCARO31 SERVIZI SOCIO-SANITARI ATTIVITA E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELLAREA DI INDIRIZZO (2/2) DISCIPLINECLASSI 1^2^3^4^5^ Metodologie operative99 (°°) Seconda lingua straniera99 Igiene e cultura medico-sanitaria132 Psicologia generale evolutiva ed educativa Diritto, economia sociale e legislazione socio-sanitaria Laboratori132(°)+198(°°)33(°) + 99(°°) Ore totali (°) insegnamento svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (°°) insegnamento affidato al docente tecnico-pratico

32 MARIO FRACCARO32 SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI COMMERCIALI ATTIVITA E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELLAREA DI INDIRIZZO (1/1) DISCIPLINE CLASSI 1^2^3^4^5^ Scienze integrate (Fisica)66 Scienze integrate (Chimica)66 Informatica e laboratorio66 Economia aziendale e laboratorio di cui laboratorio 132 (°) 66 (°) Seconda lingua straniera99 Diritto/Economia132 Tecniche di comunicazione66 laboratori 132 (°) 66 (°) (°) insegnamento svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico

33 MARIO FRACCARO33 PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ATTIVITA E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELLAREA DI INDIRIZZO (1/2) DISCIPLINECLASSI 1^2^3^4^5^ Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica 99 Scienze integrate (Fisica) 66 di cui: laboratorio di Fisica 66 (°) Scienze integrate (Chimica ) 66 di cui: laboratorio di Chimica 66 (°) Tecnologie dell informazione e della comunicazione 66 Laboratori tecnologici ed esercitazioni 99 (°°) 198 (°°) (°) insegnamento svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (°°) insegnamento affidato al docente tecnico-pratico

34 MARIO FRACCARO34 PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ATTIVITA E INSEGNAMENTI OBBLIGATORI NELLAREA DI INDIRIZZO (2/2) DISCIPLINE CLASSI 1^2^3^4^5^ DISCIPLINE COMUNI ALLE ARTICOLAZIONI INDUSTRIA, ARTIGIANATO laboratori tecnologici ed esercitazioni165 (°°)132 (°°) Tecnologie applicate ai materiali e ai processi produttivi ARTICOLAZIONE INDUSTRIA Tecniche di produzione e di organizzazione Tecniche di gestione-conduzione di macchine e impianti ARTICOLAZIONE ARTIGIANATO Progettazione e realizzazione del prodotto198 Tecniche di distribuzione e di marketing-6699 laboratori132(°) + 198(°°)396(°) + 297(°°)198 (°) +132(°°) Ore totali (°) insegnamento svolto congiuntamente dai docenti teorico e tecnico-pratico (°°) insegnamento affidato al docente tecnico-pratico

35 MARIO FRACCARO35 Imparare a vivere da cittadini e non da sudditi Scuola di Barbiana


Scaricare ppt "MARIO FRACCARO1 LA RIFORMA GELMINI NELLA SCUOLA SECONDARIA."

Presentazioni simili


Annunci Google